SPAZIO REALE:DOTT.GIUSEPPE CIANCIMINO/FATTI INTERN

Per conoscere questo blog e chi è l'autore vai nella pagina Info.


« FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 4

PROVIENE DI CUA: http://spaziofavoriticiancimino.splinder.com/post/19988753

25 FEBRAIO 2009:E possiamo dire che le posizioni protezionisti ed ultranazionalisti di Berlusconi in questo martedi di Carnevale si sono visti definitivamente sconfitti e archiviati dopo la visita di Berlusconi in Francia e segnato diversi accordi in quel paese:Particolarmente per la costruzione di centrali nucleari in Italia e il no alla nazionalizazione delle banche nel marco delle misuri anticrisi finanziaria in un pre-accordo alla vispera del G8 a Sardegna.Due cose voglio aggiungere ora:spero che all’ora di giudicare la liberta di difusssione su internet e non solo queste prese di posizione habbiano la stessa conseguenza;e spero anche che al riguardo del nazionalismo gli Italiani facciano buona memoria alla ora di votare con quel Berlusconi pre-elettorale senza lasciarsi lusingare delle attuali parole ipocrita-concordanti verso la Francia("colonizatore" dell’Italia a quanto diceva).E particolarmente sul nucleare ricordare ora che quelli che l’hanno afossato oggi dicono volerlo ripristinare.Tutto il ceto politico odierno e non solo la sinistra ,non ha voluto il nucleare che era stato vittima di paure medievali,satanizzato adirittura facendolo diventare cavallo di troia della peste radioattiva che avrebbe minacciato il futuro dei bimbi Italiani.Ora dopo le lunghe prese di posizione favorevoli delle principali potenzie industrializati e la lotta del pensiero scientifico abbiamo cambiato(si pensi all’essempio della Francia che non ha mai rinunciato al nucleare,o alla campagna elettorale in USA):"altri verranno che buono ti faranno".Ma Berlusconi non deve funzionare cosi:firmi la resa e se ne vada o/e gli Italiani ora ricordino e facciano parlare le urne adeguatamente.E BUON CARNEVALE.

VEDI DI SEGUITO TRE LINK CON NOTIZIE DI STAMPA E UN MIO DOCUMENTO SUL NUCLEARE:

1-NOTIZIA SUL CORIERE:la nazionalizzazione delle banche non è in alcun modo ipotizzabile»  Italia-Francia, accordo sul nucleare Berlusconi: «Presto avremo le centrali»
A Roma il vertice tra il premier e Sarkozy: intesa per lo sviluppo congiunto delle strutture di nuova generazione

http://www.corriere.it/economia/09_febbraio_24/nucleare_italia_francia_c5b4952c-0255-11de-adb7-00144f02aabc.shtml

2-INTERVISTA SU "LE FIGARO" DELLA FRANCIA:

INTERVIEW EXCLUSIVE – Dans sa première interview depuis son retour au pouvoir en mai 2008, Silvio Berlusconi fait le point avec Le Figaro sur les différents foyers de crise internationale et évoque ses relations avec Nicolas Sarkozy, qu’il recevra mardi matin à Rome. La délégation française comprendra le chef de l’Etat, le premier ministre et sept ministres. Après le sommet, Nicolas Sarkozy et Christine Albanel seront accueillis à la Villa Médicis par son Directeur, Frédéric Mitterrand.

http://www.lefigaro.fr/international/2009/02/23/01003-20090223ARTFIG00494-berlusconi-le-g8-doit-se-transformer-pour-etre-plus-efficace-.php

IL NUCLEARE ALLA CAMPAGNA USA E SUL MIO MONDO ONLINE: http://docs.google.com/View?docid=dgkwspgk_6ghw7r7

26 FEBRAIO 2009:Gli angeli di "LA BOCA":"Berlusconi e le pattuglie urbane",un mio commento online in Italia.

QUESTA LA NOTIZIA:"Chiamateli volontari per la sicurezza". Come funzioneranno veramente le ronde

pubblicato da Luca Landoni – orientamento politico:
categorie: Roberto Maroni

“Non chiamatele ronde ma volontari per la sicurezza”. Così il Ministro degli interni Roberto Maroni ha voluto definire il nuovo sistema di volontari in via di organizzazione dopo il decreto approvato dal Governo. Il titolare del Viminale ha spiegato molto chiaramente che la regolamentazione sarà ferrea e che il modello da seguire sono i City Angels…………………..

-QUESTO IL MIO COMMENTO:

IL DISEGNO EVERSIVO DEI BAMBINI:Non c’è dubbio che il disegno eversivo del governo Berlusconi avanza.Io direi che questo volere affidare la nostra sicurezza a “volontari” civili non è nuovo e conosce altre fonti d’ispirazione che non sono propio i City Angels.Ma inizio vogliono le cose,vediamole: si sa la vocazione ludica di Berlusconi e la sua squadra al potere.Non è un mistero e io ho gia fatto il punto su questa voglia di spirito calcistico dei nostri governanti.Ma che c’entra il ludico è il calcio?C’entra e molto:si sa e difussa la prattica violentista dei dirigenti del calcio di affidare la “sicurezza” della squadra a gruppi di tifosi bene “untati” da denaro e alcol.Dei bravi ragazzi con dei biceps voluminosi e la zucca vuota ma sempre disposti a spendere qualche pugno in piu per la causa.Lo si fa da per tutto:l’Ingliterra aveva i suoi “punk” perfino che l’hanno abolito,nella Spagna “los muchachos de la BARRA BRAVA” sono davvero bravi a spendere botte,ma dove il fenomeno è piu difuso e in Sud America,specialmente in Argentina e Uruguay dove gia raggiunge il livello allarmante di emergenza sociale dovuto ai crimini e disordini che arrivano a vere guerre campali.Questo è il vero modello immediato di questa prattica in questo governo.E ancora non c’è da stupirsi perche si sa della simpatia Atlantista con “i piedi per aria” di Berlusconi.
Il guaio è quando non si capisce che nelle societa il gioco lo spirito ludico ha un ruolo solo come catarsi dell’agressivita delle masse e punto.Ma quando si è incapace di maturare e crescere e si confondi il gioco con le cose trascendente della vita non ci aspetta altro che guai perche il gioco puo diventare mostruoso,”arangia meccanica”.Non si puo afrontare la vita politca o dirigere un paese come fosse una squadra di calcio,non si puo e non si deve giocare ai banchieri, alla politica alla sicurezza,all’economia ecc.Queste cose si fanno da vero e non in gioco perche coinvolgono il destino di millioni di Italiani.E purtroppo questo sembra il senso di queste misure sulla sicurezza.Ma detto cosi rimane ancora nel piano “della spensieratezza” ma se pensiamo a questi gruppi di cittadini organizzati in modo simile(fra cui ovviamente le “barra brava” si arruolerebbero volentieri),con apoggio ufficiale smettono di essere espontanee pattuglie civili urbane per transformarsi in veri bande parapolizieschi. E se ancora pensiamo alle chiamate a essere cattivi con gli stranieri di MARONI e all’abassamento della qualita morale pregonata da questi personaggi,alle chiamati alle marcie su Roma di Bossi,alle’antecedenti mediati di casa nostra con la giovinezza in camice nere e alle chiamati alle marcie su Roma di Berlusconi comincia a intravedersi il disegno eversivo di questo governo che non finisce cua perche molte altri sono i segni di Berlusconi di non rispettare le strutture dello stato:si pensi all’uso dell’essercito per custodire la sporcizia, alle frequenti chiamati alla violenza di Berlusconi e Bossi in periodo preelettorale,al conntinuo misconoscimento della costituzione,le leggi e le istituzioni ecc,ecc,ecc.E tutto questo avviene sotto lo sguardo passivo quasi compiacente delle altre forze politiche compresa la sinistra.Allora quello del titolo,e affidati la vostra sicurezza ai “bambini” che saranno molto urbani ma non dei veri e propie “angeletti”, e senz’altro non propio di “City Angels” ma di “la Boca”.Commento inserito.

CUA TUTTO INSIEME DIRETTAMENTE: http://www.polisblog.it/post/3780/chiamateli-volontari-per-la-sicurezza-come-funzioneranno-veramente-le-ronde/last?message=accepted#add_comment

3 MARZO 2009:DONNE E POLITICA:"GALANTERIE"

Un mio commento su Le Figaro sulla riunione degli stati in EGITTO,per la ricostruzione della banda di Gazza.

CUA L’ARTICOLO: Nétanyahou exclut un État palestinien souverain .Marc Henry, à Jérusalem
02/03/2009 | Mise à jour : 08:28 .| Commentaires 3 figcom_sep_bulle=false; | Ajouter à ma sélection

Le premier ministre israélien pressenti ne propose qu’une autonomie restreinte et rejette toute concession sur Jérusalem. Benyamin Nétanyahou va de­voir pratiquer lundi l’art de l’esquive avec Hillary Clinton. La secrétaire d’État américaine arrive à Jérusalem – sa première tournée au Proche-Orient depuis son entrée en fonction -, bien décidée à promouvoir l’idée d’un État palestinien. Or, le premier ministre israélien pressenti rejette un tel scénario en recourant à des formules suffisamment vagues pour éviter un affrontement.

Dans un entretien ce week-end au Washington Post, Benyamin Nétanyahou a ainsi soigneusement évité de répondre «non» à une question sur la création d’un État palestinien. «Il y a un large consensus en Israël et à l’étranger pour dire que les Palestiniens doivent avoir la capacité de gouverner leurs vies sans menacer les nôtres», s’est-il borné à affirmer.

L’enjeu de l’eau

 

Nétanyahou n’est prêt à ac­cepter qu’une forme d’autonomie ou, au mieux, une «souveraineté restreinte». Les Palestiniens pourraient gérer leurs villes et leur vie administrative, mais seraient privés des prérogatives d’un État. Il n’est pas question qu’ils puissent avoir une armée. Ils devront se contenter d’une police et de services de sécurité dont l’armement sera limité. Ils ne pourront pas non plus conclure de traité de défense avec d’autres pays. Israël conservera le contrôle total des frontières avec la Jordanie et l’Égypte, ainsi que sur l’espace aérien.

Benyamin Nétanyahou souhaite aussi conserver la mainmise d’Israël sur les nappes phréatiques qui s’étendent en partie en Cisjordanie. Ce dossier a un ca­ractère vital car la région est me­nacée d’une très grave pénurie d’eau. Pour ce qui est des frontières, Nétanyahou n’a pas fourni de détails sur l’ampleur d’un éventuel retrait israélien. Mais, selon les médias israéliens, il ne serait disposé à céder qu’environ la moi­tié de la Cisjordanie, le reste de cette région servant à assurer le développement des colonies isra­éliennes existantes ou formant des «zones de sécurité» sous le contrôle de l’armée israélienne. Pour ce qui est de la partie arabe de Jérusalem annexée, où vivent plus de 200 000 Palestiniens, Benyamin Nétanyahou a exclu toute concession.

Difficile, dans ces conditions, d’imaginer que des Palestiniens acceptent un tel plan, alors qu’ils ont rejeté des offres beaucoup plus alléchantes d’Ehoud Olmert. Le premier ministre sortant a ainsi suggéré un retrait de la quasi-totalité de la Cisjordanie et le démantèlement d’une partie des colonies. Il n’est pas certain non plus que cet «État» pratiquement sans aucun pouvoir préconisé par Benyamin Nétanyahou corresponde aux aspirations minimales de Barack Obama lorsqu’il parle de «deux États pour deux peuples».

QUESTO IL MIO COMMETO:

Non pas par le fond de la caisse sur les «deux peuples deux Etats", peut-être pas tous les torts Netanyahou mais puisque nous parlons d’une réunion diplomatique de bienfaisance pour la reconstruction de Gazza ils notent que, un peu de galanterie, de sensibilité et de bonnes mœurs les devrait avoir. Je ne dis pas de prendre la essempio Peres avec de baisers et de fleurs, mais sans aller ainsi loin manque de jouer a masquer avec Hillary . Mais toujours somme dans le temps de réfléchir: je tiens à rappeler que peut encore construire une image, parce que le gouvernement n’a pas été en mesure de former, et peut-être de sensibilizar que devrait laisser ces décisions à la belle, attrayante et sensuelle Lyvni parce que est la gagant che joie les préférences du peouple qui l’ont choisi dans les urn et ne pas lui. Israël peut-être besoin d’une image moins "laid", belliciste, sans pitié, peut-être que une femme moderne à la tête de l’État pourrait lui donner l’occasion de comprendre que la sensibilité,la beauté et les bonnes manières aussi faire l’histoire. Et également la galanterie.

CUA TUTTO  DIRETTAMENTE: http://www.lefigaro.fr/international/2009/03/02/01003-20090302ARTFIG00272-netanyahou-exclut-un-etat-palestinien-souverain-.php

CUA IN ITALIANO:

Non entro nel merito di fondo sui "due popoli due stati",forse non ha tutti i torti Nethanyu pero visto che si parla di una riunione diplomatica di beneficenza per la ricostruzione di Gazza farli notare che un poco di galanteria,sensibilita e buone maniere pure dovrebbe averla . Non dico prendere l’essempio di Peres con baci e fiori,ma senza spingersi tanto manco giocare a nascondiglio con Hillary . Pero sempre è in tempo di ripensarci : vorrei ricordarla che ancora puo rifarsi un’immagine perche il governo non lo ha potuto formare e di sensibilizarsi forse dovrebbe lasciare queste decisioni alla,bella,attraente e sensualissima Lyvni che oltretutto e la vincente perche gode delle preferenze del popolo che la ha scelto nelle urne e non a lui . E forse Israele ha bisogno di una immagine meno "brutta",guerrafondaia, spietata,magari una donna moderna alla guida dello stato potrebbe dargli l’occasione di accorgersi che la sensibilita paga,e la bellezza e le buone maniere anche fanno storia . E pure la galanteria.

E CUA VEDI LE GALANTERIE DI PERES:

REPUBBLICA TV Peres fa il galante con Hillary .Imbarazzo per baci e sorrisi
LA FOTOSEQUENZA

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/hillary-peres/1.html

-DOPO IL MIO COMMENTO ANCORA DONNE E POLLITICA NELLA STESSA PRIMA GIRA DI HILLARY PER MEDIO-ORIENTE ED EUROPA:

a)-4 MARZO 2009:"SENZA LIMITI"

prima visita a Gerusalemme, Incontri con Peree, Netanyahu e Livni

La Clinton: «Israele e Palestina devono essere due stati».Secondo il segretario di Stato Usa è questa la soluzione al conflitto. Poi chiesto lo stop al lancio di razzi

 Stretta di mano tra la Clinton e la Livni (Ap)

CUA DIRETTAMENTE: http://www.corriere.it/esteri/09_marzo_03/hillary_clinton_gaza_43dac760-07eb-11de-805b-00144f02aabc.shtml

b)-5 MARZO 2009:"PIACE LUNGA ALLA HILLARY"

VERTICE ONU-NATO Clinton: «Anche l’Iran sarà invitato
alla Conferenza sull’Afghanistan»

(Joan Manuel Barroso e Hillary alla UE)

0:07  ESTERIIl segretario di Stato Usa: «Niente di deciso, ma spero che Teheran partecipi». L’apertura degli Stati Uniti: «Stiamo organizzando una conferenza che includa gli alleati Nato e i Paese dell’area». Ma intanto il ministro Frattini rinvia la visita in Iran prevista a marzo

CUA DIRETTAMENTE: http://www.corriere.it/esteri/09_marzo_05/afghanistan_iran_clinton_usa_bbf6e6ec-09a9-11de-84bf-00144f02aabc.shtml

c)-UNA CURIOSITA DELLE DONNE IN POLITICA: http://docs.google.com/View?docID=dg8k66gs_2gff664dm

-DUE PAROLE FINALI:Da questa gira della Hillary vengono fuori due novita nella politica estera USA:La tesi di "DUE POPOLI DUE STATI" per Israele e Palestina convivendo insieme quasi promiscuamente,senza limiti,e l’allungamento della conferenza sull’Afganistan all’Iran,intransigente nemico di ISRAELE.Proposta che risulta quasi "lirica" se non Romantica perche precisamente in questi giorni come ha informato Frattini:"l’Iran patrocinia una contro-conferenza diretta a contestare le conclusioni della conferenza su Gaza organizzata dall’Egitto e co-sponsorizzata dall’Italia» e questo «ci mette in un certo imbarazzo»".E aggiungo io:era tempo che qualcuno parlassi chiaro su come questo governo la pensa sui regimi Islamici:non vuole imbarazzi  ha detto Frattini.Lo avete capito?L’avra capito la Lega di Calderolli che spesso recita ammirazione verso i regimi Islamici come quello di Teheran?Non direi perche anche se  Frattini dice chiaramente che non vuole imbarazzi per Teheran,(1)in questi giorni precisamente Berlusconi è in visita da Ghedafi dove si è recato dopo la conferenza  in Egitto:ci si  pentisci del passato Colonialista(Berlusconi vuole diferenziarsi dalla Francia che sta Colonizando l’Italia,poveretto),si appendono manifesti in piazza giurandosi amore eterno fra l’Italia e la Libia,ci si scorcia la Ciampagna e il Colonnello invita a tutti i connazionali ad amare fervorosamente,lungamente,proffondamente l’Italia mentre una motovedetta Italiana viene catturata e mesa in ostaggio precisamente dal Colonello nei presi di Lampedusa.E tutto questo avviene mentre noi tutti dobbiamo pagare i costi del caro e inutile accordo con Ghedaffi perche come si vedi la cooperazione non funziona e gli sbarchi clandestini e altri incidenti come questo della nostra motovedetta,continuano.E cosi via.Cosa dire dall’aproccio di Berluscono verso i "Sarraceni" (tanto temuti per secoli in Sicilia)?.Mi vien da dire:forse non ha tutti i torti Netanyaho.Ma io a quacune donne di questa ondata di DONNE IN POLITCA negli ultimi tempi,ci tengo.Speriamo che ci la facciano.(Senza imbarazzi pero è….).

 

(1)Ci mancherebbe altro perche anche se possiamo dire "due popoli due stati" difficilmente potrebbemo dire "due conferenze un solo engendro",impossibile stare nella messa e la processione,abortiamolo quindi questo imbarazzo.

MARZO 2009:ANCORA DONNE E POLITICA:CARLA BRUNI

Al riguardo dell’argomento vorrei spendere due parole per questa donna mal trattata in questo mondo online all’inizio del mandato di Sarkozy per quanto io intendevo che faceva una influenza negativa dovuto alle sue prese di posizione in politica che a mio parere non correspondevano in un paese essempio di Repubblicanismo:l’agire posteriore della Signora Sarkozy l’hanno mostrato prescindente della politica al di la del suo ruolo protocolare di Premiere Damme magistralmente interpretato, e inoltre si ha visto una donna autonoma,indipendente mantenendo le sue attivita professionali personali in campo artistico.E positive e umane sono state anche le sue azioni nel ruolo sociale con importanti prese di posizione  a favore delle cause del terzo mondo.Un essempio per tutti lo costituisce il suo apoggio alle campagne contro il SIDA in Africa e tanti,tanti altri paesi.Ed io come medico che si ha occupato di sessologia e inoltre conoscente del terzo mondo come sono bogerei anche per un’azione a favore della lotta contro il cancro di collo d’Utero che tante vittime fa nei paesi del terzo mondo a causa della mancanza di controlli adeguati.Questo tipo di malatie si controllano correttamente facendo periodicamente un’essame facile e poco costoso:il collo dell’Utero è facilmente raggiungibile e sottomeso ad un Legrado semplice per un Papanicolau.

VEDI CUA ARTICOLO: Les projets de maternité
de Carla Bruni-Sarkozy

  • INTERVIEW MADAME FIGARO – Son voyage au Burkina Faso a marqué un tournant dans son engagement dans la lutte contre le sida. Nous avons suivi l’épouse du président à Ouagadougou avant d’évoquer cette année très particulière. Politique, musique, maternité… La première dame se livre.

    CUA L’ARTICOLO: http://madame.lefigaro.fr/societe/en-kiosque/1902-carla-bruni-sarkozy-au-cur-de-l-action

    E non dimenticare che in questi stesso spazio "FAITS INTERNE 1" ci sono molti altri commenti di "DONNE E POLITICA", cercali nelle "CONTINUATION" precedenti cliccando sopra o sotto questo e gli altri post dello stesso nome.

    0 MARZO 2009:"ERA TUTTO VERO 2".Cosi viene materializata la possibilita di fare causa all’istituzione Vaticano per le sue risponsabilita nei casi di pedofilia.Vedi questo articolo del Corriere della Sera:

    La sentenza L’ autore degli abusi era «dipendente del Papa» Pedofilia, decisione negli Usa «Si può fare causa al Vaticano».Il caso: le molestie di un prete negli anni 60 in Oregon Il sacerdote Andrew Ronan è morto nel 1992: in precedenza era stato colpevole di altre violenze in Irlanda e a Chicago

     

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTE WASHINGTON – Sicuramente l’ avvocato Jeff Anderson non riuscirà nel suo dichiarato e più ambizioso proposito, quello di far deporre il Papa, Benedetto XVI. Ma qualche problema al Vaticano, la sentenza di una Corte federale d’ Appello degli Stati Uniti potrebbe crearlo lo stesso.

    Vedi l’articolo completo:

    4 MARZO 2009:LA DEMOCRAZIA  FA AQUA.

    Un mio commento su "La Repubblica" riguardante alla privatizazione delle statue Romane di Berlusconi:

    -Questa la notizia: Pd: “Berlusconi come Napoleone vuole statue per le sue stanze”

    3 marzo 2009 alle 18:34 —  voti

     commenti Il premier, denuncia Manuela Ghizzoni, chiede di trasferire quattro opere dal museo delle Terme di Diocleziano a palazzo Chigi “Alto valore artistico andrebbero ad ornare gli spazi privati del premier” Via libera del Sovrintendente Bottini: “Non vedo lo scandalo, non potevamo esporle  

     2.Questo il mio commento:  

    Buon servizio fa a Berlusconi chi lo accusa di "Napoleonismo".Vediamolo:togliere il patrimonio storico-culturale di tutti gli Italiani e destinarlo a scopi privati è un fatto per me grave e non un banale e curioso capriccio del nostro Re-pemier,è il segno dei tempi del Berlusconismo,è segnale che il disegno eversivo di Berlusconi "avanza":le rovine dell’Impero Romano,dopo la caduta di Mussolini hanno smesso di essere luoghi di culto per diventare opere da museo,da quel museo a cielo aperto che è l’Italia tutta.Buoni per atrarrere curiosi turisti avidi di storia e cultura e non fanatici e megalomani ammiratrici che li guardavano con l’aria messianica degli illuminati davanti alla prova storica della superiorita di un regime detinato a dominare il mondo e durare 1000 anni.Ovvio che questo gesto di Berlusconi marca un cambio qualitativo nel modo di gestire il nostro patrimonio storico e nel significato con qui la storia e la cultura vengono trattati.Queste 4 opere vengono destinati ad un uso ellitista di quelli pochi illuminati capaci di comprendere e inalzare il suo significato,nei meandri palazeschi della "casta",lontano dalle masse e dai turisti.Nulla a che fare con il gesto di Napoleone che come tutti i conquistatori portano a casa i simboli culturali dei popoli domegnati per fruizioni pubblica di tutti:un essempio per tutti l’Obelisco portato dall’Egitto e ed esposto a Pariggi.Fin dove io so Berlusconi non ha conquistato nessun popolo(a meno che come la Lega pensi che Roma e una citta ladra,il nemico da conquistare)e piu tosto ha che fare con un certo isolamento internazionale che lo porta a queste gesti comici di imitazione simiesca della Francia cosi come ha fatto tantissime buffonate in tutti i fori internazionali.Pero non bisogna trascurare questo gesto perche marca una certa discontinuita nell’aproccio alla cultura pubblica ed è il segno insieme alle leggi ad persona,l’uso di militari per strada,gruppi civili "parapolizieschi" per la caccia allo straniero,all’avicinamento attuale ad Alemmanno ed altre esternazioni politiche nelle ultimi elezzioni,che il suo progetto eversivo brucia tappe e l’armonizazzione democratica delle masse"fa aqua".Pero marca anche un salto qualitativo nei confronti del fascismo nell’aproccio del patrimonio storico:quello non ha mai fatto dell’arte un fatto privato ne sdegnato la cultura.E forse in questo somiglia piu che alla Francia o al propio Fascismo al Franchismo:"muoia la cultura"(quella pubblica aggiungo io) era il grido di guerra con qui i Falangisti Spagnoli di Primo de Rivera bruciavano nelle piazze libri e opere di arte mentre i nobili Madrilegni se li godevano in privato.E questo è in perfetta coerenza con l’Atlantismo Ispano americano,con i piedi per aria amato da Berlusconi.Pero ricordiamoli che non bisogna andare tanto lontano a cercare ispirazione perche senza le truppe Siciliane inviati da Mussolini Franco non avrebbe mai vinto la guerra civile.(Altro segno della morosita politica,di caduta di stile del governo Berlusconi,a meno che come Bossi non pensi che l’Italia finisce dopo la Padania e Sicilia sia territorio Africano) Insomma io fosse Napoleone chiudirei il sito di Palazzo chiggi destinato all’esposizione "privata" delle opere e le restituirei alo "spazio reale", alle "aque pubblici" delle democratissime terme primo che sia troppo tardi.Pero io sono solo un anonimo cittadino,io non sono Napoleone ma lui.Questo è il punto,ma voi cosa ne pensate?(A lui non lo chiedo perche so che s’infurierebbe con chiunche voglia fare le corna alla casta e farebbe un casino di "puta madre" come dicono gli Spagnoli).( Un anonimo ammiratore di Napoleone.)  

     3.Cua direttamente: http://news.kataweb.it/item/561186/pd-berlusconi-come-napoleone-vuole-statue-per-le-sue-stanze?nc#commenti

    9 MARZO 2009:ALTRE "MIE DONNE E POLITICA":In questo caso si tratta di una debuttante Repubblicana,che secondo me sono fra le meglio perche è la mia fede istituzionale(malgrado questa FEDE non acetta donne facilmente)e propone un inizio ultra" hot":offre un osculo di matrice realmente particolare.Benvenute tutte(compresa quella di morale VITTORIANA:LAURA)ai miei favoriti e peccato il suo padre non ha contato con lei prima delle elezioni avrebbero fatto una buona  alleanza elettorale.VEDI L’ARTICOLO DI SEGUITO:

    La rissa delle bionde repubblicane McCain-figlia contro le «estremiste»

    Meghan, 24 anni: «Mi dicono da sempre che sono grassa, ho imparato a piacermi. Mi aspettavo obiezioni politiche»

    Meghan McCain (Reuters)Come si dice in America, «blondes have more fun», le bionde si divertono di più. Anche quando sono repubblicane, e il loro partito ha perso gioco-partita-incontro, e loro scatenano una rissa multimediale – la più seguita online dopo le notizie su Obama e la recessione – usando un linguaggio diretto e prepolitico: «Sai offendere e insultare»; «E tu sei una cicciona»; «Io sarò una cicciona ma tu bacia il mio grasso culo». Scusate i termini, ma a parlare (di baci eccetera) in tv è la figlia dell’ex candidato alla Casa Bianca John McCain: Meghan, giornalista-blogger, ventiquattrenne bellissima non magra.

    Ann Coulter (Ap)A dare a Meghan della scema che parla di politica solo perché non l’hanno presa nei reality in quanto «taglia forte» è stata, nel suo talk show alla radio, Laura Ingraham, famosa commentatrice ultraconservatrice; quarantenne secchissima. Proprio come Ann Coulter, altra pundit di destra (ma tanto di destra, pensa che gli ebrei dovrebbero «perfezionarsi» e diventare cristiani), autrice di bestseller politici, ancora più magra; è lei che McCain-figlia aveva attaccato sul sito The Daily Beast, in quanto simbolo della parte più estremista del partito repubblicano; dedita «a perpetuare i peggiori stereotipi», incapace di riguadagnare consensi tra i moderati e i giovani. McCain è giovane, meno colta di Coulter e Ingraham, a tratti simpaticamente suonata.

    E CUA VEDI TUTTO DIRETTAMENTE: http://docs.google.com/Doc?id=dg8k66gs_19g6dqpscx&hl=it

    "ABBA"(PADRE PERCHE CI HAI ABBANDONATO)

    Aggiunto 3:52 [TRADOTTO] ABBA Dancing Queen 1976 [TRADOTTO] ABBA Dancing Queen 1976

    23 MARZO 2009:IN EGITTO,DONNE POLITICA,GALANTERIE ED ALTRO…

    Non vorrei che il mio sguardo sull’importantissima riunione in EGITTO sulla ricostruzione di GAZA rimanessi in un frivolo commento su galanterie e diplomazie.Altre riunione altretanto impostante e straordinariamente trascendente si sono tenuti,e mi riferisco alle conversazioni fra Sarkozy e Mubarak sul futoro dell’UNIONE MEDITERRANEA.Vedi in mio commento su "LE FIGARO":

    "Nous sommes inquiets parce que cette brillant création d’Sarkozy être mis en mouvement. Sans aucun doute, une initiative que catapulté Sarkozy dans l’histoire."

    (IN ITALIANO:"Siamo in ansia perche questa geniale creazione di Sarkozy venga messa in moto . Senza dubbio una iniziativa che catapultera Sarkozy nella storia.")

    Ed io spero vedere la sua nascita in locus perche mi trasferiro in SICILIA a Primavera.

    CUA LA NOTIZIa stampa: Sarkozy mise sur son tandem avec Moubarak
    Pour la cinquième fois en deux mois, le chef de l’État français retrouvera lundi matin son homologue égyptien pour la conférence de Charm el-Cheikh sur la reconstruction de Gaza. Une relation étroite, déjà scellée l’an dernier par la mise en place de l’Union pour la Méditerranée coprésidée par Hosni Moubarak et consolidée depuis par les efforts déployés en commun pour éteindre la crise à Gaza. À l’Élysée, on insiste sur l’«intensité de la coopération» franco-égyptienne. Lundi, le chef de l’État aura à cœur de saluer les initiatives du Caire pour consolider la trêve, faciliter le dialogue interpalestinien et amorcer la reconstruction de Gaza. Sur les bords de la mer Rouge, Nicolas Sarkozy rappellera aussi sa «solidarité sans faille aux souffrances du peuple palestinien», dit-on dans son entourage. La France, qui a déjà envoyé neuf avions chargés d’aide humanitaire, va poursuivre sa coopération pour la reconstruction des hôpitaux de Gaza.

    • Également présent à Charm el-Cheikh, le président palestinien, Mahmoud Abbas, demeure le seul interlocuteur pour Paris, qui espère que sa «fragilité» sera soluble dans un gouvernement d’union nationale avec le Hamas. Le chef de l’État réaffirmera son soutien à l’économie palestinienne. Avec 68 millions d’euros promis sur trois ans, auxquels s’ajoutent les 500 millions d’euros annuels alloués par l’UE (Paris y contribue à hauteur de 17 %) et 3 millions d’aide humanitaire, la France est le premier donateur d’aide au peuple palestinien. «L’argent ne manque pas, la conférence de Charm el-Cheikh sera très politique», souligne-t-on à l’Élysée, où l’on souhaite surtout que ce rendez-vous diplomatique serve de «facteur d’accélération» pour la relance du processus de paix.

    CUA DIRETTAMENTE:

    http://www.lefigaro.fr/international/2009/03/02/01003-20090302ARTFIG00270-sarkozy-mise-sur-son-tandem-avec-moubarak-.php

    23 MARZO 2009:LA CHIESA E LA CHIESA E LO STATO E LO STATO

    Un mio commento sulle dichiarazioni autoritarie della chiesa:

    1-Questo l’articolo:Nella prolusione del presidente al Consiglio.Cei durissima risposta alle critiche.E nuovi moniti su fine vita a Hiv: "Sul preservativo polemica che non aveva ragione di essere"

    Cei, Bagnasco al contrattacco "Contro il Papa offese inaccettabili".di ORAZIO LA ROCCA

    CITTA’ DEL VATICANO - "Disappunto" e richiami severi per quanti – "in Italia e all’estero" – nei giorni scorsi hanno criticato Benedetto XVI per il caso del vescovo negazionista della Shoah, monsignor Richard Williamson, uno dei 4 presuli lefebvriani ai quali il pontefice ha tolto la scomunica; critiche altrettanto severe per le polemiche esplose – "specialmente nei paesi occidentali" – sul riferimento all’"inutilità" dell’uso del preservativo per la lotta all’Aids fatta dal Papa la settimana scorsa all’inizio del viaggio in Africa e per gli "attacchi" alla Chiesa sul recente caso di Eluana Englaro.

    CUA TUTTO DIRETTAMENTE: http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/esteri/benedetto-xvi-32/prolusione-bagnasco/prolusione-bagnasco.html#commenta

    2-CUA IL MIO COMMENTO:"Parole inacettabili:il Papa dovrebbe sapere che lo stato Italiano non è la Chiesa(e tanto meno dopo che si ha voluto discostare dalle leggi dello stato)e che le sue parole possono essere ogetto di critica come di chiunche astro in democrazia:deve sottomettersi alle base democratiche dello stato e acettare le critiche senza riflussi autoritaristi."

    24 MARZO 2009:E SUL VERSANTE SCIENTIFICO NON SONO SOLO IO A PENSARLA COSI.

    Vedi opinione della Francia e il mio commento.Dure reazioni ha scatenato il PAPA anche nell UE,l’ONU,e tantissimi paesi:

    1-NOTIZIA STAMPA:Il governo di Parigi replica alla dura presa di posizione della Cei."Non è la sola soluzione contro l’Aids ma è utile al bene collettivo"Preservativi, la Francia insiste "Confermiamo le critiche al Papa"(sotto vedi tutto l’articolo)

    2-Il mio commento:"BRAVO CHEVALLIER"

    CUA TUTTO L’ARTICOLO  E IL MIO COMMENTO: http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/esteri/benedetto-xvi-32/francia-replica/francia-replica.html

    TESTIMONIO GRAFICO:


    5 MARZO 2009:DONNE E POLITICA:L’MPORTANZA DI CHIAMARSI CLINTON O ADDIO ALLE ARME?:

    Ho seguito con relativa frequenza la rotta di Hillary Clinton da quando ha saltato alla scena pubblica con luce propia,cio’è dallo scandalo del sexagate.Prima,durante le due presidenze dal suo marito,il suo ruolo politico anche se non meno protagonico rimaneva in un secondo piano trascurato dalla forte presenza della carica presidenziale.Forse è stata una nuova notorieta molto sofferta,poco degnitosa,certamente non voluta da nessuna donna pero la sua fermezza e integrita animica ha saputo trasformarla in orgogliosa degnita di donna prima,e protagonismo politico dopo,dall’inizio della campagna per le primarie.Conosciuto il risultato elettorale e la vittoria del suo partito,che  certamente in buona parte lo si deve a lei,ha saputo valorizare i suoi votanti e  catalizare il capitale elettorale in una carica che,penso io e cosi l’ho scritto da qualche parte,da fiducia al resto del mondo che si aspettava con nervosismo non trascurabile la rotta di quel gran paese dopo l’essito elettorale un po’ sorprendente se volete.Adesso da risponsabile della politica estera ha l’oportunita di dimostrare quanto è capace di brillare anche politicamente con luce propia e liberarsi della notoria impronta "neoliberale" dell’azione politica del marito.Cosi lo ha manifestato durante la campagna elettorale scommettendo all’umanesimo come filosofia politica e promettendo dare attenzione a quelle zone dove l’uomo veniva trascurato.Io non sono un uomo di pensiero politico pero sono un lettore attento e me ne accorgo dalle prime mosse dall suo operato politico e quello del suo governo che ha l’intenzione di compiere le promesse elettoralli.Cosa non poco frequente in questi giorni dove l’elettorato viene spesso delluso da politici inescrupulosi(ricordo ora Berlusconi in Italia e il propio Sarkozy in Francia sposando una cortesana che minacciava far diventare il palazzo presidenziale nella corte di Luigi XVI,cosa dopo evitata).George Bush al momento di assumere la prima presidenza era un uomo(un uomo?)che aveva passato i suoi anni previe nella spensieratezza della piacentera vita accomodota da figlio di un grande padre,di un grande nome nel suo idilico sud Texano,fra affari(spesso irresponsabilmente in fallita),feste e perfino alcol senza avere mai uscito dagli Stati Uniti.Ne meno l’obligo militare di Viet Nam era riuscio a farlo spostare all’estero ,e se non fosse stato per il sorpresivo attaco alle torre forse non avrebbe mai prescindito ad un tale ombelichismo.Non è un attegiamento solo suo,dal secolo scorso dopo l’enunciamento della dottrina Monroe "America per gli Americani"e forse non ha torto quel  paese,un vero continente e un universo che ha "tutto" in se si era mostrato prescindente non solo dell’Europa ma anche dal resto del mondo e anche "dell’altra America" al di la del infastidente "cortile di dietro" centro Americano.L’11 Settembre ha scosso il lungo pisolino pospandriale degli Americani(il fantasma di Pearl Harbor?) e Bush se ne ha accorto che essisteva "un’altro mondo" che spesso gli era ostile ma di cui aveva bisogno.Habbiamo pensato che questo avrebbe fatto mutare il suo aproccio con l’estero pero al di la delle sue correrie epiche nell’Est,le procupazione per il mondo musulmano(e non dico Arabo)e le continue disaggi del Medio Oriente ben poco ha mutato il suo attegiamento:l’Europa e l’Otan sono stati trascurati,sottovalutati e spesso ingiustamente criticati e attacati.La Francia e persino la stessa Ingliterra il suo eterno alleato,sono stati minaciati di esclusione e agresioni per "scarsa cooperazione" nella sua guerra ostentando una essagerata e secondo me dubbiosa e non giustificata superiorita e coraggio belico dei suoi guerrieri,e bene  sanzionato per questo dall’OTTAN.Centro e Sud America hanno aprofittato il vuoto imposto dalle guerre ad Est e si sono visti insorgere governi o di sinistra o ostili all’amministrazione Bush facendo ben poco per migliorare la situazione malgrado la tripla frontiera del Paraguai fu segnalata come fonte di terrorismo musulmano.Insomma ben poco ha mutato Bush l’eterno e superbo isolazionismo dell’America della sua amministrazione.Le prime mosse di Hillary Clinton e il governo Obama stanno mostrando una volonta di cambiamento che dobbiamo salutare con ottimismo.Gia Obama si era spostato in Germania durante la campagna elettorale,una delle sue prime mosse da presidente  fu un viaggio in Canada e  l’Europa lo avra in pochi giorni nel G20 di Londra.La prima uscita di Hillary Clinton e stata verso l’Est Euroassiatico,una visita da me molto aprezzata perche la mia opera scritta il mio pensiero e la mia formazione medica,culturale e non solo centrano con quella zona visto che mi sono recato in quella zona Universitaria con influenza socio-economica e culturale verso l’Est e l’Assia  a fare le mie borse di studio Postgraduatorie ai tempi della guerra fredda quando ancora c’era il Muro di Berlino caduto propio in quelli giorni.Ne ho gia parlato di questo.Pero si ha recato anche in Medio Oriente insieme ai suoi pari Europei trovati in una conferenza a Gazza,e dopo nella propia Europa cominciando da Bruxelle.Insomma si vede volonta di apertura al mondo gia in queste prime mosse,pero particolarmente voglio riferirme alla mossa verso l’estero seguente(si vede che Hillary si sente meglio all’estero perche a casa ci rimane propio poco e questo valorizza il suo ruolo)in Sud America(dove mi trovo io ora)e piu precisamente nel Messico.Non è di poca monta questa visita e la si vede marcata da una profonda intenzione di diferenziazzione con l’amministrazione Bush.Sud America era stata "lasciata andare" e perfino "consentita" da Bush tranne che nei tempi finali del suo mandato,lasciando il campo libero ad ogni tipo di ambizione,autarchia arbitrarieta e perversioni dei suoi politici in quella zona da sempre zona d’influenza USA.

    Io non sono amante della letteratura malgrado e paradossalmente come modo di temperare la fredezza dal mio mestiere di medico e uomo di scienzia gli ho dedicato moltissimo tempo e denaro alla lettura,corsi,viaggi ecc avendo una vasta conoscenza della materia:mi pare una cosa inutile spendere la propia vita a raccontare cio che fanno gli altri(1),non si addice con la mia natura voltata all’azione e di viaggiante(cosi siamo fatti i Siciliani),pero non posso meno che rammentare a Ernest Hemminwey(autore che non preferisco), quel romanzo del titolo che sembra essere l’idea prevalente dell’amministrazione Obama,e il suo amore per la cultura e  il mondo Ispano che speriamo venga rivalutato in questa amministrazione e si dia torto a quelli che lo invocando con il moto di "tanto vicino agli Stati Uniti e lontano di Dio".Mi contenterei con solo se riuscissi ad avicinarlo all’uomo,all’umanesimo:non mettiamo DIO e gli USA in discordia.E a Hillary benvenuta al mondo, e quello del titolo ancora nell’esperanza che parafraseando il conoscuto romanzo di Oscar Wilde("L’importanza di chiamarsi Ernesto"):l’importanza di chiamarsi Clinton non la discosti delle promesse pre-elettorali,l’uomo ne ha bisogno.Bush non ci è riuscito forse il nome lo ha schicciato.

    (1)Ultimamente sembra che molti uomini di lettere hanno preso coscienza di questa semplice verita e si hanno visti governanti che cercano di combinare l’azione politica e le lettere:Varcal Havel in Checoslovakia,Cardenal in Nicaragua ecc.Certo "il verso e la spada" non sono bisognosamente antagonisti,non dovrebbero esserlo ed essempi c’è ne sono moltissimi:pensiamo a Miguel de Cervantes Saavedra,Dannunzio e tanti alltri, pero è un ideale medievale caduto in disuso.

    CUA LA NOTIZIA:«Questa è una minaccia peggiore del terrorismo».Usa, la coppia rosa Clinton-Napolitano contro i cartelli della droga.L’impegno del segretario di Stato e del ministro della Sicurezza contro i narcotrafficanti della frontiera

    Hillary Clinton

    WASHINGTON – Le due donne più potenti del governo Obama hanno dichiarato guerra ai cartelli della droga che stanno insanguinando il Messico – quasi 6.300 morti nel 2008 e circa 1.000 quest’anno – e che stanno minacciando le aree di frontiera americane, dalla California al Texas e all’Arizona. Sono il segretario di stato, Hillary Clinton, in Messico per due giorni di consultazioni con Felipe Calderon, il presidente messicano, e il ministro della sicurezza interna, Janet Napolitano, di discendenza italiana, che vi andrà la settimana prossima. Solo Hillary e Janet, ha scritto il Los Angeles Times, possono evitare a Obama un conflitto armato nel giardino di casa.

    LE MISURE – Le due donne che su ordine del presidente Obama faranno muro contro i narcotrafficanti si sono divise i compiti. Il segretario di Stato intende bloccare le vendite di armi americane ai cartelli messicani (sembra che nove su dieci provengano dagli Usa) e ridurre il consumo di droga in territorio statunitense e quindi i loro enormi guadagni: «È l’unico mezzo per indebolirli a poco a poco» avrebbe detto a Calderon. Il ministro della sicurezza si propone di inviare fino a 1.000 uomini alla frontiera, forse la Guardia nazionale, con attrezzature hi–tech e cani antidroga, e di fornire intelligence e agenti alle forze dell’ordine messicane. Ha sottolineato che il Messico «va aiutato a stabilizzarsi, o i narcotrafficanti diverranno un pericolo per l’intera regione».

    LA MINACCIA – Per l’ex first lady, che con Calderon ha discusso anche della crisi economica, e la Napolitano, i cartelli della droga, che hanno compiuto numerosi assassini e sequestri in California, Arizona e Texas, rappresentano una minaccia più grave del terrorismo, un’inversione di tendenza rispetto all’ex presidente Bush. Per questo motivo, il governo Obama investirà nella operazione 700 milioni di dollari. Ma è possibile che non basti: il senatore Joe Lieberman ha già chiesto l’intervento del Pentagono, ammonendo che è in corso una autentica guerriglia. Bush aveva puntato sulla costruzione di un muro lungo tutto la frontiera, una misura risultata inutile: i narcotrafficanti lo hanno superato con una rete di gallerie sotterranee.

    TAGLIA – Nella guerra ai cartelli della droga, Hillary Clinton e Janet Napolitano sono avvantaggiate dai loro trascorsi di avvocati e dall’appoggio dei governatori della California, l’ex attore Arnold Schwarzenegger, e del Texas, Rick Perry. La Napolitano, che fu governatrice della Arizona, visiterà entrambi prima di recarsi in Messico. Lo stesso Obama ha in programma una visita a Calderon a metà aprile: ieri alla conferenza stampa lo ha elogiato per il suo coraggio nella lotta ai narcotrafficanti. Calderon ha messo una taglia di 2 milioni di dollari sulla testa di ciascuno dei loro capi proclamandoli nemico pubblico numero uno. Ennio Caretto 25 marzo 2009

    CUA DIRETTAMENTE:  http://www.corriere.it/esteri/09_marzo_25/usa_messico_cartelli_droga_ennio_caretto_ed447d1c-1959-11de-8031-00144f486ba6.shtml

    8 MARZO 2009:E non sono solo io a pensarla cosi.Pochi giorni dopo questo mio scritto "Le Figaro" di Francia ha pubblicato una nota con parole quasi identiche a queste,vedila:

    Hillary Clinton, VRP chic et choc » RENCONTRE - De rivale, elle est devenue l’un des meilleurs atouts du président Obama. Après les années Bush, Hillary doit redorer le blason de la diplomatie américaine. Un challenge que cette reine de la communication a relevé avec succès lors de sa dernière tournée. Paru le 28.03.2009 , par Anne Fulda

    Evidemment, il y a Michelle et Barack Obama. Le couple officiel. Ensemble, main dans la main, soudés par leur famille et des années de combat
    professionnel et politique, ils incarnent à merveille la nouvelle Amérique. Mais, à côté de ces deux-là, coexiste un autre couple : Barack Obama et Hillary Clinton. Un duo détonnant. Contre nature.
    Le mariage de la carpe et du lapin. Est-il besoin de le rappeler ? Barack Obama et Hillary Clinton se sont affrontés des mois durant au sein du camp démocrate. La sénatrice de New York, qui partait favorite dans la course aux primaires dans le camp démocrate, a notamment étrillé son adversaire sur ses lacunes en matière de politique étrangère. Elle a ironisé sur ce candidat dont l’expérience internationale se résumait selon elle à ses jeunes années passées à Jakarta, en Indonésie. Avant de s’incliner devant le gagnant, et d’engager ses supporters à voter pour lui sans état d’âme. Est-ce cette attitude fair-play qui lui a valu d’être choisie pour être le porte-drapeau de la diplomatie américaine ? Pas seulement, bien sûr. Mais c’est évident : la rivale d’hier est devenue aujourd’hui l’un des atouts majeurs de Barack Obama.
    Un prénom mondialement connu. Après huit ans comme First Lady, puis autant comme sénatrice de New York, Hillary Clinton n’a pas à se préoccuper de son image. La secrétaire d’État aux Affaires étrangères est arrivée en poste, accompagnée d’une notoriété mondiale, pratiquement aussi importante que celle du président américain lui-même. Clinton, c’est un nom connu aux quatre coins de la planète. Mais Hillary, c’est aussi un prénom qui se suffit aujourd’hui à lui-même. Déjà, du temps de la présidence de son mari, tout le monde le savait : chez les Clinton, on en avait deux pour le prix d’un. Même si d’aucuns doutent de la véracité de l’anecdote du «pompiste » – alors que Hillary retrouve un jour l’un de ses amours de jeunesse devenu pompiste, Bill lui lance, rigolard, « tu vois où tu serais si tu l’avais épousé ! », et elle de rétorquer : « Il serait devenu président des États-Unis » –, elle est révélatrice.

    ILLUSTRAZIONE MUSICALE:

    Aggiunto a QuickList

    :36 video lang: en Traduci Visualizza originale(Traduzione disabilitata)"Tristan & Isolde" (The Elixir of Love 2008) www.stanleyopera.co.uk – "Tristan & Isolde" sung by Louise Duguid and the Chorus in Stanley Opera’s production of "The Elixir of Love

    yt.www.translation.enableTranslate("HinsJRba3BY", "en", "it", "en", 0)

    7 MARZO 2009:FUGA IN AVANTI.Un mio commento allo Show politico di Berlusconi. DOTT.G.CIANCIMINO TORTORICI 27 mar 2009 – 18:29 – #4 punti

    FUGA IN AVANTI:Berlusconi cosciente del suo isolamento internazionale e della sconfitta definitiva e universale del NEOLIBERALISMO,acentuata con il trionfo di Obama negli USA,consapevole inoltre come è di restare l’unico ultimo bastione(in disfatta ormai)di questa corrente di pensiero politico cerca di stringere file,di coinvolgere a tutti(Fini Casini,cattolici Leghisti,sinistre transformiste,ecc) nel suo modo di gestire la Liberta (la cui amoralita non merita commenti) e cosi mette in moto una specie di fuga in avanti.Questa ostentazione di muscoli da showman mediatico della politica altro non è che un meccanismo di difesa che fa delazione della debolezza delle sue posizzioni politiche e l’inevitebile prossimo cedimento di questo traguardo liberticida, post-modernista e “omofobo”( in quanto carenziale di umanesimo e non dico omofobico che ha connotazioni sessiste,una acusazzione che certamente non si addice a Berlusconi).Tocca alla sinistra essere l’ago della bilancia:quando smetta di transitare le strade Veltroniani arrivera l’ora a questo bastione:sedetivi e non entrati in ansia.

    CUA LA NOTIZIA:LE ASSISE A ROMAIl Pdl al battesimo ufficiale
    Berlusconi in diretta video

    8:38  POLITICAIl congresso aperto dalla più giovane deputata Anna Grazia Calabria. Maxi palco e 6000 delegati. Berlusconi, Fini e Bossi vicini in prima fila. Il premier: «Un onore avere Bossi con noi»
    Fotocronaca – Kit del delegato e ospitiIl megapalco
    CommentaL’editoriale – La doppia identità di Sergio Romano
    Violante: «Silvio? Non avevamo capito nulla» di Fabrizio Roncone

    CUA TUTTO DIRETTAMENTE: http://www.polisblog.it/post/4076/video-diretta-congresso-nazionale-del-pdl/last?message=accepted#add_comment

    APRILE 2009:GIGANTE,MOSTRUO,DENUNCIA,VIOLAZIONE:Commento una notizia.

    -La notizia: Francia: “Concorde” Torna a volare a 40 anni dall’esordio

    1 marzo 2009 alle 22:14 — Fonte: repubblica.it voteWidget(568007, 0)  voti commento

    Il mio commento:  voti  Scritto da dottciancimino31un minuto fa

    Saluto questa iniziativa condivisa fra la Francia e la Gran Bretagna e faccio voti perche questo vero portento della tecnologia,questo "mostruo" dell’aria possa tornare a volare in un domani,ma voglio ora dennunciare (mica informare)la mancanza di uno spirito simile per rendere possibile l’inclusione di Gibilterra nell’Unione Mediterranea.Credo che cosi si viola lo spirito del CONCORDE.

    CUA DIRETTAMENTE:  http://news.kataweb.it/item/568007?nc#commenti

  • 1 APRILE 2009:"ECHI E RISONANZE,IMMAGINI E IMMAGINAZIONI ":L’AMORE.

     Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi amore, sarei un rame risonante o uno squillante cembalo. Se avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede in modo da spostare i monti, ma non avessi amore, non sarei nulla. Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a niente.
    L’amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; l’amore non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male,
    non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.

    L’amore non verrà mai meno. Le profezie verranno abolite; le lingue cesseranno; e la conoscenza verrà abolita;

    poiché noi conosciamo in parte, e in parte profetizziamo; 0 ma quando la perfezione sarà venuta, quello che è solo in parte, sarà abolito. 1 Quando ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino; ma quando sono diventato uomo, ho smesso le cose da bambino. 2 Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto.3 Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l’amore.

    ECO 1:

    Aggiunto 4:24 [TRADOTTO] Engelbert Humperdinck – Love is a many splendored thing [TRADOTTO] Engelbert Humperdinck – Love is a many splendored thing 2000 concert in London. The best as usual..

    ECO 2 :

    Aggiunto a QuickList

    :36 video lang: en Traduci Visualizza originale(Traduzione disabilitata)"Tristan & Isolde" (The Elixir of Love 2008) www.stanleyopera.co.uk – "Tristan & Isolde" sung by Louise Duguid and the Chorus in Stanley Opera’s production of "The Elixir of Love

    ECO 3:

    Aggiunto 4:24 INNAMORATA (Buonasera Raffaella) – Raffaella Carrà 2420 visualizzazioni FrankJimmy

    ECO 4 : 

     

      Aggiunto 3:43 [TRADOTTO] Raffaella CarràIo ti amo [TRADOTTO] Raffaella CarràIo ti amo http://www.raffaellacarra.tv video lang: getattr.Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata)

    ECO 5:  

      Aggiunto 3:00 [TRADOTTO] Bobby Solo-Se piangi se ridi- [TRADOTTO] Bobby Solo-Se piangi se ridi- Oldies live 1990 video lang: getattr Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) enableTranslate 

    ECO 6:L’elissir d’Amore".Donizzeti.

    Aggiunto 3:29 [TRADOTTO] Izzy: Una Furtiva Lagrima [TRADOTTO] Izzy: Una Furtiva Lagrima A haunting song from

    ECO 7:UNA LACRIMA SUL VISO

    ECO 8:

    Aggiunto 3:04 Love theme from Godfather 318791 visualizzazioni

    ECO 9:

    Aggiunto a QuickList 3:51 video lang: pt enTraduci Visualizza originale(Traduzione disabilitata)Bee GeesHow Deep Is Your Love (live, 1998)

    ECO10:

    Aggiunto 4:09 [TRADOTTO] Raffaella CarràStupida gelosia [TRADOTTO] Raffaella CarràStupida gelosia Raffaella CarràStupida gelosia  

     

    ECO 11:

     

    Aggiunto 3:42 [TRADOTTO] Yuri cantante mexicana – Este amor ya no se toca [TRADOTTO] Yuri cantante mexicana – Este amor ya no se toca

    ECO 12:

    Aggiunto 2:47 [TRADOTTO] Put Your Head On My Shoulder [TRADOTTO] Put Your Head On My Shoulder 

     ECO 13:

    Aggiunto 4:22 [TRADOTTO] Brigitte Bardot Tribute 2 C´est Ma Vie [TRADOTTO] Brigitte Bardot Tribute 2 C´est Ma Vie My second Brigitte Bardot Tribute with music from Adamo with his song "C´est Ma Vie" video lang: getattr. Traduci  

    (Ho rimproverato ingiustamente Bardot per manifestarsi contro la caccia con una intenzionalita politica durante la campagna elettorale USA:amo la caccia.Condivido l’amore per gli animali ,ma non tutti.E non li do tutti i torti per l’opinione politica:io ci ripenso perche non ero informato in profondita sulla destinataria della critica.E poi il voto ha dato ragione a lei.Pero non è di questa Bardot che voglio ocuparmi:che uomo non a sognato con lei?.Resta un mio idolo del passato,"….LA MIA FANTASIA SEI SEMPRE TU…..",a tono con il revival della "nuova era"//Canta Adamo).Lo dicono meglio di me i Francesi: "Les classiques vivent toujours deux fois."
    06/04/2009 | Mise à jour : 10:35 figcom_sep_bulle=’avec’; | Commentaires
    figcom_sep_bulle=false; | Ajouter à ma sélection


    Brigitte Bardot et Jeanne Moreau. (Rue des Archives/BCA)

    ECO 14:

    Aggiunto:24[TRADOTTO] Hier encore (legendado) [TRADOTTO] Hier encore (legendado)

     ——————————————————————————–

    INTERMEZZO CON ALTRE RISONANZE:LA VITTORIA DEL SENSATO:

    La propagande est aussi un moyen de la culture de notre temps et a quelque chose à dire:Vous aimez?(Laissons la parole aux acteurs?)(vidéo canadiese)

     

    Aggiunto 1:58 [TRADOTTO] The Beatles I Wanna Hold Your Hand (Live) Liverpool HQ [TRADOTTO] The Beatles I Wanna Hold Your Hand (Live) Liverpool HQ Empire

    Aggiunto 2:27 Frank SINATRA vs Paul MAURIAT – The World We Kn..

     ———————————————————————————

    6 APRILE 2009:"ALTRI ECHI,ALTRI IMMAGINAZIONI ":IL CUORE

    0 Chiamata a sé la folla, disse loro: «Ascoltate e intendete: 1 non quello che entra nella bocca contamina l’uomo; ma è quello che esce dalla bocca, che contamina l’uomo!»
    2 Allora i suoi discepoli si avvicinarono e gli dissero: «Sai che i farisei, quando hanno udito questo discorso, ne sono rimasti scandalizzati?» 3 Egli rispose loro: «Ogni pianta che il Padre mio celeste non ha piantata, sarà sradicata. 4 Lasciateli; sono ciechi, guide di ciechi; ora se un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso».
    5 Pietro allora gli disse: «Spiegaci la parabola». 6 E Gesù disse: «Anche voi siete ancora incapaci di comprendere? 7 Non capite che tutto quello che entra nella bocca va nel ventre ed è poi espulso nella latrina? 8 Ma ciò che esce dalla bocca viene dal cuore, ed è quello che contamina l’uomo. 9 Poiché dal cuore vengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, diffamazioni. 0 Queste sono le cose che contaminano l’uomo; ma il mangiare con le mani non lavate non contamina l’uomo».

    ECO 1:LA ZANICCHI,IVA

    -PROGRAMA DELL’ARCHIVIO DELLA R.A.I. POSTATO SU YOUTUBE
    Iva Zanicchi "Testarda io", "Ciao cara come stai" Buona Domenica 05/11/2006


    (Puntata sfruttabilisima:Grazie ZANICCHI!!)

    ECO 2:

    Aggiunto 2:59 [TRADOTTO] Pimpinela "a esa" [TRADOTTO] Pimpinela "a esa" Pimpinela a esa

    ECO 3:

    Aggiunto 4:21 [TRADOTTO] CELENTANO – La Gelosia [TRADOTTO] CELENTANO – La Gelosia "FRANCAMENTE ME NE INFISCHIO

    ECO 4:  

    Aggiunto 4:56 [TRADOTTO] Alfredo Kraus canta "Alfonsina y el mar" http://www.espacioblog.com/alfredokraus Traduci Visualizza originale(Traduzione disabilitata)

    ECO 5:

    Aggiunto 3:27 [TRADOTTO] JurameEly Guerra [TRADOTTO] JurameEly Guerra JurameEly Guerra y Eugenia Leon en el Programa "Acustico" de Canal 22 Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) enableTranslate

    ECO 6:

    Aggiunto 3:11 [TRADOTTO] The GodfatherAndy Williams – Speak Softly Love, with lyrics [TRADOTTO] The GodfatherAndy Williams – Speak Softly Love, with lyrics Love theme from The Godfather Andy Williams – Speak Softly Love, with lyrics More Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) enableTranslate

     ECO 7:

    Aggiunto 3:24 [TRADOTTO] Mucho Corazon  [TRADOTTO] Mucho Corazon 

    ECO 8:

    Aggiunto 2:39 These Boots Are Made For Walking – Nancy Sinatr… 50162 visualizzazioni HayHay83  

    ECO 9:

    Aggiunto 2:44 Es una lata el trabajar 2767 visualizzazioni labandatrapera

    ECO 10:

    Aggiunto 7:15 [TRADOTTO] Quantu è laria la me zita [TRADOTTO] Quantu è laria la me zita Un’interpretazione di un brano siciliano da parte di Luigi Di Pino. Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) 6 mesi fa 4907 visualizzazioni francescobrunetto

    ECO 11:-CANTE JONDO:Vedi questa curiosita culturale Italiana,una reminescenza musicale Siciliana rimontabile ai tempi della dominazione Spagnola dei Borboni ai tempi del Regno delle due Sicilie.Un genero musicale popolare Spagnolo chiamato CANTE JONDO"(Cantare profondo)che nella Sicilia attuale rapresenta una vera escrescenza,un residuo abnorme di quelli tempi,che pero taluni hanno voluto risuscitarlo tramite il morto e sepolto NEOLIBERALISMO.Clicca e ascolta una versione "telurica":  

      Aggiunto:40 [TRADOTTO] Rosa Balistreri – Buttana di to - [TRADOTTO] Rosa Balistreri – Buttana di to - Voce tagliente e disperata di Sicilia. Rosa Balistreri, con la sua vita da romanzo, meriterebbe di essere conosciuta di Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) 1 anno fa

     

    ECO 12:

     

       Aggiunto 3:56 [TRADOTTO] Mrs Robinson – Simon & Garfunkel tribute [TRADOTTO] Mrs Robinson – Simon & Garfunkel tribute Cover version by Pequinito. A tribute to Simon

    ECO 13:

    Aggiunto 3:15 [TRADOTTO] Simon & GarfunkelScarborough Fair/Canticle [TRADOTTO] Simon & GarfunkelScarborough Fair/Canticle Go to my Channel for full albums. The 1st track on the 1966 album "Parsley, Sage, Rosemary and Thyme" by Simon Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) 

    ECO 14:

      Aggiunto 5:31 [TRADOTTO] Simon and Garfunkel – Bridge Over Troubled Water (Live 1969) [TRADOTTO] Simon and Garfunkel – Bridge Over Troubled

    ECO 15:
      Aggiunto 2:53 [TRADOTTO] Simon and Garfunkel-I Am a Rock [TRADOTTO] Simon and Garfunkel-I Am a Rock  This is the Simon and

    ECO 16:

    Aggiunto:49[TRADOTTO] Venecia sin tí – Charles Aznavour 

    ECO 17:

    Aggiunto 3:05 [TRADOTTO] bee geesmore than a woman [TRADOTTO] bee geesmore than a woman bee gees more

    ECO 18:NEOLIBERALISMO:Clicca e ascolta una versione "moderna":  

      Aggiunto 1:36 Buttana di to mà – Carmen Consoli (Raduno 2008) 7546 visualizzazioni geishaisteica

    ECO 19:

    Aggiunto 4:07 [TRADOTTO] Farida GangiNon andare via [TRADOTTO] Farida GangiNon andare via "Ne me quitte pas" è stata composta verso la fine del 1958 da Jacques BrelTraduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata)

    ECO 20:

    Aggiunto:47 [TRADOTTO] While My Guitar Gently WeepsGeorge Harrison [TRADOTTO] While My Guitar Gently WeepsGeorge Harrison  The Concert

     ECO 21:

    Aggiunto 3:54 [TRADOTTO] IO TI AMO – Romina at NON E’ LA RAI (with lyrics) [TRADOTTO] IO TI AMO – Romina at NON E’ LA RAI (with lyrics) Io ti amo se sapessi quanto io ti amo ti accarezzo mentre piano piano ti dico che ti

    ECO 22:

    Aggiunto  2:39 [TRADOTTO] The 5th DimensionUp, Up And Away (audio only) [TRADOTTO] The 5th DimensionUp, Up And Away (audio only) The 5th DimensionUp, Up And Away (1967)   Traduci  Visualizza originale  (Traduzione disabilitata) 1 anno fa 25228 visualizzazioni dendoendebadankan      

    ECO 23:

      Aggiunto 3:49 [TRADOTTO] Paul Simon & Art Garfunkel The Sound Of Silence Live [TRADOTTO] Paul Simon & Art Garfunkel The Sound Of Silence Live Clip Vidéo Musical Live

    ECO 23:

    Aggiunto 4:15 Gianna Nannini – Hey Bionda 38343 visualizzazioni  melytopy

    ECO FINALE:

    Aggiunto 3:35 [TRADOTTO] Nolwen Leroy- Without you [TRADOTTO] Nolwen Leroy- Without you Nolwen Leroy- Without you

    IO NON SONO CREDENTE(PERO SO LEGGERE).

    E UNA RACCOLTA COMPLETA E AGIORNATA DI QUESTA SAGA LA TROVI IN QUESTO DOCUMENTO SINGLE,CLICCA:

    http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/362322

    1 APRILE 2009:Tenete conto che queste "fatti" sono solo e propio quello:"FATTI INTERNI",cio’è farvi vedere assolutamente tutto quanto succede nel mio computer senza intenzione di pubblicazione formale.In concordanza con il mio concetto su internet pretendo che questo sia uno spazio naturale e non artificiale ,reale e non virtuale.Quindi tutto,assolutamente tutto quanto succede "dietro le quinte" cio in quelle aree del mio computer mentre lavoro,scelgo materiale,navigo all’incerca di spazio per pubblicare,ecc,ecc viene raccolto su queste pagine.E un propio back stage naturale,spietatamente naturale.Quindi vedrete cose che cerco di metterlo insieme con certa coerenza e ordine sequenziale ma per la materia che tratta non sempre mi è possibile e quindi a volte vedrete materiale confuso,senza logica,disordinato,cose trascendenti accanto ad altri da buttare in patumiera,ecc.Vedrete anche le virtu e le miserie.Una foto nuda quanto posso di quello che avviene prima di cliccare il "LOGIN" e mettere la password per accedere a una pubblicazione,e dopo di fare clic su "LOGOUT" per presentare una pubblicazione formale.Sieti indulgenti e  tenete conto che in questi fatti non sono "totalmente io" perche questo è un prodotto della cultura internet,di quello che si puo trovare su internet.Che certamente non è poco ne poco valido,tutt’altro pero conserva le sue caratteristiche.Non faro cua un analisi semiotico del fenomeno internet gia fatto,pero vedrete non solo scrittura che è il mio mezzo espressivo naturale ma anche immagini,suono ecc.Cultura scritta ma anche foto,video ecc.Cultura classica insieme a cultura di massa.E tutto con l’impronta naturale del "caso" cosi come mi capita a me mentre navigo e lavoro alla ricerca di modi di esprimermi.Ripeto in concordanza con il mio concetto della comunicazione mediatica voglio che la rete online per quanto al mio spazio riguarda sia naturale e non afetto di una malsana virtualita.Oggi Internet non è piu la stessa:si ha naturalizato si ha umanizato.Ho cominciato a usare internet per bisogno, obbligato per l’impossibilita di pubblicare in altri mezi in questo posto dove mi trovo e nelle circostanze che sapete mi trovo,e sono finito per adattarmi e adattare,per quanto alla mia "zona di operazione" riguarda,questo meraviglioso mezzo tecnologico ai miei principi culturali a cui non ho mai rinunciato.

    EN FRANCAIS:S’il vous plaît noter que ces faits ne sont que cela:«FAITS INTÉRIEUR",c’est-à-dire l’intention de vous faire voir tout ce qui se passe dans mon ordinateur sans avoir l’intention formale de publier.In compatible avec ma conception sur l’internet prétendre que ce n’est pas un espace artificiel mais naturel,réel et non virtuel.Donc tout, absolument tout ce qui se passe «derrière les coulisses",dans ce zones de mon ordinateur pendant en travaillant, choisissez des matériaux, de naviguer à la recherche d’espace de publication, etc, etc sont recueillis sur ces pages.Est un back stage propre naturel, impitoyablement naturel.Donc vous verrez matériel que j’ai mis en place avec une certaine cohérence séquentielle mais pour la question qui traite n’est pas toujours possible et donc parfois vous verrez matériel confondre, sans logique, désordonné,transcendante aux côtés d’autres choses à jeter dans le dump,ecc.Verrez les vertus et les misères,de photos nues combien je peux de ce qui se passe avant de cliquer sur le "login" et de mettre le mot de passe pour accéder à une publication, et après cliquer sur "Déconnexion" à soumettre une publication formale.Cherché à être indulgentCherchez d’etre indulgent et de conclure que dans ces faits ne sont pas "totalement moi",car il s’agit d’un produit de la culture de l’Internet,de ce que vous pouvez trouver sur internet,certainement pas ne peu,ne moins efficace,mais conserve ses caractéristiques.Ne cherche pas à faire maintenant une analyse sémiotique de phénomène internet,déjà fait, mais vous verrez non seulement l’écriture,mon moyen d’expression naturel,mais aussi d’images,de sons ecc.Culture écrits mais aussi des photos,vidéo ecc.Culture classique avec culture massive.E tout avec l’empreinte naturel du "cas" lors de la navigation et le travail a la recherche de moyens de m’exprimer.Conformément à mon concept des médias veulent que le réseau en ligne dans mon domaine couvre à la fois naturelle et non afett d’une virtualité insalubre.Aujourd’hui Internet n’est plus le même:est naturalisé,est humanisé.Commencé à utiliser l’Internet pour le besoin, pour l’impossibilité de publier en autres medias en ce lieu où je suis et dans les cas que vous connais,et fini d’adapter moi et d’ajuster,en tant que mon "zone d’opération" toucheen,cette merveilleuse moyen technologique à mes principes culturels qui je n’ai jamais renoncé.

    ENGLISH: Please note that these facts are just that:"internal events",that is to say the intention to make you see everything that happens in my computer without having the intention to publish formale".Concordant with my concept of internet claim that this is not an artificial space but natural,real and not virtual.So absolutely everything that happens "behind the scenes" in the areas of my computer while working,choose materials, navigate to the search space of publication, etc., etc.,are collected on these pages.Is a back stage natural,mercilessly natural. So you see material that I put up with some consistency sequentially but for the question that trafficking is not always possible and for this sometimes you’ll confuse msyerial,without logic,chaotic, transcendent with other things to throw in the dump, ecc. See the virtues and miseries,nude photos of how I can what happens before you click the "login" and set the password to access a publication, and then click "Disconnect" to provide a publication formale. Sought to be indulgent and conclude that in these facts are not "totally me",because it is a product of Internet culture, what you can find on the internet, certainly do not little, not less effective, but retains its features.Not attempt to do now a semiotic analysis of internet phenomenon,already done,but you will not only write my natural medium of expression, but also images,sounds ecc.Culture writings but also photos,video ecc.Classical culture with culture massive.And all with the natural footprint of the "case" while browsing and work looking for ways to express myself.According to my concept of the media want the network online in my area covers both natural and not affected in a virtual insalubrious.Today the Internet is no longer the same:is naturalized,is humanized.Started using the Internet to the need for the inability to publish in other media in this place where I am and as you know,and finished me adapt and adjust,as my "area of operation" respect,this wonderful technological means to my cultural principles which I have never given up.

    2 APRILE 2009:"TROPPO RUMORE NON FA PER L’ITALIA".Continua il show mediatico di Berlusconi aprofittando la presenza di lideri esteri.Vedilo alla corte Regale.

    -LA NOTIZIA:G20 a Londra. La Regina a Berlusconi “Ma statti zitto!”… Il video.

    2 aprile 2009 alle 19:03 — Autore: allnews voteWidget(568814, 0)  voti—  commento Italiano caciarone, avrà pensato nella sua regale testa la Regina Elisabetta, scuotendola contrariata. Tutta vestita di rosa confetto, la First Lady britannica non ha gradito l’entusiasmo del nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che dopo la foto di rito a Buckingham Palace ieri sera ha alzato la voce per salutare Mr Obama. Il presidente Usa si era subito.

    -IL MIO COMMENTO:Scritto da dottciancimino31un minuto fa

    Porque no te callas?

    -ORA INSIEME:LINK CANCELLATO

    -"ANDA CANTARLE A GARDEL"

    Aggiunto a QuickList

    :45 video lang: esTraduciVisualizza originale(Traduzione disabilitata)Carlos GardelSilencio – Tango Carlos GardelSilencio – Tango El inmortal Carlos Gardel canta Silencio, tango. Edita Guillermo Calvo Soriano de Lima – Perù. SILENCIO (Carlos Gardel), Gardel, Pettorossi y Le Pera. Otra obra del zorzal criollo.Extracto de un film .Traduci i risultati nella mia lingua.

    6 APRILE 2009:"NO AL TURCO NELL’UNIONE EUROPEA".Un mio commento sull’ingresso della Turchia nell’Unione  Europea"

    A-Questa la notizia:Sulla Turchia divergenza Usa-Ue Sarkozy e Merkel contro Obama

    5 aprile 2009 alle 13:20 — Fonte: repubblica.it’> Esteri "http://news.kataweb.it/fonte/57">repubblica.it voteWidget(569686, 0)    voti— 1 commento Al vertice di Praga posizioni differenziate sull’ingresso di Ankara nell’Unione Il presidente americano si dice favorevole, Francia e Germania frenano Berlusconi annuncia: “Massima sintonia con Barack, mi ha invitato a Washington” E sulla nomina di Rasmussen ribadisce: “Senza di me non ci sarebbe stata”  

     B-Questo il mio commento:

    1.  voti
    2. Scritto da dottciancimino31un minuto fa
    3. Turchia non è Europa.Tutti sapiamo la sua importanza strategica per gli interessi USA e Occidentali,pero un conto è la sicurezza e un’altro l’integrazione nella vita comunitaria dell’Europa:la Turchia non condivide ne il territorio,ne l’idiosincrazia ne i suoi valori fondanti,e storicamente e non solo,spesso è stato piu un rivale che un alleato dei popoli Europei.Gli Stati Uniti dovrebero avere un senso piu trascendente dei raporti con i popoli di questo "carrefour" Euroasiatico e non congiunturali allo schachiere politico-militare:cosi lo insegna l’Iran,l’Irak e tanti altre paesi della regione che dopo essere stati i "bimbi coccolati" di Washinton si tornaro rivali tanto da meritare le guerre odierni.Daltronde ingressare la Turchia potrebbe essere un contropeso socio-culturale ed etnico verso certi regioni e correnti migratorie del continente "Eurofughe",se come accade spesso nella vita civile comunitaria costui non finissero per diventare problemi sinergici(forse dovuto alla propia "alterita" di entrambi).E poi un raporto privilegiato con l’Occidente e l’Europa il Turco lo tiene gia,non solo per lo stretto raporto con USA ma anche dal momento che una grossisima colonia di Turchi abbitano propio in Germania.Insomma integrare il popolo Turco nell’Europa e a tutti luci un "tour de forse" innecessario e prescindibile. 

    8 APRILE 2009:SICUREZZA,BANDE URBANE,IMMIGRAZIONE:BUONE NOTIZIE:CERTA FETTA DEL  PDL CI RIPENSA,MA LA LEGA FURIBONDA. Vedi questa notizia sulle ronde e l’espulsione degli immigrati alla stampa online Italiana:

    DOTT.G.CIANCIMINO TORTORICI 10 apr 2009 – 09:13 – #47  0 punti

    La mia predica sulla politica verso l’immigrazione,(il sciacallagio sull’immigrazione direi),la formazione delle bande urbane a modello preso delle camicie nere del calcio,l’infantilismo e il primitivismo istintivo degli attori a carico della sicurezza sembrano essere arrivati in cielo e qualcuni non mi danno torto.Pare infatti che buona parte del PDL abbia preso coscienza dell’isolamento internazionale del suo lidere e deciso ubidire la voce dei tanti che non vogliono vedere scivolare l’Italia nel caos,il salvaggismo,la “cattiveria”, e l’immoralita insomma.Speriamo che sia una tendenza durevole e cominci a mettersi un muro per arginare gli eccessi violentisti della Lega.Commento inserito.

    CUA DIRETTAMENTE: http://www.polisblog.it/post/4188/governo-battuto-sulle-espulsioni-il-pdl-e-la-dc-della-seconda-repubblica/last?message=accepted#add_comment

    CUA LA NOTIZIA: SICUREZZA: Passa il decreto, ma senza le ronde. Poi ko sulle espulsioni: ira della Lega

    1:23  POLITICALa parte sui volontari stralciata dopo un accordo con l’opposizione, che promette lo stop all’ostruzionismo. Poi l’esecutivo viene battuto sui Cie in un voto a scrutinio segreto. Maroni: «Sono furibondo». La Lega accusa Pdl e Berlusconi Commenta . CUA TUTTO: LINK CANCELLATI  

     CUA TESTIMONIO GRAFICO:

    10 APRILE 2009:TERREMOTO,SCIACALLAGIO E COLPE EDILIZIE: Responsabilita diffuse dice Napolitano.Senza colpe dice Berlusconi.Promesse diffuse sulla penalizazione degli atti di sciacallagio dice Maroni:non è acettabile che le massime autorita del paese dilluiscano le colpe in modo cosi irresponsabile.Non ci possono essere atti di sciacallagio quando sono in gioco cose tanto trascendenti,insostitibili come le vite e il destino di tanta gente innocente nella massima e peggiore tragedia che ha scosso il paese negli ultimi cent’anni.Non si puo giocare,ne permettere ipocrisie con queste cose,se sciacalli ci sono(e ci sono) vanno sopessati le colpe caso per caso e penalizzati con tutto il peso che la legge permette secondo le colpe di ognuno.E se ci sono complicita delle vittime con i vittimari e non si discostano vanno penalizatti con lo stesso rigore alla luce delle legge:l’omerta non deve prevalere.Inammisibile adulterare le responsabilita in situazionei di tanto dolore nella bocca delle due massime cariche dello stato:la credibilita internazionale dell’Italia è in gioco.Per questo sono venuti a l’Aquila?Evidentemente lo stesso vale se non sono stati ascoltati i scientifici o se la burocrazia ha permesso costruzioni che non rispettano le normative vigenti.Basta con l’Italia dell’improvisazione e l’ignoranza.Basta trascinare l’Italia nel terzo mondo.

  • 11 APRILE 2009,DONNE E POLITICA:NON MANCHERANNO STAGISTE MA….."C’E’ ODORE DI MARCIO IN DANIMARCA"(William Shakespeare)

    L’elezioni sono passati e Hillary è la stragrande vincitrice:sormontando l’esposizione pubblica della vergogna privata con grande dignita,nessuna donna ne nessun "Americano medio"(che in questo caso sta per uomo,bianco,ingenuo moralista ma in fondo maschilista ottimista spregiudicato)ha ottenuto piu consensi di lei.E quindi volere oscurare il suo sucesso e il suo brillante futuro politico con questa notizia di scarsa portata(anche a stare all’essiguo monto del debito)sembra una canagliata.Sembra che c’è chi non acetta il risultato elettorale e vuole una continuazione della campagna elettorale, contro Hillary principalmente,perche queste tipo di attachi si sono moltiplicati ultimamente negli Stati Uniti quando mancano ancora 4 anni per scegliere il nuovo elenco di governo.Comunque sia a pensarci bene non fanno altro che risaltare la creativita dell’ingenioso Carville e la sua inventiva per raccogliere quei fondi,un buon essempio di cio che puo l’iniziativa privata in America in fin dei conti.Sono le regole del gioco,certamente non avranno ragione i suoi detrattori e raccogliera i fondi necessari:qualcuno dubita che malgrado i lettori del Daily News Strikerconserve non mancheranno  stagiste in cerca di fortuna e un "futuro migliore" che vorrebero passare una intera giornata con Clinton?.E poi non è necessario essere essitosa,"brillante" e ne meno tanto bella,basta la spinta,la grinta e la spregiudicatezza(e per di piu lo stomaco direi) di chi vuole "arrivare".(Arrampicare?).Ovvio dopo non potranno chiedere un’Ambasciata estera a Hilllary o qualcosa del genere,ma…….niente è perfetto in questa vita(o si?…..uno non sa mai).E oltretutto è piu emozionante che andare in gita con gli inesperienti compagnetti di studio,una chat o una semplice hotline.

    Comunque sia,stagisti o non stagisti,soldi o non soldi c’è chi vuole raccogliere consensi popolari contro certe cariche governamentali "out of time":l’elezioni gia sono passate e le prossime si terranno fra 4 anni.Quello del titolo insomma "c’è del marcio in Danimarca".

    Vedi la notizia :D onazioni online per ripianare i debiti elettorali

    Hillary ClintonNEW YORK — «Perché Billary non si saldano quel debito coi propri soldi, invece di continuare a succhiare dal seno di Mamma America?». «Dopo aver condotto una campagna all’insegna dell’incompetenza, solo un’avida ed egocentrica bellimbusta può aspettarsi che siano gli americani a pagare i suoi debiti». «La smetta di chiedere l’elemosina e dica a Bill di tenere più discorsi a pagamento ». A giudicare dal tono unanimemente ostile della blogosfera, la lotteria indetta dal guru clintoniano James Carville per invogliare gli americani ad appianare il passivo accumulato da Hillary Clinton durante le primarie democratiche rischia di trasformarsi in un clamoroso flop. Per aggirare la legge federale che proibisce ai ministri in carica di raccogliere fondi in prima persona per saldare vecchi debiti, l’attuale segretario di Stato ha affidato l’iniziativa al 64enne James Carville, il fedelissimo stratega prima del marito e poi suo, immortalato da Billy Bob Thornton nel film di Mike Nichols I Colori della Vittoria. «Sapevo che sarebbe servito uno sforzo straordinario per aiutare a pagare il debito di Hillary — teorizza Carville in una email spedita a tutti gli ex supporter dell’Hillary Clinton for President Campaign —. Adesso penso che possiamo farcela divertendoci allo stesso tempo», aggiunge. Per invogliare l’America in dieta finanziaria a causa della recessione ad aprire il portafoglio, Carville ha ideato una vera e propria gara a premi.

    Chi vi partecipa ha solo l’imbarazzo della scelta tra passare un’intera giornata con il presidente Clinton a New York, assistere con due posti in prima fila alla finale dello show televisivo American Idol a Los Angeles, e, infine, pranzare in un elegante ristorante di Washington insieme a Carville e Paul Begala, anche lui ex consigliere dell’amministrazione Clinton. «Con il crollo delle donazioni legato alla crisi economica — spiega Carville — le organizzazioni di raccolta fondi sono costrette a ideare sistemi creativi per trovare il denaro necessario. Questo significa molto per Hillary, che — aggiunge — apprezza ogni sforzo che stai facendo per lei». L’email termina con un appello a donare, con cui i sostenitori di Hillary sperano, una volta e per tutte, di riportare i suoi conti in nero. Quando decise di gettare la spugna, nel giugno 2008, il suo debito superava i 25 milioni di dollari, anche se alla fine dello stesso anno si era già ridotto a 6 milioni di dollari (la prossima relazione finanziaria è attesa per il 15 aprile). Ma l’iniziativa ha creato un tale malumore nel web da costringere gli organizzatori che all’inizio erano partiti da un costo minimo di 5 dollari al biglietto ad aprire la competizione gratuitamente a tutti. Persino i suoi fan si sono ribellati. «Amo Hillary, ho contribuito alla sua campagna e penso che sia un meraviglioso modello per tutte le donne—scrive enoughalready13 sull’Huffington Post —, ma quel debito è affare suo, nonché la conseguenza delle pessime scelte fatte dai consiglieri ridicolamente strapagati della sua campagna presidenziale ». Uno di questi era James Carville, «un vero lunatico—scrive sul sito del Daily News Strikerconserve — con il quale non pranzerei per tutto l’oro del mondo». Alessandra Farkas.1 aprile 2009 .CUA DIRETTAMENTE: http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_11/La_lotteria_di_Hillary_alessandra_farkas_536ea5e8-2690-11de-ba4e-00144f02aabc.shtml

    Aggiunto 3:24 Andy Williams – Can’t Take My Eyes Off You (Oct   Aggiunto 4:53 Che Gelida Manina 8863 visualizzazioni frybody1

    Aggiunto 1:58 [TRADOTTO] The Beatles I Wanna Hold Your Hand (Live) Liverpool HQ [TRADOTTO] The Beatles I Wanna Hold Your Hand (Live) Liverpool HQ Empire

     LA COSA PUBBLICA,NOVITA:http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/298122

     14 Aprile 2009.LA COSA TURCA:"FORZA UNIONE MEDITERRANEA".Un mio commento sulla polemica intorno al raporto della Turchia con l’unione Europea e l’Unione per il Mediterraneo:

    Ho prima opinato sulla polemica fra Sarkozy e Obama sull’ingresso della Turchia nell’Unione Europea che io non considero oportuno.Pero le grane con la cosa Turca non finiscono cua.L’Unione per il Mediterraneo ancora non ha decollato,lo fara il 13 Luglio a Parigi nella vispera della presa della Bastiglia che vedra riunirsi lidere di tutto il mondo per i fasti della conmemorazione nazionale Francese.E lo fara in una versione gia di per se adulterata dell’originale Unione Mediterranea che la si è visto andarsi sfasciando man mano che avanzavano le negoziazioni abandonando perfino il nome.E i guai non finisco cua perche ora sembra che la Turchia diffida dell’Unione per il Mediterraneo insinuando sia un diversivo per consolarlo del  suo non ingresso nell’Unione Europea e Sarkozy non è riuscito a convincere il suo presidente che in ogni modo sara per l’inagurazione.Speriamo cambi idea perche a tutti  luci il posto naturale della Turchia è il Mediterraneo e non l’Europa dove il suo ingresso non sarebbe altro che un "tour de forse" (e la clausola referendaria dovrebbe essere condizione "sine qua non" per tutti)e cosi il lanciamento dell’Unione Mediterranea(permetteteme l’imprecisione del nome)non soffra ulteriori violazioni del progetto originale,quello del titolo:FORZA UNIONE MEDITERRANEA. 

    Leggi cua l’articolo di "LE FIGARO":

    E CUA DIRETTAMENTE: http://www.lefigaro.fr/politique/2009/04/07/01002-20090407ARTFIG00262-l-elysee-pret-au-debat-sur-l-adhesion-de-la-turquie-.php

    16 APRILE 2009,DONNE E POLITICA:GUENDALINDA "NEL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI":VOLTAIRE HA AVUTO RAGIONE DUE VOLTE.

    Un mio commento a "La Repubblica" sul figlio del Ovispo Presidente del Paraguay con una sedicenne: Commenti:Scritto da dottciancimino31un’ora fa

    GUENDALINDA "NEL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI":. Io in questo momento mi trovo a pochi kilometri del Paraguay.Anche se da queste parte la notizia a avuto un grande rilievo in tutti i paesi della regione(dove risiedono non pochi discendenti di Italiani )vedo che in Europa e particolarmente Italia(dove risiedono non pochi Sudamericani e discendenti di Sudamericani di questa regione)questa notizia passa quasi inosservata.Vedetila,non è cosa di poca monta.Non lo è per i motivi migratorie e non lo è ne meno da un punto di vista storico-culturale.Il simbolo si sa è quello che nell’immaginario Europeo significa il Paraguay,e cio’è Il DORADO.Quella regione cuore della lotta fra i Gesuiti Borbonici della dominazione della conquista Spagnola e i movimenti indipendentisti Americani(di tutte le Americhe)che facevano capo alle idee liberali dell’Inglitterra e il regime Napoleonico insorto dalla rivoluzione Francesa,dove se pensava essistessino grandissime fortune in oro da sfruttare.E credetemi che le credenze popolari dell’Europeo alimentato dai Romanzieri(Edmundo d’Amici ed altri)non era e non lo è tutt’oggi,tanto immaginario ne tanto storico-romanzesco ma reale.Non è immaginario perche malgrado l’arretratezza e poverta di queste regioni semideserte la zona e ricca in metalli e altri elementi del suttosuolo da sfruttare,e non è passato storico perche i Borboni tornarono a insediarse nella Spagna è moltissimi sono i segni che le sue ambizioni su questa regione non sono per nulla passato ma presente sostanzioso.In questa regione si insediarono i Gesuiti che fondarono le famose missioni gesuitici dove si pretendeva istaurare un nuovo modello di civilta allo stile di quella isola dell’UTOPIA di Tomas Moro in Ingliterra.E per molto tempo ci riuscirono fin che la Corona Spagnola fu sconfitta dai movimenti rivoluzionari locali,e a causa degli eccessi e deviazioni dottrinarie di questa congregazione cattolica,la propia chiesa fini per espulsarla dal Cattolicesimo "urbi et orbi".Non devo raccontarvila io questa storia di preti,la sapeti tutti o quasi tutti e ci penso prima Voltaire nel suo famosissimo CANDIDO.E i suoi personaggi le conosceti tutti compresa la Guendalinda ogetto degli amori di quel Candido. Pero questa storia non è di poca monta ne anche oggi e conserva un valore simbolico e non solo.E non lo è per il doppio motivo politico e religioso.Dal punto di vista politici questo paese ha passato per lungue periodi di governi dittatoriali ed è da poco tempo che aveva ritornato alla democrazia come quasi tutti i paesi Sudamericani, pero non è questa la novita ma il fatto che questo signor Lugo concentra le due carateristiche di dignatario della chiesa Cattolica da dove era Obispo e di presidente laico della Repubblica con pronunciamenti non poco chiari delle autorita ecleciastiche sul suo raporto con la chiesa.Tutta una dimostrazione di forza della chiesa che sembra volere scavalcare la separazione chiesa-stato e tornare al potere mondano da qui il mondo civilizato non dovrebbe trascurare chiudendo un occhio. In tempi di pedofilia,d’intromissione del notaio di Roma nelle vicende politiche,in tempi dove il papa(che non nasconde la sua apartenenza alla congregazione Gesuitica)all’insegna della sua lotta contro la modernita e la scienza ha modificato dottrine millenarie togliendo tutto quanto c’era di pensiero e di prattiche liberali dei Cattolici,puntando su un nuovo "liberalismo" agapitico,infantilizzato e derisponzabilizante dove il purgatorio non ha piu posto ad ess.;forse sarebbe oportuno di pendere essempio dagli Stati Uniti dove si ha spianato la via perche il papa possa essere processato per pedofilia,o la Francia dove ampie frange di cattolici chiedono la sua dimissione. Il figlio avuto mentre era Obispo e nascosto durante tutta la campagna elettorale è stato la goccia che ha trasvassato il bicchiere:c’è dello stupro,c’è delitto elettorale per la non delimitazione chiara della due condizioni di dignatario della Chiesa e presidente in carico e c’è dell’mmoralita tipica del Neoliberalismo,e tante altre cose che voi giuduicherete meglio di me.Cio che non c’è dubbio è della grande dignita e amore filiale quanto meno,di questa ragazza stuprata e abusata per tanti anni da una irragiungibile quanto intocabile alta carica della chiesa.Forse lei non era ne anche una santa ma bisogna risaltare e proteggere questo coraggio.Quello del titolo:Lugo non era tanto Candido ne "Guendalinda" viveva "nel migliore dei mondi possibili" certamente.Voltaire ha avuto ragione due volte.

    QUESTO L’ARTICOLO: Sexgate per presidente Paraguay "Ho avuto un figlio quando ero vescovo"  CLICCA IL TESTIMONIO GRAFICO:

    1. E CUA TUTTO INSIEME: http://news.kataweb.it/item/572917#2009-04-16T06:56:43
    2. P.D.:So di cosa parlo in modo non soltanto libresco.Ho un profuso raporto personale con quel paese:Ho conosciuto studenti borsisti Paraguaiani sia in Italia che all’estero.Ho lavorato con colleghi medici,psichiatri e sessologhi Paraguaiani.Sono stato poco in quel paese pero lo conosco:soltanto una lunga attesa sull’aeroporto di Asuncion in via di transito e un lungo e angosciante volo di 10 ore in una compagnia aerea Paraguaiana.Ovviamente sono stato in Francia(13 volte),ho una estesa parentela diretta di Inglesi e un intenso raporto con le istituzioni della colletivita Inglesa all’estero.  E se volete prendere un saporito ristretto,o provare gustosi prodotti autottoni potete andare al cafe-bar Paraguay a Milano che vedrete a prima vista salendo le scale della stazione metro a Zara,dove di solito mi reco prima di prendere un pullman o il tram.

    3. Mi sono arrivati notizie dove per questo commento mi è stato dato dell’intelletuale di destra e voglio fare dei chiarimenti:io non sono un intelletuale,solo un medico con pensiero scientifico che pretende difendere i miei concetti,la mia verita scientifica e la nuova era insorta a punto di partenza dei miei scritti.Chiarito questo dico che il concetto di destra allude a partitismo politico che io non ho.Io non mi ocupo di politica tranne che quando diventa un contributo contstruttivo e sinergico al mio pensiero scientifico.E poi non credo al semplicismo delle denominazioni destre,sinistre,centro ecc.E dico semplicismo e non manicheismo che ha una connotazione morale e filosofica che trascende la politica.

    4. Detto questo per quanto riguarda alle fonte di questo scritto dico che sono un apassionato della storia e ammiratrice degli sploratori ottocenteschi.Specialmentee in America e l’Africa ma anche in India la Cina,ecc,e sono stato un divoratore dei suoi scritti e leggende.In un certo modo anche io sono un viagiante e ho avuto l’occasione di sperimentare alcuni suoi itinerari(Darwin ad ess),e di loro ho imparato molto come ad essempio l’arte di adattarsi e soopravivenza in nuove modi di vita distanti del Europeo.Allora per quanto riguarda a Voltaire e Moro gli conoscono tutti e si trovano in ogni libreria.Meno conosciuta nei suoi paticolari è la Leggenda di El Dorado e potete leggerla cui: http://it.wikipedia.org/wiki/El_Dorado , e questa è una introduzione:"L’El Dorado (in spagnolo è un’abbreviazione di El indio Dorado) è un luogo leggendario dove si dice vi siano immense quantità di oro e pietre preziose, oltre a conoscenze esoteriche antichissime."

    5. Per quanto riguarda alle mitiche missioni gesuitici di "El Dorado" oggi scomparsi,cua:

    6. http://www.google.it/search?q=missioni+gesuitici&hl=it&rlz=1G1GGLQ_ITIT300&start=0&sa=N

    7. http://www.schoenstatt.de/news2007/02/7t0299it-pry-nacion-de-dios.php

    8. E se volete riferenze piu attuali sul posto e diventato famoso sui media perche  li viene sindicata la famosa tripla frontiera(Paraguay,Argentina e Brasile)accusata dopo l’11 settembre 2001 di allogiare a coprire movimenti islamiste terroristi.

    9. E vi lascio con un mio preferito relato fantasioso di viaggi conosciuto da tutti:"I viaggi di Gulliver" di Jhonatan  Swift.E una metafora per me attraente e divertente che aiuta a essercitare l’immaginazione nell’aproccio ad altri popoli,civilta e modi di vita: http://books.google.it/books?id=yByfZVSxW-oC&dq=gulliver&printsec=frontcover&source=bl&ots=V9uZwh83I8&sig=acX4SV0Q-OXBZL4KIRz4KKDxw0c&hl=it&ei=pv3nSfLdJJiNtgf6kaTEBQ&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=6#PPR1,M1

    10. 16 APRILE 2009:

    1. Hillary Clinton: Stephanie Tubbs Jones ‘was my friend and my  - [ Traduci questa pagina ] –  http://blog.cleveland.com/metro/2008/08/hillary_clinton_stephanie_tubb.html

    19 APRILE 2009:DONNE POLITICA: "USA E IL MONDO:UN BAGNO DI REALISMO".

    Un mio commento ad un articolo del Corriere sui primi mosse della politica estera USA. 

    Oggi è domenica e adesso dopo-pranzo.Di solito il pomeriggio di questo giorno lo dedico a visitare la tomba di mio padre  pero non vorrei andarmene senza fare due parole su questo articolo e al ritorno lo completo.Io non sono politico e non parlero come poltico,e tanto meno dall’America che non conosco da vicino.Pero da cittadino dell’aldea globale e lettore attento credo e voglio avere il diritto di fare un’analisi di questo articolo che mi sembra male intenzionato.

    No credo ci sia contradizione fra "i vecchi maschi bianchi" dell’isolazionismo,la guerra fredda e la politica estera attuale di Hillary Clinton.Ogni momento storico ha le sue essigenze e le sue soluzioni.E poi chi ha detto che siano cose da comparare l’isolazionismo,la guerra fredda,il "soft power" e "smart power"?.L’isolazionismo c’entra piu con le caratteristiche tipiche del "vivere in America" e lo spirito della dottrina Monro della fine e inizio del secolo scorso che con una attitudine imperialista che non entro nel merito essista o no.Una America che andava affermandosi agli occhi del mondo come grande nazione dopo l’indipendenza,l’unificazione e liberatosi delle catene e vizi del vecchio mondo:sopratutto le sue continue guerre di solito derivati dall’intolleranza il fanatismo e framentazzione religiosa.L’America poteva e ha voluto restare prescindente di questi mali.Si è visto coinvolta e si è assunto le sfide con responsabilita adulta.Cosi è sucesso nella prima guerra dove i beligeranti avevano bisogno della sua capacita industrale e posizioni strategiche e per motivi diversi cosi è sucesso nella seconda guerra,"Pearl Harbor" non mi lascia mentire.La guerra fredda altro non è che la conseguenza delle correlazione di forza usciti dalla seconda guerra e ha trovato le soluzioni del caso.L’attuale congiuntura risulta dalla caduta delle torri,le guerre in Iran e Afganistan e la lotta al terrorismo ed è con il mondo delle sue conseguenze del dopo Bush che deve fare i conti Hillary.Bush ha dovuto gia rimetterci "l’isolazionismo":ne l’America ne il mondo ne naturalmente Bush sono le stesse dell’inizio del suo mandato e ha dovuto accorgersi che "li fuori c’è un mondo a volte ostile da cui non deve prescindere",e la Hillary a mio parere cerca di dare soluzioni a queste nuove sfide con prammatismo(la filosofia quasi che ufficiale in America).Non è facendo come lo struzzo che se risolvino i problemi ma individualizandoli,riconoscendoli e afrontandoli.Non sarebbe sciocco negare che la politica verso Cuba è fallita?:Tutta l’America Ispana è governata da regimi della sinistra estrema,ex-guerriglieri ostili agli Stati Uniti,dopo che l’amministrazione Bush ha dimenticato questa regione o nel migliore dei casi lasciato fare.E malgrado avessi acusato la tripla frontiera di ospitare terroristi islamici ed altri solo alla fine del suo mandato,forse essigito dell’iniziative della Francia nella regione Latino americana ha deciso fare qualcosa molto tiepidamente e ovviamente insufficente a mutare la situazione..Chi puo negare che gli Stati Uniti hanno il potenziale di contaminazione ambientale piu grande al mondo e Bush si ha negato a venire a patti sul trattato di Kyoto tranne che alla fine mandato?(E possibile un capitalismo rispettuoso dell’ambiente?Agli occhi "delll’etica"-si fa per dire-del neoliberalismo no.).Chi puo negare che USA è il piu grande destinatario della produzione di droga nel mondo è il Messico ha buona parte di responsabilita su questo?Sarebbe sciocco.Chi puo negare che Bush con la sua politica verso l’Iran piu che altro ha cercato di farsi perdonare agli occhi del mondo(specialmente l’ONU)dopo le sue scuse per invadere l’Irak,piu tosto che arginare la sua minaccia nucleare e fonte di terrorismo?E poco o niente ha mutato questo atteggiamento malgrado le sfide audaci e agressive degli Iraniani(ostaggi Inglesi,negativa a permettere controlli su impianti nucleari,rivindicazione dell’ideologia Nascifascista,provocazioni militari di tutti genere,intromissione in Irak e la regione,conculcamento della dignita delle donne, ecc)la cui situazione sembra del tutto identica alla superbia e impunita con cui agiva Hussein durante l’amministrazione Clinton.Lo vogliamo ricordare il "lasciar fare" ad est di questo ex-presidente?.Tutti queste problemi vanno riconosciuti e ammesi se si vuole risolverli. No,non vedo contradizioni ma una linea di continuita coerente anche se prammatica della presenza dell’America nel mondo in questi primi passi della politica estera attuale;e non mi risulta che ammetere queste cose,magari scusandosi degli errori("noblesse oblighe"),sia compiacersi coi nemici,tutt’altro:è il primo passo per risolverli.Bush anzi che ammeterli  e cercare soluzioni li ha meso dietro nell’agenda e si ha dedicato a accusare gli alleati Occidentali di scarsa cooperazione in Irak e Afganistan,e di una codardia che non ha avuto il coraggio di ribadire in faccia chiamato ad una verifica delle sue parole dai gerarchi dell’OTAN.Quindi NIENTE REVISIONISMO e Hillary non la vedo trasformata in un cancelliere molto "disponibile" ma se mai convertita in un "cancelliere itinerante" portatrice di un "bagno di realismo".Niente di nuovo,lo aveva gia fatto "Papa Woytila" e lo fa Sarkozy."Presenza è potenza" dicono gli antichi e se imperialismo c’è:"SCUSATI,c’è ne accorgiamo che li fuori c’è un’altro mondo e l’America c’entra" sembra dirci,pero non confondiamo:"cio che c’è di cortese non toglie cio che c’è di coraggioso".E poi che la presenza nel mondo,"extra-muri" forse non è una tragedia ne il pandemonium di tutti i mali lo dice anche Nicolas Sarkozy che rivindica il ruolo di ex-potenza imperiale della Francia come portatrice di benessere dove non c’era.Ma il guaio è che lo sfondo dove si presentano queste affermazioni che ho analizato non è politico ma da gossip,ho meglio della politica-spettacolo:diciamolo chiaro,è una canagliata,sollevare il sosopetto su Hillary e presentarcila come una "damicella facile,politicamente(e forse non solo) disponibile insomma" che starebbe meglio a fare il "Moulin rouge" o "Cabaret" con Liza Minelli che la cancelliere.Risulta ovvio l’intenzione di snaturalizare,minimizare,scontestualizare il ruolo politico e questo non dovrebbe stupirci nella lotta politica di giornalisti spregiudicati, cio che risulta una canagliata è che lo si faccia con una reduce dello scandalo politico-sessuale piu ingombrante della storia dopo che con grande dignita è "uscita del fuoco senza bruciarsi" e progettarsi come donna politica per se,al di la del ruolo del suo compagno.Non è serio,lasciamo fuori la vita privata.Al gossipi cio che è del gossip e alla politica cio che è della politica:il "Bill-gate" è passato e ha rimetterci la faccia potrebbe essere il "CABARET AMERICA".E non credo ne anche ci siano differenze sostanziali fra le posizioni della Clinton e Obama:niente Fonzy-Barak".E forse la felicita essiste.Bene ora porto fiori alla tomba di mio padre e dopo finisco questa nota:saro felice di farla.(Nel fratempo sieti indulgente con queste parole scritte frettolosamente.Potrebbe esserci revisione e qualche parola o idea restare fuori man mano completo questa prima bozza.)

    Ore 1 del 20 Aprile:E di notte inoltrata,sono ritornato dal cimitero e quello che vedete fra il paragrafo iniziale e quello finale di sopra che vedete sopra è stato modificato con questa stessura che è la finale ma sogetta a ulteriore variazioni.Ci ricamero sopra se c’è bisogno.

    CUA l’ARTICOLO:IL CASO

    Hillary,i mea culpa e Fonzie-Barack.La lezione di «Happy Days»

    Se fossero vivi i vecchi maschi bianchi che hanno fatto la politica del contenimento e la guerra fredda, correrebbero a farsi un triplo scotch. Quando li ascoltano quelli soprannominati Ugly Americans (dal titolo di un bestseller del 1958), i «brutti americani» isolazionisti-imperialisti, fanno battute politicamente scorrette. Ma quando li vedono i loro elettori, in genere più giovani, magari inclini a collegare la linea del «soft power» (influenza culturale globale e morbida degli Usa) e dello «smart power» (astute e amichevoli trattative) in politica estera ai referenti televisivi condivisi, forse gli viene in mente Happy Days. Non perché questi siano giorni felici, anzi. Perché quando Barack Obama (ganzissimo, certo non Wasp) e Hillary Clinton (donna del Midwest, matura) girano il mondo per visite ufficiali e/o vertici, a volte paiono una versione istituzionale di Fonzie e Marion Cunningham. The Fonz dice frasi significative e seduce con la sola presenza; Marion (la mamma di Rickie) cerca di rimediare ai guai combinati dalla sua famiglia; e si scusa.

     

    Si è scusata l’altro ieri con i cubani, perché «la politica americana nei confronti di Cuba è fallita». Si era scusata in Cina, dichiarando che gli Stati Uniti devono riconoscere le loro responsabilità come principale produttore di gas serra. Si era scusata in Indonesia, dicendo che le sanzioni contro la Birmania appoggiate dagli americani non hanno funzionato. Si era scusata in Messico, ammettendo che la richiesta di droghe dagli Usa ha prodotto un boom del narcotraffico nell’America centromeridionale. Si era scusata in Medio Oriente, sostenendo che ostracizzare l’Iran non è servito a bloccare i suoi piani nucleari. L’Hillary apologetica sembra funzionare. «In molti Paesi — si leggeva ieri sul New York Times — le sue dichiarazioni hanno suscitato un palpabile senso di sollievo. (Clinton) ha segnalato che la spinta dell’amministrazione Obama verso relazioni più cordiali con i vecchi nemici è solo all’inizio». In realtà, in parte, era prevedibile, con una Casa Bianca democratica. Casomai, è il ruolo di Hillary come presentatrice ufficiale di scuse che stupisce, se non diverte, qualcuno.

    L’ex candidata-Robocop si è trasformata in uno dei ministri degli Esteri più disponibili del pianeta. Addirittura, quando è andata in Corea e in Cina, l’hanno accusata di comportarsi da femminuccia, di fare troppo la simpaticona, di sfruttare il suo status di celebrità incoraggiando domande su marito, figlia, e frivolezze. Poi si è cominciato a pensare che fosse una strategia concordata. Di un coppia all-american ma anomala. Il nero Obama che apre ma non rivanga il passato (The Fonz, è noto, non si scusa mai); e Hillary che si occupa del revisionismo post-imperialista con piglio neo-femminile. Al venezuelano Hugo Chávez, per dire, ha suggerito: «Accantoniamo l’ideologia; that’s so yesterday». E’ così fuori moda; l’avrebbe detto anche Marion per sdrammatizzare un pasticcio politico-petrolifero, fosse diventata segretario di Stato, chissà.9 aprile 2009

    E cua direttamente: http://www.corriere.it/esteri/09_aprile_19/hillary_culpa_barack_rodota_6c5b8032-2cb0-11de-bc78-00144f02aabc.shtml

    20/04/2009 SESSOLOGIA:IL CASO DI OGGI SU "LIBERATION.fr" :

     Les 400 culs  La planète sexe, vue et racontée par Agnès Giard

     La masturbation…entre les seins

    Un sextoy en forme de seins? A priori, cela ne sert à rien. Totalement dénué de la moindre ouverture –pas d’orifice, pas de pénétration– ce jouet en silicone n’offre comme exutoire que le simple plaisir d’un frénétique frottement. http://sexes.blogs.liberation.fr/agnes_giard/2009/04/la-masturbation.html

    21 APRILE 2009:QUESTO E SUCESSO DOPO CHE HO SCRITTO SOPRA SULLA SIGNORA CLINTON:PER LA DIGNITA DELLE DONNE MI AUGURO FERVOROSAMENTE CHE LE SUE PAROLE SIANO ASCOLTATE E L’OSTAGGIO POSSA USCIRE.(IN LIBERTA APUNTO)

    21/04/2009 à 11h04  Affaire Roxana Saberi: Clinton attend des actes de Téhéran

    La secrétaire d’Etat américaine espère que «des mesures seront prises» pour parvenir à la libération de la journaliste irano-américaine condamnée à huit ans de prison pour espionnage.

    Hillary Clinton à Saint-Domingue en République dominicaine, le 16 avril.
    (REUTERS)

    Hillary Clinton ne se contente pas de belles paroles. Après l’appel de Mahmoud Ahmadinejad à respecter la justice sur le cas de la journaliste irano-américaine Roxana Saberi, la secrétaire d’Etat américaine espère «que des mesures seront prises dès que possible par les autorités iraniennes, notamment la justice, pour parvenir à la libération rapide de Mlle Saberi et son retour à la maison».

    CUA TUTTO SU "LIBERATION" DELLA FRANCIA:  http://www.liberation.fr/monde/0101563189-affaire-roxana-saberi-clinton-attend-des-actes-de-teheran

    21 APRILE 2009: "NUOVA ERA:ORIGINE DEL NOME"

     

    •  2:13Phantasos7 Italos Italos Rita Pavone-LA PARTITA DI PALLONE
    • http://www.youtube.com/watch?v=DERSWPBE0Xc
    • 22 APRILE 2009:DONNE E POLITICA

      -GUENDALINDA "NEL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI":VOLTAIRE HA AVUTO RAGIONE DUE VOLTE.VERSIONE RINOVATA.Un mio commento sul giornale online:"PADOVA NEWS":

      Vedi la notizia e il commento su "PADOVA NEWS" :

      Paraguay, spunta il presunto terzo figlio del presidente Lugo      

      Pubblicato da Redazione web    23-04-2009  

       

      (Xinhua)Asuncion, 23 apr. (Adnkronos/Dpa) – Un presunto terzo figlio del presidente del Paraguay, Fernando Lugo (nella foto), e’ spuntato ieri quando una donna ha affermato pubblicamente di aver avuto una relazione con l’ex vescovo.

       

      A differenza delle due donne che nei giorni scorsi hanno detto di aver avuto un figlio dal presidente, la 39enne Damiana Hortensia Moran Amarilla, ha chiarito che da Lugo non pretende niente e che nutre per lui un gran rispetto.

      Commenti (2) Mostra/Nascondi commenti
      scritto da GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI, 23- 04- 2009

      GUENDALINDA "NEL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI":VOLTAIRE HA AVUTO RAGIONE DUE VOLTE.VERSIONE RINOVATA.

      Be in realta non è rinnovato il commento ma FERNANDO LUGO:se vi eravati stupiti di un Vescovo che inoltre ad essere Presidente della Repubblica e padre di un figlio vi prego prendere l’antivertigini:il Vescovo ha altro figlio con un’altra donna e spunta un terzo con altra ancora e c’è chi dice che potrebbe averne 17 adirittura.Tutti con raporti sessuali con ragazzine minorenni ai tempi che era Vescovo e non Presidente.Insomma io non commento piu niente,non c’è la faccio a immaginare situazione simile.Solo voglio segnalare che la chiesa adesso corre ai ripari.Io dico:"un poco tardi" e forse la chiesa dovrebbe rivedere l’interdizione del preservativo:magari si risparmierebbe certi guai.E mi fermo cua perche è troppo,non riesco a immaginare cosa dire…pensateci vuoi.

      22 aprile 2009:Ma una volta ripreso dalla sorpresa pensiamoci su un poco sul serio,tanto come permetta questa surrealista situazione:naturalmente ha scatenato fra le comunita locali un shock e tutti cercano di dare spiegazione ma quasi sempre impregnati di faziosita cercando ogniuno di trarere vantaggi e attirare aqua verso il propio molino.Cosi fanno i politici in tutta la regione è il partito di oposizione anuncia processo politico al Presidente per oterrere la sua dimisione,e il suo vice dice che è pronto a prendere il "piloto".Cosi fanno anche i propi Cattolici,e anche se la chiesa ci ha pensato troppo tardi a demarcarsi e correre ai ripari spunta la faziosita a scapito di altre correnti dottrinarie diverse a quella della congregazioni che ospitava Fernando Lugo.Cosi fanno inoltre i sociologhi che cercano di spiegare il fenomeno da un punto di vista di altre forme di organizazione sociale,magari pensando all’antica comunita di Dio delle missioni Gesuitici scomparse nel secolo scorso.E cosi via tutti.Io dico che il fenomeno agli occhi degli OccidentalI e incomprensibile e qua ci vuole un antropologo.Il fenomeno scappa al concetto di organizazione sociale,anzi è un caso clamoroso di disoluzione sociale,di nancanza assoluta di regole etiche e morali di convivenza cosi come lo concepisce la normalita.Scappa anche al fenomeno di nuove forme di azione e organizazione politica,e cosi scapa ad ogni aproccio sensato che si voglia fare sulla comprensione del fenomeno:diciamolo pure cui si deve attingere al concetto di ORDA.Bisogno studiare il fenomeno dal punto di vista della dinamica collettiva della ORDA.E visto che coinvolge non solo aspetti religiosi,politici socilogici,storici,morali etici ma anche etnici e naturalmente economici qua ci vuole un echippe multidisciplinario composto fondamentalmente di antropologhi con orientazione in antropologia comparata transculturale,ma anche psichiatri,psiciologhi,sociolohi,storici,politologhi ecc,tutti con la stessa orientazione che facciano uno studio e ci aiutino a capire.Ma deve essere uno studio sul campo,in situ,inutile cercare di capire seduto in un divano di biblioteca.Peccato gia non essita Margaret Mead,Levy-Strauss,Erich From che tanto ci aiutarono a capire cosa succedeva nelle comunita della selve Brasiliani e tante altre dinamiche delle organizazioni colletive "diverse".

      Alcuni miei spunti?: Forse il fenomeno scappa ad un aproccio localista perche la stessa amoralita e disoluzione delle regole di convivenza afligge anche la Chiesa nell’Occidente tutto (pedofilia,anche sesso e paternita dei prelati,omosessualita,ecc),e in Occidente scappa anche alla sfera della struttura ecclesiastica per coinvolgere anche i laici,sopratutto quelle della "chiesa militante".Come incide questo essempio nei modelli di convivenza multietnica multiculturale e integrazione delle corrente di inmmigrati e aproccio del diverso fra di noi?.Fino a dove deve arrivare la solidarieta e tolleranza degli Occidentali ad ess.Pero livelli simili di disoluzione etica,morale e sociale al di fuori della chiesa si hanno visti poche.Sarebbe fallimento dei modelli di organizazione della convivenza soltanto religiosa?.Mi fermo cua,speriamo ci siano studiosi che ci aiutino a capire cio che ormai è un vero schock e sembra trascendere la religione,la politica la sociologia,la morale ecc.e minacciare ogni forma di relazionamento umano conosciuto.

      scritto da GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI, 24- 04- 2009

      24 APRILE 2009:La notizia trascende poco sulla stampa Europea e quella che state leggendo sopra ormai e ossoleta.Vi do le ultime novita pero per carita prendete le antivertigini:le mamme acertate al di d’oggi sono sei e sono tutte frettolose perche gia si sono organizate e costituito un comitato di "madri di Lugo".Tutte sono state mesi incinte al tempo che era Vescovo e non Presidente e tutte erano minorenne al tempo della gravidanza.Si sono associati e gia portato in tribunale la querela per il riconoscimento della paternita e legalizazione.Fernando Lugo per il momento solo ne ha riconosciuto due ma solo uno legalmente. Pero per il principio di azione e reazione quando c’è una parte sempre c’è una controparte e sembra che accanto a queste madri "contro-Lugo" c’è ne sono altre "pro-Lugo" che li vogliono anche organizare(a queste sei e quelle che ancora non sono uscito alla luce)per impedire che facciano querella e sfruttino politcamente il caso contro il Presidente.Ci eravate pensato?Avevate immaginato cose del genere?Vero di no?Io in questo momento mi trovo ancora(anche se per pochi giorni)nella regione e nel fratempo non venga un’echippe multidisciplinare comandato da un antropologo con formazione in antropologia transculturale comparata a fare uno studio di campo,vi consiglio leggere "I VIAGGI DI GULLIVER" se volete capire qualcosa.Vi aiutero mantenendovi informati in questo stesso sito delle eventuali figli venture che senz’altro dovrebbero comparire nelle prossime ore,e degli ulteriori sviluppi della vicenda.Non vi fate mancare la Di-hidro-ergocristina.(ANTIVERTIGINOSO)

      Cua direttamente:  http://www.padovanews.it/content/view/49204/104/  

       

       

      ILLUSTRAZIONE MUSICALE:

       

      Added:01[TRANSLATED] Kate RyanVoyage Voyage [TRANSLATED] Kate RyanVoyage Voyage Kate Ryan performing the new

      24 APRILE 2009:DONNE E POLITICA "USA E IL MONDO:UN BAGNO DI REALISMO" 2

      Su gli argomenti sviluppati nella parte iniziale di questo scritto(CONTINUATION 11)la Sigra. Clinton è stata chiamata alla Camera dei diputati ad esporrere sulla politica estera e particolarmente sull"ecceso di scuse" verso l’estero da cui viene accusata dall’oposizione.Vi faccio vedere la notizia su "Le Figaro" della Francia con il suo testimonio:

      La diplomatie américaine entre ouverture et fermeté

      Florentin Collomp, envoyé spécial à New York
      23/04/2009 | Mise à jour : 10:05 | Commentaires
      | Ajouter à ma sélection


      Hillary Clinton, mercredi, devant la commission des Affaires étrangères de la Chambre des représentants à Washington. Crédits photo : AFP Hillary Clinton a défendu mercredi l’amorce de dialogue avec l’Iran, Cuba et d’autres pays hostiles, mais la secrétaire d’Etat a critiqué «l’abdication» du Pakistan face aux talibans. TUTTO SUL TESTIMONIO GRAFICO:

      E CUA DIRETTAMENTE: http://www.lefigaro.fr/international/2009/04/23/01003-20090423ARTFIG00344-la-diplomatie-americaine-entre-ouverture-et-fermete-.php

      A quanto si vede è riuscito a convincere che si trattava solo di "galanteria diplomatica" che non toglie la fermezza(Pakistan) ne il sucesso del suo lavoro all’estero.

      Come esprime il codice di condotta amatorio degli ordini di cavalleria medievali :"Cio che c’è di cortese non toglie cio che è coraggioso".Ne fa suporrere lasciarsi andare(ne tanto meno promiscuarsi visto che sono tanti i paesi) in amori impossibili aggiungerei io.Stupisce che le galanterie gli faccia la donna?Maschilismo.Niente confusione pero.Questo è il nocciolo della contesa,ma c’è dell’altro nella nota.

      Aggiunto 3:14 Kate Ryan – Only If I 1875138 visualizzazioni mtolno88

      Added:01[TRANSLATED] Kate RyanVoyage Voyage [TRANSLATED] Kate RyanVoyage Voyage Kate Ryan performing the new

      Hillary Clinton a sorpresa in Iraq (25 aprile 2009

      http://tv.repubblica.it/copertina/hillary-clinton-a-sorpresa-in-iraq/32099?video

      ——————————————————–

      25 APRILE 2009:"IL TANGO A PARIGGI"

      La musica mi offre a volte un rapido messaggio illustrativo e la uso in questi "fatti interni".E la musica scelta piace per cui ho deciso fare quest’inserzione solo per la musica, e a me piace il tango .Vedi questa nota del tango in Francia,preso di un link imagazinato nei miei favoriti:(anche in Italia per questi giorni si sta tenendo eventi tangheri da per tutto):

      La Casa del Tango ¡ Tango, sí ! Elle est loin, l’image vieillotte du thé dansant pour troisième âge… Un public de plus en plus jeune risque ses talons dans les milongas. À quelques jours de l’université d’été du tango, à Paris, et des premières représentations de Tanguera au Théâtre du Châtelet, étudions cette nouvelle fièvre du samedi soir.

      Paru le 25.08.2008, par Gaëlle Rolin

      CUA TUTTO DIRETTAMENTE:  http://madame.lefigaro.fr/loisirs-et-voyages/enquetes/343-tango-si

      E a modo d’illustrazione un tango "telurico",cio’è dei posti dove nasce e si cucina il tango:EDMUNDO RIVERO è un "Tanguero profondo" oggi defunto,uno di quelli che non hanno troppa difussione nei grandi mezzi e catene commerciali pero molto conosciuto negli ambienti dove "si fa tango" e si coltiva la "cultura tanguera",uno di quelli che conoscono i segreti del mestiere.Una vera e propia "tangomachia" fatta di parole,gesti,attegiamenti,simboli,segni,codici di condotta che esprimono un "modo di pensare e vivere" tutto diverso e si sviluppa in genere nei quartieri della periferia di Buenos Aires dove essiste un "multiculturalismo" nato dell’incrocio di immigranti Europei ormai alla terza o quarta generazione e quelle venuti alla grande citta dal campo,dall’interno del paese,la pianura verde dei "gauchos".Tutti in cerca di un migliore destino,poveri a quell’epoca e oggi non piu tanto poveri.Non a caso RIVERO è un cultore del "LUNFARDO",che è il "dialetto",la lingua volgare di queste quartieri e la sua opera è quasi tutta in questo gergo nato dal linguaggio dei marginali e fuori leggi di quella epoca,e forse ancora di oggi.Un linguaggio carcerario ermetico,criptico fatto da inversione di silabe,neologismi,trasmutazioni del senso gramaticale e semantico ecc, incomprensibile ai guardiani e a non iniziati.Lui aveva un posto-bar in uno di quesi quartieri,LA BOCA molto frequentato da quelle turisti che da queste parte si avicinano.

      Aggiunto 2:33 [TRADOTTO] Apología Tanguera – Edmundo Rivero [TRADOTTO] Apología Tanguera – Edmundo Rivero Guitarrista y cantor ‘nacional’, miembro de la Academia Nacional del Lunfardo donde ocupaba la silla Carlos Gardel Traduci Visualizza originale (Traduzione disabilitata) enableTranslate.

      29 APRILE 2009."INSULTANTE":Una reazione su "LIBERATION" della Francia alla visita della copia Sarkozy-Bruni nella corte dei Borboni.

      Vue complèteVue réduite

      dottciancimino (1)Inscrit Libé +Suivre cet internaute | Profil

      Insulter: Je ne connais pas les raisons de l’agenda présidentiel, mais pendant que tout le monde est étonné pour la propagation de la grippe porcine ce déploiement de frivole monarchique semble entre autres insulter pour les yeux de l’humanité.En outre cette annonce de la lutte contre le terrorisme, sauf pour circonstancielle succès face à l’ETA, semble-t-il ex-temporaires tandis que Zapatero a retiré les troupes du Kosovo et d’autres lieux. Le goût de la splendeur monarchiste du Bruni porter préjudice à la France.

      mercredi 29 avril à 05h24 Signaler au modérateurRépondre

      CUA DIRETTAMENTE: http://www.liberation.fr/monde/0102564351-reaction-sur-espagne-france-beau-match

      Aggiunto 3:09 [TRADOTTO] adriano celentano AZZURO  [TRADOTTO] adriano celentano AZZURO celentano TraduciVisualizza originale (Traduzione disabilitata) 2 anni fa 2617834 visualizzazioni E7SaMa

      30 APRILE 2009:

      "INFLUENZA PORCINA E PORCI SELVAGGI":Una mia reazione nel giornale online "PADOVA NEWS" sull’argomento dell’epidemia porcina.

      -CUA LA NOTIZIA: Antivirali contro la ‘febbre messicana’ a bordo dei voli Swiss Air       Pubblicato da Redazione web    29-04-2009 (http://www.padovanews.it/content/view/49517/)

      Berna, 29 apr. (Adnkronos Salute) – La farmacia di bordo dei voli Swiss Air a lunga percorrenza ospita da oggi anche una scorta di antivirale ‘oseltamivir’. Il farmaco Tamiflu, prodotto dal gruppo elvetico Roche, e’ infatti uno dei medicinali ritenuti efficaci contro la nuova influenza partita dal Messico. Il farmaco sara’ tuttavia utilizzato solo in casi veramente sospetti, ha assicurato il portavoce della compagnia aerea, Franco Gullotti.

      I voli intercontinentali Swiss si sono quindi dotati di un ‘flu-kit’: un astuccio anti-influenza munito di una "quantita’ sufficiente" di farmaco antivirale, una mascherina, guanti e termometro. Ogni membro dell’equipaggio ne ha uno personale. Secondo Gullotti, pero’, una trasmissione del virus a bordo e’ piuttosto improbabile, poiche’ l’aria e’ molto secca e pulita con apparecchi di filtraggio.

      -CUA MIO COMMENTO:

      Mostra/Nascondi commenti
      scritto da GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI, 30- 04- 2009

       
      GUARDA CON I PORCI SELVAGGI:Vorrei che qualcuno con conoscenze tecnici sufficenti mi chiarissi un dubbio sull’origine dell’epidemia:i porci selvaggi sono vettori del virus e fonti di trasmissione del contagio all’uomo?

       

      CUA DIRETTAMENTE: http://www.padovanews.it/content/view/49517/104/

      1 MAGGIO 2009:"LA VERITA CHE VI FARA LIBERI"

      VI do una buona notizia,leggetela con attenzione:non fa che dire cose evidenti,di dire cio che vengo ripetendo dall’inizio di questi fatti interni e particolarmente nella polemica su "Etica scientifica e difussione online"(vedi sotto),cio che tutti sanno pero che da un tempo a questa parte in Italia si ha smesso di dire e sembra che le coscienze dell’Italia che conta si sono anestesiate,compresa quella della sinistra un tempo principale contestatario in questo campo ma che dopo le "intese soterranee" di Veltroni ha ricevuto lo stesso colpo e provato lo stesso opiaceo sonnifero.E un articolo sullo stato della liberta di stampa in Italia:soscrivo assolutamente quanto dice,e dice in sintesi che con Berlusconi la liberta di stampa dell’Italiano ha ricevuto un colpo "commozionante",stordente.

      ECCO L’ARTICOLO: Rapporto di Freedom House, organizzazione non-profit e indipendente Libertà di stampa: l’Italia fa un passo indietro, unica nazione in Europa

      La causa: la «situazione anomala a livello mondiale di un premier che controlla tutti i media, pubblici e privati»

      NEW YORK – L’Italia è l’unico Paese europeo a essere retrocesso nell’ultimo anno dalla categoria dei «Paesi con stampa libera» a quella dei Paesi dove la libertà di stampa è «parziale». La causa: la «situazione anomala a livello mondiale di un premier che controlla tutti i media, pubblici e privati». Lo afferma in un rapporto Freedom House, un’organizzazione non-profit e indipendente fondata negli Stati Uniti nel 1941 per la difesa della democrazia e la libertà nel mondo, la cui prima presidente fu la first lady Eleanor Roosevelt. Lo studio viene presentato venerdì al News Museum di Washington e sarà accompagnato da un live web cast che si potrà scaricare sul sito Freedomhouse.org.

      CLASSIFICA – Nell’annuale classifica di Freedom House, l’Italia va indietro come i gamberi, insieme a Israele, Taiwan e Hong Kong. «Un declino che dimostra come anche democrazie consolidate e con media tradizionalmente aperti non sono immuni da restrizioni alla libertà», ha commentato Arch Puddington, direttore di ricerca per Freedom House. Su un punteggio che va da 0 (i Paesi più liberi) a 100 (i meno liberi), l’Italia ottiene 32 voti: unico Paese occidentale con una pagella così bassa. I «migliori della classe» restano le nazioni del Nord Europa e scandinave: Islanda, Finlandia, Norvegia, Danimarca e Svezia (prime cinque a livello mondiale). Le «peggiori»: Corea del nord, Turkmenistan, Birmania, Libia, Eritrea e Cuba.

      PROBLEMA ITALIA – Il «problema principale dell’Italia», secondo Karin Karlekar, la ricercatrice che ha guidato lo studio, è Berlusconi. «Il suo ritorno nel 2008 al posto di premier ha risvegliato i timori sulla concentrazione di mezzi di comunicazione pubblici e privati sotto una sola guida», spiega. Altri fattori: l’abuso di denunce per diffamazione contro i giornalisti e l’escalation di intimidazioni fisiche da parte del crimine organizzato. Intanto giovedì il Committee to Protect Journalists, un’organizzazione non-profit che lavora per salvaguardare la libertà di stampa nel mondo, ha pubblicato la top ten dei peggiori Paesi al mondo per i blogger. La Birmania guida la lista, seguita da Iran, Siria, Cuba e Arabia Saudita. Sesto il Vietnam, seguito a ruota da Tunisia, Cina, Turkmenistan ed Egitto.  Alessandra Farkas  30 aprile 2009

      CUA DIRETTAMENTE: http://www.corriere.it/esteri/09_aprile_30/stampa_liberta_italia_ca7191e6-35c7-11de-92cb-00144f02aabc.shtml

      O IL TESTMONIO GRAFICO:

       -ETICA SCIENTIFICA E DIFUSSIONE ONLINE(e origine delVideo-citofono)

       2- http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/298122

      1 MAGGIO 2009:POLITICAMENTE CORRETTO:IL PIU AMATO

      Una reazione su La Repubblica:

      Facebook: tutti pazzi per Veronica Lario 29 aprile 2009 alle 17:54 — Fonte: jugo.it voteWidget(579150, 0)  voti

       commenti Le critiche al marito Silvio Berlusconi valgono a Veronica Lario una nutrita schiera di ‘‘fan virtuali’‘: spuntano come funghi su Facebook ed altre community online gruppi d’appoggio alla signora Berlusconi. Leggi l’articolo Commenti

      1. vote voti Scritto da dottciancimino31un minuto fa

        "SONO IL PRESIDENTE PIU AMATO:Primo porta le veline in politica,poi trova na’ "figliola" diciottenne a Napoli,ora dice che ha una "performance",un disimpegno meglio di Lula e Obama(è magari di tanti altri),e la fragola sulla torta,fa finire la moglie all’asta su Internet.Non ne dubita nessuno che lei è molto amato Signor Presidente,anche piu di Bill Clinton.

        TUTTO INSIEME:  http://news.kataweb.it/item/579150/facebook-tutti-pazzi-per-veronica-lario?nc#commenti

        2 MAGGIO 2007:EGITTO MERAVIGLIOSO,ANCORA EGITTO SEMPRE RINNOVATO.Égypte:les dernières découvertes,les ultimes secrets. CLICCA CUA E VEDI LE NUOVE IMMAGINI DI QUELLA MERAVIGLIOSA CIVILTA DELL’"AQUA E LA LUCE" COME PIACE CHIAMARLA A ME: http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/36543
        ———————————————————– 28 MAGGIO 2009:"CIO CHE E’ MODA NON INCOMODA":TWGGY(CHE TORNA) E LA NUOVA ERA.Una mia reazione su un articolo sul giornale Francese "LIBERATION" intitolato «Une taxe criminelle contre les (gros) nichons», riguardante alla tassa sui reggiseni di grande taglia che si vuole imporrere in Gran Bretagna.
        QUESTA LA NOTA: 07/05/2009 à 18h06 «Une taxe criminelle contre les (gros) nichons». Une Britannique richement dotée part en guerre contre Marks & Spencer qui veut imposer une surtaxe sur les soutiens-gorge de grande taille.  Liberation.fr

         

        (REUTERS)

        Elle ne veut pas être la vache à lait de Marks & Spencer, le plus important vendeur de lingerie en Grande-Bretagne. Une jeune femme de 26 ans a lancé une campagne contre une surtaxe imposée par l’enseigne sur le prix des soutiens-gorges de grande taille. Ce jeudi, la pétition de soutien sur Facebook avait déjà recueilli plus de 10.000 signatures.

        Pour pouvoir participer à l’assemblée des actionnaires de Marks & Spencer et y protester contre cette pratique, Beckie Williams a acheté une action du groupe de distribution britannique après avoir vu ses protestations écartées par le service client. «Il y a trop longtemps que Marks & Spencer s’en tire avec cette taxe criminelle sur les nichons», proclame-t-elle sur son groupe Facebook «Busts 4 Justice».

        Les partisans de cette campagne veulent que Marks & Spencer adopte «un prix unique pour toutes les tailles» de chaque gamme de soutiens-gorges et mette fin à sa pratique «injuste» de majorer de deux livres (2,25 euros) le prix des modèles à partir du bonnet DD.

        Et la Britannique de souligner que les prix des autres vêtements ne varient pas en fonction des tailles et, donc, qu’il s’agit d’une discrimination de la part de Marks & Spencer à l’encontre des femmes les plus girondes.

        Marks & Spencer répond lui que ce supplément de prix est justifié par le fait que les grandes tailles qui requièrent plus de travail.

        CUA DIRETTAMENTE: http://www.liberation.fr/vous/0101566061-une-taxe-criminelle-contre-les-gros-nichons

        E ANCHE CUA IN ITALIANO:

        http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_08/reggiseni_maggiorate_battaglia_prezzo_17ecb682-3bd9-11de-a872-00144f02aabc.shtml

        E QUESTA LA MIA REAZIONE: Vorrei spezzare una freccia a favore di "Mark e Spencer".Gia,se il seno grosso fosse moda procurarse il reggiseno adeguato non incomoderebbe.Pero non è cosi.Vediamo un breve riassunto dell’evoluzione dell’estetica mammaria nella moda negli ultimi anni.Torna twiggy:la mammelle sono glandule alimentare ma non solo,sono anche una zona erogena da non trascurare perche troppo percepibile e valorata dal sesso maschile.Queste due variabili,la funzionalita e l’estetica(la sensualita) hanno segnato la valorazione delle tette(non scandalizzatevi,niente ipocresie).Durante il medioevo la repressione sessuale privileggiava l’aspetto funzionale delle tette trascurando la simbologia erotica e sensuale.Questo faceva che il modello imposto dalla chiesa tramite l’aristocrazia e acettato da tutti fosse il seno voluminoso:era il segno della buona mamma allatatrice che provedeva abondanza,salute e buona crescita alla prole.Il seno veniva svuotato di ogni connotazione erotica o sensuale ed era solo il simbolo della grande e generosa mamma.E questo condizionava anche l’attegiamento e i modelli estetiche:le tette per quanto non erano simbolo sessuale paradossalmente avevano una illimitata liberta di espressione,nessuno oserebbe criticare la sua essibizione in tutte le modalita immaginabbili.La pittura rifletteva questo:invariabilmente tutti i grandi pittori del medioevo mostravano un seno voluminoso,delle forme armoniose,tondo,"generoso" nel suo manifestarsi ai sensi.Non faccio nomi di artisti perche dimenticherei qualcuno e poi perche tutti senza eccezione fino al rinascimento rispecchiavano questa condotta.Pero anche la moda:malgrado il medioevo fosse stato severissimo nell’impedire la visione del corpo femminile che veniva coperto invariabilmente di numerossissimi,complicati e inespunnabili vestiti,non esprimeva alcun che di condanna all’essibizione,piu tosto generosa direi, dei seni sotto vestiti che risparmiavano stoffa a quella zona corporale.L’avvenimento dell’era rinascimentale muto solo parzialmente questo codice di condotta di fronte alle tette,e malgrado il seno abbia cominciato ad aquisire senso erotico e liberalizato l’essibizione sotto questa impronta(Goya e "La maja desnuda"adess)il modello continuo ad essere il seno voluminoso e delle forme eugeneticamente acettate come "alattante" anche se ora si anche "desiderabile".Sono dovuto passare molte anni,il trascorrere della Rivoluzione Industriale ,quella Francesa,il grande libertinaggio degli anni 20 e due guerre mondiali perche questi parametre estetiche delle tette cominciassero a mutare.E cosi nel dopo guerra con l’affermarse delle liberta femminili,l’ascesa delle donne primo al mondo del lavoro,e poi anche al protagonismo socio-economico e politico,la concezione tanto funzionale come estetica delle tette cominciarono a mutare.L’allatamento mammario ha cominciato a perdere peso di fronte al "biberone" e tutte le modalita dell’alimentazione artificiale dei bimbi:mamma doveva uscire a lavorare e a guadagnarsi un posto nella societa e non aveva tempo per stare a casa ad allatare.E malgrado tutte le campagne per favorire l’allattamento mammario naturale questo attegiamento non torna in dietro.Le tette vengono svuotate assolutamento della conotazzione alimentare ma,e questo è un dato nuovo,anche del suo senso estetico e perfino sensuale in nome dell’antissessimo e l’uguaglianza dei sessi questa volta.Gli uomini devono accontentarsi di vedere scomparire quella zona erogena cosi ambita nel medioevo e rinunciare perfino al delicato gusto vuoyerista che quella provoca.E cosi si arriva all’espressione culmine di questo stato di cose quando nasce TWIGGY la modello magra e delle tette "inessistenti" che fino a poche decenni fa assorviva e dominava indiscussamente tutte le manifestazione estetiche della moda e l’arte legato al seno. Dopo la caduta del muro di Berlino,il retiro del "femminismo" e dei movimenti femministi ormai moribondi,e fondamentalmente con l’ascesa dei nuovi modelli estetiche del neoliberalismo il seno tondo e generoso torno a aquisire protagonismo anche se evidentemente senza le connotazione sacramente allatatrici escludente del medioevo.E bene il neoliberalismo è caduto e una nuova era "revival" dei valori morali,etiche ed estetiche insorti nella rivoluzione industriale sono tornati definitivamente e le tette non potevano restare marginati nell’espressione estetica,commerciale ed artitistiche.Cosi sembra cominciare do nuovo ad infastidire "le tette matriarcali" insieme  alle forme tonde,robuste perfino "ciccioni",e si torna al modelo del seno "squalido",glandola scomoda e fastidiosa della donna moderna,dinamica protagonista sociale:in fine,TORNA TWIGGY.(E nuove fatiche anoressiche,direi).Il commercio non è che una espressione di questo stato di cose:se i gusti della moda impongono uno stato sociale di vivere l’abigliamento la richiesta massiva di reggiseni di taglio grande cala al di la del determinismo anatomico.La produzione massiva in serie diventa sconveniente,la disponibilita rallenta,procurarsele risulta relativamente faticoso,e questi motivi oltre al fatto che la sua misura "richiede PIU lavoro",ovviamente fanno salire il prezzo.(Che daltronde si pagerrebbe volentieri senza questo scontento se l’oggetto fosse socialmente ambito)."Mark e Spencer" non fanno altro che rispecchiare questa situazione da cui non sono del tutto responsabili.Quello del titolo:se il seno grosso e grande fosse moda,procurarsi il suo regisseno non incomoderebbe.

        PUOI LEGGERLO ANCHE SU "LA REPUBBLICA":

        http://news.kataweb.it/item/582634/maggiorate-niente-piu-sovrapprezzo?nc&nc

        Aggiunto 3:51[TRADOTTO] Che Bella Idea – Adriano Mori – Desfile Show [TRADOTTO] Che Bella Idea – Adriano Mori – Desfile Show  Adriano Mori, actuacion en desfile del HOTEL HILLTON.

      1. CONTINUA CUA: http://spaziofavoriticiancimino.splinder.com/post/20652688
  • Clicca qui per registrarti

    ... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook