SPAZIO REALE:DOTT.GIUSEPPE CIANCIMINO/FATTI INTERN

Per conoscere questo blog e chi è l'autore vai nella pagina Info.


FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 110 »

6 MAGGIO 2014:AL SUD LA LEGA NON CI LA FA

-NOTA LA REPUBBLICA:

Salvini contestato, si allontana in auto

Insulti e proteste contro il segretario della Lega Nord, che rinuncia al suo intervento in piazza Carlo III. “Sei tu la vera carogna” gli hanno gridato alcuni manifestanti che mostravano bandiere del Regno delle Due SicilieSalvini contestato, si allontana in auto
Le contestazioni a Salvini in piazza Carlo III
{}

Alcuni dei contestatori hanno mostrato bandiere del Regno delle Due Sicilie. Urla e spintoni anche contro i giornalisti, che circondavano Salvini per le interviste, da parte di chi ha provato ad avvicinarsi in modo ostile al segretario della Lega Nord.

“A Napoli – promette Salvini – tornerò presto. Venti ultrà che inneggiano a Genny la carogna non rappresentano una città”, ha sostenuto in una nota il segretario federale della Lega Nord. “Ci sono tante persone perbene, tanti disoccupati e pensionati che anche a Napoli hanno firmato per il nostro referendum per cancellare la legge Fornero, che vogliono liberarsi dall’euro e fermare l’immigrazione clandestina. La Lega lavora per loro, non per una manciata di violenti”.

.

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/05/06/news/salvini_contestato_interrompe_il_comizio_e_abbandona_il_palco-85363344/?ref=HRER1-1

.

REAZIONE:CAPISCO COSA SENTONO I NAPOLETANI DAVANTI ALLA PRESENZA DI QUESTI TERRORISTI MA NON SI DEVONO CONFONDERE:VIOLENTI SONO I LEGHISTI(“I 300.00 FUCILI E TANT’ALTRO)E FRA GENNY LA CAROGNA E LA LEGA NON ESSISTONO DIFFERENZE.E,MI DISPIACE PER FRANCISCHIELLO CHE ERA UN BURATTINO IN MANO AI BORBONI,MA NON CI SONO NE MENO DIFFERENZE SOSTANZIALI FRA IL PROGETTO E LE READICI STORICHE DELLA LEGA NORD E “LE DUE SICILIE”.

OGGI LA LEGA,SCONFITTA ELETTORALE E MILITARMENTE(SI SENTONO SOTTOMESSI MANUS MILITARIS DALLO STATO,HA DETTO SALVINI),ANNIENTATA,PRATTICAMENTE DISSOLTA PRETENDE ATERRARE AL SUD ANCHE POLITICAMENTE MA NON SI CAPISCE COME DOPO TANTI INSULTI E DISPREZZO AI TERRONI E MERIDIONALI ORA VANNO A CHIEDERE IL VOTO:FOLLE INIZIATIVA SENZA FONDAMENTI NE FUTURO.

MA NON INIZIA QUI QUESTA TENTATIVA:LEGAMI CRIMINALI HANNO TESSUTO CON LA N’DRANGHETA CALBRESE,SGOMBERATI E ANNIENTATI TANTO QUANTO LA LEGA,LEGAMI CRIMINALI HANNO TESSUTO CON LA MAFIA SICILIANA,SGOMBERATI E ANNIENTATI TANTO COME LA LEGA .LA LEGA E’ UNA ORGANIZAZZIONE PARAMILITARE E PARAPOLIZIALE VILENTISTA,TERRORISTICA E NEMICA DELLO STATO:QUELLO DEL TITOLO.

ATTENTI CON LE FALSE COMPARTIMENTAZIONI.

-

7 MAGGIO 2014:SESSISMO ALLA CASA BIANCA

-TITOLARE LA STAMPA:

AP
esteri

Incubo Lewinsky per Hillary

“Finora sono rimasta zitta, cambierò il finale della storia”

francesco semprini
Sgambetto dell’ex stagista del sexgate mentre Clinton si preparaalla volata per la Casa Bianca nel 2016: «Se si candida, la rovino»

*il «buongiorno»  Monica la vendicatrice di massimo gramellini
Immagine anteprima YouTube

-APPENDICE A:SU LA REPUBBLICA:

-TITOLARE 1:REPUBBLICA TV / MILANO
Fare la fila per gli altri è un lavoro In 300 per il corso da "codista"
Fare la fila per gli altri è un lavoroIn 300 per il corso da “codista”

TEMA CALDO

-TITOLARE 2

Protesta malati di Sla   foto   "Non ci faremo rottamare"

Protesta malati di Sla foto

“Non ci faremo rottamare”

Il sit in al ministero dell’Economia

Chiedono cure domiciliari e fondi  per i non autosufficienti di VALERIA PINI

Immagine anteprima YouTube

-APPENDICE B:SU LA REPUBBLICA:

-TITOLARE 1:

Lewinsky su Bill Clinton ''Io capro espiatorio''    Il video

LE IMMAGINI/VANITY FAIR

Lewinsky su Bill Clinton:”Io capro espiatorio”

Il video

-TITOLARE 2:

Come dirgli 'sono incinta' Consigli ed esperienze

di AMORE

Come dirgli ‘sono incinta’

Consigli ed esperienze

di VERONICA MAZZA

REAZIONE:LE FANTASIE DI CERTE DONNE NON HANNO LIMITI

Immagine anteprima YouTube

7 MAGGIO 2014:PISTOLA PER TUTTI O PER NESSUNO?

-SU THE WASHINGTON TIMES:

Hillary Clinton prende di mira 2 ° emendamento: è tempo di ‘frenare’ un ‘articolo di fede’

Per Ken Thomas

Associated Press

Martedì 6 maggio 2014

L'ex Segretario di Stato Hillary Rodham Clinton batte il suo Simmons College Leadership Conference discorso al Seaport World Trade Center Mercoledì, 23 Aprile 2014, a Boston. (AP Photo / Stephan Savoia)

L’ex Segretario di Stato Hillary Rodham Clinton batte al suo Simmons College Leadership … more>

WASHINGTON – Hillary Rodham Clinton ha detto Martedì che la cultura delle armi della nazione ha ottenuto un “via fuori equilibrio” e gli Stati Uniti hanno bisogno di tenere a freno l’idea che “chiunque può avere una pistola, sempre e ovunque.”L’ex segretario di Stato e il potenziale dcandidato democratico alla presidenza del 2016 ha detto che l’idea che chiunque può avere una pistola non è nel “migliore interesse della stragrande maggioranza delle persone.” Ma lei ha detto che l’approccio non è in contrasto con i diritti delle persone di possedere armi da fuoco.Clinton ha acennato alla questione della polarizzazione della politica della pistola durante una apparizione al Consiglio Nazionale per la conferenza Behavioral Health a Oxon Hill, Maryland, indicando che recenti sparatorie che hanno coinvolto i ragazzi erano stati con riproduzione di musica ad alto volume e gomme da masticare e un altro incidente anche coinvolge la tipizzazione dei messaggi di testo in un cinema.

“Penso ancora che siamo fuori equilibrio. Credo che dobbiamo tenere a freno quello che è diventato quasi un articolo di fede che chiunque può avere una pistola, sempre e ovunque “, Clinton ha detto. «E non credo che sia nel miglior interesse della stragrande maggioranza delle persone. E penso che si può dire che comunque continuo a sostenere il diritto delle persone di possedere pistole. ”

Il Senato controllato dai  Democratic ha votato contro la legislazione spinti dal presidente Barack Obama lo scorso anno,che avrebbe esteso i controlli di sfondo per gli acquisti di armi da fuoco e una mostra  sulle vendite on-line. La normativa è venuto a seguito delle micidiali Sandy Hook sparatorie nelle scuole elementari in Connecticut.

Se Clinton corre per la presidenza, le sue opinioni sul controllo delle armi sarebbero in contrasto con i repubblicani, che hanno in gran parte sforzi opposti a stringere le leggi sulle armi. Nel corso di una recente conferenza della National Rifle Association a Indianapolis, per esempio,il GOP governatore Bobby Jindal della Louisiana, un potenziale  candidato nel 2016, ha detto che Clinton e il vicepresidente Joe Biden hanno considerato il Secondo Emendamento come fosse epoco più che “una frase di un discorso da  scrittore ”

Clinton ha detto ai partecipanti alla conferenza di salute mentale che “al prezzo stiamo andando, stiamo andando ad avere così tante persone con le pistole in tutto il mondo, con licenza, pienamente convalidata”,una impostazioni come il cinema dove le sparatorie sono sulle cose apparentemente banali come mettere in bocca  gomma da masticare o l’uso del cellulare.

“Questo è quello che succede nei paesi che ho visitato dove non c’è Stato di diritto e nessun auto-controllo e che è qualcosa che non possiamo lasciar passare senza prestare attenzione”, ha detto.

Durante una sessione di domande e risposte,a Clinton è stato chiesto sul suicidio di dell’avvocato di Clinton Vince Foster alla Casa Bianca nel1993. Facendo riferimento a lui come “il nostro amico alla Casa Bianca”, ha detto che era stato depresso e “pieno di ansie.” Come altri uomini che ha conosciuto eche si suicidarono, Clinton ha detto, “non volevano essere visti come deboli, essi non vogliono ammettere i loro problemi. ”

Clinton ha detto che stava ancora valutando il suo futuro politico, dicendo al pubblico che lei è una persona “che deve rimuginare veramente le cose.”

“Quindi rimanete sintonizzati”, Clinton ha detto. “Quando lo so, lo saprai.”

http://www.washingtontimes.com/news/2014/may/6/hillary-clinton-gun-culture-way-out-balance/
REAZIONE:CHI PUO AVERE UNA PISTOLA?HILLARY CONTRO ANGELINA JOLIE E LE DONNE LIBERALS AMANTE DELLE PISTOLE?

MAGGIO 2014:FOLK
Immagine anteprima YouTube
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 109 »

0

2 MAGGIO 2014:SPAGNA REPRESSIVA

http://en.mercopress.com/web/img/en/mercopress-logo.gif

Giovedi, May 1st 2014 – 10:10 UTC

Amnesty International accusa la Spagna di una legislazione repressiva e la mano pesante con i manifestanti

Il governo spagnolo sta usando tutta la forza della legge per soffocare la legittima protesta pacifica, Amnesty International in Spagna, ha detto. Jezerca Tigani, Vice Direttore del Programma per Amnesty Europa e Asia centrale ha pubblicato una breve relazione la scorsa settimana in cui ha detto che l’uso eccessivo della forza da parte della polizia e dei piani per rafforzare la legislazione repressiva spagnola sono un atto d’accusa schiacciante della determinazione del governo spagnolo per schiacciare pacifica protesta.

Nel 2013, c'erano 4.500 manifestazioni in soli Madrid: un aumento di 1.000 rispetto all'anno precedente

Nel 2013, c’erano 4.500 manifestazioni in soli Madrid: un aumento di 1.000 rispetto all’anno precedente

.

“Il governo spagnolo sta usando tutta la forza della legge per soffocare la legittima protesta pacifica”, ha detto Tigani. “La polizia ha ripetutamente usato manganelli e proiettili di gomma contro i manifestanti, ferendo e mutilando manifestanti e-standers simili. La polizia agisce con totale impunità, mentre manifestanti pacifici e leader dei movimenti sociali vengono continuamente perseguitati, stigmatizzate, picchiati, a volte arrestati per affrontare accuse penali, carcere e multe “.

Il Rapporto di Amnesty International, Spagna: Il diritto di protestare sotto la minaccia, si propone di denunciare le violazioni da parte della polizia contro i manifestanti, la mancanza di responsabilità per queste violazioni e la determinazione delle autorità spagnole per rafforzare la legislazione repressiva. Dal momento che la crisi economica e finanziaria ha colpito la Spagna, la perdita di posti di lavoro, misure di austerità e la mancanza di trasparenza nel processo decisionale, hanno portato migliaia di persone a scendere in piazza.

Nel 2012, ci sono stati quasi 15.000 manifestazioni in tutta la Spagna, pari a circa 40 al giorno. Nel 2013, c’erano 4.500 manifestazioni a Madrid da solo: con un incremento di 1.000 rispetto all’anno precedente. Ma Amnesty afferma che, come il governo di Madrid ha riconosciuto, i manifestanti hanno commessi violenza in meno di un per cento dei rally.

“La polizia di routine esercita una forza eccessiva per disperdere le manifestazioni pacifiche con i manifestanti picchiati, arrestati, detenuti, perseguiti e multati. Mentre la polizia a volte può essere necessario usare la forza per mantenere l’ordine pubblico e la sicurezza e prevenire la criminalità, devono rispettare gli obblighi dello Stato ai sensi del diritto internazionale, a garantire la libertà di riunione. Tuttavia, la polizia in Spagna hanno usato una forza eccessiva impunemente “, dice.

“Le autorità spagnole si stanno muovendo nella direzione sbagliata. Limitando ulteriormente i diritti alla libertà di espressione e di riunione avranno solo di aumentare il divario tra chi detiene il potere e il popolo spagnolo.Il malcontento pubblico non può essere soffocata con la repressione “, ha detto Jezerca Tigani.

.

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://en.mercopress.com/2014/05/01/amnesty-international-accuses-spain-of-repressive-legislation-and-heavy-hand-with-protestors&usg=ALkJrhiq3WTEUY5mmtKL-ilksOfzLhUvRg

REAZIONE:AMNESTY EURASIA ACCUSA LA SPAGNA DI PAESE REPRESSORE.

-

2 MAGGIO 2014:PERCHE NO?,IL CALCIO FUORI CONTROLLO

-TITOLARE SU LE FIGARO:

Anne Roumanoff accusée de racisme : les internautes prennent sa défense

Depuis le début de la semaine, Anne Roumanoff est au centre d’une polémique. En cause, son imitation de Christiane Taubira, dans Vivement dimanche, le 27 avril dernier. Certains n’ont pas hésité à qualifier l’humoriste de raciste. Une accusation que vous ne partagez pas. Sur notre site, vous êtes très nombreux à lui témoigner votre soutien.

REAZIONE:E PERCHE NO?DOPO CHE IL REGNO UNITO HA PROTETTO,DIFESO E PROMOSSO UN SUO FAMOSISSIMO  CALCITORE SUDAMERICANO MILITANTE NEL LIVERPOOL CONDANNATO DALLA PROPIA GIUSTIZIA INGLESE. PER RAZZISMO TUTTO E’ POSSIBILE IN QUESTA MATERIA.

-

2 MAGGIO 2014:VERSO L’IMPEACHMENT?

-FLASH LE FIGARO:

Attaque de Benghazi: Kerry cité à comparaître

Home ACTUALITE Flash Actu

Par Le Figaro.fr avec AFP

Mis à jour le 02/05/2014 à 19:10

Publié le 02/05/2014 à 19:08

Une commission du Congrès des Etats-Unis a réclamé aujourd’hui que le secrétaire d’Etat John Kerry vienne témoigner devant les élus sur la façon dont l’administration Obama a répondu à l’attentat de 2012 contre la mission diplomatique de Benghazi en Libye.

Le président de la commission de la Chambre des représentants chargée de contrôler et d’auditer l’exécutif, Darrell Issa, a fait cette annonce dans un tweet, précisant que John Kerry était cité à comparaître le 21 mai. “C’est parce que le département d’Etat n’a pas réussi à respecter ses obligations juridiques que j’ai lancé cette citation à comparaître”, a-t-il justifié.

Cette demande intervient deux jours après que l’organisation conservatrice Judicial Watch a publié un courrier électronique émanant de la Maison Blanche, qui a déclenché une nouvelle controverse concernant la communication de l’exécutif dans les jours ayant suivi l’attentat du 11 septembre 2012, qui a coûté la vie à l’ambassadeur en Libye et trois autres Américains.

http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2014/05/02/97001-20140502FILWWW00287-attaque-de-benghazi-kerry-cite-a-comparaitre.php

REAZIONE:QUELLO DEL TITOLO

-

3 MAGGIO 2014:RENZI SI DEVE DIMMETERE GIA

-TITOLARE SU GOOGLE NEWS:

Pa, Renzi: “Cambiamento radicale” “Riforma non sarà contro i
TGCOM  - ‎01/mag/2014‎

Il premier lascia ampio spazio al dibattito prima del varo definitivo: “Scriveteci a rivoluzione@governo.it “. Il provvedimento, basato su capitale umano, innovazione e tagli, arriverà in Cdm il 13 giugno. 12:31 – “Stiamo tentando di realizzare un cambiamento

REAZIONE:INTOLERABILE ALLEANZA CON BERLUSCONI,INTOLERABBLE RIFORMA AUTORITARIA-PRESIDENZIALISTA,INTOLERABBILE UNICAMERALISMO:LA RIFORMA DEL SENATO SIGNIFICA FARE ENTRARE PER LA FINESTRA CIO CHE NON E’ RIUSCITO A ENTRARE PER LA PORTA,E CIO’E’ IL FEDERALISMO DELLA LEGA BOCCIATO DAGLI ITALIANI NEL REFERENDUM:CHE COS’ALTRO E’ UNA ASSAMBLEA DI GOVERNATORI?E PER GIUNTA NON ELETTI PER VOTO POPOLARE.

INTOLERABBILE CHE LA MAGGIORANZA PARLAMENTARE RELATIVA VOTATA DAGLI ITALIANI CON BERSANI IN CAMPAGNA ELETTORALE ANTI-NEOLIBERALE E ANTI-BERLUSCONI OGGI PER ARTE DI “BI-VIR-LO-CHE” VENGA CHIAMATA DAL PD MINORANZA.

NON SOLO NAPOLITANO SI DEVE DIMETTERE SUBITO COME ANNUNCIATO,ANCHE QUESTO DIAVOLICO BURATTINO-MAGO-BOY-SCOUT GELLINIANO DEVE DIMETTERSI E RESTITUIRE AGLI ITALIANI LA DEMOCRAZIA.NO AL COLPO DI PALAZZO,NO AL NEOLIBERALISMO NO AL PATTO NAZI-COMUNISTA.SI VOTI GIA.

-APPENDICE:LA POLEMICA DI RENZI E IL DIAVOLO

Marco 3,22-30

22 Gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Egli ha Belzebù, e scaccia i demòni con l’aiuto del principe dei demòni». 23 Ma egli, chiamatili a sé, diceva loro in parabole: «Come può Satana scacciare Satana? 24 Se un regno è diviso in parti contrarie, quel regno non può durare. 25 Se una casa è divisa in parti contrarie, quella casa non potrà reggere. 26 Se dunque Satana insorge contro se stesso ed è diviso, non può reggere, ma deve finire. 27 D’altronde nessuno può entrare nella casa dell’uomo forte e rubargli le sue masserizie, se prima non avrà legato l’uomo forte; soltanto allora gli saccheggerà la casa. 28 In verità vi dico: ai figli degli uomini saranno perdonati tutti i peccati e qualunque bestemmia avranno proferita; 29 ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non ha perdono in eterno, ma è reo di un peccato eterno». 30 Egli parlava così perché dicevano: «Ha uno spirito immondo».

1-RENZI BOY-SCOUT DI GELLI

(BRANO DI UNA NOTA DI LA REPUBBLICA CHE POTRETE LEGGERE COMPLETA CUI:

http://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2014/05/01/news/concertone_primo_maggio_roma-84456686/?ref=HREA-1

Concerto Primo Maggio, in piazza musica e storie. Boato per Pelù, un ciclone i rapper

di CARLO MORETTI, ALESSANDRA VITALI

Pubblicato il 01 maggio 2014
Aggiornato il 01 maggio 2014
Edizione 2014 dell’appuntamento promosso dai sindacati confederali a Roma. Il titolo è “Le nostre storie”. Presentano Edoardo Leo, Francesca Barra e Dario Vergassola. Tanti gli artisti e gli ospiti sul palco. In contemporanea il concerto di Taranto, organizzato dal Comitato Cittadini e lavoratori liberi e pensanti. La nostra diretta

Il boato per Pelù e la satira di Max Paiella
Dopo circa venti minuti di rock si conclude l’esibizione di Piero Pelù che lascia il palco accompagnato da un boato del pubblico. Ora tocca a Max Paiella e alla sua imitazione del sindaco di Roma Ignazio Marino”.

Foto

Concerto Primo Maggio, in piazza musica e storie. Boato per Pelù, un ciclone i rapper Piero Pelù durante l’esibizione in piazza San GiovanniPelù contro Renzi: “Il boyscout di Gelli”

Ironia del rocker sulla vicenda dell’arresto di Dell’Utri e sulla condanna di Silvio Berlusconi. “Maledette toghe rosse!” grida il cantante, “lasciate in pace Silvio, lasciate in pace Marcellino, Marcellino Dell’Utri torna, torna in Italia, ti aspettiamo a braccia aperte!”. Prima si era rivolto al “non eletto, ovverosia il boyscout di Licio Gelli” che “deve capire che in Italia c’è un grande nemico ed è un nemico interno, è la corruzione, la disoccupazione, il voto di scambio, la mafia, la ndrangheta, la camorra. La nostra è una guerra interna, il nemico è dentro di noi, forse siamo noi stessi”.

Pelù e Modena City Ramblers, ricordando De André
Ovazione per la versione rock di Il pescatore con cui Pelù rende omaggio a Fabrizio De Andrè, chiamando sul palco i Modena City Ramblers.

Arriva Pelù, e la piazza esplode: “Non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo lavoro”
È il momento di uno degli ospiti più attesi, il rocker Piero Pelù, che prima di esibirsi in canottiera nera e baffi da Capitan Uncino chiede un minuto di silenzio da dedicare a chi è morto sul lavoro, a chi è ricattato per il lavoro, ai lavoratori della cultura che solo in Italia non dà da mangiare, ai disoccupati, ai lavoratori di Piombino, Porto Marghera, dell’Ilva di Taranto, del Sulcis, un minuto per Mancini, il poliziotto morto per fare veramente il suo dovere e per scoprire nella Terra dei Fuochi i veleni che venivano interrati. Non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo il lavoro”. E ancora: “Le spese militari per gli F35 rubano i soldi alla scuola e agli ospedali”. Poi passa alla musica, e la piazza esplode.

-APPENDICE 2:DIVAMPA LA POLEMICA

TITOLARE DI OGGI SU LA REPUBBLICA:

Pelù, nuovo attacco dopo  il Concertone

“Renzi bugiardo” video-foto

Pd chiede intervento Vigilanza / Tweet  contro

Picierno: milionario, non sa valore dei soldi-video 

Rep Tv Quando Piero intervistò Gelli

Articoli correlati

-LA NOTA COMPLETA:

ROMA – Il concertone del Primo Maggio si trasforma in un caso politico. E il giorno dopo la festa, la questione tiene banco a suon di repliche e benzina gettata sul fuoco. L’unico a tacere, almeno per ora, è il presidente del Consiglio finito, di nuovo, nel mirino di Piero Pelù. Il cantante toscano, infatti, ieri è tornato ad attaccare Matteo Renzi dal palco di piazza San Giovanni. Oggi il Pd insorge e gli risponde tra un tweet e una presa di posizione. Passano alcune ore, e Pelù controreplica su Facebook. Però lo fa due volte. La prima per scusarsi con gli italiani sul bonus degli 80 euro (definito “elemosina”), ma non con il presidente del Consiglio. La seconda, per rincarare la dose contro Renzi e dargli del “bugiardo”. Nel frattempo, la polemica è innescata e sul web la discussione impazza (foto).

LEGGI La lunga lista dei dissapori e quell’incarico in Comune

“Matteo Renzi è un bugiardo – scrive Pelù su Facebook per la seconda volta nel corso della giornata – e mente in maniera spudorata sapendo di mentire nei miei confronti. Su di me cazzate ad alzo zero”. Nel mirino della rockstar c’è “la menzogna consumata che Pelù ce l’ha con Renzi perché non gli ha più fatto fare l’Estate Fiorentina“.

A stretto giro, a chiedere l’intervento di Vigilanza Rai e Agcom è Michele Anzaldi, deputato del Pd e segretario della stessa commissione di Vigilanza Rai: “Sarebbe interessante sapere – dice – cosa pensano il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico, e il presidente dell’Agcom, Angelo Cardani, dell’intervento di Piero Pelù al concerto del 1° Maggio in diretta su Raitre. La trasmissione, infatti, per il periodo della par condicio” in vista delle elezioni europee del 25 maggio “è ricondotta sotto la responsabilità del Tg3″.

Qualche ora prima, a difendere Renzi era stata Pina Picierno, capolista per il Pd alle europee nella circoscrizione sud: “Quando la politica va veloce – aveva detto – succede che il rock diventa lento. Probabilmente Pelù era impegnato in una registrazione di The voice e non si è accorto di quanto stava avvenendo nel nostro paese, forse non sa che gli 80 euro che il governo Renzi ha deciso di redistribuire a chi ha sempre pagato non sono un’elemosina come l’ha definita lui, ma il primo passo verso l’equità sociale che noi del pd vogliamo assolutamente riportare in questo paese. Mi dispiace – conclude – che a dire no a questi 80 euro sia una persona fortunata e benestante grazie al suo talento. Ogni tanto però bisognerebbe uscire dai panni del rocker milionario e indossare quelli di chi vive con mille euro al mese”.

Condividi

Su Twitter, invece, era stato Francesco Nicodemo, responsabile Comunicazione del Nazareno, a replicare sulla questione”Sarebbe bene che comici e cantanti si occupassero del loro mestiere”, era stata la reazione della candidata alle europee per il Pd, Alessandra Moretti. La deputata ha contestato la definizione che il cantante ha fornito sugli 80 euro: “Un’elemosina”, aveva detto Pelù, “quando” invece, è la risposta, “ci sono persone che potranno fare una spesa in più a settimana”.

GUARDA Il palco degli scontri / Mani alzate, bandane e applausi

E il deputato Pd Dario Ginefra: “Io non ho votato per Renzi al congresso e a volte non ne condivido il modo di fare, ma trovo le parole di Piero Pelù offensive per l’intero popolo democratico. Attribuire a Renzi, dopo due mesi di governo, le responsabilità della crisi economica, sociale ed occupazionale di oggi è stato atto di disonestà intellettuale, accostarlo alla figura di Gelli dileggiando anche il movimento scoutista una pessima forma di protagonismo. I sindacati confederali organizzatori dell’evento, sia pur dalla loro legittima posizione di critica alle scelte dell’attuale governo, dovrebbero prendere le distanze da quel monologo, persino letto male, che disonora quel grande appuntamento di riflessione, di critica, di proposta e di festa che è il concerto in piazza San Giovanni”.

Qualche ora dopo, la rockstar aveva affidato ai social network la sua prima precisazione: “Non vogliamo l’elemosina di 80 euro, vogliamo lavoro. Spiego meglio questa mia considerazione/richiesta di ieri sera sul palco, lo so che ci sono milioni di italiani che sopravvivono con stipendi o pensioni da vera fame, a voi va tutto il mio rispetto e la mia solidarietà non volevo certo offendervi. Con tutta la calma del mondo credo però che sia importante capire che per costruire un futuro vero per se e per i propri figli ci sia bisogno solo di una cosa: il lavoro, onesto e ben retribuito. E’ chiaro che 80 euro al mese aiutano un mensile che sta tra i 700-1200 euro al mese ma il problema di fondo rimane: dove sta il lavoro, quello a tempo indeterminato che ti garantirà stabilità e poi la tanto agognata pensione? Io parla da persona libera da schermi di partiti e/o movimenti, ho avuto a che fare quanto basta con la ‘politica italiana’ per capire che questa mossa da 80 euro di Renzi è una gran trovata pre-elettorale di grande effetto: tutti bravi tutti buoni, ma solo in tempo di elezioni“.

http://www.repubblica.it/politica/2014/05/02/news/pel_attacca_renzi_la_replica_del_pd_se_la_politica_va_veloce_il_rock_lento-85015877/?ref=HREC1-8

-E COSI SU CORRIERE DELLA SERA:

Piero Pelù a casa di Licio Gelli, il video del 1995

«Renzi boyscout di Gelli»Il caso dell’incarico

divertito 47% 11 47

REAZIONE:NON SO CHI SIA QUESTO PELU PERO SEMBRA SAPERE DI COSA PARLA.

80 EURO ELEMOSINA ELETTORALE?NON BISOGNA ESSERE PELU PER CAPIRLO E IL FATTO CHE SIA UNA ROCK STAR NON TOGLIE ASCOLTO ALLE SUE INFORMAZIONI.

DOPO TUTTO  SE QUALCUNO VUOLE RIDICOLIZZARE QUALCUNO SAPPIA CHE MICA C’E’ DA SCHERZARE CON LE ROCK-STAR DA QUANDO LADY GAGA E RIUSCITA A CANTARE NEL CONCERTONE CHE SPAZZO VIA DA MILANO IL NEOLIBERALISMO DEL CLAN MORETTI-BERLUSCONI DELLA VALLE.LA SPUNTERA  PELU CON RENZI?

Immagine anteprima YouTube

.

3 MAGGIO 2014:VERSO L’IMPEACHMENT?

-TITOLARE SU THE WASHINGTON TIMES:

House Speaker John Boehner says special committee needed to investigate Benghazi

By Stephen Dinan – The Washington Times

The House will establish a select committee to investigate the terrorist attack in Benghazi, House Speaker John A. Boehner announced Friday, escalating the issue once again and setting up an official inquiry that will keep the politically nettlesome issue in the news for months to come.

*Former NSC spokesman on Benghazi talking points: ‘Dude, this was like two years ago’

*House GOP: Obama withholding Benghazi email is ‘criminal’

TRAUZIONE:Lo Speaker  della Camera John Boehner dice che e’ necessaria una commissione speciale per indagare Bengasi
Per Stephen Dinan – The Washington Times
La Casa(ndr:Congresso)istituirà un comitato ristretto per indagare l’attacco terroristico a Bengasi, ha annunciato venerdi il presidente della Camera John A. Boehner ,in una escalation della questione, ancora una volta e la creazione di un’inchiesta ufficiale che manterrà la questione politicamente distacatta nelle notizie per i mesi a venire.

.
*Ex portavoce NSC su Bengasi argomenti di discussione:. ‘Amico, questo era come due anni fa ‘
*GOP: L’e-mail trattenuto da Obama su Bengasi è’ criminale

REAZIONE:LA ERA OBAMA HA INIZIATO ALL’INSEGNA ALLA LOTTA AL TERRORISMO CHE MC CAIN SOSTENEVA LUI NON FOSSE ADEGUATO A COMBATTERLO,SONO PASSATE DUE PRESIDENZE E SIAMO ANCORA AL KILOMETRO ZERO.

.

3 MAGGIO 2014:IL LEONE NON E’ TANTO GRINTOSO COME LO DIPIGONO

-TITOLARE THE WASHINGTON TIMES:

President Barack Obama and German Chancellor Angela Merkel participate in a joint news conference in the Rose Garden of the White House in Washington, Friday, May 2, 2014. Obama and Merkel are putting on a display of trans-Atlantic unity against an assertive Russia, even as sanctions imposed by Western allies seem to be doing little to change Russian President Vladimir Putin's reasoning on Ukraine. (AP Photo/Charles Dharapak)

Obama, Merkel sound firm but reluctant note on more Russian sanctions

By Ben Wolfgang – The Washington Times

President Obama and his German counterpart said Friday they are prepared to enact further sanctions on Russia if violence and unrest continue in eastern Ukraine, but the two leaders sounded lukewarm in their desire to pursue such a course.

*Ukraine offensive sparks deadly clashes in Odessa

*USAID beefs support for Ukrainian media amid fresh military clashes in the east

TRADUZIONE:

Obama, Merkel sembrare duro ma la nota e’ riluttante su piu sanzioni russi
By Ben Wolfgang – The Washington Times
il presidente Obama e il suo omologo tedesco hanno detto Venerdì che sono disposti a mettere in atto ulteriori sanzioni sulla Russia se la violenza e disordini continuano nella parte orientale dell’Ucraina, ma i due leader suonavano tiepidi nel loro desiderio di perseguire un tale corso.

.
*Scintilla di offensiva su Ucraina con scontri mortali a Odessa
*USAID rafforza il sostegno ai media ucraini in mezzo a nuovi scontri militari nell’est

REAZIONE:NOI, NON LA VEDIAMO COSI,LA STAMPA EUROPEA ESSAGERA SULLA “FURIA DEL LEONE”,CIO’E’ SULLA PORTATA DELL’OFFENSIVA:GUERRA CIVILE?PUTIN LA EVITERA.

-

3 MAGGIO 2013:DELINQUENTI NON SONO TIFOSI

-TITOLARE SU THE HUFFINGTON POST

3 FERITI ALL’OLIMPICO: PER LA QUESTURA IL TIFO NON C’ENTRA

3 FERITI ALL'OLIMPICO: PER LA QUESTURA IL TIFO NON C'ENTRA

REAZIONE:NON SONO SUPPORTER DELLA FIORENTINA.PER LA PULIZIA SONO COSE DIVERSI:QUELLO DEL TITOLO

-

4 MAGGIO 2014:EDITORIALE EUROPEE E NUOVA ERA

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

Pontida, l'esordio di Salvini "Renzi megalomane   video   e Le Pen meglio di Merkel"

Pontida, l’esordio di Salvini:”Renzi megalomane video e Le Pen meglio di Merkel”

Foto Il raduno-video

Applausi agli indipendentisti

EDITORIALE:LA NUOVA ERA HA GIA VINTO LE EUROPEE,NO AL TERRORISMO DELLA LEGA

ANCHE SE I GIUDICI ATTENTI SCRUPOLOSAMENTE ALLA SEPARAZIONE DI POTERE HANNO VOLUTO NON INTERFERIRE CON LA POLITICA PARTITISTICA NELLA FONDAMENTAZIONE DELLA CONDANNA AGLI INDEPENDENTISTI(LEGHISTI INSOMMA),LA LEGA ORMAI E’ DEFINITIVAMENTE STIMMATIZZATA:E’ UN MOVIMENTO TERRORISTA E DEVE FINIRSI DI ANNIENTARLA.

PER QUANTO RIGUARDA ALLE EUROPEE LA NUOVA ERA HA GIA VINTO IN ANTICIPO:”VINCERA L’ASTENSIONISMO(IL PARTITO DEL NON-VOTO)E GLI EUROSCETTICI”,LO HA DETTO L’ORGANISMO GESTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI IN FRANCIA,PAESE “CUORE” DELL’UNIONE EUROPEA (VEDI SOPRA SCRITTO SULLA FILIPETTI)E CIO’E,VINCERA LA NUOVA ERA.

DETTO QUESTO VA CHIARITO SUBITO CHE NON SI DEVE CADERE NEL GIOCO DEGLI ULTRAS(LEGA E LE PEN):EUROSCETTICO NON VUOL DIRE ULTRA,NE POPOLISTA,NE XENOFOBO,NE TANTO MENO ANTI-EUROPEO,TUTT’ALTRO,VUOL DIRE DIFFENDERE LA VERA EUROPA CHE NON SEMPRE COINCIDE CON QUESTA UNIONE EUROPEA BASATA SOLO NELLA MONETA UNICA.CI VUOLE BEN ALTRO PER ESSERE UN EUROPEO VERO.E IO COSI MI CONSIDERO,SONO UN EUROPEISTA CONVINTO E STRACONVINTO.

LE PEN MEGLIO DI LA MERCKEL?:LE PEN COME LA LEGA NON SONO PIU OPZIONI  DI POTERE.E LA MERCKEL HA PERSO IL POTERE IN GERMANIA MALGRADO CI SIA CHE E’ INTERESSATO A FARE FINTA DI NULLA,COMMANDA LA “NUOVA GROSSE KOALITION”,CON ALTRE,NUOVI CRISTIANI CHE NON SONO I SUOI,CON LA SPD E SENZA I (NEO)LIBERALI.

4 MAGGIO 2014:NE MARINA NE ANGELA,MEGLIO BRIGITTE BARDOT…

From BBC Culture

Jayne Mansfield and Mike Hargitay leaving Piccola Budapest, Rome, October 1962 (Photo: Marcello Geppetti/Estorick Collection)

Hepburn, Bardot, Mansfield and more
A new show reveals the decadent lives of Hollywood stars during the Golden Age of Italian cinema. BBC Culture takes a look.

TRADUZIONE:Hepburn, Bardot, Mansfield e altro
Una nuova mostra rivela la vita decadenti della star di Hollywood durante l’età d’oro del cinema italiano. BBC cultura dà un’occhiata.

REAZIONE:ANCORA ABBIAMO BARDOT…..PECCATO NON SI CANDIDI,FORSE BRIGITTE CON LA SUA LUNGA E PRESTIGIOSA CARRIERA COME ATTRICE,SEX-SIMBOL E ANIMALISTA SAREBBE UN MIGLIORE CANDIDATO CHE MARINA E ANGELA.

E CON LI STAR LA NUOVA ERA HA AVUTO BUON SUCCESSO,BASTA PENSARE A LADY GAGA.ANCHE LEI NON CI CREDA.

-

4 MAGGIO 2014:NO AGLI ULTRA DEL SESSO ESTREMO

-NOTA SULLA BBC:

BBCCULTURE

10 feb 2014

Ninfomane:Quanto e’ duro Lars von Trier di recente?

Immagine anteprima YouTube

Il film espliciti di Lars von Trier hanno fatto notizia quando è stato proiettato al Festival di Berlino. Ma che cosa ha fatto che questo sia successo tra il pubblico?

.

L’attore Shia LaBeouf ha colpito i titoli dei giornali di Domenica, quando uscì di una conferenza stampa per Ninfomane al Festival di Berlino,e in seguito compare sul tappeto rosso con un sacchetto di carta sulla testa.

Il film è abbastanza controverso propriamente: attraverso scene di sesso grafici, il regista Lars von Trier racconta la storia erotica di una donna (interpretata in fasi diverse da Stacy Martin e Charlotte Gainsbourg), dall’infanzia all’età di 50 anni.

Nel 2013, il produttore Louise Vesth ha detto al The Hollywood Reporter :. “Abbiamo girato gli attori che fingono di fare sesso e poi abbiamo avuto il doppio corpo, che hanno davvero fatto sesso, e in post [produzione] abbiamo imposto sul digitale tutti Sopra la cintura quella che sara la Star e poi sotto la vita il doppio. ”

Accanto le riprese dalla conferenza stampa di  Ninfomane, i critici alla proiezione di Berlino discutono il contenuto del film in questa clip.

Se volete commentare questo articolo o qualsiasi altra cosa che avete visto sulla BBC, Cultura, oltre al capo il nostro Facebook pagina o un messaggio us on Twitter .

-LEGGI DIRETTAMENTE:

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://www.bbc.com/culture/story/20140210-how-hardcore-is-nymphomaniac&usg=ALkJrhiYILkBXxOo6Avjqjs-eQogwL05Ig

REAZIONE:LA RISPOSTA AL QUESITO DI QUESTA NOTA DELLA BBC E’ SEMPLICE:VON TRIER E’ REGISTA NON GIORNALISTA.E QUINDI NON HA LE STESSE COMPROMESSI.E SCUSAATI SE SONO “DURAMENTE ESPLICITO”,FORSE NON PIACERA A QUALCHE  STAMPA MA SI  ALLA MASSA DI UTENTI,A QUELLI CHE VEDONO LA PARTE IMPORTANTE,”QUELLA DI SOTTO”:QUELLO DEL TITOLO.

-

6 MAGGIO 2014:SIAMO TUTTI UGUALI DI FRONTE ALLA LEGGE

-LA REPUBBLICA:

Napolitano: “Io aggredito ma difendo divisione dei poteri. Veti frenano cambiamento”

Il capo dello Stato  incontra i giovani magistrati alla fine del tirocinio. “Serve nuovo clima di pacatezza”

05 maggio 2014

Napolitano: "Io aggredito ma difendo divisione dei poteri. Veti frenano cambiamento"Giorgio Napolitano (lapresse)

ROMA -  “Anche nell’anno trascorso, che definirei di forzoso prolungamento della mia funzione di presidente, ho tenuto ferma, per quanto fossero aggressivamente faziose le reazioni, una linea di condotta ancorata al principio della divisione dei poteri”. Lo ha detto Giorgio Napolitano, incontrando al Quirinale i giovani magistrati alla fine del tirocinio. “Sono indispensabili, per una vita istituzionale che non sia attraversata da tensioni, “il reciproco rispetto e la leale collaborazione tra poteri dello Stato”.

“Io ho personalmente sperimentato contraddizioni, incertezze, opposte pregiudiziali in diversi campi della vita istituzionale, che hanno impedito il rinnovamento”, ha aggiunto il capo dello Stato, spiegando che serve una riforma per ristabilire la fiducia nei cittadini. “In Italia c’è bisogno di una nuova e più alta stagione di coesione nazionale, di fervore ideale e morale”, un clima “nuovo per pacatezza e impegno, e rispetto reciproco”, ha detto il presidente della Repubblica.

Il capo dello Stato ha poi affrontato il tema della riforma della giustizia, “invocata da troppo tempo”, e la definisce un “rinnovamento che tarda ad arrivare” per assicurare “più rapidità ed efficienza”. Ai giovani magistrati, Napolitano ricorda che è necessario “rifuggire dal sentimento di essere investiti da visioni improprie e forvianti, sentendosi sempre meno potere e sempre più servizio” e chiede loro impegno per “evitare personalismi ed arroccamenti” nel loro lavoro.

“Tutti i magistrati devono mantenere una rigorosa osservanza del loro ambito e delle loro competenze e delle funzioni rivestite, che sono far rispettare la legalità e tutelare l’effettività dei diritti dei cittadini, rifuggendo dal sentirsi investiti da missioni improprie e fuorvianti”. Devono insomma “sentirsi sempre meno potere e sempre più servizio come vuole la Costituzione”, ha ribadito il presidente della Repubblica.

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://www.repubblica.it/politica/2014/05/05/news/napolitano_io_aggredito_ma_difendo_divisione_dei_poteri-85273804/?ref=HREC1-10

REAZIONE:LUI AGREDITO?:MA VA…SEPARAZIONE DI POTERI NON E’ IMPUNITA.E DI FRONTE ALLA LEGGE SIAMO TUTTI UGUALI.

Immagine anteprima YouTube
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 108 »

30 aprile 2014
0
*30 APRILE 2014:SI MICROSOFT
IL MIO FORNITORE ONLINE DI ANTI VIRUS, “AVAST”,NEL GIORNO DI OGGI HA RILASCIATO IL SEGUENTE COMUNICATO RIGUARDANTE ALLA  “MALATTIA”,FALLO SU INTERNET EXPLORER IL BROWSER DI MICROSOFT GIA DA ME COMMENTATO NEL POST ANTERIORE,107:

TechWEEKeurope

Migliorare il business con la tecnologia

NEWS

Sicurezza_shutterstock_10595913501

I problemi di Internet Explorer senza patch

La minaccia, senza patch per risolverla, ha indotto gli Usa ad abbandonare Internet Explorer: chi rischia, come proteggersi, l’analisi della situazione

Il 30 aprile 2014 di TechWeekEurope 0

Non è la prima volta in assoluto: già nel 2010 Francia e Germania, in presenza di un bug nel browser di Microsoft, diramarono una simile raccomandazione, quando i due importanti Paesi europei sconsigliarono di usare IE. Oggi l’allarme si ripete, ma a scendere in campo sono USA e UK. Stati Uniti e Gran Bretagna insistono, dopo la scoperta del bug in tutte le versioni di Internet Explorer: il governo americano e del Regno Unito chiedono lo stop dell’uso di Internet Explorer (IE) finché Microsoft non rilascia la patch per risolvere la grave falla nel suo browser.

Individuata lo scorso 26 aprile, il problema affligge tutte le versioni di Internet Explorer dalla 6 alla 11 (quindi, 55% degli utenti Internet a livello globale, secondo NetMarketShare). Ma soprattutto la falla riguarda gli utenti di Windows Xp, il sistema operativo che Microsoft ha mandato definitivamente in pensione, dopo oltre 12 anni di carriera: il supporto tecnico è scaduto lo scorso 8 aprile, e ciò significa che gli utenti di Xp non riceveranno più patch, e potranno fare affidamento solo sui software di sicurezza. Se proprio gli utenti di Xp sono impossibilitati all’aggiornamento in tempi brevi, devono cambiare browser, passando a Google Chrome o a Mozilla Firefox.

Falla su tutte le versioni di Internet Explorer, dalla 6 alla 11

Falla su tutte le versioni di Internet Explorer, dalla 6 alla 11

Ieri il Dipartimento di Sicurezza nazionale degli Stati Uniti e un’agenzia governativa britannica hanno lanciato l’allarme, dopo che Microsoft ha confermato che la falla nel suo browser è già stata sfruttata per ”limitati e mirati” cyberattacchi. Aspettando la patch, il governo USA e UK non hanno dubbi: cessare di usare IE, scaricare un browser alternativo e tornare a Internet Explorer solo dopo che Microsoft avrà rilasciato l’aggiornamento di sicurezza. In effetti la vulnerabilità zero-day, scoperta su tutte le versioni di Internet Explorer, può permettere a malintenzionati di guadagnare i pieni permessi degli utenti sui computer, consentendo loro di installare programmi, vedere e cancellare dati, il tutto solo visitando certi siti. La falla permette esecuzione di codice da remoto.

Al momento sembra che gli attacchi si concentrino sulle versioni più recenti di Explorer (9-10-11) e che l’obiettivo preferito siano le finanziarie e gli uffici governativi affinché la falla sia sfruttabile è sempre necessario l’aiuto dell’utente legittimo di un computer che deve collegarsi in qualche modo a un sito in grado di sfruttarla. Vive preoccupazioni anche nel nostro Paese, da un lato per la scarsa educazione alla sicurezza, dall’altro per la condizione in cui versano infrastrutture e risorse informatiche della PA.

- Conosci bene i browser? Mettiti alla prova con un Quiz!

Articoli correlati

*Bilancio browser 2011: Chrome guadagna su Firefox e Internet Explorer

Microsoft: Internet Explorer sarà aggiornato automaticamente nel 2012

TechWeekEurope
Autore: TechWeekEurope

Leggi tutti i miei articoli

I contenuti di Techweekeurope.it sono disponibili su Google Currents: iscriviti adesso!

avast! Antivirus

Più di 200 milioni di persone hanno fiducia in avast! per proteggere i loro dispositivi – più che ogni altro antivirus. Ed è ancora migliorato. Scaricalo ora!

http://www.techweekeurope.it/news/i-problemi-internet-explorer-governo-usa-non-usa-67682

.

REAZIONE:

*1-NIENTE COMPARARE LA SITUAZIONE DEL 2010 DELLA FRANCIA E LA GERMANIA CON QUELLA DI OGGI,ANCHE SE IL PROBLEMA SEMBRA SOLO TECNICO C’E’ DI TRANSFONDO UNA LOTTA “POLITICA”,DI POLITICA AZIENDALE PARLANDO,E SONO DUE MICROSOFT COMPLETAMENTE DIVERSE.OGGI MICROSOFT DALLA MANO DI NADILLA,L’INDIANO NUOVO AMMINISTRATORE DELEGATO,E’ UNA AZIENDA CONVERTITA QUASI TUTTA IN UNA AZIENDA NUOVA ERA( DOVE INOLTRE “COMMANDA” LO SPIRITO AZIENDALE DI UN’ALTRA ERA DELL MOBILE,QUELLA “DEL SOGNO AMERICANO “DEI MOTORI” ,LA FORD APPUNTO).IL “QUASI” CORRE PER CONTO DALLA ANCORA SCARSISSIMA PRESENZA DELLA ERA BILL GATES,IL CUI IN VIRTU DELLA DINAMICA AZIENDALE SI HA RETIRATO DI MICROSOFT RESTANDO ANCORA UNA PICCOLISSIMA FETTA AZIONARIA DA TRANSFERIRE E UNA MINIMA INCIDENZA “TECNICO-POLITICA”.(BILL GATES OGGI E’ SOLO UN FILANTROPO AL SERVIZIO DELLA FONDATION MELINDA)

*2-FERMO RESTANDO CHE MICROSOFT HA GESTITO MALE IL “PENSIONAMENTO” DI WINDOWS XP NON AVVISANDO CON SUFFICENTE ANTICIPAZIONE E NON RILASCIANDO LE DOVUTE AGGIORNAMENTI PER UN TEMPO PRUDENZIALE, L’INCIDENZA DI QUESTO FALLO,BUG,RIGUARDA AD UNA PICCOLA FETTA DI UTENTI,QUEL 15 PER CENTO CHE ANCORA USA WINDOWS XP E DI QUESTO 15% SOLO UN 55%.

*3-IN ATTESA DI QUESTO PATCH CHE SOLUZIONI IL PROBLEMA DELLE AFLITTI DAL BUG,E INDIPENDENTEMENTE IL BROWSER CHE OGNI UTENTI USI VI CONSIGLIO FARE AFFIDAMENTO OGNI GIORNO DI PIU AI PRODOTTI MICROSOFT.

*4-LA MIA ESPERIENZA PERSONALE:

HO GIA PARLATO SUL HARDWARE LEXMARK Z515 CONFIGURATO PER WINDOWS XP CHE STO TENTANDO ISTALLARE,E IL PRODOTTO “WINDOWS STARTER” SOLO ATTIVABILE IN LATINOAMERICA(CHE SPERO LA NUOVA MICROSOFT CORREGERA).

PER QUANTO RIGUARDA AI BROWSER A ME IL PROBLEMA NON RIGUARDA PERCHE FINO AL MOMENTO IO USO POCO E NULLA INTERNET EXPLORER.(SOLO PER GUARDARE IN DIRETTA LA TV E QUALCHE PARTITE DI CALCIO INTERNAZIONALE CHE CONTROLLO CELOSAMENTE IN VIRTU DEL TRANSFERIMENTO DEL NEOLIBERALISMO ALLE SUE ATTIVITA).

IO HO ISTALLATO SUL MIO WINDOWS STARTER 7  UN PRODOTTO SPERIMENTALE DI MOZZILLA-FIREFOX,LA VERSIONE  BETA  DEL MOTORE “AURORA”,IL SOLO CHE USO.

QUESTO FINO AD OGGIE E PER QUANTO RIGUARDA AI BROWSER PERO LE MIE ATTIVITA SI CONCENTRANO SOPRATUTTO SUI PRODOTTI GOOGLE A CUI LA NUOVA ERA HA FATTO L’AZIENDA AVANGUARDIA,TRANNE CHE PER IL BROWSER GIA CHE NON USO GOOGLE CHROME PERCHE NELLA SUA BARRA DI DIREZZIONE NON PERMETTE SCEGLIERE LA PAGINA WEB A CARICARE LIMITANDO LA LIBERTA DI NAVEGAZIONE.

MA DA OGGI IN POI COMMINCERO A TRANSFERIRE BUONA FETTA DELLE MIE ATTIVITA ONLINE A MICROSOFT RETIRANDOLI DA GOOGLE.AL MENO FIN CHE L’EX CAPO MASSIMO ERICH SMICHDT,ORA SOLO PRESIDENTE,UNA CARICA NOMINALE, NON FINISCA COME GATES DI RITIRARSI DELL’AZIENDA.E QUESTO PERCHE STA DIROTTANDO I PROFITTI DI GOOGLE,AZIENDA NUOVA ERA,VERSO IL MONDO NEOLIBERALE.

VI CONSIGLIO FARE LO STESSO  ANCHE VOI UTENTI E SIMPATIZZANTI DELLA NUOVA ERA

-

*1 MAGGIO 2014:GOOGLE DIROTTA VERSO IL NEOLIBERALISMO

-SU THE WSHINGTON TIMES:

La Francia chiede $ 1B da Google; gigante tecnologico accusato di schivare fisco

By Douglas Ernst

The  Washington Times

Venerdì, 25 Aprile 2014

** FILE ** CEO di Google Eric Schmidt (a sinistra) e il presidente francese Francois Hollande frequentano … more>

Il governo francese sta andando dietro Google per 1 billione di dollari che ritiene il gigante tecnologico deve in tasse.Le autorità fiscali francesi sono stati in contatto con l’azienda circa i pagamenti in questione, aggiungendo che le sanzioni per il mancato rispetto può anche essere in ordine,ha riferito il sito di tecnologia Ars Technica venerdì .


VEDI ANCHE: Retreat! Più ricco residente della Francia fugge di fronte al 75 per cento di aliquota fiscale


La Direzione Générale des Finances Publiques ,l’equivalente francese del IRS, sembra essere sconvolto dalla capacita di Google di categorizzare il lavoro svolto in Francia come servizi resi per i contratti irlandesi, Ars Technica ha riferito. L’aliquota dell’imposta sulle società in Irlanda è del 12,5 per cento; Stand della Francia a 33 per cento,ha segnalatoYahoo Finance .

Google , tuttavia, ritiene che la sua posizione è sana.

“Nel mese di marzo 2014, abbiamo ricevuto una verifica fiscale da parte delle autorità fiscali francesi,” Google ha scritto nella sua relazione di guadagno, Ars Technica ha riferito. “Crediamo che una disposizione adeguata è stato fatto ed è più probabile che la nostra posizione fiscale sarà sostenuta. Tuttavia, è ragionevolmente possibile che la risoluzione con le autorità fiscali francesi potrebbe comportare un adeguamento della nostra posizione fiscale “.

http://www.washingtontimes.com/news/2014/apr/25/france-demands-1b-google-nation-says-tech-giant-do/

.

REAZIONE:QUESTA ROBA DELL’EVASIONE DI TASSE PER PARTE DI GOOGLE VIA L’IRLANDA NON E’ NUOVA,E NON E  COSA DI SINISTRA COME INSINUA QUESTA NOTA.HA INIZIATO NELL’ITALIA(C’ERA  BERLUSCONIANCORA) E POI HA PRESO IL PALIO LA GERMANIA.CON LA MERCKEL HA FATTO UN ACCORDO PERO DOPO ANCHE LA GRAN BRETAGNA E LA FRANCIA DOVE HOLLANDE HA “EREDITATO” LA QUESTIONE SI SOMMARONO A QUESTO TIPO DI RICHIAMO E FINALMENTE FU SOLLEVATO DALL’UNIONE EUROPEA E DAL G8.CON IL SIGNOR SCHMIDT ARRIVARONO AD UN ACCORDO PER QUI SI DOVEVA FARE UNA RIFORMA DELLA LEGISLAZIONE IMPOSITIVA INTERNAZIONALE CHE FINO AL MOMENTO NON E’ STATA CONCRETATA.

Immagine anteprima YouTube

-

*30 APRILE 2014:BERLUSCONI “MAITRE”

-SU LA REPUBBLICA:

Berlusconi seguirà i malati di Alzheimer: “Niente scorta, cravatte e barzellette”

Dal 9 maggio i servizi sociali a Cesano Boscone. Da parte del leader di Forza Italia “c’è stata piena disponibilità” sull’attivita da svolgere, ha detto il direttore del centro. “Ma non si fa campagna elettorale”

 Berlusconi seguirà i malati di Alzheimer: "Niente scorta, cravatte e barzellette"

L’istituto Sacra Famiglia (ansa)

Dalla settimana prossima, per almeno dieci mesi e mezzo, tutti i venerdì mattina, dalle 9.45 alle 13.45, Silvio Berlusconi avrà un appuntamento fisso: assisterà anziani non autosufficienti, tra cui malati di Alzheimer, alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone. I termini del progetto, approvato “con la piena condivisione” dell’ex premier sono stati illustrati dal direttore della struttura assistenziale, Paolo Pigni. Non assisterà anziani autosufficienti, come si pensava inizialmente, ma persone malate. E “non sarà un’attività facile e rilassante”, ha spiegato Pigni.

Berlusconi arriverà accompagnato da auto blu e scorta, ma nella rsa San Pietro, una palazzina rosa su due piani recintata e circondata da alberi, dovrà stare da solo, senza guardie del corpo. Sarà invece affiancato, per tutta la durata del progetto, a una figura ‘educativa’ che il leader di Forza Italia ha già conosciuto, durante il colloquio tenutosi con i vertici della Fondazione. Durante il periodo delle sue attività di affidamento in prova, Berlusconi prenderà parte a tutte quelle attività ricreative e assistenziali che i volontari e gli operatori quotidianamente portano avanti, compresa, per esempio, la distribuzione dei pasti.

Non ci saranno spazi, tuttavia, per “estemporaneità libere non programmate”, ha chiarito il direttore rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se il premier potesse raccontare le sue consuete barzellette. “Questa è una cosa seria”, ha rimarcato a più riprese. Altrettanto seria è la fermezza con cui i responsabili della struttura hanno affrontato l’argomento elezioni europee del prossimo 25 maggio: alla Sacra Famiglia, “non potrà fare campagna elettorale né Berlusconi né nessun altro”. Di conseguenza non saranno ammessi all’interno della struttura banchetti, manifestazioni e nemmeno sit in dei supporter politici.

Gli stessi giornalisti potranno entrare e girare per i nuclei solo accreditati e riconoscibili con un badge. Stretta anche per le telecamere e troupe. La Fondazione Sacra Famiglia userà, ha detto Pigni, “la massima autorevolezza” verso i media che “violeranno la privacy” degli ospiti e delle persone ricoverate nella struttura San Pietro. In ogni caso, come ha spiegato il direttore dei servizi residenziali, Michele Restelli, con Berlusconi si “procederà con gradualità”. Il primo periodo è di “osservazione e ascolto”: conoscerà professionisti, educatori e assistenti, assieme ai familiari dei pazienti. “Non siamo preoccupati, per adesso”, conferma il presidente dell’associazione Comitato parenti della rsa, Gianfranco Dugnani, che con Pigni ha avuto colloqui frequenti a proposito dell’inserimento dell’ex premier.

L’impressione data da Berlusconi, a detta di quanti hanno preso parte al colloquio con lui, è stata “positiva”. L’ex presidente del consiglio “si è dimostrato informato sulla struttura e ha mostrato apprezzamento per noi – ha raccontato Pigni – Siamo convinti che faremo un buon lavoro. Conosciamo gli operatori e pensiamo di poter creare con loro un contesto in cui lavorare bene”. L’elemento centrale di questa attività è “la volontà, di mettersi in gioco con tutto se stesso”. Berlusconi, ha detto ancora Pigni, “non si può definire un volontario”, perché qui i volontari vengono per libera scelta (“oggi ne abbiamo in tutto 843″), quindi “l’approccio è diverso, ma simile è l’attività e simile deve essere lo spirito”.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/04/30/news/berlusconi_alla_sacra_famiglia_dal_9_maggio_l_ex_premier_seguir_i_malati_di_alzheimer-84850979/?ref=HREC1-3

.

REAZIONE:!SI MANGIA…..A TAVOLO!:BERLUSCONI DISTRIBUIRA I PASTI A TAVOLO,IN FAMIGLIA.QUELLO DEL TITOLO.

PD:LA “SACRA FAMIGLIA” SAPETE QUALE E’ VERO?:NON E’ UNA FAMIGLIA VERA E PROPIA,CHE QUELLA SI E’ SACRA,E’ UNA ALLEGORIA,SONO UN GRUPPO DI PERSONE DIVERSE,SENZA VINCOLI NATURALI, RIUNITI E SACRALIZZATI DA UNA FEDE COMUNE,QUELLA DI GESU.

IL SUO EMBLEMA E’ L’EDIFICIO DELLA CHIESA “SAGRADA FAMIGLIA”,APPUNTO,DELL’ARCHITETTO GAUDI A BARCELLONA COSTRUITO COI MATTONI CHE OGNI VISITANTE FA DONAZIONE.

Immagine anteprima YouTube

GRAZIE

-

*1 MAGGIO 2014:NOKIA NON C’E’ L’HA FATTA,VI RACCONTO PERCHE

0 Aprile 2014 ,Ultimo aggiornamento alle 21:45 ET

Condividi questa pagina

Ammontano a 33 milioni di dollari i pagamenti in piu del ex capo di Nokia Stephen Elop

L’annuncio del pagamento in piu del signor Elop aveva innescato reazioni di rabbia in Finlandia

L’ex amministratore delegato di Nokia Stephen Elop ha ricevuto un più grande del previsto pagamento extra quando l’azienda ha concluso la vendita dei telefoni portatili  a Microsoft.

Mr Elop ha ottenuto 24,2 euro ($ 33,5 milioni;£ 20m) – il 30% in più rispetto al dato iniziale.

Una gran parte di questo è stato assegnato in azioni di Nokia, che sono aumentati dopo che la cessione del ramo è stato concordato.

La prima volta segnalato, il pagamento extra aveva suscitato reazioni di rabbia in Finlandia, non da ultimo perché gli affari di Nokia sono scesi sotto la guida del signor Elop.

Il Ministro dell’economia del paese, Jan Vapaavuori, aveva detto al momento in cui lo ha saputo  che aveva “difficoltà a capire i meriti di questo bonus”.

Business in declino

Mr Elop, canadese, è diventato il primo non Finlandese a gestire la società quando ha preso la carica nel settembre 2010.

Nel corso dei prossimi tre anni, le fortune di Nokia sono crollati quando è stato colpito da una crescente concorrenza di rivali come Apple e Samsung.

La società è stata poi spiazzata da Samsung come il più grande produttore di cellulari al mondo nel 2012.

Come le sue vendite sono diminuite, il suo prezzo delle azioni è sceso anche – calo di oltre la metà tra il settembre 2010 e il 2013.

Nokia alla fine ha venduto il business portatile a Mircosoft l’anno scorso per per 5.44bn di euro ($ 7,5 miliardi; Â £ 4,5 miliardi). L’operazione è stata conclusa la scorsa settimana.

Tuttavia, Nokia ha detto che il signor Elop aveva diritto al paagamentp i come parte del suo contratto.

La società ha detto che il 70% della pay-off è stato finanziato da Microsoft.
.

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://www.bbc.com/news/business-27216884&usg=ALkJrhgeJTruAi7eRtU9iW8_8dHBhZNsDw

.

REAZIONE:AL DI LA DELL’AFFAIRE TANGENTE,QUESTA VOLTA NOKIA NON C’E’ L’HA FATTA ED E SCOMPARSA DELLA SCENA.AVEVA PRETESO INVENTARE IL PRIMO CELLULARE LA NUOVA ERA LO HA MESO IN EVIDENZA E QUESTA E’ LA FINE CHE HA FATTO.

-

APRILE 2014:EUROPEE,LA FILIPETTI “ACCIAPPA” LA TV

-SU LE MONDE:

Filippetti cattura il CSA per piu Europee alla Television

Le Monde.fr avec AFP | 2014/04/30 alle 19:41 ,Aggiornato 2014/04/30 alle 20:23

La ministre de la culture, Aurélie Filippetti, à Matignon le 17 avril.

La Ministra della Cultura,Aurelie Filipetti a Matignon il 17 Aprile,AFP/ERIC/FEFERBERG

Nei giorni scorsi, il dibattito si gonfia intorno alla visibilità mediatica delle elezioni europee, evitato dai principali canali televisivi francesi. Mercoledì 30 aprile, il ministro della Cultura , Aurélie Filippetti, ha assunto il caso, annunciando sul suo account Twitter ,che ha afferrato la cima del Consiglio dell’audiovisivo (CSA) per una migliore diffusione dei dibattiti elettorali.

TWITT

——————————————————————–

Aurélie Filippetti          @aurelifil                      Segui

Je souhaite que les débats sur le futur président de la Commission européenne soient largement partagés à la TV. J’ai saisi le CSA. #Europe

1:00 PM – 30 Apr 2014
——————————————————————

Al momento, il CSA si ha contentato solo di attirare l’attenzione di France Télévisions per “l’importanza di questo tema per il servizio pubblico televisivo.” E ‘stato probabilmente per rispondere nello stesso senso, alla lettera del ministro.

IL DIBATTITO DEMOCRATICO QUESTIONATO

E’ il dibattito del 15 maggio,previsto tra i cinque candidati alla presidenza della Commissione europea, che suscita indignazione,France Télévisions ha deciso di non trasmettere in diretta, ma solo sul suo sito web. In un articolo su Huffington Post intitolato “France Télévisions non dovrebbe censurare l’Unione europea” , trenta candidati francesi alle europee , Ecologie-Les Verts ( EELV ), il Partito socialista (PS), l’Unione per un Movimento Popolare ( UMP ), l’Unione dei Democratici e il Movimento democratico-Indipendente ( UDI – Modem ) come il Partito della Sinistra Radicale (PRG) ,così come i rappresentanti delle organizzazioni europee,apellano al gruppo di tornare indietro sulla sua scelta.

“E ‘inaccettabile che il PSB si rifiuti per principio a divulgare un importante dibattito, ancora una volta fornito gratuitamente, mentre le informazioni sull’Europa e la promozione del dibattito democratico fanno parte del cuore della sua missione e le sue specifiche carichi “, fanno risentire.

Leggi: France Télévisions accusato di ignorare le elezioni europee

Un’altra iniziativa, una petizione è stata lanciata da laboratori di idee e di organizzazioni europee come Salvare l’Europa e Terra Nova, chiede , in generale, “più Europa sulla televisione” . E ‘stato firmato finora da più di 9.700 persone. Senza ulteriori informazioni sull’Europa nei mezzi di comunicazione , “le elezioni europee di maggio 2014 si annunciano come il trionfo dell’astensione e il populismo,” temono gli autori della petizione.

Da parte sua, France Télévisions si è difeso Martedì e Mercoledì, di ignorare i dibattiti europei. “abbiamo difusso il dibattito sul sito France TV Info On in partenariato con il canale Parlamentare LCP-AN e Public Senat . Poiché si tratta di un problema che trascende i confini, possiamo toccare più persone così, “ha risposto un portavoce di France

.” Ricordo che se trasmettiamo il dibattito del 15 su France 2, reuniremo gli sforzi dei canali parlamentari francesi, che è anche la missione “, ha detto il presidente e amministratore delegato di France Télévisions, Rémy Pflimlin , in un’intervista sul sito Pure Medias.

Leggi il forum: France Télévisions o negazione della democrazia europea

.

http://www.lemonde.fr/europeennes-2014/article/2014/04/30/filippetti-saisit-le-csa-pour-plus-d-europeennes-a-la-television_4409913_4350146.html

.

REAZIONE:RICORDIAMO ORA CHE LE NOSTRE ONDE TELEVISIVE STATALE ANCORA IN MANO ABERLUSCONI(E LEGA)DEVONO ESSERE LASCIATE LIBERI.

-

MAGGIO 2014:NON SOLO A LAMPEDUSA

-SU LA REPUBBLICA:

Marocco, migranti assaltano enclave spagnola di Melilla

Scontri e feriti

Marocco, migranti assaltano enclave spagnola di Melilla  Scontri e feriti140 immigrati africani sono riusciti a entrare, altri sono rimasti sospesi in cima alla barriera e hanno provato a tenere lontani gli agenti

SETTECENTO migranti africani hanno assaltato la frontiera che separa il Marocco dall’enclave spagnola di Melilla. 140 sono riusciti a entrare, altri 150 sono rimasti arrampicati in cima alla barriera, cercando di tenere lontani gli agenti: hanno dato fuoco a vestiti, lanciandoli e brandito i manganelli sottratti ad alcuni ufficiali. La polizia ha utilizzato lo spray al peperoncino per provare a costringere i migranti a scendere dalla recinzione, alta circa sei metri, ma a quel punto alcuni si sono arrampicati sui lampioni utilizzati per illuminare il confine gridando “libertà”. Il caos è durato per diverse ore. Alla fine i migranti sono stati in gran parte arrestati dalla polizia marocchina. Alcuni di loro sono rimasti feriti e sono stati curati dalla Croce rossa mentre cinque sono stati trasportati in ospedale.

I 140 che sono riusciti a entrare in territorio spagnolo invece, riferisce in una nota il ministero dell’Interno, sono arrivati un un centro di accoglienza temporanea, che al momento ospita oltre 1.900 migranti, cioè molto al di sopra della sua capacità. Spagna e Marocco hanno rafforzato la vigilanza a febbraio, quando 15 migranti annegarono nel tentativo di entrare nell’altra enclave di Ceuta.

© Riproduzione riservata                                                                           01 maggio 2014

http://www.repubblica.it/esteri/2014/05/01/news/melilla-84993510/?ref=HREC1-2

REAZIONE:NON SOLO A LAMPEDUSA SE NO ANCHE A MELILLA E CEUTA.

aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 107 »

25 aprile 2014
0

24 APRILE 2014:RIEDUCAZIONE DI UN SOCIOPATA

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Berlusconi affidato ai servizi sociali   foto    "Nessun problema per campagna"   video

Berlusconi affidato ai servizi sociali foto

“Nessun problema per campagna” video

12 regole per lui. “Inizierò la settimana prossima”

Video / Foto Il centro dove assisterà gli anziani

Videointervista La donna che lo ‘sorveglierà’

”Valuterò anche le sue esigenze politiche”  

di MATTEO PUCCIARELLIArticoli correlati
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 106 »

21 aprile 2014
0

19 APRILE 2014:UKRANIA,NIENTE ACCORDO

.
-TITOLARE LE MONDE:
Un militant prorusse, le 18 avril à Donetsk, à l'est de l'Ukraine.
Ucraina: Donetsk,i separatisti non hanno bisogno dell’accordo di Ginevra
Il compromesso come tante leggi approvate a Kiev: nessun impatto sulla realtà.I separatisti hanno detto che non si sentono coinvolti nel suo contenuto.
.
 *Perché l’accordo in Ucraina sarà difficile da attuare
*Il passato turbinolento del leader separatista della “Repubblica di Donetsk
*Ucraina: Obama ‘disgustato’ dai tratti antisemiti di Donetsk
.
REAZIONE:ALL’EST “ANTI-ACCORDO”
.
-DIRETTAMENTE CUA:
Le Donbass ignore la « désescalade » prévue par l’accord de Genève
LE MONDE | 19.04.2014 à 10h10,Mis à jour le 19.04.2014 à 16h30
.
http://www.lemonde.fr/international/article/2014/04/19/le-donbass-ignore-la-desescalade-prevue-par-l-accord-de-geneve_4404205_3210.html
Immagine anteprima YouTube
*20 APRILE 2014:DISSOLVENDO LA LEGA,AVANZI
.
-SU LA STAMPA::Politica,17/04/2014

Piemonte, Cassazione conferma l’annullamento delle elezioni 2010

«Inammissibile» il ricorso presentato dal governatore Roberto Cota
Roberto Cota
Confermata, dalla Cassazione, l’annullamento della proclamazione degli eletti alle elezioni regionali del Piemonte del 28 e 29 maggio 2010. Per i Supremi giudici è «inammissibile» il ricorso presentato dal governatore Roberto Cota.
Ad avviso della Suprema corte – con la sentenza 8993 appena depositata – il Consiglio di Stato che lo scorso 17 febbraio ha statuito l’invalidità dell’ammissione della lista “Pensionati per Cota”, annullando di conseguenza la proclamazione degli eletti, non ha «travalicato» i suoi poteri, come sostenuto da Cota ma ha solo svolto una «attività» di interpretazione delle leggi che le è consentita.
.
-SE VUOI LEGGERE DIRETTAMENTE QUESTA PAGINA COPIA IL SEGUENTE LINK E INCOLLALO SULLA BARRA DI DIREZIONE DEL TUO MOTORE DI RICERCA:
http://www.lastampa.it/2014/04/17/cronaca/politica/piemonte-cassazione-conferma-lannullamento-delle-elezioni-bgDts2HLjhB5WAFoVPBCuM/pagina.html?ult=3
.
- REAZIONE:QUESTA SENTENZA ERA SCONTATA,LO SAPEVAMO GIA,PERO E’ OPPORTUNA PERCHE SE QUALCUNO PENSAVA CHE LA DISSOLUZIONE DELLA LEGA SI FERMAVA DOPO L’ESCARCERAZIONE DI ALCUNI TERRORISTI HA SBAGLIATO.QUESTA SENTENZA INSIEME ALLA CONDANNA DI CHI INSULTO KYENGE TESTIMONIANO CHE I GUAI DELLA LEGA NON AVRANNO SCAMPO.
APRILE 2014:UKRANIA,TREGUA PASQUALE FINITA .
TITOLARE LA REPUBBLICA:
Salta la tregua pasquale in Ucraina   Video   sparatoria con filorussi nell'Est: 4 morti
Salta la tregua pasquale in Ucraina Video
sparatoria  con filorussi nell’Est: 4 morti
Sloviansk dichiara coprifuoco: Putin ci aiuti
Accordo su disarmo – testo
.
Articoli correlati
.
 REAZIONE:FINITA TREGUA?SI, SE C’E’ MAI STATA.
.
*20 APRILE 2014:”ATORRANTES” DOVREBBE DIRE
.
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
http://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2014/04/20/190426164-3768a308-f1b1-45b6-8c17-4964131a5969.jpg
Papa chiede pace nel mondo “Battere fame   causata dai nostri sprechi”video
- foto Folla in piazza San Pietro per benedizione di Pasqua
foto 50 euro per i clochard – Vegliaft
Articoli correlati
0 condivisioni
.
 REAZIONE:CLOCHARD?,BARBONI?,IN ITALIA MAI VISTO UNO.MALGRADO LA CRISI.
Immagine anteprima YouTube
 PD:”ATORRANTE” E UN LOCALISMO “RIOPLATENSE”(ARGENTINA E URUGUAY)CHE SIGNIFICA “PIGRO”.MA E’ PIU DI “PIGRO”,FA UN CULTO E UNO STILE DI VITA INTORNO LA PIGRIZIA,GIGOLO,BON VIVANT.

-

-APPENDICE 1:ADEGUATO

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Bagnasco: "Immenso dolore spettacolo dei ragazzi in tv" 
Bagnasco: “Immenso dolore spettacolo dei ragazzi in tv”
Il presidente della Cei contro quei programmi che non hanno remore a utilizzare i giovanissimi
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 105 »

16 aprile 2014
0

EPPUR SI MUOVE

FOTO,Galileo di fronte al Sant’Uffizio, dipinto di Joseph Nicolas Robert Fleur

-”PUBBLICAZIONE SOTTO PROTESTA”:NO AL COLPO DI PALAZZO.NO AL GOVERNO DEL PRESIDENTE.NO AL NEOLIBERALISMO

——

16 APRILE 2014:RESA?

-TITOLARE LA STAMPA:

Militari di Kiev si arrendono ai filorussi

È caos in Ucraina, Nato in allerta (Foto)

Foto – Gruppo armato occupa il municipio di Donetsk

Video Bandiere di Mosca sventolano sui tank ucraini

AP
Fallisce l’offensiva contro i separatisti nell’Est, almeno due colonne di soldati depongono le armi tra la folla esultante. Domani i colloqui a Ginevra con Usa e Ue
Sale la tensione, si teme un bagno di sangue.
L’Alleanza atlantica: rafforziamo tutte le difese
reportage  Tra i separatisti: “Stop ai fascisti” Iaccarino
+  Volantino choc: “Gli ebrei si facciano registrare” zafesova

PREMIUM  Bremmer: “Obama non riuscirà a fermare Putin”

REAZIONE:RESA SU QUALE GUERRA?QUELLO DEL TITOLO
.

-APPENDICE:TITOLARE UKRANIA

SULLA BBC
News

Women stand near soldiers wearing pro-Russian ribbons in Sloviansk, Ukraine, 16 April
Ukraine military column ‘disarmed’Ukraine’s defence ministry says six of its armoured vehicles have been seized by pro-Russian militants, amid mounting tension in eastern Ukraine.
TRADUZIONE: Ucraina colonna militare ‘disarmata’
Il ministero della difesa dell’Ucraina dice che sei dei suoi veicoli blindati sono stati sequestrati da militanti filo-russi, tra crescente tensione nella parte orientale dell’Ucraina
-E COSI SU LE MONDE:
A Slaviansk, des prorusses lourdement armés ont mis en déroute des soldats ukrainiens.
Dans l’Est, déroutes symboliques ou humiliantes pour Kiev
Malgré le lancement d’une opération « antiterroriste » d’envergure, les forces ukrainiennes ne parviennent pas à contrôler les séparatistes dans l’Est.
TRADUZIONE:NELL’EST,SCONFITTE SIMBOLIIO UMILLIANTI PER KIEV
Malgrado il lancio di una operazione “antiterrorista” di grande portata,le forze Ukraniane non sembrano controllare i separatisti nell’est.
REAZIONE:

1-QUANDO LE PAROLE IMPORTANO

2-MA I TERRORISTI ESSISTONO DA VERO O E’ STATA SOLO UNA “OMOLOGAZIONE” SEMANTICA DEI NEOLIBERALI DI KIEV?

16 APRILE 2014:BERLUSCONI,IL GIORNO DOPO

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Compravendita senatori:Pm chiede nuove indagini su Silvio Berlusconi

Corte Strasburgo respinge  richiesta di stop della pena

ll tribunale: “Vada ai servizi sociali”

Articoli correlati

Editoriale Se questa è persecuzione di MASSIMO GIANNINI

Rep TV Maltese /R News Tito/Capital Casson

4 condivisioni

REAZIONE:SI CALMI,SE C’E’  NUOVA CONDANNA NIENTE SERVIZI SOCIALI,IN GALERA “TOUT COURT”.! E NEHA DI PROCESSI IN CORSO

……!

16 APRILE 2014:UNIONE EUROPEA ALLLE LARGHE INTESE

-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Ilva, l’Ue bacchetta ancora l’Italia:Il piano ambientale mai pubblicato
Ambientalisti diffondono un nuovo video sui fumi che si alzano dal siderurgico
condivisioni
——
17 APRILE 2014:OBAMA RITIRA TRUPPE NATO IN UKRANIA

Associated Press  Soldiers of the Ukrainian Army sit atop combat vehicles as they are blocked by people on their way to the town of Kramatorsk on Wednesday, April 16, 2014. Pro-Russian insurgents commandeered six Ukrainian armored vehicles along with their crews and hoisted Russian flags over them Wednesday, dampening the central government's hopes of re-establishing control over restive eastern Ukraine.
Removal of military gear limits options for U.S., NATO in Ukraine
By Rowan Scarborough- The Washington Times
The Obama administration has removed all operational combat tanks from Europe and key strike aircraft, limiting the options for a show of force to bolster eastern NATO allies as Russia contemplates invading Ukraine.
*Putin tells Merkel that Ukraine is on the brink of civil war
TRADUZIONE:La rimozione di opzioni militari limita ingranaggi per gli Stati Uniti, la NATO in Ucraina
Con Rowan Scarborough – The Washington Times
L’amministrazione Obama ha rimosso tutti i carri armati da combattimento operativi provenienti da Europa e aerei d’attacco chiave, limitando le opzioni di una dimostrazione di forza per sostenere orientali alleati della NATO mentre la Russia contempla invadere l’Ucraina.
*Putin dice a Merkel che l’Ucraina è sull’orlo della guerra civile
-APPENDICE:SU BBC
News
Key Geneva talks over Ukraine crisis
Senior officials from the US, Russia, the EU and Ukraine meet in Geneva as differences over the crisis in eastern Ukraine deepen.
TRADUZIONE:News
soldato ucraino, 16 aprile 2014
Collloqui chiavi a Ginevra sulla crisi Ucraina Alti funzionari dagli Stati Uniti, la Russia, l’UE e l’Ucraina si incontrano a Ginevra mentre le divergenze sulla crisi in Ucraina orientale si approfondscono.
REAZIONE:I NEOLIBERALI EUROPEE SPINGONO PER UNA SOLUZIONE MILITARE CON INTERVENZIONE DELLA NATO,I FALCHI USA ACCUSANO OBAMA DI ABBANDONARE L’UCRANIA,MENTRE QUESTO IN TEMPI ELETTORALI NON VUOLE ASSOLUTAMENTE NESSUNA SOLUZIONE MILITARE PUNTANDO SU SANZIONI ECONOMICHE E DIALOGANDO PER TELEFONO CON PUTIN CHE A LORO VOLTA AMMASA TRUPPE NELLA FRONTIERA UKRAINA ALLO STESSO TEMPO CHE DIALOGA CON LA MERCKEL IN UNA GERMANIA CHE NON VUOLE NE MENO BELIGERANZE, E A  GINEVRA SI NEGOZIA IN QUATRO.E’ VOX POPOLI CHE IL GOVERNO DI KIEV E’ DEBOLE SIA POLITICAMENTE CHE IN SOLUZIONI DI FORZA.
.
-17 APRILE 2014:GOSSIP,MA NON TROPPO
-TITOLARE THE TELEGRAPH:

1-CON IL PUBBLICO

How Duke of Cambridge became the selfie king

Nina Kiwarkis and Prince William  
Prince William and Kate Middleton break with royal protocol to pose with members of the public in Sydney
*In pics: royals visit Blue Mountains
*No smiles for Prince George Comment & Blogs »
TRADUZIONE:Quando il Duca di Cambridge è diventato il re selfie
Nina Kiwarkis e il principe William Il Principe William e Kate Middleton rompono con il protocollo regale per posare con i membri del pubblico a Sydney
*In foto:i reali visitano Blue Mountains
*Niente sorrisi per Prince George
-
-UNA  BANANA
“William ha detto che sembro una banana”, ha detto la duchessa di abito giallo brillante Roksanda Ilincic che indossava al Sydney Royal Opera House. Banana colorata può essere, ma noi salutiamo Kate per immergere la punta del piede reale nel lato più  fashion vanguardista dello stile  laghetto.
.
-ALLE MONTAGNE:
Immagine anteprima YouTube
REAZIONE:NON SOLO GOSSIP NEL TOUR REGALE IN AUSTRALIA E NUOVA ZELANDA

17 APRILE 2014:CARBONE MIRACOLATO
BBC:Scienze e Ambiente
17 aprile 2014 Ultimo aggiornamento alle 12:12
Luce verde UE per il progetto di cattura e  stoccaggio del carbonio nel Regno Unito

Di Matt McGrath Ambiente corrispondente, BBC New
Il nuovo impianto di cattura del carbonio White Rose sarà costruito vicino alla struttura Drax esistente
.
Un progetto britannico per catturare CO2 e seppellirlo sotto il Mare del Nord sembra destinato a ricevere una spinta di 300 miliono di  euro da parte dell’UE.La Commissione europea ha confermato che il progetto per la cattura del carbonio White Rose e stoccaggio (CCS) è in linea per vincere denaro (pari a circa  £ 250m).Il gas sarà dirottato da una nuova centrale elettrica a carbone e conservato in formazioni rocciose sottomarine.
Gli scienziati del clima credono che il CCS ha un ruolo chiave nella riduzione delle future emissioni di CO2.
Costruire impianti dimostrativi su larga scala per la cattura del carbonio dal carbone o dal gas e fissarlo in siti di stoccaggio permanente non è stato facile.
Nel 2012, l’Unione europea è stata in grado di trovare un singolo progetto di finanziare , quando ha tentato di stimolare lo sviluppo della tecnologia.Imperterrito, la Commissione Ue ha nuovamente chiesto ai governi di presentare proposte scritte su CCS e, secondo i funzionari, il Regno Unito ha nominato il progetto White Rose.Dato che è l’unico piano idoneo a essere stato messo in avanti, si prevede che una sovvenzione di 300m di euro che sarà ora disponibile nel mese di giugno.”Il Regno Unito ha confermato il progetto CCS “Rosa Bianca”, ha detto un portavoce dell’UE.
“Sarà quindi considerato per il progetto un premio atteso per la metà del 2014. Caso di aggiudicazione, questo progetto potrebbe rilanciare l’economia locale e creare posti di lavoro, quando sono più necessarie.
“Sotto le ondeIl progetto White Rose CCS comporterà la costruzione di un impianto nuovo a carbone accanto alla struttura Drax esistente nei pressi di Selby, nello Yorkshire.
Drax è in fase di conversione da carbone a biomassa, ed entro il 2016 si aspetta di generare metà della sua energia da pellet di legno .
White Rose fornirà energia elettrica a oltre 630.000 case, ma il 90% delle emissioni di CO2 provenienti dall’impianto verrà catturato, pari a due milioni di tonnellate l’anno.I
l gas sarà poi trasportato attraverso il proposto oleodotto di National Grid e stoccato in modo permanente sotto il Mare del Nord.
L’anno scorso, il governo britannico ha scelto White Rose e un altro impianto a Peterhead, in Scozia le opzioni preferite per ricevere finanziamenti per lo sviluppo di  £ 100m.
La decisione dell’Unione europea è stata accolta da liberali democratici deputato e portavoce ambiente, Chris Davies.
“Questa è una grande vittoria per la Gran Bretagna che potrebbero garantire milioni di sterline di finanziamenti UE per sostenere la prima potente stazione del paese per cattura del carbonio, e forse la prima in Europa,” ha detto.
IPCC
L’ultimo rapporto dell’IPCC dà un cauto benvenuto alla tecnologia CCS
“E segna un importante impegno politico da parte del governo per garantire che si possa continuare ad utilizzare combustibili fossili, ma senza contribuire al problema del riscaldamento globale.
“Il supporto UE imminente per il progetto White Rose è stato inoltre accolto con favore dai ricercatori del settore che ha detto che sarebbe fondamentale nell’ottenere l’impianto installato e funzionante.
“E ‘una buona notizia per il Regno Unito e Unione europea”, ha detto il dottor Vivian Scott, presso l’Università di Edimburgo.
“Il denaro è subordinato al progetto di essere consegnato,sidevi consegnare un progetto che inietti una rilevante quantita di CO2
.”Scienziati del clima riuniti a Berlino all’inizio di questa settimana hanno approvato la tecnologia come un elemento importante di contenimento delle emissioni di carbonio nei prossimi 100 anni.
L’IPCC dice che se il mondo vuole limitare temperature he salgono e continuare ad usare il carbone e l’olio, poi la CO2 deve essere spogliato e sepolto.
“Le tecnologie CCS potrebbero ridurre il ciclo di vita delle emissioni di gas a effetto serra di piante fossili a combustibili”, dice il rapporto, che sottolinea anche molti degli aspetti negativi della tecnologia, tra cui preoccupazioni circa l’integrità a lungo termine e la sicurezza dello stoccaggio di CO2.
Europa che una volta che è stata vista come un leader nello sviluppo della tecnologia CCS ma i costi si hanno dimostrato impegnativo. Si stima che l’aggiunta CCS a una centrale potrebbe aumentare il costo di energia elettrica tra 50-100%.
L’UE aveva sperato che lo sviluppo di un sistema di scambio di emissioni in tutta l’Unione avrebbe fornito l’incentivo a sviluppare CCS.
In teoria, gli impianti potrebbero vendere i crediti di carbonio che hanno sequestrato nel mercato delle emissioni. Tuttavia, il crollo del prezzo del carbonio ha fatto sì che il progresso con CCS sia stato molto lento.
La tecnologia è stata sviluppata un po ‘più agevolmente negli Stati Uniti e Canada, dove il boom del petrolio non convenzionale significa che c’è un grande mercato per la CO2, che può essere utilizzato in tecniche di estrazione che recuperano depositi difficili da raggiungere.
Il progetto Boundary Dam, nel Saskatchewan ha previsto l’apertura per quest’anno. Un’altra pianta importante, il progetto Texas Clean Energy , si svolge con una mancanza di operai specializzati della regione secondo i sostenitori.
Segui Matt su Twitter @ mattmcgrathbbc .
-Altri sviluppi
*Dilemma delle Nazioni Unite di una tecnologia ‘Cenerentola’
*Gas da carbone: il futuro o fantasia?
*Il Ministro apre a centrale a biomasse
-CITAZIONE: Questa è una grande vittoria per la Gran Bretagna che potrebbe garantire milioni di sterline di finanziamenti UE a sostenere la prima centrale di cattura del carbonio del paese, e forse il primo in Europa ” ,dice Chris Davies, eurodeputato dei liberal-democratici
http://www.bbc.com/news/science-environment-27063796
.
REAZIONE:LUCE VERDE DELL’UNIONE EUROPEA AL REGNO UNITO PER PROGETTO DI TRANSFORMAZIONE DEL CARBONE IN BIOMASSA:ENERGIA A BUON MERCATO E,SOPRATUTTO PULITA OLTRE CHE ABONDANTI POSTI DI LAVORO.IL CARBONE ANCORA PUO.E CHI LO VOLEVA SPACCIATO NEL NOME DELLE ENERGIE PULITE E IL RISCALDAMENTO GLOBALE RESTERA “RASURATO E SENZA VISITA”,LA SCIENZIA PUO,LA SCIENZA PUO FARE “MI-RA-CO-LI”.PRILE

17 APRILE 2014:BUONA MUSICA
.
GLORIA:DIO E RAGIONE
Immagine anteprima YouTube
.
17 APRILE 2014:LA LEGA PROVOCA

-TITOLARE LA REPUBBLICA:


Verona, Salvini porta sul palco i figli dei secessionisti arrestati
REAZIONE:PROMUOVERE TERRORISTI E’ INCITAZIONE ALL’ODIO E LA VIOLENZA OLTRE CHE INAMMISIBILE PROVOCAZIONE ALLO STATO ITALIANO.LA GIUSTIZIA DEVE AGIRE DI UFFICIO PER EVITARE LA CONCRETIZAZZIONE DELL’ALARMA PUBBLICA.

18 APRILE 2014:GB,BASSO LIVELLO DEGLI STRANIERI

-TITOLARE THE TELEGRAPH:

Majority of foreign doctors working in NHS ‘would fail British exams’

Half of foreign doctors could not practise in Britain if subjected to same level of scrutiny as British colleagues, study finds *The NHS must raise the bar for foreign doctors

TRADUZIONE: La maggioranza dei medici stranieri che lavorano al NHS ‘fallirebbe esami britannici.

La metà dei medici stranieri non potrevi praticare in Gran Bretagna se sottoposti allo stesso livello di controllo come i colleghi britannici, secondo uno studio.

*Il SSN deve alzare il livello di medici stranieri

REAZIONE:FINALMENTE HO SENTITO DIRE  CIO CHE E’ EVIDENTE PER PIU DI UN PAESE EUROPEO.MI AUGUREREI CHE FRA DI NOI ITALIANI CI FOSSE UNA SIMILE PRESA DI COSCIENZA,E UNA SIMILE DEPURAZIONE.MA RESTO PESSIMISTA
18 APRILE 2014:ACCORDO MOLTO PRECARIO

-TITOLARE THE TELEGRAPH:
Russia and West reach surprise Ukraine deal

Russia, Ukraine and the West reach compromise at talks in Geneva in a glimmer of hope for country at risk of splitting in two

*David Blair: Tensions run high as three die in Mariupol

*Russian separatists ‘asking Jews to register or be deported’ .

TRADUZIONE:Russia e l’Ovest hanno raggiunto accordo  a sorpresa .
Russia, Ucraina e l’Ovest hanno raggiunto un compromesso ai colloqui a Ginevra in un barlume di speranza per il Paese a rischio di spaccarsi in due.
.
*David Blair: La tensione resta alta dopo tre morti in ‘Mariupol
*Separatisti russi «chiedere agli ebrei di registrarti o essere deportati
.
REAZIONE:LA RUSSIA NON E’ ANCORA UN PAESE NUOVA ERA(1),UN OCCIDENTE NEOLIBERALE NON CI INTERSSA, E L’UKRANIA LI E’ ASSOLUTAMENTE PRESCINDIBILE.
.
(1)NELLA ECLETTICA  REVISIONE STORICA DI PUTIN CERCANDO DI OMOLOGARSI AL PASSATO RECENTE DI OCCIDENTE MI SEMBRA ADEGUATA LA RIVINDICAZIONE DELLA GRANDE GUERRA(SIMILE COSA HANNO FATTO TUTTI)E IL RICONOSCIMENTO IN QUELLA DI UN RUOLO ALLA RUSSIA, MA MI SEMBRA CARICATURESCO E’ INAMMISIBILE OMOLOGARLA CON I VALORI DELLA MONARCHIA DELLA FEDERAZIONE RUSSA.SE E VERO CHE ANCHE IN ITALIA ALLORA C’ERA LA MONARCHIA DI VITTORIO EMANUELE NON BISOGNA DIMENTICARE CHE PARLIAMO DELL’ITALIA DEL PROCESSO UNITARIO E CHE IL RUOLO RISERVATOLI DAI RISORGIMENTALI ERA POCO MENO CHE UN SIMBOLICO GARANTE DELL’UNITA.UN PO’ COME NELLA GRAN BRETAGNA DI OGGI,IL RE REGNAVA MA NON GOVERNAVA.
MI PARE OPPORTUNO FARE QUESTE PRECISIONI PERCHE NON SI CONFONDANO I VALORI DI LIBERTA E UMANESIMO FRA ALTRI SCATURUTI DI QUELLO SCONTRO E CARI ALLA NUOVA ERA CON QUELLI ASSOLUTISTI DELLA FEDERAZIONE RUSSA.LA RUSSIA PER OCCIDENTE RESTA “TERRA DI FRONTIERA” E NON HA MAI ASSIMILATO I SUI VALORI IN QUANTO  NON SI E’ MAI STACCATA DEL TOTALITARISMO.IL RICAMBIO DEMOCRATICO DEI VERTICI NON E’ MAI FATTO RADICI NELL’IDIOSINCRAZIA DEL POTERE DELLA RUSSIA.
Immagine anteprima YouTube
-
8 APRILE 2014:OLIGARCHI
.
.
The US is an oligarchy, study concludes
.
Report by researchers from Princeton and Northwestern universities suggests that US political system serves special interest organisations, instead of voters
Researchers concluded that US government policies rarely align with the the preferences of the majority of Americans Photo: Bloomberg
By Zachary Davies Boren

10:58AM BST 16 Apr 2014 924 Comments

The US government does not represent the interests of the majority of the country’s citizens, but is instead ruled by those of the rich and powerful, a new study from Princeton and Northwestern Universities has concluded.
The report, entitled Testing Theories of American Politics: Elites, Interest Groups, and Average Citizens, used extensive policy data collected from between the years of 1981 and 2002 to empirically determine the state of the US political system.
After sifting through nearly 1,800 US policies enacted in that period and comparing them to the expressed preferences of average Americans (50th percentile of income), affluent Americans (90th percentile) and large special interests groups, researchers concluded that the United States is dominated by its economic elite.
The peer-reviewed study, which will be taught at these universities in September, says: “The central point that emerges from our research is that economic elites and organised groups representing business interests have substantial independent impacts on US government policy, while mass-based interest groups and average citizens have little or no independent influence.
“Researchers concluded that US government policies rarely align with the the preferences of the majority of Americans, but do favour special interests and lobbying organisations: “When a majority of citizens disagrees with economic elites and/or with organised interests, they generally lose. Moreover, because of the strong status quo bias built into the US political system, even when fairly large majorities of Americans favour policy change, they generally do not get it.
“The positions of powerful interest groups are “not substantially correlated with the preferences of average citizens”, but the politics of average Americans and affluent Americans sometimes does overlap. This is merely a coincidence, the report says, with the the interests of the average American being served almost exclusively when it also serves those of the richest 10 per cent.
The theory of “biased pluralism” that the Princeton and Northwestern researchers believe the US system fits holds that policy outcomes “tend to tilt towards the wishes of corporations and business and professional associations.
” The study comes in the wake of McCutcheon v. Federal Election Commission, a controversial Supreme Court decision which allows wealthy donors to contribute to an unlimited number of political campaigns.
Related Articles
Will conservative donors ever open their wallets again?,10 Nov 2012
Why America’s poisonous politics makes ‘Market Leninism’ an attractive alternative,29 Mar 2014
Obama: US ‘fed up’ with politics,17 Oct 2
http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/northamerica/usa/10769041/The-US-is-an-oligarchy-study-concludes.html
REAZIONE:LO VENGO DICENDO DA PARECCHIO TEMPO INDIETRO CHE CON LE DINASTIE,PRIMA QUELLA DEI KENEDY CHE HANNO PROMOSSO ANCHE IL PROPIO OBAMA,QUELLA DEL CLAN CLINTON E ADESSO SI PROFILA QUELLA DEI BUSH,HANNO DIMINUITO IL RICAMBIO AI VERTICI E QUINDI LA QUALITA DELLA DEMOCRAZIA.
Immagine anteprima YouTube
,
8 APRILE 2014:SOLDATI SICURI E FIDABILI? .
-SU LE MONDE: Amériques . Tasso record di suicidi nelle Forze Speciali statunitensi .
Le Monde.fr | 18/04/2014 alle 08:14 , Aggiornato 18/04/2014 alle 09:59 Un soldat américain dans l'avion en provenance de l'Irak qui le ramène aux Etats-Unis.
L’ammiraglio William McRaven, capo del Comando Operazioni Speciali degli Stati Uniti non ha presentato alcun dato, ma ritiene Giovedi, 17 April suicidi non sono mai stati così numerosi che negli ultimi due anni nel Forze speciali della dell’Esercito degli Stati Uniti, il Navy Seals e Rangers.«E ho paura che abbiamo lasciato a fare peggio di quest’anno “, ha aggiunto nel corso di una conferenza stampa a Tampa, in Florida.« I miei soldati impegnati per dodici o tredici anni di duri combattimenti. Scontri molto duri. Chiunque abbia partecipato a una guerra in primavera è cambiato. E ‘così semplice. Anche se lei cerca di garantire i bisogni psicologici dei soldati di ritorno dal fronte, il braccio ndr Stati Uniti hanno perso più uomini nel 2012 per suicidio – circa 350 – in combattimento, ha detto un altro funzionario militare degli Stati Uniti. Nel 2013, questo numero è sceso leggermente – 284, secondo le statistiche arrestati il ​​15 dicembre – ma è rimasto ad un livello anormalmente elevato.
Unità d’élite dell’esercito degli Stati Uniti, che comprende la Navy Seals che ha condotto il raid nel 2011, che è costato la vita di un capo di Al-Qaeda Osama bin Laden, hanno 59.000 soldati dispiegati in servizio attivo in 84 paesi.
http://www.lemonde.fr/ameriques/article/2014/04/18/taux-de-suicide-record-au-sein-des-forces-speciales-americaines_4403673_3222.html
Immagine anteprima YouTube

19 APRILE 2014:IMMIGRAZIONE,ELEZIONI USA E NUOVA ERA

-TITOLARE WASHINGTON TIMES
More than 200 suspected illegal immigrants arrested in Texas
By Associated Press At least 80 immigrants suspected of entering the United States illegally were arrested in a makeshift encampment in suburban South Texas.

TRADUZIONE:Più di 200 presunti immigrati clandestini arrestati in Texas Per Associated Press Almeno 80 immigrati sospettati di entrare illegalmente negli Stati Uniti sono stati arrestati in un accampamento improvisati nella periferia sud del Texas.

REAZIONE:EVIDENTEMENTE L’IMMIGRAZIONE E’ ARGOMENTO DI CAMPAGNA ELETTORALE ANCHE IN USA E NON SOLO IN EUROPA. OGGI CI SI HA RIFERITO HILLARY CLINTON,CHE MALGRADO BENGAZHI E’ LANCIATA APERTAMENTE IN CAMPAGNA ALLA PRESIDENZA NEL 2016,SPINGENDO PER UNA RIFORMA CON AMNISTIE (1).VEDILA IN UN TITOLARE DEL THE WASHINGTON TIMES ANCHE:

Politics

Hillary Rodham Clinton would have plenty of advantages in a Democratic presidential primary race against Joseph R. Biden. She is already far ahead in polls and has a political and fundraising machine in full operating mode. (Associated Press)

Hillary swoons at admitted illegal immigrant: ‘Wow,’ you’re ‘incredibly brave’,By Cheryl K. Chumley

- The Washington Times Former Secretary of State Hillary Clinton told a young woman, 19, who gave her name as Nova and then admitted she was an illegal immigrant, that she was “incredibly brave” for her admission and for openly campaigning for amnesty-type reforms

TRADUZIONE:Hillary “sviene” con la vicenda di questo ingresso clandestino: ‘Wow,’ sei ‘incredibilmente coraggiosa’,By Cheryl K. Chumley- The Washington Times

L’ex Segretario di Stato Hillary Clinton ha detto ad una giovane donna, 19, che ha dato il suo nome come Nova e poi ammesso esseree una clandestina, che era “incredibilmente coraggiosa” per il suo ingresso,ormai facendo campagna apertamente per riforme con qualche tipo di amnistia.

MA,CONCRETAMENTE,E’ QUESTO NOTIZIATO SOPRA CIO CHE HA SUCCESSO IN TEXAS: PIU IMMIGRANTI ARRESTATI IN AMERICA.E SI DICE CHE OBAMA ABBIA EXPULSO PIU IMMIGRATI CHE CHIUNCHE ALTRO PRESIDENTE USA.HILLARY NON HA DUBITATO A DICOSTARSI RAPIDAMENTE DI LUI.

Immagine anteprima YouTube

(1)PERO…..HILLARY NON E’ DI MODA,LO E’ LADY GAGA.

Immagine anteprima YouTube

PD:NON C’E’ DUBBIO,CON QUESTO BRANO LA NUOVA ERA HA PORTATO LADY GAGA ALLA GLORIA E PER QUESTO BRANO SARA NELLA STORIA DEI ROCKERS.PIU DI QUANTO NON LO SARA UN’ALTRO  IMMIGRANTE, L’UKRANIANO MARTIN COOPER INGENIERE DELLA MOTOROLA CHE SE NON E’ STATO CACCIATO DAI FEDERALI LO SARA DALLA NUOVA ERA ,TRA L’ALTRO PERCHE HA AVUTO LA SPREGIUDICATEZZA DI PRETENDERE SPIAZZARE NIENETE DI MENO CHE IL GENIO DELLA TELEFONIA GRAHAM BELLS.VEDI:

http://cianciminotortoici.blogspot.com/2013/01/le-buggie-del-consensoe.html

http://cianciminotortoici.blogspot.com/2011/06/questo-non-e-nuova-erahillary-non-e-piu.html

http://cianciminotortoici.blogspot.com/2011/06/questo-si-e-nuova-eralady-gaga-e-di.html

-

- 19 APRILE 2014:LEGA TERRORISTA,NON CAMBIA NULLA

-TITOLARE LA STAMPA:

cronache

Scarcerati sette secessionisti I giudici: “Non sono terroristi”

Tra loro l’ex deputato Franco Rocchetta e il leader locale dei Forconi. Salvini esulta.
Le carte: “Carichiamo i candelotti di dinamite” colonnello

REAZIONE:LA GIUSTIZIA SI HA FATTO INTIMIDIRE DALLA LEGA E HA RILASCIATO 7 DEI 22 TERRORISTI DELLA TERRORISTICA LEGA NORD,MA QUESTO NON CAMBIA NULLA,TERRORISTI RESTANO TUTTI.DI 22 A 15 NON CAMBIA L’ESSENZA DEI FATTI E  DI QUESTA PERICOLOSA ORGANIZAZZIONE, IMPOSSIBILE CON PAROLE SMENTIRE QUANTO GIA PUBBLICATO.

E SPERIAMO CHE COME PREVISTO I PM DI BRESCIA ABBIANO QUELLO CHE SI DEVE AVERE E DOPO PASQUA FACCIANO APELLO ANCHE PER QUESTI SETTE.

INOLTRE SCHIFOSO IL RUOLO PROPAGANDISTICO DELLA GRANDE STAMPA IN QUESTA VICENDA CERCANDO DI MINIMIZZARE I RISCHI DI QUESTO PERICOLOSO GRUPPPO CHE,COME AMETTE IL PROPIO ROCHETTA,SONO NEMICI DELLO STATO:LA LEGA DEVE FINIRSI DI DISSOLVERE COMPLETAMENTE.

19 APRILE 2014.CORAGGIOSE PAROLE DI ALFANO

-TITOLARE LA STAMPA.

LAPRESSE
il caso

Cortei, ultimatum di Alfano: “Stop a saccheggi e violenze o chiudiamo il centro di Roma”

Il ministro dell’Interno: «Potremmo decidere di vietare l’accesso al centro storico. La polizia è sana, ma chi ha sbagliato deve pagare»

+  Ecco le liste di Nuovo centrodestra. Quagliariello è nuovo coordinatore

REAZIONE:FACCIA PURE MINISTRO.LEI NON SI LASCI INTIMIDIRE. –

19 APRILE 2014:KATE CORAGGIOSA,SALE SU UN CACCIA AUSTRALIANO

BBCRegno Unito

Immagine anteprima YouTube

William e Kate visitano base aerea nel Queensland

19 aprile 2014 Ultimo aggiornamento alle 07:47 BST

Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno visitato una base aerea nel Queensland nel quarto giorno del loro primo tour ufficiale di Australia.

La coppia reale e’ stata accolta da militari e donne presso la base della Royal Australian Air Force in Amberley. Rapporto di Nicholas Witchell. Per saperne di più

Grazie Duchessa per permetterci accogliere lei e George in Australia.
Condividi questa storia
-SE VUOI LEGGERE DIRETTAMENTE QUESTA PAGINA SU BBC ONLINE(IN INGLESE)COPIA IL SEGUENTE LINK E INCOLLALO SULLA BARRA DI DIREZIONE DEL TUO MOTORE DI RICERCA:
http://www.bbc.com/news/uk-27086364
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 104 »

8 aprile 2014
0

EPPUR SI MUOVE

FOTO,Galileo di fronte al Sant’Uffizio, dipinto di Joseph Nicolas Robert Fleur

-”PUBBLICAZIONE SOTTO PROTESTA”:NO AL COLPO DI PALAZZO.NO AL GOVERNO DEL PRESIDENTE.NO AL NEOLIBERALISMO

7 APRILE 2014:L’ECUADOR PESA AL NORD

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

ITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

NUBE DI FUMO ALTA 10 CHILOMETRI
Ecuador, la spettacolare eruzione del vulcano: foto | video

REAZIONE:NON SOLO ASSANGE E’ NOTIZIA IN ECUADOR

Immagine anteprima YouTube

*7 APRILE 2014:GOSSIP,DOPPIO TOUR REALE

From BBC News

Duke and Duchess of Cambridge with baby Prince George

Royals arrivano giù sotto
Il Duca e la Duchessa di Cambridge, con il bambino Prince George, sono atterrati

a Wellington per iniziare il loro tour di tre settimane di Nuova Zelanda e Australia

-

*8 APRILE 2014:LA NUOVA ERA INARRESTABILE,SI PRENDE IL QUEBEC

-BBC:

8 APRILE 2014 Ultimo aggiornamento alle 00:22 ET

Liberali avviati a  formare maggioranza di governo in Quebec

Le persone applaudono a elezioni provinciali sede raduno del Quebec leader liberale Philippe Couillard a St. Felicien, Quebec, 7 APRILE 2014
Sostenitoridi Liberali del  Quebec applaudono quando i risultati appaiono durante un comizio elettorale questa notte

Il Partito liberale del Quebec è avviato a  formare un governo di maggioranza provinciale, il routing un’offerta da parte del principale partito separatista del Quebec per la propria maggioranza.

I liberali hanno vinto con  il 41% dei voti ,dopo che  quasi tutte le schede sono state scrutinate.

Il leaderIl Parti Québécois (PQ) Pauline Marois ha rassegnato le dimissioni in seguito alla sconfitta schiacciante, con il suo partito che solo ha ottenuto il 25%.

Ha sciolto il governo di minoranza guidato dal PQ il mese scorso dopo che i partner della coalizione hanno bloccato l’agenda del partito.

Il Leader liberale Philippe Couillard ora diventerà premier della provincia.

L’elezione e’ stata incentrata sulla controversa Carta dei Valori del PQ che vieterebbe ai dipendenti pubblici di indossare oggetti religiosi, e sul  revivial del dibattito sulla possibile indipendenza del Québec dal Canada.

L’affluenza alle urne di sei milioni di elettori del Quebec il Lunedi è stata progettata per essere al di sopra del 60%.I media canadesi hanno assegnato le elezioni ai liberali meno di un’ora dopo la chiusura dei seggi.

‘Mi fa tristezza’

Il Partito Liberale ha vinto in 70 dei 125 distretti elettorali mostrano le cifre elettorali.

Ms Marois, che ha perso la propria sede distrettuale, ha annunciato che si dimetterà.

“La sconfitta del nostro partito mi rende triste” ha detto ai sostenitori tardi nella serata di Lunedi.

“Lascio il mio posto.”

Pauline Marois (7 aprile 2014)
Pauline Marois ha perso la propria sede distrettuale nelle elezioni

Ms Marois ha sciolto la legislatura provinciale 19 mesi dopo che il Partito Quebecois ha formato un governo di minoranza, dicendo che i principali partiti di opposizione avevano cercato di bloccare l’agenda del suo partito.

«Ti sto chiedendo di darci i mezzi per agire”, ha detto la signora Marois all’inizio della campagna. “Abbiamo un piano e la squadra per rendere il nostro piano di successo.”

Durante l’amara  campagna di 33 giorni la signora Marois ha cercato di buttare giù la discussione sull’indipendenza del Quebec dopo la festa dove il candidato Pierre Karl Péladeau inizio una campagna per “fare del Quebec un Paese”.

Il sig Couillard e il partito liberale sono riusciti a sormontare le preocupazioni  su un potenziale referendum per l’indipendenza sostenuti dal PQ nella provincia prevalentemente francofona, sostenendo che tali suggerimenti avrebbero “indebolito” il Quebec.

Due referendum sull’indipendenza nel 1980 e nel 1995 non sono riusciti.

Parti Québécois sostenitori guardare i risultati presso la sede notte elettorale del leader del Parti Quebecois Pauline Marois a Montreal 7 aprile 2014
L’umore presso la sede del Parti Québécois si trasformò rapidamente dopo che  i risultati cominciarono a pubblicarsi

Il problema superato e’ stato il discorso sulla Carta dei Valori, con la quale il PQ aveva sperato di mobilitare gli elettori di lingua francese nelle regioni indecisi.

Le proteste tra cui ebrei, sikh e musulmani si sono espressi contro la carta, mentre i sostenitori hanno argoemntatoche  protegge la separazione tra chiesa e stato.

I partiti di opposizione Coalition Avenir Quebec e Quebec Solidaire sono  proiettate a vincere 17 e due posti rispettivamente.

Quando  ha votato il Lunedi, la signora Marois ha detto ai giornalisti che  si fidava che i Quebecers avrebbero “scelto un buon governo per condurli”.

Il sig Couillard ha detto in precedenza il Lunedi che era “felice” con la campagna dei liberali.

“Sono fiducioso per il risultato è giunto il momento per i cittadini di parlare”, ha detto Couillard. “I politici hanno gia parlato abbastanza.”

LEGGI CUA:

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://www.bbc.com/news/world-us-canada-26933238&usg=ALkJrhhX9XQ1wDVVaPoGUQ_g-HPVGNCeYA

REAZIONE:CATTIVE NOTIZIE PER I NEOLIBERALI,QUALCOSA DI ECCEZIONALE SI MUOVE NELLA COMMON WEALTH E LA NUOVA ERA CENTRA(FORSE ANCHE CAMERON) ,DOPO IL REFERENDUM PER LA SCOZIA QUESTO IN QUEBEC( DOVE DA PARECHI ANNI PUBBLICO DUE BLOG)*.LA REGINA INGLESE LO E’ ANCHE IN CANADA.

*

http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/144781

http://spaziorealedottciancimino.over-blog.com/

http://espace.canoe.ca/dottcianciminoto/blog/view/92211

PD:VI POSSO ASSICURARE CHE LE MIE PUBBLICAZIONI IN CANADA,E NON SOLO, ESPRESSANO QUALCOS’ALTRO CHE MUSICA.(LA QUALE,SENZA ESSERE UN DISC-JOKEY,MI VANTO SIA DI OTTIMA QUALITA E DEL VOSTRO PIACERE)

-

8 APRILE 2014:DIPLOMATICI ITALIANI PEDOFILI

-TITOLARE LA STAMPA:Esteri

Manila, il diplomatico italiano rischia l’ergastolo

Grazia Longo
ANSA
Due i capi di imputazione che pendono
al momento sul capo di Daniele Bosio, l’ambasciatore italiano in Turkmenistan coinvolto in una vicenda di abuso di minori.

9  APRILE 2014:MATRIMONIO GAY E FIREFOX,BOCCA CHIUSA

-NOTA SULLA BBC ONLINE:
.

11 Dicembre 2013

Apri la bocca ,inserisce il piede: 7 gaffes che hanno infiammato furia.
.
By Brenna Cammeron
-UNA DI QUESTE GAFFE RIFERISCE A FIREFOX,VEDI:
.
Firefox: La dichiarazione che ha schiantato il browser
.
Meglio conosciuto per il suo browser internet Firefox,il CEO di Mozilla, Brendan Eich, si è dimesso dopo solo un mese nella carica una volta che gli attivisti del matrimonio omosessuale hanno saputo della sua precedente opposizione al matrimonio gay negli Stati Uniti. Eich, che ha co-fondato Mozilla, ha donato 1.000 dollari a sostegno della californiana legge sul matrimonio anti-gay “Proposition 8″, nel 2008.
La legge, che è stata inizialmente approvata, è stata poi ribaltata dalla Corte Suprema degli Stati Uniti nel 2013. I sostenitori del matrimonio gay rapidamente hanno iniziato a protestare la sua nomina su Facebook e Twitter. Anche alcuni dei propi dipendenti di Mozilla hanno twittato la loro insoddisfazione, tra cui Chris McAvoy e Kat Braybrooke che hanno tweetiato: “Sono un dipendente di “@mozilla” e sto chiedendo a  “@ BrendanEich” di dimettersi da amministratore delegato”.
Ma forse il momento più dannoso è venuto quando uno dei più popolari siti gratuiti di dating online negli Stati Uniti con circa 30 milioni di utenti attivi, “OkCupid”, si unirono alla protesta. Gli utenti che hanno visitato il sito utilizzando un browser Firefox sono stati accolti con una lettura del messaggio: “Ciao a tutti, quelli che usano Mozilla Firefox,perdonate questa interruzione della vostra esperienza OkCupid ma il nuovo CEO di Mozilla, Brendan Eich, è un avversario dei pari diritti per le coppie omosessuali,noi… quindi preferirebbemo che i nostri utenti non utilizzino il software di Mozilla per accedere a “OkCupid”. ”
Pero dopo che Eich si è dimesso da amministratore delegato, alcuni stavano “protestando la protesta”, chiamando Eich un” martire della  libertà di parola “. Lo scrittore statunitense e commentatore Andrew Sullivan, che è egli stesso gay, ha detto, “Quando la vita delle persone e le carriere sono soggette al “test dell tornasole”(ndr:colorimetro), e licenziato se non rinunciano pubblicamente a ciò che potrebbe essere la loro sincera convinzione, abbiamo attraversato una linea … Questo è la definizione di intolleranza “.(AP / Getty Images)
.
LEGGI DIRETTAMENTE.
http://www.bbc.com/capital/story/20131010-five-ceo-gaffes-that-fuelled-fury
.
REAZIONE:VI POSSO DIRE LA VERITA:QUESTA DISCUSSIONE A ME NON MI HA LASCIATO A BOCCA APERTA,E VI SPIEGO IL MOTIVO:
DA QUANDO SONO INIZIATO A OPERARE IN ITERNET(NOLENTE NON VOLENTE)NELL’ANNO 2005,HO USATO IL MOTORE DI GOOGLE NEL BROWSER INTENET EXPLORER.TANTO MI ERO ABITUATO CHE QUANDO HANO INIZIATI I MOTORI DI “ULTIMA GENERAZIONE” FRA QUI QUELLO DEL PROPIO GOOGLE,”GOOGLE CHROME”,E OVVIAMENTE “FIREFOX”,MI SONO RESISTITO A CAMBIARLO.HO PROVATO IN TUTI I MODI ATTINGENDO AL SOFTWARE LIBERO PER RIMANERE LI.FINALMENTE NON MI E’ STATO PIU POSSIBILE PERCHE I NUOVI SOFTWARE NON VENIVANO SUPPORTATI DAL MIO VECCHIO BROWSER.IL CONSUMISIMO DI OGETTI INUTILI AVEVA VINTO LA BATTAGLIA SULLA CREATIVITA,E NON SENZA RAMMARICO MI SONO DISPOSTO A SCARICARE SUL MIO SISTEMA OPERATIVO WINDOWS UNO DI QUESTI  MOTORI DI “NUOVA GENERAZIONE” CHE IO RITENEVO,E RITENGO ANCORA INUTILI PRODOTTI DELL’IPERCONSUMISMO RESTRITTIVI DELLA LIBERTA DI SCELTA,DEL SOFTWARE LIBERO INSOMMA.PERO NEL PAESE DOVE MI TROVAVO ALLORA LA DIFUSIONE DELLA TECNOLOGIA DI ULTIMA GENERAZIONE E’ ARRETRATO E SUI COMPUTER E SITEMI OPERATIVI ACCESIBILI  IN COMMERCIO  ERA IMPOSSIBILE SCARICARLI.FINALMENTE E NON SENZA IL LOGICO “DISAVANZO” QUESTI PRODOTTI ARRIVARONO E COSI IN COINCIDENZA DEL MIO TRASLOCCO IN ITALIA HO CAMBIATO ECHIPPE E,NATURALMENTE BROWSER VISTO CHE ADESSO POTEVO SCARICARE QUESTI MOTORI DI ULTIMA GENERAZIONE.CON TRISTEZZA HO ABANDONATO IL MIO VECCHIO EXPLORER-GOOGLE E NELLA SCELTA HO SCARTATO “GOOGLE CHROME” PERCHE NELLA BARRA DEGLI INDIRIZZI NON PERMETTE LA SCELTA PERSONALIZZATA DEGLI PAGINE A SCARICARE,QUINDI LIMITA LA LIBERTA DI NAVIGAZIONE, E SONO APRODATO SU FIREFOX CHE VENIVA ISTALLATO IN FORMA PREDEFINITA SUL MIO NUOVO COMPUTER  MOBILE.
IL COMPUTER L’HO COMPRATO IN LATINOAMERICA(URUGUAY)MA HO INIZIATO A USARLO IN EUROPA(ITALIA).NE MENO FIREFOX MI SODISFACEVA PERCHE L’ISTALLAZIONE DI COMPLEMENTI CHE IO USO MOLTISSIMO RALLENTA PARECHIO LA VELOCITA DI NAVEGAZIONE(1) E ‘L’HO ABBANDONATO.
TUTTO QUESTO SUCCEDEVA IN QUESTI TEMPI MA PRIMA CHE BRENDAN EICH ,CHE IO NON CONOSCEVO E SONO VENUTO A VEDERLO SOLO CON QUESTA NOTA,FOSSE NOMINATO AMMINISTRATORE DELEGATO.PERO A ME QUESTA RINNUNCIA NON MI LASCIA A BOCCA APERTA PERCHE IL NUOVO BROWSER CHE HO INIZIATO A USARE,E USO ANCORA E’ ANCHE UN BROWSER DI MOZZILLA PARALELLO A FIREFOX .E IO DIREI QUASI,MA SOLO QUASI,IDENTICO,LI ASSOMIGLIA MA NON E’ LO STESSO COME SE FIREFOX FOSSE STATO IL NOME SBAGLIATO DI UN’ALTRO BROWSER. UNA MALA COPIA INSOMMA.
QUINDI QUESTA DISCUSSIONE MI SEMBRA INUTILE,ANCHE VOI POTETE CONTINUARE A USARE FIREFOX SOTTO IL NUOVO NOME “AURORA”,SCARICATELO QUA:
http://aurorabrowser.blogspot.com/
EPILOGO:DISCUSISONE INUTILE,L’ALTERNATIVA C”E’ E LA TROVATE  SULLA STESSA MOZILLA.RESTATE A BOCCA CHIUSA,QUINDI.
AH ANCHE IO SONO CONTRARIO AL MATRIMONIO GAY E ANCHE ALL’ADOZIONE DI BAMBINI PER PARTE DELLE COPIE GAY PERO NON SONO UN ANTI-GAY.
NON VI INFURIATE PER CORTESIA,PERO CREDETEMI,A CASA MIA SEMPRE HO COMMANDATO,E COMMANDO ANCORA, IO.
.
(1)AD ESSEMPIO HO DISATTIVATO IL TRADUTTORE DI GOOGLE REALIZZATO DA UNO SVILUPPATORE UKRANIANO CHIAMATO     S3.Google Translator 2.14.COSI E’ INNECESSARIO.
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube

.
10 APRILE 2014:TITOLARI THE TELEGRAPH

-

1:SENZA IL NOIOSO GEORGETTO

Royal tour: Duchess of Cambridge goes on first walkabout in New Zealand without 'noisy' Prince George

Duchess greets public – without ‘noisy’ Prince

Huge crowds turn out to greet Duke and Duchess of Cambridge in Blenheim on New Zealand’s South Island while Prince George spends day with nanny at Government House in Wellington

‘The George effect’: dungarees sell out

Prince George rules the roost at babygroup

REAZIONE:

Catherine, Duchess of Cambridge holds Prince George during a Plunket nurse and parents group visit at Government House in Wellington, New Zealand, 09 April  2014. Plunket is a national not-for-profit organisation that provides care for children and families in New Zealand.

2-GERMANIA,CRISI PERICOLOSA

Germany warned EMU crisis as dangerous as ever

Burnt euro notes, burnt because they were unusable for various reasons, are displayed in the money museum of German Bundesbank in Frankfurt, Germany  

Council on Foreign Relations compares Germany’s hardline stance with US policy towards Britain at the end of the Second World War

74 Comments

3.FINO A QUANDO DURERA LA COREA DEL NORD?

Editor’s Choice »

 

How much longer will North Korea last?

North Korean defectors answer thought-provoking survey about future of highly secretive state

4-HA GIA VINTO IL POTERE SOLARE:HA BUON MERCATO

Solar power has won global fight with fossil fuels’

Ambrose Evans-Pritchard: solar power already so cheap it competes with oil in Asia without subsidy

555 Comments

5-SOS PAZIENTI PERICOLOSI

Guardian angels’ to protect Chinese doctors from patients

REAZIONE:NOI PSICHIATRI DI QUESTO QUALCOSA NE SAPIAMO

-

10 APRILE 2014:NEONAZI A ROMA

-TITOLARE LA REPUBBLICA

''Va' pensiero'' ai Parioli, Salvini inaugura sede Lega Nord a Roma
”Va’ pensiero” ai Parioli, Salvini inaugura sede Lega Nord a Roma
-
REAZIONE:RAZISTI,”DA ROMA IN GIU TUTTI AFRICANI”.COMPRESA ROMA?
—-
10 APRILE 2014:BERLUSCONI,VITTORIA ITALIANA
.
-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:
DOPO LA CONDANNA PER FRODE AL PROCESSO SUI DIRITTI TV MEDIASET
Berlusconi ai servizi sociali, ok Procura

Il Pg dà il via libera alla richiesta dei legali. Il Tribunale deciderà nei prossimi giorni
LA GIORNATA

L’ex premier: «Posso motivare i disabili»

VIDEO – L’attesa in tribunale N. Luca

FOTO – E spunta la struttura a Rho per anziani

FOTO Il gioco del Guardian «Scegli la pena»

divertito 75% 0 5

-UN BRANO DELLA NOTA.

Milano
Berlusconi, il giorno della verità
La procura dice sì ai servizi sociali
La decisione finale spetterà però al tribunale di sorveglianza  che dovrà valutare l’ammissibilità della richiesta degli avvocati del Cavaliere,di Redazione Online
Processo Berlusconi
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi
shadow

L’affidamento in prova ai servizi sociali come pena alternativa al carcere è un’ipotesi sempre più probabile per Silvio Berlusconi. Il procuratore generale di Milano Antonio Lamanna ha infatti dato il via libera alla richiesta degli avvocati dell’ex premier. La decisione spetta ora al tribunale di sorveglianza che nel pomeriggio di giovedì ha valutato, nel corso di un’udienza di un’ora e mezza, la posizione del leader azzurro, che lo scorso agosto era stato condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione per frode fiscale nel processo sui diritti tv Mediaset. «La decisione verrà depositata da un minimo di 5 giorni a un massimo di 15 giorni» fa sapere Pasquale Nobile De Santis, il presidente del Tribunale di Sorveglianza.

LA NOTA COMPLETA CUA:

http://www.corriere.it/politica/14_aprile_10/berlusconi-giorno-verita-8546d61c-c0b9-11e3-95f0-42ace2f7a60f.shtml

-
REAZIONE:OGGI E’ UNA GIORNATA STORICA,BERLUSCONI FINALMENTE IN GALERA,NELLA GALERA DEI SERVIZI SOCIALI COME UN DELINQUENTE INDIGENTE QUALUNQUE.RITORNI ALLA SOCIETA QUELLE COSE CHE GLI HA TOLTO.E NON POTRA GRIDARE AL VITTIMISMO.FARA POLITICA?L’EUROPA HA DETTO CHE NON E’ CANDIDABILE.IN OGNI CASO A CHI INTERESSA? E’ UN VECCHIETTO ORMAI CADAVERE POLITICO.QUESTA E’ UNA VITTORIA DEL POPOLO ITALIANO,DELLA NUOVA ERA DI TUTTI VOI.
Immagine anteprima YouTube
-
10 APRILE 2014:FORMIGONI,VITTORIA ITALIANA 2
.
TITOLARE LA STAMPA:

La Procura gela Formigoni:sequestro dei conti correnti
e sigilli alla villa in Sardegna
Lui: “Io sono in rosso” (Foto)

ANSA
Il pm dispone il blocco per 49 milioni di euro.
Il gup: c’erano somme in contanti ingiustificate
L’ex governatore insorge
«Quella casa non è mia»
la storia  Il Regno del “Celeste” michele brambilla
.
-E COSI SU LA REPUBBLICA:La Procura di Milano sequestra  la villa di Formigoni in Sardegna -   foto
La Procura di Milano sequestra la villa di Formigoni in Sardegna – foto
Stop ai conti, blocco di quasi 50 milioni
L’ex governatore: non possiedo tutto questo audio

Processo per corruzione e associazione a delinquere
Rnews Colaprico: la Lombardia di Formigoni-Daccò

.
REAZIONE:AL COMUNE DI ABBADIA LARIANA DOVE IO RISIEDO ATTUALMENTE E CHE AL MIO RITORNO IN ITALIA HA ACCOLTO PER BUONA LA MIA RICHIESTA DI AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI E UNA INDENIZAZZIONE PER I MALTRATTAMENTI SUBITI ALL’ESTERO(I MOTIVI LI AVETE LETTO IN QUESTE PAGINE,SONO PUBBLICI)HO DOVUTO ASPETTARE PER AVERE DUE SOLDI PER IL TETTO CHE DOVEVA STANZIARE IL GOVERNO REGIONALE PRESIEDUTO DA FORMIGONI MENTRE QUESTO LEGHISTA EX-BERLUSCONES CHE HA APOGGIATO MARONI FACEVA IL BAGNO NEI CARAIBI CON I SOLDI DELLA REGIONE APPUNTO,DELLA SANITA(1),DI TUTTI GLI ITALIANI.SODISFAZZIONE ANCHE PERSONALE QUINDI.
(1)DOVE SI HA APERTO UN’ALTRO PESANTE PROCESSO PER CORRUZIONE SUI SOLDI STANZIATI PER L’IMPLEMENTAZIONE DI UN SERVIZIO CON LA  TELEMEDICINA DA ME CREATA.
-
Immagine anteprima YouTube
.
10 APRILE 2014:MASTELLA,”L’AMERICANO”
.
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Mastella a giudizio con sua moglie per associazione a delinquere
Processo a giugno anche per altri 17 imputati
63 condivisioni
 Immagine anteprima YouTube
-
1 APRILE 2014:LA NUOVA ERA STA AVENDO RAGIONE SULL’IMMIGRAZIONE
.
-NOTA SU LE MONDE: Société
.
En six mois, près de 20 000 migrants sauvés au large de l’Italie

Le Monde.fr avec AFP | 10.04.2014 à 14h54 ,Mis à jour le 10.04.2014 à 15h28

Entre le 18 octobre 2013 et le 10 avril 2014, l'Italie a sauvé exactement 18 546 migrants.

Le chef de la marine militaire italienne a annoncé, jeudi 10 avril, les résultats de l’opération « Mare Nostrum », lancée après la mort de 400 personnes dans deux naufrages au large de l’île sicilienne de Lampedusa et de Malte.

Entre le 18 octobre et le 10 avril, l’Italie a sauvé exactement 18 546 migrants. Et ces chiffres augmentent rapidement, a déclaré l’amiral Giuseppe De Giorgi au cours d’une conférence de presse. « Ainsi aujourd’hui nous suivons six embarcations », a-t-il indiqué. L’opération « nous coûte environ 9 millions d’euros par mois, entièrement financés sur le budget de la défense », a-t-il expliqué, ajoutant : « Pour y faire face j’ai coupé les manoeuvres militaires d’entraînement. »

En moyenne, cinq navires militaires avec leurs hélicoptères et plus de 900 soldats et officiers participent quotidiennement à cette opération, qui porte le nom donné à la Méditerranée par les Romains dans l’Antiquité.

Lire aussi (édition abonnés) : Frontex, cache-misère de la faiblesse de la politique migratoire européenne

« PAS DAVANTAGE D’IMMIGRÉS, SIMPLEMENT MOINS DE MORTS »

L’amiral De Giorgi a par ailleurs réfuté l’idée, propagée par des partis de droite en Italie, selon laquelle cette opération encourage l’immigration clandestine. « Il n’y a pas davantage d’immigrés, il y a simplement moins de morts », a-t-il affirmé, montrant un document selon lequel le nombre d’immigrés arrivant en Italie a subi une brusque hausse à partir de mai 2013 et non pas à partir d’octobre, lorsque l’opération a débuté.

Cette hausse de 224 % entre 2012 et 2013 est due à des phénomènes de société et géopolitiques, comme la situation en Syrie, mais depuis le lancement de l’opération « il n’y a pas eu un seul naufragé », a fièrement revendiqué l’amiral. 66 passeurs présumés ont également été arrêtés.

The Migrants Files, une initiative menée par une équipe de journalistes européens, révèle que 23 858 migrants sont morts ou disparus aux frontières de l’Europe depuis 2000. C’est beaucoup plus que les estimations dont on disposait jusqu’alors.

http://www.lemonde.fr/societe/article/2014/04/10/en-six-mois-pres-de-20-000-migrants-sauves-au-large-de-l-italie_4399326_3224.html

Union européenne et immigration

Les principales routes migratoires vers l’Europe Infographie

Plus de 4 000 migrants secourus au large de l’Italie en 2 jours

La pression migratoire continue à Melilla

Édition abonnés Contenu exclusif

A Ceuta, les lames tranchantes n’arrêtent pas les migrants

Frontex, cache-misère de la faiblesse de la politique migratoire européenne

La Méditerranée, notre mer à tous

REAZIONE:LA PATUGLIA DEL MEDITERRANEO SI FA INSIEME ALLA FRANCIA.COME AVEVO DETTO SECONDO ME QUESTA NON E’ LA MIGLIORE SOLUZIONE,TOCCA ALLE REGIONI FARSI CARICO,PERO E’ QUALCOSA DI MEGLIO CHE INVITARE ALTRI PAESI A PRENDERSI CURA DELLE NOSTRE NAVI,RINNUNCIANDO ALLA NOSTRA SOVRANITA. E I RISULTATI SONO ALLA VISTA:NON E’ AUMENTATA L’IMMIGRAZIONE MA SI HA DIMINUITO IL NUMERO DI MORTI.

LA NOTA MI DA RAGIONE ANCHE IN QUANTO LE CAUSE DELL’IMMIGRAZIONE NON SONO COME PRETENDEVANO BERLUSCONI E BOSSI SOLO ECONOMICHE MA PO-LI-TI-CHE E GEOSTRATEGICHE. INCREMENTO  DELLL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA?QUESTO LINGUAGGIO DELL’ANTICA LEGGE BOSSI-FINI SI DEVE ERRADICARE,SECONDO ME TANTO CLANDESTINE COME QUESTE SONO GLI IMMIGRATI CHE IL CAMBIO ABUSIVO DELLE LEGGI DI CITTADINANZA ED ALTRE,OLTRE ALLA CATTIVA GESTIONE CONOSOLARE,SENZA CONTARE LA CORRUZIONE ,HANNO PRODOTTO NELL’ERA BERLUSCONI-PRODI NON ANCORA FINITA.TANTO STRANIERI SONO QUELLI COSI “IRREGOLARMENTI” ARRIVATI IN ITALIA COME QUESTE DISPERATI.UN GORNO SI DOVRA FARE UNA REVISIONE DEI CAMBIAMENTI DELLA LEGISLAZIONE E LO “IUS SOLI” DELLA MINISTRA ADOTTANDO IL PRINCIPIO DI TERRITORIETA FRA L’ALTRO FINIREBBE PER “LEGITTIMARE” QUESTI “ITALIANI” IRREGOLARI PORTATOCI DA QUESTA ERA CHE STENTA AD ESSAURIRSI. ALFANO VUOLE PIU SOLDI DALL’UNIONE EUROPEA?QUESTO E’ SOLO UNA CONTINUITA DELLLA VECCHIA IMPOSTAZIONE CONCETTUALE DI BERLUSCONI-BOSSI-FINI,VANNO ERRDICATE LE CAUSE DI FONDO ANZI CHE COLPEVOLIZARE AD ALTRI.

-APPENDICE:CAMERON VUOLE SOLUZIONI MIGRATORIE DI FONDO

8 April 2014 Last updated at 19:55 ET

EU’s Juncker warns over UK hopes of EU renegotiation

The BBC’s Ben Wright joined the former prime minister of Luxembourg on his campaign bus

A front-runner to lead the EU after May’s elections has said the UK cannot challenge the union’s basic principles if it wants to stay a member.

Jean-Claude Juncker said Britain may be able to regain some powers as part of a future process of renegotiation.

But the chances of success depended on what was asked for, he told the BBC.

Prime Minister David Cameron has pledged to negotiate a new deal with the EU and put it to a referendum if the Tories win the next election.

Both Labour and the Liberal Democrats oppose this approach, arguing that a referendum should only be held in the event of further powers being transferred from the UK to Brussels.

Mr Juncker, a former prime minister of Luxembourg, is a leading contender to succeed the current head of the European Commission, Jose Manuel Barroso, after next month’s elections.

Migration

The BBC’s Ben Wright said the identity of the next commission chief mattered hugely to David Cameron and his hopes for renegotiation.

Mr Juncker is the choice of the centre-right group in the European Parliament, he added, but Downing Street is known to be sceptical about the veteran federalist, who ruled Luxembourg for 18 years.

Launching his campaign for May’s elections, Mr Juncker said he wanted the UK to remain part of the European Union and accepted it was not the only country wanting powers returned to national parliaments and for the EU to do less.

Mr Cameron has said he wants new rules to end “vast migrations” when new countries join the EU.

But Mr Juncker insisted the basic principle of the free movement of people could not be killed and said Britain could not impose its view.

In a timely boost for the UK, Germany said last month that any future changes to the EU as a whole must be fair to nations not using the single currency.

However, France has said re-writing EU treaties is not a priority for Europe in the foreseeable future.

Your comments (1030)

Related Stories

German boost for Cameron EU strategy

Merkel: EU reform no ‘piece of cake’

UK and the EU: Better off out or in?

DIRETTAMENTE CUI:  http://www.bbc.com/news/uk-politics-26948162

REAZIONE:LE ELEZIONI EUROPEE SI AVVICINANO E SI INFIAMMA IL DIBATTITO ELETTORALE.I TEMI CHE DOMINANO IL CONTENDERE SONO OVVIAMENTE LE MIGRAZIONI E LA MONETA UNICA.

ANCHE SE NON SONO OMOGENEE NELLE SUE INTENZIONI LE PROPOSTE ELETTORALI CHE PROPONGONO CAMBIAMENTI SULL’IMMIGRAZIONI PREVEDONO UN GRANDE AVANZO NELLE PREFERENZE DEI VOTANTI,E ALLORA TUTTI APRONO L’OMBRELLO:CI SONO I PARTITI DI ULTRADESTRA XENOFOBI COME IL FRONTE NAZIONALE DELLA FRANCIA O LA LEGA NORD,SE ANCORA LA SI PUO ONSIDERARE UNA FORZA POLITICA,CHE VORREBERO LIMITARE TOUT COURT I MIGRANTI,E CI SONO I PAESI COME LA GRAN BRETAGNA CHE VORREBERE RINIGOZIARE L’APPARTENENZA ALL’UNIONE ADOTTANDO MISURE DI FONDO PER GLI SPOSTAMENTO MIGRATORIE.

SE E VERO CHE JUNKER SOSTITUIRA BARROSO E CAMERON VINCERA LE ELEZIONI DIFFICILMENTE CI SARA ACCORDO PERCHE IL JUNKER  NON VUOLE LIMITAZIONI PER LA LIBERA CIRCOLAZIONE SULLO SPAZIO SHENGHEN.

MIGRAZIONI E MONETA,DOVE I PARTITI ANTIEURO AVRANNO SUCCESSO,SONO DUE CAMPI DOVE LA GB NON ACETTERA COMPROMESSI E IN OGNI MODO CREDO CHE LO STRAPPO UE-GB NON CI SARA PERCHE DIFFICILMENTE CAMERON TORNI A VINCERE.TRANNE CHE CI SIANO ALTRI TRASPASSI DI POTERE E LIMITAZIONI DELLA SOVRANITA BRITTANICA.

-

APPENDICE II:IUS SOLO

Lo ius soli (in latino “diritto del suolo”) è un’espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza come conseguenza del fatto giuridico di essere nati nel territorio dello Stato, qualunque sia la cittadinanza posseduta dai genitori.[1]

Si contrappone allo ius sanguinis (“diritto del sangue”), che indica invece l’acquisizione di una cittadinanza come conseguenza della nascita da un genitore in possesso di quella cittadinanza.[1]

Nel mondo circa 30 stati su 194, e quasi tutti quelli del continente americano, applicano lo jus soli in modo automatico e senza condizioni. Tra questi vi sono gli Stati Uniti d’America, il Canada, quasi tutti gli stati del Sud America.[2] Gli Stati europei che ne fanno uso – come Grecia, Francia, Portogallo, Irlanda, Regno Unito e Finlandia – invece, pongono alcune condizioni.

La Francia ha una lunga tradizione di applicazione dello jus soli[3]. Dal 1994 chi è nato in territorio francese da genitori stranieri ottiene la cittadinanza francese facendone richiesta purché sia vissuto stabilmente sul territorio francese per almeno 5 anni (in Italia la permanenza deve essere di almeno 10 anni, con un’interruzione massima di 6 mesi, quindi mai prima del compimento della maggiore età civile). Inoltre dal 1998, secondo la Legge Guigou alla maggiore età civile chi è nato in territorio francese da genitori stranieri accede automaticamente alla cittadinanza se i due genitori alla nascita dell’interessato disponevano di un permesso di soggiorno e se il soggetto è risieduto in Francia per almeno cinque anni.

Condizioni simili per la cittadinanza dei figli di genitori stranieri si applicano in Gran Bretagna, Germania e Irlanda.

In Italia

In Italia lo ius soli trova applicazione in circostanze eccezionali. Esso si applica, come norma residuale, in due casi: per nascita sul territorio italiano da genitori ignoti o apolidi o impossibilitati a trasmettere al soggetto la propria cittadinanza secondo la legge dello Stato di provenienza, oppure se il soggetto è figlio di ignoti ed è trovato nel territorio italiano. Tuttavia trova anche una importante e frequentissima applicazione indiretta: infatti il cittadino straniero nato in Italia e che vi ha mantenuto costantemente la residenza dalla nascita ha la facoltà, al raggiungimento della maggiore età (18 anni), di chiedere ed ottenere, anche senza le condizioni normalmente richieste (reddito sufficiente, incensuratezza, circostanze di merito, ecc.), la cittadinanza italiana; tale facoltà però può essere utilizzata solo entro un anno dal raggiungimento della maggiore età, dopo di che la cittadinanza è ottenibile solo secondo le norme ordinarie.

Lo Ius soli nel mondo:

██ Diritto di cittadinanza incondizionato per tutte le persone nate nel Paese(AZURRO)

██ Diritto di cittadinanza con alcune condizioni(CELESTE)

██ Ius soli non in uso o non più in uso(CELESTE CHIARO)

–QUESTA E’ UNA VOCE PRESA Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Wikimediaitalia-logo.pngLibera la cultura. Dona il tuo 5 × 1000 a Wikimedia Italia. Scrivi 94039910156 Wikimediaitalia-logo.png

REAZIONE:I PAESI AMERICANI SONO PER DEFINIZIONE IMMIGRANTI-RECETTIVI,DALLA SUA NASCITA L’IMMIGRAZIONE E’ IL FONDAMENTO E LA RAGION DI ESSERE DELLA SUA ESSISTENZA E LA FOMENTANO A PIEDE LIBERO SENZA LIMITAZIONI DI NESSUN GENERE.

L’EUROPA  E’ DA SEMPRE UN CONTINENTE SOVRAFFOLATO E MIGRANTI-ESPULSORE, PERCHE DOVREBBERO CAMBIARE E ADOTTARE ORA LO STESSO PRINCIPIO TEORICO DI CITTADINANZA?

IUS SANGUINIS?:ITALIANO E’ SOLO CHI E’ NATO DI PADRE ITALIANO.E CHI AQUISISCE UN’ALTRA  CITTADINANAZA PERDE QUELLA ITALIANA.COSI E’ STATO DA QUANDO E’ NATA LA NOSTRA PATRIA FINO ALL’ERA BERLUSCONI-PRODI.
-
13 APRILE 2014:MARE NOSTRUM,

-TITOLARE SU THE WASHINGTON TIMES:

U.S. Navy to turn seawater into jet fuelBy Douglas Ernst – The Washington TimesThe Navy just found a way to reduce its dependence on possible adversaries for oil — it’s converted seawater into jet fuel.*Photo Gallery: The real Top Gun: Blue Angels and Thunderbirds

*U.S. pilot scares off Iranians with ‘Top Gun’-worthy stunt

TRADUZIONE:LA MARINA HA TROVATO UN MODO DI RIDURRERE LA DIPENDENZA SUL PETROLEO DEI POSSIBILI AVVERSARI CONVERTENDO L’AQUA DI MARE IN CARBURANTE.
3 APRILE 2014:COATTAZIONE
TITOLARE LE MONDE:
Catherine Ashton s'entretient avec le chef de la diplomatie égyptienne, Nabil Fahmy.
L’UE accepte de superviser des élections égyptiennes hautement contestées
-
TRADUZIONE:L’UE ACETTA SUPERVISARE LE ELEZIONI EGIZIANI ALTAMENTE CONTESTATE.
-
REAZIONE:UE E EGITTO SI POSSONO “COATTARE”
Immagine anteprima YouTube
-
13 APRILE 2014:UKRANIA,SOS SEPARATISTI
-TITOLARE LE MONDE:
L’Ukraine lance « un cri d’alarme » à l’ONU
Lors de la réunion d'urgence de l'ONU à sur l'Ukraine, le 14 avril.

Le Conseil de sécurité s’est réuni en urgence à la demande de la Russie. L’Ukraine a lancé une opération antiterroristes dans l’est du pays contre les séparatistes qui multiplient les insurrections.

*Une opération « antiterroriste » lancée contre les séparatistes

*Ukraine : les Occidentaux dénoncent à nouveau les ingérences de Moscou

*Ukraine : Mayotte brandie en exemple par Moscou

*Iegor Velitchko, mineur de Donetsk, face à la peur du vide

REAZIONE:PER LA NUOVA ERA QUESTO “BELLO” PAESE NON E’ NECESSARIO.LA NUOVA ERA NON ACCOGLIE NEMICI.

-

14 APRILE 2014:DEVELANDO IL MISTERO

-TITOLRE WASHINGTON TIMES:

Russia’s Putin keeps Westerners guessing on his strategy

By Marc Bennetts — Special to The Washington Times

When ailing Russian President Boris Yeltsin named his little-known prime minister, Vladimir Putin, as his “heir” to the Kremlin in 1999, few understood much — if anything — about the motivations and ambitions of the former KGB officer.

Kiev government to deploy troops in Ukraine’s east

McCain mocks SecState Kerry for his ‘very small stick — in fact, a twig’

TRADUZIONE:

Putin Russia gli occidentali continuano ad indovinare sulla sua strategia
By Marc Bennetts – Speciale per The Washington Times
Quando il presidente russo Boris Eltsin in difficolta  ha chiamato il suo poco conosciuto primo ministro, Vladimir Putin, come il suo “erede “al Cremlino nel 1999, pochi hanno capito molto,se non altro,sulle motivazioni e le ambizioni del ex funzionario del KGB

+Kiev governo di schierare truppe in est dell’Ucraina
+McCain prende in giro SecState Kerry per il suo ‘molto piccolo bastone,in realtà, un ramoscello

14 APRILE 2014:REFERENDUM SCOZZESE AVANZA

-2 TITOLARI LE MONDE:

1-International

Le premier ministre écossais lors du discours de clôture de son parti, le SNP, le 12 avril 2014.
Le premier ministre écossais vante une « Ecosse aux Ecossais »

Lors du congrès de son parti, Alex Salmond a tenté de séduire les électeurs sceptiques. Le référendum sur l’autodétermination aura lieu le 18 septembre

2-En Ecosse, le oui à l’indépendance progresse

REAZIONE:INDIPENDENZA,PROGRESSO,LIBERI DI “CERTI TORY”:

NDR:DI CERTI NEOLIBERALI

“Les leçons venant des Anglais qui se mêlent du débat passent particulièrement mal. Car si les Ecossais ne sont pas tous indépendantistes, loin de là, ils ont tous une très forte identité culturelle et sont fiers de leur nation. Les avertissements venant de l’extérieur sont souvent contre-productifs. C’est encore plus vrai quand ils sont lancés par des conservateurs, un parti qui est presque inexistant en Ecosse depuis les années Thatcher. « Il y a plus de pandas au zoo d’Edimbourg que de députés conservateurs écossais », dit une vieille blague des milieux politiques locaux.”

PD:FILO-NEOLIBERALI CI SONO IN TUTTI I PARTITI INGLESI,PRINCIPALMENTE ERANO AL NEW LABOUR,MA QUANDO SONO TORY………DIVENTANO PIU PERICOLOSI,PIU FANATICI:SIAMO TUTTI SCOZZESI,DEI NEOLIBERALI CI LIBERI DIO.

14 APRILE 2014:MIGRANTI,SIMETRIE E ASSIMETRIE

-TITOLARE LA EREPUBBLICA:

Sogno Australia per l'Italia in crisi ma il paradiso non è per tutti

Sogno Australia per l’Italia in crisi ma il paradiso non è per tutti

Tanti partono verso un Paese spesso spietato

Video intervista doppia Tra speranza e delusione ,di LORENZO BORDONI e STEFANO VERGINE

con un video di GLORIA BAGNARIOL e GIUSEPPE BORELLO

Articoli correlati

EMIGRARE AL SUD?:NON POCHI SUDAMERICANI,SPECIALMENTE SE SONO DEL CONO SUD,SOGNANO L’AUSTRIA,BELLA TERRA DI WELFARE LIBERA DI GUERRE PERCHE NEUTRALE.(ANCHE QUELLI EMIGRATI IN ITALIA)

(IO SOGNO CHE UN GIORNO TUTTI,VERAMENTE TUTTI GLI ITALIANI DELLA “DIASPORA”,INTRAPPOLATI ALL’ESTERO ,RITORNINO IN ITALIA.VEDRETE CHE NON CI SARA PIU CRISI)

14 APRILE 2014:LA “ESTAMPIDA” DELL’OVEST AMERICANO

-C’ERA UNA VOLTA IL FAR WEST:

EDITORIALE SU THE WASHINGTON TIMES:

GRAHAM: La guerra per il West americano

Le comunità rurali spingono indietro contro la mano pesante di Washington

By Carl GrahamVenerdì 11 Apr 2014

Govt Land Management Illustrazione di Greg Groesch / The Washington Times di più>
C’è una rivolta virale in Occidente, e l’intera nazione ha un interesse nel risultato. Il premio: il controllo su terre che alimentano,potere e costruzione  delll’America. Tuttavia, ciò che è veramente a rischio sono i valori e l’etica rurale che hanno fatto grande questo paese per cominciare.

Questa ultima rivolta, molto simile al Sagebrush ribellione del 1970, è il risultato di burocrazie federali politicizzati che fanno scelte di parte e sottolineano la coercizione sopra la cooperazione nella gestione dei terreni pubblici e le politiche ambientali.

Cio che c’è di diverso in questa volta è che gli stati occidentali hanno un piano per salvare le loro economie e stile di vita rurale.

Finora, cinque stati occidentali hanno approvato leggi che studiano o addirittura chiedono la restituzione della maggior parte delle terre federali sotto  il controllo degli stati. In questa epoca di mano pesante, gestione al ribasso , le comunità rurali hanno poco da perdere quando le politiche federali  di getione ideologizata sviliscono il loro stili di vita tradizionale e soffocano le loro economie.

Questo fatto è stato portato a casa la scorsa settimana quando gli ufficiali dell’armata del US Bureau of Land Management hanno forzatamente rimosso bovini dalla terra di un ranch famigliare del Nevada che aveva curato e reso posibile la loro vita per generazioni. Purtroppo la famiglia e le comunità rurali hanno scarso ricorso attraverso il processo politico per preservare il loro stile di vita, in quanto le elezioni sono sempre più decisi da parte delle popolazioni urbane lontane dalle radici rurali della nazione e l’economia di produzione.

Il novanta per cento di tutte le terre federali sono in Occidente, e il governo federale possiede circa 600 milioni di ettari di terre aperte ad ovest della linea Nebraska-Colorado, sufficiente a coprire ogni stato sulla costa orientale, oltre a Kansas, Texas e anche la Francia .

Ecco 600 milioni di acri che non possono tassare per finanziare l’istruzione e altri servizi. Questa terra è stata regolata fuori uso produttivo da parte di persone che pensano che il cibo viene da scaffali dei supermercati,l’energia elettrica dalle prese di corrente e il calore da bocchette al pavimento.

In realtà, tali esigenze quotidiane sono curati da economie rurali di produzione gestite da persone i cui contributi sono sempre date per scontate e persino derisi da una élite urbana distaccata. In nessun luogo questo è più evidente che nel diminuire degli occidentali che hanno accesso alle massicce tratti di terre controllate dai burocrati DC che vivono in una bolla Beltway.

Quando il potere federale cresce,gli interessi particolari,da verdi radicali per clientelare corporazioni ,sono in grado di imporre le loro priorità e i valori sulle comunità rurali attraverso politiche di regolamentazione e ambientali al ribasso.

Chiedi agli agricoltori nella parte orientale dello stato di Washington come si sentono in merito a King County milionari dell’alta tecnologia imponendo i loro progetti alla moda per animali domestici in tutto lo stato. Chiedi un logger Oregon – se si può ancora trovare uno – come si sente su un hipsters di Portland che decide di recintare tratti del bosco che la sua famiglia ha responsabilmente gestito per generazioni. Nessuno a Washington, DC si preoccupa come un allevatore di Montana si sente di perdere l’accesso alla terra che la sua famiglia ha coltivato per generazioni ,come danno collaterale nella lotta ideologizata sul frazionamento.

Le decisioni che riguardano l’America rurale sono ora dominati dagli elettori urbani che apprezzano i concetti intangibili, progressive e infinitamente espansivi sul lavoro e dei prodotti che fanno o rompono le economie reali e misurabili delle comunità rurali. Queste comunità sono diventate effettivamente privati ​​dei diritti civili, a scapito della maggioranza urbana che non condividono o addirittura non capiscono i loro valori e il contributo che apportano alla vita di tutti.

Gli stati occidentali si stanno rendendo conto che possono gestire terre federali – come hanno fatto per generazioni – bilanciando usi estetici, ricreativi e economie responsabili. Stanno anche spingendo indietro contro i dollari federali e il controllo che viene con loro per l’istruzione, la sanità e altro ancora.

C’è una guerra contro l’Occidente che si sta trasformando in una guerra per l’Occidente. Famiglie occidentali sono stati amministratori responsabili di valori rurali, delle tradizioni e terre per generazioni. Hanno fornito alla nazione con opportunità ricreative e le esigenze fondamentali della vita moderna, pur mantenendo una cultura che custodisce il duro lavoro e la famiglia.

Noi rischiamo di perdere tutte queste cose, insieme con le diversità occidentale, se le elite di Washington continuano a imporre i loro valori urbanizzate su ciò che resta del sogno americano.

Carl Graham è il direttore del Centro Sutherland per Self-Government in Occident

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://www.washingtontimes.com/news/2014/apr/11/graham-the-war-for-the-west/&usg=ALkJrhjNnRSMVlnrKdy_UU9wWd-6mdgw_g

REAZIONE:MA QUESTO NON DOVEVA ESSERE  IL FAR WEST?BANDITI RURALI?NO,”ESTAMPIDA” SI MA CONTRO I “CRANEALI” FEDERALI URBANI.

Immagine anteprima YouTube

14 APRILE 2014:SPARANO AL NORD

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Kansas, spara al grido  di "Heil Hitler"   video    in centri ebraici: 3 morti Catturato il killer

Kansas, spara al grido di “Heil Hitler” video

in centri ebraici: 3 morti

Catturato il killer

14 APRILE 2014:”SFASCIANO” AL NORD
.
-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:
.
SCONTRI A ROMA

SCONTRI A ROMA

L’agente calpesta la ragazza foto

Il capo della polizia: «Un cretino»

Scontri di Roma-Video

La ragazza calpestata

REAZIONE:SI APRIRONO LE PORTE DELL’INFERNO A ROMA E SOLO QUESTO E’ NOTIZIA?PARLI ALFANO.

15 APRILE 2014: NUOVA EVA

-TITOLARE DEL CORRIERE:

«Nozze con Pomicino?
Tra i due sono io la vecchia» Guarda le foto

REAZIONE:IRONIE DELLA VITA:LA RIVINCITA DELL’AMORE SUL TEMPO DI UNA GIOVANE MOGLIE CHE OGGI SI VUOLE “VECCHIA”.

Immagine anteprima YouTube

15 APRILE 2014:AUMENTACI LA FEDE….

-TITOLARE LE MONDE:

David Cameron est fier d’être chrétien, et il le dit

REAZIONE:Una fede che fa miracoli (Luca 17,5-6) – Voce Evangelica

www.voceevangelica.ch/pensiero/pensiero.cfm?id=8100

Allora gli apostoli dissero al Signore: «Aumentaci la fede». Il Signore disse: «Se aveste fede quanto un granello di senape, potreste dire a questo sicomoro: …

15 APRILE 2014:UKRANIA,GUERRA PER MERCATI

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Ucraina attacca separatisti: 4 morti -   foto   Putin alla Merkel: "Su orlo guerra civile" 

Ucraina attacca separatisti: 4 morti – foto

Medvedev: “Sull’orlo della guerra civile”

La Casa Bianca: “Situazione pericolosa”

Kiev: “Forze speciali di Mosca tra i ribelli”

Aggrediti due candidati filorussi  video 1/ 2

Articoli correlati

48 condivisioni
REAZIONE.L’HO SEMPRE DETTO,IN FONDO SI TRATTA DI UNA GUERRA DI MERCATI.PERO LA NUOVA ERA NON HA BISOGNO DELL’UKRANIA COSI COME E’ .

-APPENDICE:MERCATI IN ZONA DI GUERRA

1-CINA

Cina, migliaia di lavoratori in sciopero  Anche grandi marchi verso la paralisi   foto

Cina, migliaia di lavoratori in sciopero

Anche grandi marchi verso la paralisi foto

Ferma la produzione per Nike, Crocs, Adidas, Reebok, Asics, New Balance, Puma, Timberland

Articoli correlati

2-POLONIA

-TITOLARE BBC:

Health

GSK logo
Glaxo ‘paid Polish doctors bribes’
*’Millions wasted’ on flu drug
‘*Terror’ of patient’s op wake-up
TRADUZIONE:Salute
GSK Glaxo logo tangenti ‘pagati a medici polacchi’
*”Milioni sprecati ‘sul farmaco influenza
* Terrore op wake-up del paziente
-
-POLONIA II:SU LA REPUBBLICA
Economia
Le Gauloises in Polonia chiude l’ultima fabbrica francese di sigarette,dal corrispondente ANAIS GINORI
Denominazione

Graph ftse mib

 

 

 

 

REAZIONE:DELIZIOSE SIGARETTE,LI FUMAVO IN UN TEMPO  MA ORA DOMINA LA MIA PREFERENZA ALTRA MARCA,”DIANA”.

Immagine anteprima YouTube

15 APRILE 2014:FINALMENTE IN GALERA

-NOTA SU LA STAMPA:

Politica
5/04/2014

Berlusconi affidato ai servizi sociali

Il Cavaliere lavorerà in centro anziani nel Milanese un giorno a settimana
paolo colonnello

Non andrà né a Macherio né ad Arcore ma in una “struttura istituzionale indicata dal Tribunale”, nello specifico la Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone. In compenso potrà recarsi a Roma senza restrizioni quando vorrà «dal martedì al giovedì, con rientro al suo domicilio in Lombardia entro le 23 del giovedì stesso», ma per andare in altri luoghi dovrà chiedere il permesso. Non potrà frequentare pregiudicati, né tossicodipendenti e dovrà osservare con scrupolo gli orari di entrata e uscita dalla sua residenza, fissata a Villa San Martino ad Arcore.

Dunque, tra dieci giorni, Silvio Berlusconi potrà iniziare un’attività “di volontariato come da lui stesso proposto”. Il tribunale di sorveglianza questa mattina ha emesso la sua ordinanza, sviluppando la decisione presa giovedì scorso subito dopo l’udienza in camera di consiglio: l’ex Cavaliere, e non poteva essere altrimenti, è stato ammesso ai servizi sociali. Ma non dove avrebbe voluto lui, cioè presso una onlus da costruire a Macherio e di proprietà della famiglia per «motivare disabili fisici e psichici», bensì presso una struttura “istituzionale” decisa dallo stesso tribunale sulla base delle indicazioni ricevute dall’Ufficio esecuzione penale esterna. Ovvero proprio la struttura «ospedalizzata per anziani» indicata nella prima relazione dall’Uepe, «con impegni di almeno una volta alla settimana e per un tempo non inferiore a quattro ore consecutive, secondo le modalità che verranno concordate con l’Uepe» Berlusconi, che dovrà scontare l’anno residuo della condanna ricevuta quest’estate un Cassazione per la frode fiscale sui diritti tivù Mediaset (4 anni in tutto di cui 3 condonati) potrà spostarsi quindi solo tre giorni alla settimana tra Milano e Roma, come richiesto dai suoi legali, per condurre la campagna elettorale per le europee.

Ma per uscire dalla Lombardia e recarsi in altri luoghi dovrà chiedere un permesso ai funzionari dell’Uepe con cui d’ora in poi dovrà rapportarsi. Inoltre dovrà rispettare le prescrizioni di orario cui viene sottoposto qualsiasi “detenuto in prova”, ovvero uscire di casa solo dopo le sei e rientrare prima delle 11 di sera.

5/04/2014 – FOTOGALLERY

Cesano, il centro dei servizi sociali di Berlusconi

La struttura indicata dall’Uepe (Ufficio esecuzione penale esterna) per l’affidamento in prova ai servizi sociali di Silvio Berlusconi è la Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Si tratta di una struttura che offre assistenza agli anziani. Secondo quanto deciso dal tribunale di Sorveglianza di Milano, l’ex premier dovrà svolgere presso questo istituto attività socialmente utile di volontariato «almeno una volta alla settimana e per un tempo non inferiore a quattro ore consecutive». Dalla notifica ai suoi legali, avvenuta questa mattina, Silvio Berlusconi ha ora dieci giorni di tempo per firmare il verbale con le prescrizioni che gli sono state assegnate e dalla data della firma scatterà l’esecuzione della pena.

http://www.lastampa.it/2014/04/15/italia/politica/berlusconi-affidato-ai-servizi-sociali-N3n1qKFEH46twHwM9Hg9RP/pagina.html

REAIONE:FINALMENTE VA IN GALERA,E PRIMA DI QUANTO ANNUNCIATO.NON CORPORATIVIZZO CON GLI ANNUNCI DI UMILIAZIONE:PER IL CONTRARIO PENSO CHE LA PENA E’ ABBASTANZA MITE E POTRA ANCHE FARE POLITICA.QUINDI NIENTE VITTIMISMO E FINALMENTE DOVRA SMETTERLA DEFINITIVAMENTE CON LE SUE PRESUNZIONE ELETTORALI:E’POTENDO FARLO NON SIHA CANDIDATO ALLE ULTIME ELEZIONI.E MI FERMO CUA,NON FACCIO LEGNO DELL’ALBERO CADUTO.BERLUSCONI E’ ORMAI FINITO.

APPENDICE:E COSI SU BBC

Silvio Berlusconi - file pic

Berlusconi to do community service

Italian ex-PM Silvio Berlusconi must perform community service in a home for the elderly, following his conviction for tax fraud.

PD.QUALCUNO HA VOLUTO COMPARARE LA SUA “PRIGIONIA” A QUELLA DELLA LEADER BIRMANA AGLI ARRESTI DOMICILIARI PER ANNI E OGGI PRESIDENTA:IO LO COMPAREREI PIU TOSTO AL CASTELLO DI SPANDAU:

WIKIPEDIA:Carcere di Spandau

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Coordinate: 52°31′16″N 13°11′07″E (Mappa)

Carcere di Spandau, 1951.

Il carcere di Spandau è stato un penitenziario situato nell’omonimo quartiere di Berlino. Fu costruito nel 1876 e demolito nel 1987 dopo la morte del suo ultimo recluso, Rudolf Hess, per impedire che divenisse un “santuario” dei movimenti neo-nazisti. La casa circondariale si trovava a tre chilometri dalla Zitadelle Spandau, fortificazione di epoca rinascimentale, della quale ovviamente non era parte.

PD:HO PENSATO PRIMO A NAPOLEONE SULL’ISOLA DI SANTA ELENA MA NATURALMENTE IL COMPARATIVO NON REGGE.

IN REALTA SPANDAU ERA LA FISSA DEMORA DI  HESS,DOVEVA ENTRARE ALLA SERA E POTEVA USCIRE DI MATTINA.SI TROVAVA UBICATA NEL SUO PROPIO PAESE E ABITAT.LA PRIGIONIA E’ STATA PIU TOSTO “MORALE”,SOLO IN MEZZO ALLA GENTE.E’ MORTO ULTRA OTTANTENNE.

16 APRILE 2014:PER BANDA ARMATA

Marine Le Pen, le 30 mars 2014.
Le microparti de Marine Le Pen visé par une information judiciaire

Exclusif. Une information judiciaire contre X a été ouverte pour « escroquerie en bande organisée » et « faux et usage de faux », concernant son microparti.

-LA NOTA COMPLETA:Politica

Il microparti di Marine Le Pen indagato dal giudice

Le Monde.fr | 2014/04/15 alle 04:13 , Aggiornato 2014/04/15 23:00 |

Con Abel Mestre e Caroline Monnot

Un’indagine preliminare contro X è stata  inaugurata il 3 aprile per “frode organizzata”, “falsificazione e uso di documenti falsi” riguardante Jeanne, la microparticelle di Marine Le Pen , secondo la Procura di Parigi . Ne consegue un’indagine preliminare avviata nel 2013 dalla relazione della Commissione sui conti della campagna, che era stata rivelata dalle informazioni del sito Mediapart. In questa indagine sono stati particolarmente presi di mira i prestiti ai candidati del Fronte Nazionale nei cantonali del 2011 e le elezioni legislative del 2012.

Secondo le nostre informazioni, le ricerche hanno avuto luogo il 7 aprile per la galassia Riwal l’azienda Frédéric Chatillon, che gestisce tutti i materiali della campagna del Fronte Nazionale.

LE  “GUDARD” IN MANETTE

Il microparti, creato alla fine del 2010, a imprestato “circa 600.000 € “ a  l’associazione di finanziamento della campagna presidenziale di Mme Le Pen, ci ha dichiarato nel giugno 2012 Jean-Michel Dubois, il suo mandante finanziario.

Se Marine Le Pen non compare negli statuti è vicino al suo amico Frédéric Chatillon integrante del  GUD(Unione Gruppo Difesa ), che detiene le redini. Allo stesso modo che di Axel Loustau, tesoriere,che ha rimpiazzatoi Olivier Duguet nel 2012.”Gudard” anche lui.

Il presidente del Fronte Nazionale non ha risposto alle richieste del mondo,tuttavia ha reazionato su  Twitter ,mettendo in causa il ” potere socialista “:

Sondaggi, indagini giudiziari,perquisizioni, il governo socialista non manca di fantasia contro la sua opposizione politica. MLP – Marine Le Pen (@ MLP_officiel) 15 apr 2014

Prima di aggiungere qualche istante dopo:

Tutto questo finirà come ogni volta con un non-luogo o abbandonato in pochi mesi, ma la calunnia avra fatto  il suo ruolo …. MLP

Marine Le Pen (@ MLP_officiel) 15 apr 2014

Abel Mestre ,Giornalista  di Le Monde, Vai a questa giornalista

Caroline Monnot ,Giornalista di Le Monde

http://www.lemonde.fr/politique/article/2014/04/15/le-microparti-de-marine-le-pen-vise-par-une-information-judiciaire_4402010_823448.html

REAZIONE:ALLA GIUSTIZIA PER CORRUZIONE IN BANDA ARMATA

-

16 APRILE 2014:LA FRANCIA COLLABORA CON LA LOTTA ALLA MAFIA

-SU LE MONDE:

Arrestation d’Antonio La Russo, chef de clan de la mafia italienne, à Nice

.

Le Monde.fr avec AFP | 16.04.2014 à 00h35 ,Mis à jour le 16.04.2014 à 02h22

.

Abonnez-vous à partir de 1 €
.
Réagir,Classer,Partager facebook twitter google + linkedin pinterest
.
Le boss mafieux italien Antonio Lo Russo, chef d’un clan de la camorra, a été arrêté à Nice, dans le sud de la France, a annoncé mardi 15 avril le ministre italien de l’intérieur.

Lo Russo, 33 ans, en fuite depuis quatre ans, était l’un des 100 criminels les plus recherchés d’Italie. Le procureur en chef de Naples Giovanni Colangelo avait à plusieurs reprises qualifié sa capture de prioritaire. L’Italie se félicite d’un « grand succès » contre les organisations criminelles.

Lo Russo est sous le coup d’une condamnation à 20 ans de prison pour association mafieuse et constitution de bande organisé ayant pour but le trafic de drogue. Il était connu pour son appartenance à la camorra, ce qui ne l’avait pas empêché de se montrer à certains matchs de football de l’équipe de Naples dont il est un fervent supporteur.

Il a été interpellé en même temps que son cousin, âgé de 23 ans, Carlo, également recherché pour l’homicide il y a un mois de Giovanni Lista. Il est soupçonné de l’avoir tué pour venger l’oncle d’Antonio, Mario Lo Russo, mort dans une fusillade liée à des motifs passionnels. Les deux hommes ont été interpellés en bord de mer à Nice alors qu’ils allaient monter à bord d’une voiture.

http://www.lemonde.fr/societe/article/2014/04/16/arrestation-d-antonio-la-russo-chef-de-clan-de-la-mafia-italienne-a-nice_4402155_3224.html

REAZIONE:IL CALCIO FUORI CONTROLLO?

TRADUZIONE:AZIENDE

Arresto di Antonio Russo, capo di clan mafioso italiano a Nizza

Le Monde.fr avec AFP | 2014/04/16 alle 00:35 , Aggiornato 2014/04/16 at 2:22

Boss mafioso italiano Antonio Lo Russo, capo di un clan di camorra, è stato arrestato a Nizza , nel sud della Francia , ha annunciato Martedì 15 aprile il ministro italiano degli Interni.

Lo Russo, 33 anni, latitante per quattro anni, è stato uno dei 100 criminali più ricercati in Italia. Il procuratore capo di Napoli Giovanni Colangelo aveva più volte qualificato prioritario la cattura. L’ Italia si congratula di un “grande successo” contro le organizzazioni criminali.

Lo Russo è sotto condanna a 20 anni di carcere per associazione mafiosa e la formazione di banda organizzata mirato per traffico di droga. Era conosciuto per la sua appartenenza alla camorra, che non aveva ostacoli a guadare alcune partite di calcio ella squadra di Napoli,da qui è un fervente sostenitore.

E ‘stato arrestato insieme a suo cugino, 23 anni, Carlo,ugualmente ricercato  per omicidio di Giovanni Lista un mese fa. Egli è sospettato di aver ucciso per vendicare suo zio Antonio, Mario Lo Russo, morto in una sparatoria legata a motivi passionali. I due uomini sono stati arrestati sul lungomare di Nizza poi sarebbero salite a bordo di una macchina.

16 APRILE 2014:BUONA MUSICA

Immagine anteprima YouTube

REAZIONE:AGANCIATI STONE FLOWER DI ANTONIO CARLO JOBIM ,IL PADRE DI LA BOSSA NOVA.

16 APRILE 2014:LA FRANCIA CON GLI ANIMALI

-NOTA SU LE MONDE:Société

La France reconnaît aux animaux la qualité d’« êtres sensibles »

Le Monde.fr | 15.04.2014 à 18h25 , Mis à jour le 16.04.2014 à 00h35

Abonnez-vous à partir de 1 €,Réagir,Classer,Partager facebook twitter google + linkedin pinterest
Le chaton Oscar, le 3 février, dans un centre SPA à Marseille.
Les animaux seront désormais considérés en France comme des « êtres vivants doués de sensibilité ». La commission des lois de l’Assemblée nationale leur a reconnu cette qualité, alors que jusqu’à maintenant le code civil les considère comme « des biens meubles ».

Au terme d’un débat long et animé, les parlementaires ont adopté, mardi 15 avril, un amendement socialiste allant n ce sens dans le cadre de l’examen du projet de loi sur la modernisation et la simplification du droit et des procédures, soumis au vote dans l’hémicycle, mardi soir et mercredi.

89 % DES FRANÇAIS SONT FAVORABLES

Cette modification législative fait l’objet d’une pétition lancée il y a près de deux ans par la fondation de protection des animaux « 30 Millions d’amis », et qui a reçu le soutien de plusieurs intellectuels.

Actuellement, le code rural et le code pénal « reconnaissent, explicitement ou implicitement, les animaux comme “des êtres vivants et sensibles” » mais pas le code civil, expliquent les auteurs de l’amendement, au premier chef le député PS des Hautes-Pyrénées Jean Glavany.

L’amendement permettra, selon eux, de « concilier la qualification juridique et la valeur affective » de l’animal.

89 % des Français sont favorables à une telle modification du code civil, selon un sondage IFOP réalisé fin octobre pour « 30 millions d’amis ». A la même période, une vingtaine d’intellectuels, philosophes, écrivains, historiens et scientifiques français, notamment Michel Onfray et Luc Ferry, se sont également prononcé en ce sens.

http://www.lemonde.fr/planete/article/2014/04/15/la-france-reconnait-aux-animaux-la-qualite-d-etres-sensibles_4402099_3244.html

REAZIONE:TEMPO INDIETRO AVEVO LANCIATO UN APELLO PUBBLICO,UN “SOS GATTINI” E QUESTA NOTIZIA MI RICONFORTA.”MERCI” ALLA FRANCIA.

VEDI APELLO:

https://docs.google.com/document/d/1kTEYtyL2HmJ7aac9SvEmkZFkRKppW1bhgXO5Msowt0I/edit

-

16 APRILE 2014:EU ANCORA CONTRO IL GOVERNO

-TITOLARE LA STAMPA.

CRONACHE

L’Ue incalza l’Italia sull’Ilva: “Taranto è fuorilegge”

MARCO ZATTERIN, INVIATO A STRASBURGO
Violata la normativa Seveso sui controlli, pronta la seconda lettera. Bruxelles ritiene che ci sia margine per negoziare e fare pressione.

REAZIONE:E’ L’ENNESIMO ATTACO DELL’UNIONE EUROPEA CONTRO LE LARGHE INTESE.COSI ERA AI TEMPI DI BERLUSCONI COSI E’ ADESSO CHE E’ “SOCIO” DI QUESTO GOVERNO,CHE EVIDENTEMENTE COSI NON AVRA  LUNGA VITA.HA LA LEPRA.PECCATO PER LA PUGLIA.

-

16 APRILE 2014:NO AI TITOLI

-TITOLARE LA STAMPA.

economia

Sinn: “La Bce non deve comprare i titoli a rischio”

tonia mastrobuoni
Il falco tedesco: «l’Eurotower non incoraggi chi si indebita.
L’Italia? Prospererà se accetta un decennio di stagnazione»
REAZIONE:E’ L’ENESIMO ATTACO DEI TEDESCHI ALLA BCE,EVIDENTEMENTE LA PRESIDENZA DRAGHI NON AVRA LUNGA VITA.
.
6 APRILE 2014:KIEV VA?
.
TITOLARE LE MONDE:
Des habitants prorusses dressent une barricade à proximité de l'aéroport de Kramatorsk, le 15 avril.

Ukraine : Poutine en appelle à l’ONU

Alors qu’une dizaine de villes sont en proie à des troubles, le gouvernement ukrainien affirme qu’une opération est en cours. Mais jusqu’ici, aucun véritable combat n’a eu lieu.

aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 103 »

1 aprile 2014
0

EPPUR SI MUOVE

FOTO,Galileo di fronte al Sant’Uffizio, dipinto di Joseph Nicolas Robert Fleur

-”PUBBLICAZIONE SOTTO PROTESTA”:NO AL COLPO DI PALAZZO.NO AL GOVERNO DEL PRESIDENTE.NO AL NEOLIBERALISMO

1 APRILE 2014:TORNANO O NON TORNANO?
-TITOLARE LA STAMPA:esteri

L’odissea dei marò, udienza rinviata al 31 luglio

Il tribunale speciale indiano ha preso oggi atto della sospensione
del procedimento penale decisa tre giorni fa dalla Corte Suprema.
———
1 APRILE 2014:ECCOLO FINALMENTE CHI E’ IL VERO GOLPISTA

TITOLARE LA STAMPA:

Spagna, dietro il golpe dell’81 c’era il re
Un libro-inchiesta accusa Juan Carlos

Gian Antonio Orighi
In uscita «La grande smemoratezza: ciò che Suárez dimenticò
e il sovrano non vuole ricordare» della giornalista Pilar Urbano.
REAZIONE:FINALMENTE SMASCHERATO:ALTRO CHE DEMOCRATA
—————
1 APRILE 2014:NAZIONE UNITE
1-TITOLARE LA STAMPA:
esteri

Ucraina, segnali di distensione
Mosca ritira truppe dal confine Medvedev va in Crimea (Foto)

Avviato il disgelo nelle relazioni dopo i colloqui tra Obama e Putin.
Prima visita ufficiale del premier dopo l’annessione della regione.
LEGGI DIRETTAMENTE:
http://www.lastampa.it/2014/03/31/esteri/ucraina-segnali-di-distensione-mosca-ritira-truppe-dal-confine-fh2kGWsEEqgfhHcKa00LIP/pagina.html
2-ARTICOLO CORELATO:
+  L’analista Usa: “Bisogna colpire la finanza russa a Londra” semprini
-ECCO UN BRANO:

Qual è, se c’è, il ruolo di Gazprom nell’invasione dell’Ucraina?

«Gazprom opera con l’intento di centrare due obiettivi, il primo è raggiungere l’elite putiniana, e il secondo è geopolitico, ovvero una stabilire una sorta di egemonia energetica legata a doppio filo con quella politica. E per fare ciò opera con ogni mezzo».

Cosa intende dire?

«Prendiamo l’esempio dell’Italia. Suggerirei al nuovo governo di Matteo Renzi di andare a dare un’occhiata ai dossier relativi agli accordi stretti tra Silvio Berlusconi e Vladimir Putin in merito alle questioni energetiche e al ruolo che ha avuto Gazprom in questi affari in cui sono coinvolte anche società italiane».

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://www.lastampa.it/2014/03/31/esteri/colpire-la-finanza-russa-a-londra-jNrSJq9xGrRodFM4q0AM8J/pagina.html

REAZIONE:IL DIALOGO A PARIGGI SEMBRA FUNZIONARE.

DISTENZIONE?:SI MA…C’E’ QUALCOSA CHE NON VA,COME MAI L’ARMATA ROSSA PRENDE INTERE UNITA MILITARI PROPAGANDATE DAI NEOLIBERALI COME UKRAINE  SENZA MAI SPARARE UN COLPO?DOPO TUTTO GRAN PARTE DI QUELLI POLITICI DEL PASSATO GOVERNO ORA SONO DALLA PARTE DEL  NUOVO.

INOLTRE QUESTE DUE NOTE CHE NON PRESENTO INTERAMENTE PERCHE LA NUOVA ERA NON FA POLITICA DIMOSTRANO CHE NEOLIBERALI CI SONO DA TUTTE LE PARTE INTERESSATI A QUESTO STRANNO CONFLITO :IN UKRANIA,RUSSIA,A LONDRA,E…IN ITALIA.SAREBBE OPPORTUNO ANDARE A DARE UNA OCHIATA AL CALCIO NON VI PARE?

PER LA NUOVA ERA E LA SUA DIFUSSIONE SUL PONTE EUROASIATICO L’UKRANIA DEL COLPO NEOLIBERALE DI KIEV RESTA ASSOLUTAMENTE PRESCINDIBILE,L’HO GIA SPIEGATO,PERO CON MEDEVEDIEV UNA CARTA CARTA DI CREDITO ALLA CRIMEA GLIELA DA. FORSE AIUTERA A RINFORZARE IL PONTE E ANCORARE DEFINITIVAMENTE LA NUOVA ERA NELL’EURASIA.

LA NUOVA ERA VALE E LA RICOMPARSA DI MEDVEDIEV CHE ERA STATO RILEGATO DA PUTIN E I SUOI INTERESSI NEOLIBERALI QUANDO LA RUSSIA SI AVVIAVA AD UN REGIME LIBERALE,LO DIMOSTRA.ANCHE LEI NON CI CREDA.

…………..

APRILE 2014:NO,ABOLIRA LA SEVERINO

-TITOLARE GOOGLE NEWS:

i sondaggi del giorno

Matteo Renzi

Secondo voi se Renzi non riesce ad abolire il Senato si dimetterà?

REAZIONE:NO,ABBASERA LE PRETESE PERO FARA MEGLIO DELL’UNIONE EUROPEA,PRESENTERA UNA INIZIATIVA PER ABOLIRE LA LEGGE SEVERINO…MAGARI CON RETROATTIVITA.

PERO TENGA PRESENTE:OLTRE ALLA CRESCENTE OPOSIZIONE INTERNA,HOLLANDE ORA DOVRA PENSARLO DUE VOLTE PRIMA DI DARLI L’OK,IN USA LI CHIEDONO DI FARE IL CONTO A BERLUSCONI PER GLI ACCORDI CON PUTIN E…..DIVENTERA LEPROSO ANCHE LUI,ALTRO CHE FUTURO.LE COSE CAMBIANO A RITMO VERTIGINOSO.

———

APRILE 2014:ANIMALISMO

-TITOLARE GOOGLE NEWS:

Esteri »

Corte dell’Aja: il Giappone la smetta di cacciare le balene

Julie News  - ‎5 ore fa‎
TOKYO (GIAPPONE) – La Corte Internazionale dell’Aja ha ingiunto al Giappone di interrompere ogni azione di caccia alle balene, di revocare i permessi concessi e di non concederne altri. Accolto quindi il ricorso dell’Australia, nelle cui acque imperversano .

———-

APRILE 2014:““Dura cosa te es dar coces contra el aguijón” (Hechos 9:5). dijo Jesús a …

-NOTA SU THE TELEGRAPH:

Blog Home » Notizie » Politica » Peter Oborne

Peter Oborne

Peter Oborne è il principale commentatore politico del Daily Telegraph.

I Fratelli Musulmani: Perché Cameron sta prendendo ordini da generali macchiati di sangue e principi playboy?
Di Peter Oborne
Mondo,Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2014
Comments,Commenta questo articolo

The Muslim Brotherhood headquarters in the Muqatam district in Cairo. (Photo: AP)

Il quartier generale dei Fratelli Musulmani nel quartiere Muqatam al Cairo. (Foto: AP)

-

David Cameron è stato per molti versi un primo ministro competente sottovalutato, soprattutto quando si tratta di politica interna. Tuttavia, ha portato l’esperienza trascurabile degli affari esteri con lui in Downing Street. Come risultato si è stato in gran parte fuori dalla sua profondità (e molto facilmente influenzabili) in politica estera.

L’ultimo esempio di ingenuità del Primo Ministro riguarda la sua decisione di ordinare un’indagine sui Fratelli Musulmani , e i suoi presunti legami con “l’estremismo violento” in Gran Bretagna.

I tempi di dichiarazione del sig Cameron è strano e preoccupante. Il suo annuncio assomiglia molto ad una trovata politica progettata per proteggere il rapporto commerciale della Gran Bretagna con l’Arabia Saudita.

L’annuncio arriva appena sei settimane dopo che la società di difesa britannica BAE Systems ha finalmente accettato un accordo sul prezzo di 72 Eurofighter Typhoon che si sta vendendo dai sauditi, con l’annuncio in arrivo durante la visita  del Principe di Galles al regno.

Certamente la mossa di Cameron delizierà i sauditi: sono passati solo tre settimane da quando le stesse sauditi hanno dichiarato la Fratellanza un’organizzazione terroristica e l’annuncio di David Cameron dà legittimità al presente decreto arbitrario e illogico. Il Primo Ministro occorre tuttavia essere consapevoli che gli autocrati che gestiscono l’Arabia Saudita sono ostili ai Fratelli Musulmani perché offre un’alternativa democratica ultra-conservatore marca wahhabita al regno saudita sunnita.

C’è un terzo punto preoccupante relativo alla tempistica. Il regime militare, che ora gestisce l’Egitto ha dichiarato ufficialmente la Fratellanza come organizzazione terroristica il giorno di Natale dello scorso anno. Nel frattempo, la Gran Bretagna deve ancora chiamare l’attacco militare sostenuto dai sauditi che ha eliminato il presidente Morsi eletto democraticamente dai Fratelli Mussulmani lo scorso luglio per quello che era: un colpo di stato.

Conosco e stimo Sir John Jenkins, l’ambasciatore britannico in Arabia Saudita, che è stato chiesto di portare questa recensione sulla Fratellanza Musulmana. Ma sarà molto difficile anzi per Sir John produrre una relazione disinteressata nell’esercizio delle sue funzioni, come il nostro uomo a Riyadh, e quindi impegnarsi con un regime che riguarda la Fratellanza Musulmana come un nemico mortale. In un comunicato stampa diffuso questa mattina la Fratellanza ha annunciato la sua intenzione di “impegnarsi apertamente” con il commento del governo britannico: per lo meno, è essenziale che Sir John riprende questa offerta.

Ma se Cameron avesse veramente voluto una revisione indipendente non avrebbe mai invitato Sir John: avrebbe commissionato un giudice. Sembra molto come se il Primo Ministro ritiene che vi siano vantaggi per la Gran Bretagna alleandosi noi stessi con i generali insanguinati dell’Egitto e principi playboy sauditi.

Forse ci sarà. Ma nel lungo termine, l’uso sciolto di Downing Street del linguaggio può fare gravi danni agli interessi britannici. E se il signor Cameron è veramente preoccupato per l’ispirazione dell’ “estremismo violento” in Gran Bretagna, sarebbe molto meglio mettere in un’indagine i sauditi.

LEGGI DIRETTAMENTI:

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&tl=it&u=http://blogs.telegraph.co.uk/news/peteroborne/100265960/its-the-saudis-not-the-muslim-brotherhood-who-are-the-real-threat-to-britain/&usg=ALkJrhh8XJodqh0HUWkz5wLKK4Vhsf9Ovg

Altro su Fratelli Musulmani

 *Un passo nella guerra contro l’Islam militante
*
La Fratellanza era un campione della democrazia nel 2013
* Le riprese in Egitto sono una spinta ad al-Qaeda

ARTICOLI CORELATI.

Messaggi recenti

*I Fratelli Musulmani: Perché Cameron sta prendendo ordini da generali macchiati di sangue e principi playboy?,2 Aprile 2014 14:20

Comments

*La Gran Bretagna è vittima di bullismo e ricattato dal Tesoro degli Stati Uniti. Quando starà William Hague alzandosi per noi?,28 Marzo 2014 00:37

Comments

*I media mainstream hanno voluto Nick Clegg battendo Nigel Farage. Ci dispiace, ma non è accaduto,27 mar 2014 00:03

Comments

*I politici moderni sono troppo giovani e troppo noiosi,21 mar 2014 09:34

Comments

*Cinque domande che William Hague deve rispondere su Iran,18 mar 2014 14:32

Comments

REAZIONE:IERI CAMERON HA RECEVUTO RENZI E HA PERFINO PARLATO LODE DELLE SUE POLITICHE INTERNE.SE ABBIAMO PERMESSO AL SIGNOR MARTIN SHULTZ E LA MERCKEL  IMMISCUIRSI NELLA POLITICA INTERNA DELL’ITALIA E PERFINO FARE CAMPAGNA  A FAVORE DELLA LEGA DIFFICILMENTE POSSIAMO ACCUSARE IL SIGNOR CAMERON DI INGERENZA INTERNA NEGLI AFFARI ITALIANI,PERO IL SIGNOR CAMERON,IN ODORE DI NEOLIBERALISMO,CHE NON HA VINTO LE ELEZIONI SCORSI CON AMPIO MARGINE E AVREBBE DOVUTO LASCIARE IL GOVERNO DOPO UN ANNO, AVREBBE DOVUTO ANCHE ASTENERSI DI TALE APOGGIO E AL LIMITE RICEVERE RENZI SOLO NEGLI INCONTRI REGOLARI ISTITUZIONALI DELL’UNIONE EUROPEA.

QUESTA NOTA E’ STATA PUBBLICATA  OGGI DAL THE  TELEGRAPH,UN GIORNALE CONSERVATIORE BRITTANICO PERO INSOSPETTATO DI FAVORITISMO ALLA NUOVA ERA E PURTROPPO………..”AVVOCATI HA ANCHE LA CHIESA”,CAMERON FARA,QUANTO MENO LA FINE DI HOLLANDE,ALTRO SOSTENITORE DEL GOVERNO DI PALAZZO ITALIANO.QUELLO DEL TITOLO. NO AL NEOLIBERALISMO DI RENZI-BERLUSCONI.(HA LA LEPRA)

PD:LA NUOVA ERA,CHE PERO NON FA POLITICA, NON CONDIVIDE LE OPINIONI DEL GIORNALE SULL’EGITTO CHE RITIENE PASSIBILE DI AFFINITA CON LA NUOVA ERA,E TANTO MENO I GIUDIZI SUI FRATELLLI MUSSULMANI VERAMENTE TERRORISTI E VIOLENTI MA SI LE OPINIONI SUL SIGNOR CAMERON IN QUANTO ERRATICA E’ STATO TUTTA LA SUA POLITICA ESTERA,AD ESSEMPIO VERSO L’EUROPA E L’ATTLANTICO SUD DOVE HA TESSUTO ALLEANZE E INTERESSI TANTE VOLTE FAVOREVOLI AI NEMICI NEOLIBERALI DELLA NUOVA ERA.

-APPENDICE:TITOLARI SU THE TELEGRAPH

-VIA IL RE DAL MARE NOSTRUM

Unlawful ‘: navi spagnole randagi in acque controllati dai britannici al largo di Gibilterra.

Ambasciatore spagnolo nel Regno Unito convocato al Foreign Office a seguito della grave incursione ‘nelle acque al largo di Gibilterra

-ODORE DI NEOLIBERALISMO

Zitto sui magliette di calcio in Inghilterra, Cameron’
Il PM ha adottato una posizione incoerente per chi dichiara di credere nel libero mercato, dice James Kirkup.

-

2 APRILE 2014:GOSSIP……MA NON TROPPO
-TITOLARE LA REPUBBLICA:Repubblica.it 30 marzo 2014

Foto … Palace ha diffuso e che è pubblicata dai principali media britannici. Will e Kate appaiono sorridenti e raggianti, la mamma sorregge il ‘royal baby’ che guarda amorevolmente il cane dei duchi di…

REAZIONE:LA “GATTOPARDESCA”  FAMIGLIA  NUOVA ERA

-

APRILE 2014:DISSOLVENDO LA LEGA

-TITOLARE LA STAMPA:

Blitz contro i secessionisti veneti, 24 arresti
Le carte – “Caricare i candelotti di dinamite
Male che vada, finisce tutto a pane e salame”
Foto – Chi sono / Foto – Il carro armato sequestrato / Video
Commento – La voglia d’indipendenza si trasforma in farsa

ANSA

paolo colonnello e michele brambilla
In manette anche il leader della Liga Veneta.
Ipotizzati i reati di terrorismo e di eversione.
Salvini: è una follia. Bossi: vogliono fermarci.
La Procura: non c’è alcun legame con i partiti
L’inchiesta della Procura di Brescia, coinvolti in 51.
«Il gruppo trattava l’acquisto di armi da albanesi»
+  Quei voti gonfiati al referendum per l’indipendenza d. lessi

FOTO  I «serenissimi» e quell’assalto fallito a Venezia nel 1997

-COSI SU LA REPUBBLICA:

Arresto dei 24 secessionisti

La Lega insorge – video

Salvini: follia video Bossi: vogliono fermarci

Renzi: fiducia in magistrati, istituzioni solide

Accuse: terrorismo e fabbricazione armi

Video Il carro armato fatto in casafoto

Indagati leader Forconi e promotore referendum  vd

RNews Giannini: “Attenti a non trasformarli in martiri”

RepTv Colaprico

Articoli correlati

4,7mila condivisioni
- E COSI SUL CORRIERE:
L’ACCUSA: TERRORISMO ED EVERSIONE, IN MANETTE ANCHE ROCCHETTA
Secessionisti veneti, 24 arresti
I nuovi Serenissimi: tutti i voltiCinque degli arrestati
Cinque degli arrestati

Sequestrato un mezzo corazzato per «blitz a San Marco»

VIDEO 1 2:«Ora spariamo»Bianconi

Renzi: fiducia in magistratura
I Serenissimi e l’assalto del ‘97
Il «tanko» nel capannone FOTO

REAZIONE:BENE,TUTELARE LO STATO DI OGNI FORMA DI OCUPAZIONE E SECESSIONISMO,DISSOVERE L’ORGANIZAZZIONE PARAMILITARE E PARAPOLIZIALE CHIAMATA LEGA NORD ED ALTRE ORGANIZAZZIONI CRIMINALI EVERSIVE “ALLEATE”.

-NOTA COMPLETA SU LA STAMPA:Cronache

02/04/2014

Veneto, 24 secessionisti in manette
Sequestrato un carro armato artigianale
“Trattative con albanesi per le armi”

Il blitz: tra gli arresti il leader regionale dei Forconi e Rocchetta (Liga Veneta).
Le accuse: «Eversivi, non cercavano solo azioni dimostrative». 33 perquisizioni.
Il quartier generale nel Padovano. Salvini: una follia. Zaia: inchiesta fa pensare.
Renzi: non commento le indagini, ma sono sereno rispetto alla tenuta istituzioni
ANSAIl Tanko degli indipendentisti veneti durante il sequestro operato dai carabinieri del Ros in un capannone a Casale di Scodosia (PD).

Ventiquattro secessionisti in manette. Blitz dei carabinieri del Ros, in diverse regioni italiane, contro «un gruppo riconducibile a diverse sigle di ideologia secessionista, che aveva progettato varie iniziative, anche violente, finalizzate a sollecitare l’indipendenza del Veneto e di altre parti del territorio nazionale dallo Stato italiano». Ventiquattro, come detto, le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Brescia, su richiesta della procura, per associazione con finalità di terrorismo ed eversione dell’ordine democratico e fabbricazione e detenzione di armi da guerra. In serata il premier Renzi, intervenendo da Bruxelles, ha ribadito «la fiducia nella magistratura, e si «è detto sereno sulla tenuta delle istituzioni» pur non volendo commentare le indagini.

IL CAPANNONE «ARSENALE»

Sono in tutto 51 gli indagati. Tra le iniziative documentate dall’inchiesta, «la costruzione di un carro armato – costruito in un capannone denominato «arsenale», a Casale di Scodosia (Padova) – sottoposto a sequestro, da utilizzare per compiere un’azione eclatante a Venezia in piazza San Marco». Secondo il comandante del Ros, il generale Mario Parente, c’era l’intenzione di mettere in atto numerosi attentati, alcuni dei quali a sedi di Equitalia. Erano stati, invece, abbandonati, i progetti riguardanti attentati ai tralicci, sulla scorta dell’esperienza altoatesina, perché avrebbero potuto vanificare l’obiettivo finale che era l’occupazione di Piazza San Marco a Venezia.

ARRESTATO L’EX SOTTOSEGRETARIO ROCCHETTA

Tra gli arrestati, anche l’ex parlamentare Franco Rocchetta, uno dei fondatori della Liga Veneta poi confluita nella Lega Nord. Successivamente Rocchetta, tra i promotori del referendum per la secessione del Veneto, ha abbandonato il movimento. In manette ci sono anche due ex “Serenissimi” che assaltarono il campanile di san Marco, a Venezia, nella notte tra l’8 e 9 maggio 1997, in occasione del bicentenario della fine della Repubblica di Venezia, il 12 maggio 1797- Si tratta di Luigi Faccia e di Flavio Contin. Quella notte di 17 anni fa insieme ad altri occuparono il campanile, esponendo dalla cima la bandiera con il Leone simbolo della Repubblica. Di quell’azione, oltre al nome di «Serenissimi» dato ai componenti del commando, alla storia è passato il “Tanko”, un furgone trasformato in un rudimentale mezzo blindato: in otto occuparono il campanile esponendo dalla cima la bandiera con il Leone simbolo della Repubblica.

-VIDEO

GLI INQUIRENTI: «COLLEGAMENTI CON LA CRIMINALITA’ ALBANESE»

Secondo gli inquirenti, che escludono «con certezza» l’esistenza di «elementi di collegamento con la Lega Nord», i secessionisti avevano costituito una «alleanza» eversiva. Alleanza – ha spiegato il procuratore capo della Repubblica di Brescia, Tommaso Bonanno, durante una conferenza stampa – costituita nel comune di Erbusco, in provincia di Brescia, il 26 maggio 2012 e comprendente movimenti separatisti che vanno da “Brescia patria” e alcuni rappresentanti di “Veneto Stato” ad altri movimenti separatisti in Italia. Dalle indagini sono state accertate riunioni riservate in abitazioni, aziende e ristoranti di proprietà degli arrestati e un’attività di reperimento di finanziamenti, oltre che l’utilizzo di telefoni cellulari dedicati per l’attività sovversiva. Documentati contatti con la criminalità albanese per reperire armi. È emerso che quella sgominata dai Ros era un’alleanza tra più «organizzazioni secessioniste sotto il comune progetto dell’indipendenza dallo Stato italiano». Tra queste, secondo gli investigatori, Brescia Patria, Veneto Stato, il movimento indipendentista sardo Disubbidientzia, nonché il movimento dei Serenissimi.

ZAIA: «FA RIFLETTERE IL TEMPISMO DELL’INCHIESTA»

Il tempismo dell’inchiesta che ha portato all’arresto di 24 secessionisti da parte dei Ros dei Carabinieri «fa pensare». Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, che ha sottolineato come l’azione della magistratura arrivi in «un momento cruciale come questo, ovvero quello dell’istanza indipendentista, in cui si apre una nuova pagina della storia del Veneto». «Io ho l’impressione che ci sia stato un eccesso di forza. Ci fa dubitare la tempistica, che è quantomeno particolare, come un elefante in cristalleria»,

matteo salvini @matteosalvinimi Segui

Aiutano CLANDESTINI, liberano DELINQUENTI e arrestano chi vuole INDIPENDENZA. Follia pura. Se Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia.

11:29 AM – 2 Apr 2014

SALVINI: «LO STATO NON FA PAURA A NESSUNO»

«Aiutano i clandestini, cancellando il reato di clandestinità, liberano migliaia di delinquenti con lo svuota-carceri, e arrestano chi vuole l’Indipendenza. Siamo alla follia. Se lo Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia», scrive su Facebook il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, dopo l’arresto di Franco Rocchetta. Ma riguardo ai 24 arrestati la Procura di Brescia precisa che «non vi sono elementi che evidenzino collegamenti fra queste persone e la Lega Nord». «Si tratta di persone che avevano avuto contrasti con la Lega Nord perché ritenevano linea Carroccio troppo morbida», dice il procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno. Ma il Carroccio intende dimostrare la sua solidarietà e annuncia una manifestazione «domenica prossima a Verona alle ore 18 per protestare contro gli arresti e l’indagine anti-indipendentista», spiega Salvini. A dargli man forte c’è Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord a Palazzo Madama: «Invitiamo i veneti e tutti coloro che non sopportano più l’insostenibile vessazione dello stato centrale, ad esporre la bandiera di San Marco dalle loro abitazioni per far sentire la loro vicinanza ai veneti e ai lombardi ingiustamente incarcerati».

L’EX LEADER BOSSI: «IL BLITZ È UN BLUFF»

Il blitz «è un bluff. L’impressione è questa, che stiano bluffando. Quasi sempre quando tirano fuori la storia delle armi contro gli indipendentisti non è vero. È un trucco per fermarli, ma non funziona. Non solo non va bene, ma farà esplodere la rabbia popolare», dice Umberto Bossi, il presidente della Lega Nord, conversando con l’Adnkronos a Montecitorio. Il Senatur si dichiara d’accordo con il segretario Matteo Salvini: «Ha ragione – dice – sono d’accordo con lui. L’impressione comunque è che stiano bluffando, altrimenti fai un processo, mica arresti. Se ricorri alle maniere forti è perché ti senti debole e hai paura. La mia impressione è che il Veneto ce la farà» ad ottenere l’indipendenza. Per Bossi, comunque, «è stato un errore per tanti anni aver sopportato che gli Stati-nazioni salvassero il centralismo, che viene dal fascismo. Lo hanno salvato grazie all’Europa che è diventata la copertura di tutti i centralismi, ne è diventata la garanzia. Sono cose che si trascinano da troppo tempo».

IL COMITATO DEL REFERNDUM (ILLEGALE)

Non solo la Lega. Anche il comitato plebiscito.eu, che ha promosso il referendum online sull’indipendenza del Veneto, ha convocato per stasera alle 19 in piazza San Marco «una dimostrazione pacifica e democratica, solo con le bandiere del veneto». «Mobilitazione generale per l’esercizio di indipendenza della Repubblica Veneta: uno per tutti, tutti per uno», ha scritto nella convocazione il leader dei referendari Gianluca Busato.

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://www.lastampa.it/2014/04/02/italia/cronache/secessionisti-in-veneto-in-manette-sequestrato-un-carro-armato-artigianale-trattative-per-avere-armi-dallalbania-NaMjCTDcY42npK5vb4vtlI/pagina.html
-APPENDICE:COSI SU ANTENNATRE
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube
3 APRILE 2014:BANDIRE LA LEGA
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Sì al ddl che ‘cancella’ reato clandestinità
ostruzionismo Lega / Le misure / Rnews
E il Senato approva la legge su misure cautelariArticoli correlati
-LA LEGA E BERLUCONI HANNO DATO VOCE A “NUOVI CETI MEDI PRIVATI DI PICCOLI IMPRENDITORI E LAVORATORI AUTONOMI”:MA…… SCHERZIAMO? PERO SE SONO STATI PROPIO LORO A LIQUIDARE LO STATO DI BENESSERE SOCIALE DEI GGLORIOSI TEMPI DELLA PICCOLA E MEDIANA IMPRESA QUANDO ERAVAMO POTENZA ECONOMICA CON UN MODELLO DI SVILUPPO AD IMITARE,IN NOME DELLA PRIVATIZAZZIONE DELLO STATO,CHE NON SIGNIFICA PER NULLA QUELLA INIZIATIVA PRIVATA FAMIGLIARE DEI “SELF MADE MAN”  MA L’ASSALTO PROPIO ALLO STATO E NON SOLO,PER PARTE DI UN MUCCHIO DI LADRI DI DUE SOLDI.

-APPENDICE:

Italia

Armata Brancaleòn

Veneto, il ritratto di tutti i secessionisti arrestati

aprile 2014

Commenti,N. commenti 28

Tra i 24 arresti effettuati ieri all’alba dai carabinieri del Ros di Brescia spicca quello del veneziano Franco Rocchetta, 67 anni il prossimo 12 aprile. È il padre della Liga Veneta, nata ufficialmente nel 1980 a Padova. È stato tra i primi, in Italia, a parlare di federalismo alla gente comune. Lo ha fatto nelle piazze e nei mercati. Fin da ragazzo ha sposato la causa veneta. A 22 anni, assieme ad altri oppositori dello Stato centrale, è stato difeso gratuitamente da un pool di avvocati veneti dalle accuse e dagli attacchi dei vertici della Democrazia Cristiana. Del caso si parlò molto anche all’estero. Consigliere regionale per un decennio, è stato presidente federale della Lega Nord tra il ’91 e il ’94 e per 8 mesi, a cavallo tra il ’94 e il ’95, ha ricoperto il ruolo di sottosegretario agli Esteri del primo governo Berlusconi.

Dopo un lungo periodo di silenzio politico, Rocchetta era tornato di recente a sostenere in prima persona l’indipendenza della sua terra. Lo scorso 21 marzo, a Treviso – in piazza dei Signori – era a fianco di Gianluca Busato (promotore del referendum digitale) per la dichiarazione di sovranità della Repubblica Veneta. È Rocchetta l’unico degli arrestati ad aver preso parte attiva alla realizzazione della consultazione online di plebiscito.eu.

I carabinieri hanno fermato anche due dei «serenissimi» protagonisti del blitz di piazza San Marco nel maggio del ’97. Flavio Contin, 72 anni, per ragioni di età è stato sottoposto agli arresti domiciliari, mentre Luigi Faccia – che quella notte non partecipò direttamente all’operazione, ma fu comunque condannato perché considerato uno degli organizzatori – è stato portato in carcere. In prigione è finito anche il veronese Lucio Chiavegato, 49 anni, noto alle cronache negli ultimi mesi per aver guidato la protesta dei forconi veneti. È il leader dell’associazione Life (Liberi imprenditori federalisti europei), nata nel ’94 a Conegliano, in provincia di Treviso. Da tempo è protagonista di azioni dimostrative contro Agenzia delle Entrate ed Equitalia. Ha pure scritto una sorta di manuale con le 10 regole per affrontare i controlli dei finanzieri. Patrizia Badii, anche lei finita in carcere, conosciuta a Nordest come «la rossa passionaria fiorentina», nel 2012 era stata candidata a sindaco di Verona per «Veneto Stato». Ottenne 349 voti.

Le accuse a carico delle persone arrestate sono pesantissime: associazione con finalità di sovversione dell’ordine democratico e concorso in illecita fabbricazione e detenzione di armi da guerra. Rischiano condanne fino a 15 anni. Nell’elenco dei fermati c’è anche l’imprenditore milanese Roberto Bernardelli, 65 anni, ex parlamentare leghista nei primi anni ’90 ed ex assessore del Comune di Milano, oggi presidente dell’Unione Padana. Gli altri arrestati sono Tiziano Lanza, Andrea Meneghelli, Luca Vangelista, Corrado Turco, Felice Pani, Stefano Ferrari, Renato Zoppi, Riccardo Lovato, Angelo Zanardini, Michele Cattaneo, Maria Luisa Violati, Erika Pizzo, Elisabetta Adami, Maria Marini, Marco Ferro, Corrado Manessi, Roberto Abeni e Giancarlo Orini, nel 2008 candidato alla carica di sindaco di Brescia, 72 anni, e per questo, come Contin, agli arresti domiciliari.

Tra gli indagati figura anche il direttore de lindipendenza.com, Gianluca Marchi (primo direttore de La Padania ed ex caporedattore di Libero), al quale i carabinieri hanno sequestrato un computer. «Se ne sono andati con il mio pc personale sul quale lavoravo per tenere aggiornato questo giornale», ha scritto ieri pomeriggio sul suo quotidiano online. «Non poteva essere diversamente, perché io non sono associato a nessun gruppo o sigla di quelle di cui parlano i magistrati, nemmeno a un club di bridge per il vero».

di Alessandro Gonzato

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11585503/Veneto–il-ritratto-di-tutti.html

Articoli correlati

In manette 24 secessionisti: ”Caricate quei candelotti di dinamite”. Ira Lega

Blitz contro secessionisti veneti: 24 arresti, altri 27 indagati

-APPENDICE 2:HANNO CHIESTO L’INTERVENTO DELL’UNIONE EUROPEA

-TITOLARE SU GOOGLE NEWS:

Kovoso, Ue pronta a creare Tribunale per crimini guerra albanesi

TMNews  - ‎1 ora fa‎
Il presunto traffico di organi, a danno di prigionieri principalmente serbi, è stato denunciato in un rapporto del senatore svizzero, Dick Marty, adottato all’unanimità dal Consiglio d‘Europa all’inizio del 2011. Il documento chiama in causa tra i
REAZIONE:A CHI NON MANGIA ZUPPA,DUE PIATTI.
-
-APPENDICE 3:COSI SU LE MONDE
L’invraisemblable projet des indépendantistes de Vénétie

LE MONDE | 04.04.2014 à 11h37 • Mis à jour le 04.04.2014 à 17h48 | Philippe Ridet (Rome, correspondant)

Sur la place Saint-Marc, le 9 mai 1997, lors d'une opération d'indépendantistes vénètes.

Comment faire d’une pelleteuse un char d’assaut ? Pour le savoir, demandez à Flavio Contin. C’est dans son hangar qu’a été saisi, mercredi 2 avril, le prototype de cet hybride auquel il ne manquait qu’un canon. Cinq autres engins du même type auraient dû voir le jour si les carabiniers n’avaient mis hors d’état de nuire vingt-quatre militants qui s’apprêtaient à lancer l’assaut pour décréter, les armes à la main, l’indépendance de la Vénétie. Ils sont soupçonnés de terrorisme, de fabrication et de détention d’armes de guerre.

Si ce Blitzkrieg, programmé pour le 25 mai, jour des élections européennes, sur la place Saint-Marc de Venise, avait bien peu de chances d’aboutir, les militants vénètes étaient déterminés. Regroupés au sein d’un groupuscule baptisé l’Alliance, ils étaient aussi en cheville avec des mafieux albanais pour acheter des armes légères de fabrication moins artisanale. La police estime leur nombre à 300. Ayant tous rempli un bulletin d’inscription, ils ne seront pas difficiles à identifier…

A la tête de ce commando, on trouve deux anciens parlementaires de la Ligue du Nord, un leader du mouvement de protestation antitaxes des « fourches » et deux indépendantistes déjà signalés pour avoir participé en 1997 à un assaut contre le campanile de Saint-Marc. Leurs motivations, telles qu’exprimées dans leurs entretiens téléphoniques, tiennent en quelques mots : contre « les taxes », « les radars » et « les Marocains »

En 1997, la police intervient pour retirer un drapeau vénète de la place Saint-Marc.

Folklore ? Nostalgie ? Qu’ont donc les Vénètes, rattachés au royaume d’Italie en 1866, pour vouloir revenir aux temps de la République de Venise, avant que Napoléon ne la fasse passer, par le traité de Campo-Formio, sous souveraineté autrichienne ? Déjà, le 21 mars, deux millions de personnes auraient participé à une consultation en ligne pour se prononcer, à 90 %, en faveur de l’indépendance de la Vénétie.

Selon les organisateurs de ce vote numérique (l’un d’eux a également été arrêté mercredi), la région serait économiquement viable si elle était séparée de Rome. Forte de 5 millions d’habitants, d’un taux de chômage de 7,5 % (contre 13 % dans le reste du pays), de 700 000 artisans et PME, elle paierait 71 milliards d’euros d’impôts à l’Etat, soit 21 milliards de plus que ce qu’elle reçoit.

Lire : Comment la Vénétie prépare son (hypothétique) indépendance

 Philippe Ridet (Rome, correspondant)
Journaliste au Monde

http://www.lemonde.fr/europe/article/2014/04/04/l-attaque-de-la-place-saint-marc-n-aura-pas-lieu_4395850_3214.html
-
REAZIONE:IL RADAR?NULLA CENTRANO CON LA NUOVA ERA CHE NON HA BISOGNO DI NEMICI.E COME NEL CASO DEI NO MOUS LA NUOVA ERA NON FA POLITICA,NON APPARTIENE A NESSUNA ORGANIZAZIONE E TANTO MENO VIOLENTA.LA NUOVA ERA NON FA NE MENO PROSELITISMO DI NESSUN GENERE ,E’ SOLO LA COSCIENZA DEI SUOI LETTORI IN QUESTO MEZZO A DIFFONDERLA.
-
-7 APRILE 2014:SULLO STESSO ARGOMENTO ANDIAMO AL  FATTO QUOTIDIANO
Sei in: Il Fatto Quotidiano > Cronaca > Veneto, il blit…

aggiornato alle 22:16 di Lunedì 7 Aprile 2014

Veneto, il blitz: arrestati 24 secessionisti. “E’ arrivato il momento di combattere”
Operazione del Ros dei carabinieri dopo un’inchiesta della Procura di Brescia: oltre 51 gli indagati, fra cui uno dei leader dei Forconi. Matteo Salvini: “Liberano migliaia di delinquenti con lo svuota-carceri e arrestano chi vuole l’indipendenza. Siamo alla follia”. Misura cautelare anche per l’ex parlamentare della Lega Nord Franco Rocchetta. Il gruppo preparava un’azione eclatante in piazza San Marco con un carro armato artigianale

di Redazione Il Fatto Quotidiano | 2 aprile 2014

Commenti (2592)
Veneto, il blitz: arrestati 24 secessionisti. “E’ arrivato il momento di combattere”

Più informazioni su: Indipendentismo, Indipendenza, Matteo Salvini, Secessione, Veneto

Associazione con finalità di terrorismo, eversione dell’ordine democratico e fabbricazione e detenzione di armi da guerra. Tradotto: violenza secessionista. Per la Procura di Brescia non ci sono dubbi: erano disposti a tutto pur di spingere all’indipendenza del Veneto. Anche ad azioni clamorose. Fino ad oggi, quando un blitz dei carabinieri del Ros ha stroncato l’attività pseudo-politica di un gruppo secessionista veneto, accusato di aver messo in atto “varie iniziative, anche violente“, per raggiungere l’obiettivo: la secessione dall’Italia. L’indagine ha portato a ventiquattro arresti nelle provincie di Padova, Treviso, Rovigo, Vicenza e Verona. In carcere, tra gli altri, l’ex parlamentare e sottosegretario Franco Rocchetta, fondatore della Liga Veneta (attualmente fuori dal movimento confluito nella Lega Nord) e tra i promotori del referendum per la secessione del Veneto. Stesso provvedimento per Lucio Chiavegato, il leader del Movimento 9 dicembre di Verona. Chiavegato è stato protagonista del presidio nei pressi del casello dell’autostrada A4, già presidente della Life, la Libera Associazione degli imprenditori veneti (leggi). Carcere anche per il suo braccio destro, Patrizia Badii, anche lei tra i promotori del presidio verosese di dicembre. La Badii ieri era stata ricevuta a Roma dalla Commissione Agricoltura del Senato per un’audizione sui problemi degli allevatori. Un altro degli arrestati, Giancarlo Orini, 74 anni, nel 2008 si era candidato alla carica di sindaco di Brescia a capo della lista “Liberi bresciani”. Rinunciò poi alla candidatura sostenendo che l’election day impediva alle liste locali di esprimere i loro contenuti e aveva quindi invitato i simpatizzanti ad annullare la scheda.

In galera, inoltre, Luigi Faccia, mentre ai domiciliari è finito Flavio Contin: questi ultimi due sono personaggi già noti alle forze dell’ordine perché fecero parte del gruppo dei Serenissimi, che tra l’8 e il 9 maggio del 1997 occuparono piazza San Marco a Venezia a bordo di un blindato. E’ Felice Pani, 54 anni di Terralba (Oristano), l’unico sardo tra i 24 “secessionisti” arrestati stamattina. Pani era un tranquillo commerciante di frutta e verdura fino all’estate del 2008, quando salì per la prima volta agli onori della cronaca per la partecipazione all’occupazione dell’isola di Mal di Ventre (sulla costa centro occidentale della Sardegna) organizzata dall’indipendentista Salvatore “Doddore” Meloni – anche lui di Terralba – assieme al quale piantò sull’isola la bandiera della Repubblica Indipendente di Malu Entu, nel cui governo guidato da Meloni, l’uomo arrestato oggi ricoprì la carica di ministro dell’Agricoltura. Pani finì poi assieme a Meloni in Tribunale. L’accusa non parlava però di secessione o di attentato all’integrità dello Stato, ma solo di danneggiamento ambientale per i rifiuti abbandonati nell’isola. Qualche tempo dopo l’amicizia e la collaborazione tra i due si ruppe, anche per questioni di affari, ma Pani non abbandonò mai la fede indipendentista

Tra gli indagati, del resto, figura anche lo stesso Salvatore Meloni, detto Doddore. A rivelarlo è stato lui stesso, convocando per questo pomeriggio una conferenza stampa. A casa di Meloni questa mattina alle 5 è stata eseguita una perquisizione durante la quale sono stati sequestrati computer e cellulari. Altro nome di spicco tra gli arrestati è quello di Roberto Bernardelli. Assessore a Milano, poi parlamentare leghista, consigliere regionale in Lombardia, candidato presidente della Provincia appoggiato da Lega Padana Lombardia, No euro e Fronte cristiano, ma anche imprenditore nel settore alberghiero (della sua famiglia fra gli altri un hotel quattro stelle a Caserta): c’è tutto questo nel suo curriculum. All’inizio degli anni Novanta, Bernardelli è stato assessore ai Servizi sociali delle giunte di Paolo Pillitteri e, subito dopo in piena Mani pulite, del migliorista Giampiero Borghini, in quota Pensionati. Nel 1992 è passato alla Lega Nord. Due anni dopo con il Carroccio è stato eletto in parlamento. Poi è entrato in consiglio comunale come capogruppo del partito di Bossi e, nel 2000, è stato candidato ed eletto in consiglio regionale. L’idillio con la Lega è durato poco. Nel 2001 ha lasciato il partito per riprendere “il sogno originario dell’autonomia”. Nel 2004 si è candidato a presidente della Provincia, ottenendo meno del 2% dei voti. Da allora ha continuato l’impegno politico ed è nel 2011 fra i fondatori del movimento indipendentista ‘Unione padana‘, che poi nel maggio 2013 è confluito in ‘Indipendenza lombarda’. Della sua famiglia sono fra l’altro l’Hotel dei Cavalieri, nel centro di Milano, e l’Hotel dei Cavalieri in piazza Vanvitelli a Caserta e, nel settore della sanità, la Clinica San Carlo, una struttura ospedaliera di Paderno Dugnano e della residenza per anziani Emilio Bernardelli, sempre nella stessa cittadina del milanese.

Nelle iniziative documentate dall’indagine anche la trasformazione di un trattore agricolo in una sorta di carro armato con un cannoncino da 12 millimetri perfettamente funzionante. Il veicolo sarebbe servito per compiere un’azione eclatante a Venezia in piazza San Marco. Il mezzo è stato sequestrato a Casale di Scodosia nel padovano, il comune che, a quando si apprende, sarebbe stata la “base” del gruppo. Nel corso dell’indagine, che vede indagate 51 persone in tutto, sono state effettuate 33 perquisizioni.

Per quanto riguarda la composizione del gruppo, secondo gli inquirenti “l’Alleanza ha riunito più organizzazioni secessioniste sotto il comune progetto dell’indipendenza dallo Stato italiano”: tra queste Brescia Patria,Veneto Stato, il movimento indipendentista sardo Disubbidientzia, nonché il movimento dei Serenissimi. Nel progetto dell’organizzazione secessionista, oltre alla liberazione di piazza San Marco, è prevista l’insurrezione degli strati delle popolazioni del Nord-Italia maggiormente esasperati dalla crisi economica, con la creazione di ambasciate presso Paesi amici, già individuati nella Serbia e nella Svizzera, al fine di ottenere un formalericonoscimento internazionale. Per ottenere la massima visibilità e vanificare l’intervento delle forze di polizia, dopo l’azione di piazza San Marco i membri dell’Alleanza avrebbero previsto la realizzazione di una conferenza stampa da organizzarsi in una capitale europea da individuare

LINK VIDEO

http://link.brightcove.com/services/player/bcpid2869312030001?bckey=AQ~~,AAABNTOXzWk~,XOQppeUuyCFHRdDzJIU86xbvxC-Y47xI&bctid=3421206618001Carcere e domiciliari per due ex Serenissimi
Alessio Morosin
, avvocato di Flavio Contin, proprietario del garage nel quale è stato ritrovato il mezzo blindato, afferma che “il tanko è lo stesso usato nella notte fra l’8 e il 9 maggio 1997″, quando un gruppo di Serenissimi occupò piazza San Marco rivendicando l’indipendenza del Veneto. Nella Vicenda, anche allora fu coinvolto Flavio Contin. “Il mezzo – afferma l’avvocato – è stato legalmente acquistato all’asta al termine del procedimento del Tribunale di Venezia da un gruppo di persone che aveva come referente Geremia Agnoletti“. Versione confermata anche dai carabinieri della compagnia di Padova e del Ros. Contin e Faccia, assieme ad altriotto indagati, sono accusati di aver illegalmente fabbricato e detenuto quello che viene definito “un carro armato-arma da guerra”. La costruzione e la detenzione di un blindato, che ricorda il ‘tankò usato nel 1997 dai “Serenissimi” in Piazza San Marco, che si muove tra Casale di Scodosia (Padova) e Palazzolo sull’Oglio (Brescia), ma anche in altri luoghi forse per provarlo, dall’aprile dello scorso anno ad oggi. I due sono anche accusati, assieme al altre 16 persone, tra le quali Franco Rocchetta, del reato previsto all’articolo 270 bis del codice penale (Associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell’ordine democratico) per aver promosso, costituito, organizzato e finanziato una associazione denominata ‘L’Alleanza’, che avrebbe avuto tra i suoi propositi l’occupazione militare di Piazza san Marco, a Venezia.

I nomi dei 24 arrestati
Tra i 24 secessionisti arrestati compaiono cinque donne tra le quali anche una giovane di 26 anni. Ecco tutti i nomi: Corrado Manessi nato a Brescia l’11.02.1962; Roberto Abeni, nato a Brescia il 17.12.1963; Angelo Zanardini, nato a Sale Marasino (Brescia); Luigi Faccia, nato a Conselve (Padova) il 30.07.1954; Lucio Chiavegato, nato a Bovolone (Verona) il 08.02.1965; Patrizia Badii nata a Scandicci (Firenze) il 20.11.1963; Tiziano Lanza, nato a Bovolone (Verona) il 23.09.1961; Andrea Meneghelli nato a Isola della Scala il 05.03.1966; Luca Vangelista nato a Rivoli (Torino) il 11.07.1963; Corrado Turco nato a Isola Rizza (Verona) il 24.08.1967; Felice Pani, nato a Terralba (Oristano) il 29.01.1960; Stefano Ferrari nato a Bergamo il 28.06.1969; Renato Zoppi nato a Monteforte d’Alpone (Verona) il 16.06.1957. Nome illustre tra i secessionisti arrestati è quello del fondatore della Liga Venera Franco Rocchetta, nato a Venezia il 12.04.1947. Poi ancora: Riccardo Lovato nato a Padova il 14.10.1969; Michele Cattaneo, nato a Brescia il 17.09.1979; Maria Luisa Violati nata a Lendinara (Rovigo) il 29.04.1964; Erika Pizzo, nata a Badia Polesine (Rovigo) il 05.02.1988; Roberto Bernardelli, nato a Milano il 31.01.1949; Elisabetta Adami, nata a Villafranca di Verona (Verona) l’8.02.1947; Maria Marini, nata a Volpago del Montello (Treviso) il 23.08.1957; Marco Ferro, nato a Lendinara (Rovigo) il 25.07.196. Sono invece stati sottoposti agli arresti domiciliari: Giancarlo Orini nato a Brescia il 27.02.1939 e Flavio Contin nato a Casale di Scodosia (Padova) il 05.11.1942.

La Procura: “Volevano alimentare l’insurrezione popolare”
Si proponevano ”l’indipendenza dallo Stato italiano con il ricorso a metodi violenti e all’insurrezione popolare” i componenti del gruppo ‘Alleanza‘, sgominato stamani dall’operazione dei Ros. Lo ha spiegato il procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno, durante la conferenza stampa convocata per spiegare l’operazione. “Il gruppo – ha spiegato il magistrato – era stato fondato nel maggio del 2012 e riuniva esponenti di Brescia patria e del Movimento separatista Veneto stato. Il programma si rifaceva, prevedendo però anche metodi violenti, al gruppo della Serenissima, autore dell’ occupazione di piazza San Marco a Venezia. Tra gli indagati vi sono anche persone che parteciparono al blitz nel capoluogo veneto. Per quanto riguarda presunti legami con movimenti politici, il procuratore di Brescia ha sottolineato che “non vi sono elementi che evidenzino collegamenti fra queste persone e la Lega Nord’’. Anzi, per Tommaso Buonanno “si tratta di persone che avevano avuto contrasti con la Lega Nord’’ perché ritenevano la linea Carroccio troppo morbida.

A sentire gli inquirenti, poi, il gruppo intendeva utilizzare il carro armato rudimentale “per un’azione in Piazza San Marco a Venezia, con il coinvolgimento di centinaia di persone, alcune delle quali armate”. Per gli investigatori il tank (seppur artigianale in quanto realizzato dotando una ruspa di paratie blindate) poteva essere armato con una bocca da fuoco. A proposito dell’azione ‘in programma’ a Piazza San Marco, “è stato documentato come alcuni militanti dell’organizzazione si siano adoperati per reperire armi leggere attraverso dei contatti con la criminalità albanese, da destinare ai membri dell’organizzazione”. Il carro armato artigianale, “definito Tanko”, è stato costruito in un capannone a Casale di Scodosia, in provincia di Padova utilizzando una pala cingolata Fiatallis Mod.FL 20, “successivamente blindata e dotata di videocamere e di una bocca da fuoco, ancora da montare”. Sempre nello stesso capannone, alcuni membri dell’organizzazione hanno di recente realizzato una prova di fuoco a salve, testimoniando l’offensività del mezzo blindato una volta armato. Secondo la procura, inoltre, l’organizzazione secessionista ha svolto anche una diffusa attività di autofinanziamento che ha consentito di raccogliere finora non meno di 100mila euro, grazie a singole elargizioni e all’apertura alla Cassa Padana di un conto dedicato alla raccolta dei fondi.

Per quanto riguarda l’organizzazione interna, poi, la struttura secessionista era “basata – hanno spiegato gli investigatori – su una precisa ripartizione dei ruoli tra gli associati, con l’attribuzione di compiti specifici, quali il Comandante della Piazza per la Veneta Serenissima Armata“. Tra gli associati vi era poi “un nucleo centrale, motore propulsore dell’organizzazione”, mentre la formale adesione al progetto indipendentista avveniva “attraverso la compilazione e sottoscrizione di schede di adesione, contenenti la carica rivestita e le regole tassative da rispettare”. Le indagini hanno inoltre evidenziato “la disponibilità di luoghi di riunione riservati, quali private abitazioni, aziende di proprietà degli indagati e ristoranti; la disponibilità di utenze cellulari dedicate esclusivamente alle conversazioni tra gli associati; una diffusa attività di proselitismo, anche attraverso riunioni aperte ad un pubblico selezionato, vertenti principalmente sulla storia veneta; una rigorosa compartimentazione interna, anche in termini di conoscenza delle iniziative in corso, come la realizzazione del carro armato blindato conosciuta solo da soggetti di accertata affidabilità e non da tutti i militanti“.

Non solo. Le indagini sull’Alleanza hanno documentato anche “attività strumentali alla realizzazione del progetto eversivo, con l’organizzazione di conferenze e manifestazioni di piazza, nonché la costituzione di una sorta di direttorio del nuovo governo Serenissimo, per le trattative con lo Stato italiano finalizzate alla secessione del Veneto dall’Italia”.

L’ordinanza del gip: “Ampio disegno eversivo”
Il nucleo fondante ed i dirigenti dell’associazione L’Alleanza “hanno delineato un disegno eversivo molto più ampio” dei Serenissimi che agirono in piazza San Marco nel 1997, “perseguendo la saldatura di più movimenti separatisti che, con iniziative coordinate, dovrebbero collaborare nell’attacco all’unità dello Stato e, comunque, rendere più difficile la reazione dell’apparato statale alla proclamata indipendenza di buona parte del lombardo-veneto”. E’ quanto si legge nell’ordinanza del gip, secondo cui “teorizzano e mettono in pratica un’operatività su un doppio binario, uno dei quali costituito dal volto pubblico e legale di propaganda politica dei valori indipendentisti o secessionisti e l’altro costituito dalla creazione di una struttura organizzativa segreta, con reclutamenti mirati, i cui veri fini non potevano essere divulgati”. E dunque, prosegue il giudice, “nel programma dell’organizzazione si afferma la necessità di uso della violenza, al fine di provocare e guidate in armi una rivolta popolare, per giungere alla proclamazione della Repubblica Veneta”.

Ecco perché l’organizzazione sgominata dal Ros non ha “di mira un’azione simbolica o meramente dimostrativa come nel maggio del 1997 ma al contrario ricerca armi leggere e progetta mezzi blindati effettivamente operativi e dotati di armi pesanti costruite ad hoc, con un piano che, pur avendo di mira Venezia ed altre città (tra le quali Brescia), stavolta prevede un’azione militare in senso proprio, con resistenza armata, per di più coinvolgendo al contempo un’ampia platea di manifestanti“. La presenza di questi ultimi, nell’ottica degli arrestati, “dovrebbe rendere impossibile una reazione immediata delle forze dell’ordine“: e sulle “prevedibili incertezze della risposta dello Stato”, l’organizzazione puntava da un lato ad innescare “un processo insurrezionale più ampio” e dall’altro ad avare “i primi riconoscimenti esteri della nuova realtà politica”.

Sempre secondo il gip, per conseguire l’indipendenza del Veneto e di altre regioni italiane, nel corso delle indagini coordinate dalla Procura di Brescia, sono emersi contatti con altre realtà indipendentiste piemontesi, sarde, campane e siciliane, con l’obiettivo di coinvolgerle nella protesta generalizzata a sostegno dell’azione militare vera e propria. In tale prospettiva, sono state documentate anche attività strumentali alla realizzazione del progetto eversivo, con l’organizzazione di conferenze e manifestazioni di piazza, oltre alla costituzione di una sorta di direttorio del nuovo governo Serenissimo, per le trattative con lo Stato italiano finalizzate alla secessione del Veneto dall’Italia. Rappresentanti di questi movimenti, in particolare, si riunirono il 26 maggio 2012 ad Erbusco (Brescia) in quella che gli investigatori definiscono la riunione costitutiva de L’Alleanza.

Anche il direttore del quotidiano online L’Indipendenza, Gianluca Marchi, primo direttore del quotidiano della Lega Nord La Padania, sarebbe stato contattato dagli esponenti dell’Alleanza, sgominata dal Ros, per “ottenere appoggio finanziario e soprattutto mediatico al momento” dell’azione in piazza San Marco. Un appoggio, scrive il gip nell’ordinanza di custodia cautelare, che sarebbe stato fornito sia attraverso la testata online “sia attraverso emittenti televisive locali” lombarde. Sarebbe stato il leader dei secessionisti bresciani, Giancarlo Orini, a tenere i contatti con Marchi e con l’ex parlamentare leghista Roberto Bernardelli, nelle intercettazioni detto “il facoltoso”, indicato nelle indagini come tra i finanziatori del gruppo.

Marchi, sulla testata online, confermando di aver subito una perquisizione, scrive che “quel che solleva più di un sospetto è la tempistica di questa operazione contro i secessionisti: essa matura dopo il plebiscito veneto che tanta attenzione, soprattutto internazionale, ha richiamato su ciò che sta avvenendo in quella regione; dopo il pronunciamento di ieri della Commissione del consiglio regionale che ha votato il Pdl per l’indizione del referendum consultivo sull’indipendenza; nell’anno in cui la Scozia e la Catalogna si apprestano a votare per la loro autodeterminazione; a ridosso di elezioni europee dove il malcontento e la rivolta verso l’Europa che si è andata configurando sono in continua crescita”.

Tra gli indagati vi è anche, con un ruolo marginale, un poliziotto in servizio a Padova che ha avuto contatti con gli altri indagati, firmando anche il documento di adesione all’Alleanza. Il gip annota, nell’ordinanza di custodia cautelare, che “ovviamente, la firma del documento di adesione e della qualità di poliziotto rivestita” da P. “assumono tratti certamente allarmanti” ma la sua condotta “isolatamente considerata, non può assurgere di per sé sola a grave indizio di partecipazione al sodalizio”. Né risulta documentato che il poliziotto abbia passato informazioni riservate al gruppo oppure abbia fatto nuovi adepti.

LE INTERCETTAZIONI
“Caricare candelotti dinamite”
”Più che tagliare il salame abbiamo bisogno di caricare i candelotti di dinamite”. A esprimersi così, intercettato dai carabinieri del Ros, è il bresciano Giancarlo Orini, tra i secessionisti arrestati. E’ quanto si legge nell’ordinanza di custodia cautelare. Orini, ex appartenete alla“frangia più radicale della Lega Nord“, si legge nell’ordinanza, il 15 giugno 2012, spiega: “Ma è arrivato il momento di combattere, ragazzo… se stiamo qui a aspettare, qui tra poco salta tutto”. L’interlocutore risponde: “Male che vada nella peggiore delle ipotesi ci troviamo a casa mia a tagliare su un salame…”. Orini risponde: “No, più che tagliare il salame noi abbiamo bisogno di caricare i candelotti di dinamite“.

La festa per il primo Tanko. Volevano costruirne 6
Per ‘festeggiare’ la realizzazione del primo carro armato, il cosidetto Tanko, il 7 ottobre del 2012 si tenne un incontro “celebrativo” in cui Giancarlo Orini tenne un discorso che fu divulgato via fax e quindi intercettato dai militari del Ros. E’ quanto si legge negli atti dell’inchiesta, da cui risulta anche che i secessionisti avrebbero voluto costruirne altri cinque. “Sono molto onorato e molto orgoglioso di essere in questo momento storico in presenza di patrioti coraggiosi, e ripeto coraggiosi – scriveva Orini – per ricevere in consegna questo primo, potente, poderoso mezzo destinato ad attaccare con grande efficacia il regime che da troppo tempo ci affligge ed umilia“.

Luigi Faccia: “Il Tanko ci dà credibilità”
Il Tanko fabbricato dai secessionisti arrestati nell’operazione del Ros serviva, oltre che per l’invasione programmata di Piazza San Marco a Venezia, anche per dare “credibilità” al movimento che, rispetto a quello del ’97 era “cresciuto sotto tutti i punti di vista”. A parlare, intercettato dagli investigatori, è Luigi Faccia, già coinvolto nei fatti di 17 anni, fa durante i festeggiamenti per la consegna del carro armato artigianale. “Certo – dice Faccia in un incontro all’Arsenale – rispetto al ’97 siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista, abbiamo un’alleanza, abbiamo fratelli che combattono, noi siamo più preparati, abbiamo più esperienza…” E ancora: “Dunque questo Tanko, combattendo… ci dà la possibilità e ci darà la possibilità di essere veramente credibili e soprattutto di aver il controllo del nostro territorio e da là fare il passo finale per la vittoria, per l’indipendenza di noi veneti e di tutti i nostri fratelli alleati“.

“Rinunciamo ad attentati sui tralicci”
Il progetto dei secessionisti arrestati oggi nell’inchiesta della Procura di Brescia di compiere attentati contro i tralicci, sulla scorta del terrorismo alto-atesino negli anni ’50-’60, fu abbandonato perché – annota il gip di Brescia nell’ordinanza di custodia cautelare – “rischioso e probabilmente inviso alla quasi totalità della pubblica opinione”. Lo spiega uno degli arrestati, Luigi Faccia, durante un incontro intercettato con i ‘patrioti’ bresciani. “Non è che danneggi il Quirinale – spiega il ‘serenissimo’ del 1997 -. Danneggi il c… che sta guardando la partita e che si incazza come una iena, capito?”.

“Instaureremo clima di terrore”
Dicevano di voler instaurare “un clima di terrore” i secessionisti arrestati nell’operazione del Ros e, per farlo, raccontavano di avere a disposizione “un altro carro armato gigantesco”. E’ Tiziano Lanza, di Bovolone (Verona) “sempre impegnato in azione di reclutamento e finanziamento” dell’Alleanza a parlarne al telefono in una lunga conversazione intercettata. “Andatevene dall’Italia e chiedete perdono per 147 anni di crimini contro la nostra popolazione e di ruberie – spiega in un’intercettazione riportata nell’ordinanza di custodia cautelare – Andatevene e vivrete, rimanete e morirete.. poiché instaureremo veramente il clima di terrore, sai come ci divertiremo, la mafia anche qua..”. Poi Lanza descrive il piano per l’occupazione di piazza San Marco: “Se riusciamo ad andarci con un mezzo così gigantesco, invece di otto forse saremo in ottocento, ben equipaggiati, con maschere antigas, qualcuno appostato con mitra e tutto e ci sarà anche gente all’estero, come me, che convocherà una conferenza stampa”. “E quando l’azione sarà fatta – conclude – sarà coordinata mezza Italia perchè lo faranno anche i piemontesi, lo faranno anche i sardi, ciascuno nel loro sistema, ma sarà sincronizzato con la nostra, perfino la ‘napulitania, vogliono chiamarsi così”.

Il Serenissimo: “Oggi via militare non possibile”
“Abbiamo fatto quell’azione nel1997, farne un’altra adesso non avrebbe alcun senso, sarebbe anacronistica. Restano gli ideali, ma non più con quel tipo di gesti”: a dirlo Andrea Viviani, uno dei componenti del commando dei ‘Serenissimi’ che la notte tra l’8 e il 9 maggio di 17 anni fa occupò per alcune ore il campanile di San Marco, a Venezia. Per arrivare all’indipendenza del Veneto – progetto che sente suo attraverso la militanza ancora nel ‘Serenissimo Governo Veneto‘- Viviani dice che la via militare “non è percorribile. La strada è quella politica. Serve un progetto politico e prima o poi arriveremo all’obiettivo”. Riguardo agli arresti di Fausto Faccia e Flavio Contin, altri due ‘Serenissimi’ì, nell’inchiesta di Brescia, Viviani dice che “non hanno capito che bisogna portare avanti un discorso politico”. Poi il discorso si sposta anche sugli esiti della consultazione online a favore dell’indipendenza veneta: “Sono segnali che il popolo è stanco. Vuole risposte e lo Stato non le dà”. In lui sono ancora vivi tutti i passaggi di quella notte di 17 anni fa: dal ‘sequestro’ del ferry boat per portare un camper e un tank in Piazza, alla salita sul campanile, alla conclusione con il blitz dei Gis dei carabinieri e gli arresti dei componenti della “Veneta Serenissima Armata”.

”.

IL PRECEDENTE
Quando nel ’97 occuparono Piazza San Marco a Venezia

A quasi diciassette anni di distanza la storia di ripete, o quasi. L’operazione di stanotte ricorda la vicenda dell’assalto al campanile di San Marco da parte di un gruppo di 8 cosiddetti ‘Serenissimi’ nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1997. A pochi giorni dalla ricorrenza del bi-centenario della caduta della Serenissima, il 12 maggio 1797, ‘occuparono’ piazza San Marco e il campanile di San Marco issando la bandiera con il Leone di San Marco. Il gesto eclatante voleva essere la dimostrazione simbolica di alcune rivendicazioni indipendentiste. I Serenissimi, partiti dal padovano con un camion che trasportava un autocarro artigianalmente trasformato da mezzo blindato, giunsero, poco dopo mezzanotte, all’imbarcadero dell’Actv del Tronchetto, per imbarcarsi poi su un ferry boat. Vestiti con tute mimetiche e armati di un vecchio mitra, residuato bellico della seconda guerra mondiale, ma funzionante. Salirono a bordo del ferry boat di linea dell’Actv con il finto autoblindo e lo dirottarono su piazza San Marco. Giunti nella piazza, alcuni dei partecipanti all’azione l’occuparono simulando di tenerla sotto tiro con l’”autoblindo“, mentre il resto del gruppo, scardinando la porta, salì in cima al campanile di San Marco. Qui fu issata la bandiera con il leone alato, simbolo della Serenissima Repubblica di Venezia, gesto dimostrativo che era l’obiettivo della azione.

L’intenzione dei Serenissimi era quella di occupare il campanile fino al 12 maggio, bicentenario dell’abdicazione del Maggior Consiglio della Repubblica Veneta ai francesi, e per questo si erano portati anche dei viveri. La sera stessa il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, andò a parlamentare con i manifestanti per cercare una mediazione, ma senza successo. Il mattino dopo alle 8.15, gli uomini del Gis dei Carabinieri giunti dalla Toscana, si misero in azione. Un gruppo di militari occupò la piazza arrestando i serenissimi che erano a bordo del tanko, altri Carabinieri scalarono il campanile e in pochi minuti entrando e arrestando tutti i partecipanti all’azione. Il processo ai Serenissimi si concluse con assoluzioni, patteggiamenti e condanne.

LE REAZIONI
Salvini: “Siamo alla follia, domenica in piazza”

Un’azione, quella della magistratura bresciana, aspramente contestata dalla Lega Nord. “Aiutano i clandestini, cancellando il reato di clandestinità, liberano migliaia di delinquenti con lo svuota-carceri, e arrestano chi vuole l’indipendenza. Siamo alla follia. Se lo Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia”: è stato questo il commento su Facebook del segretario federale del Carroccio Matteo Salvini, che ha annunciato una manifestazione “domenica prossima a Verona alle ore 18 per protestare contro gli arresti e l’indagine anti-indipendentista” (leggi).

Articoli sullo stesso argomento:
Secessione Veneto, Bossi: “Gente si incazza”. Zaia: “Giustizia a orologeria”
Dalani Home & Living. Fino al 70% di sconto sui vostri acquisti!
Sponsor 4WNet
Secessionisti Veneto, viaggio nel paese del tank: “Ce ne fossero di ribelli”
Servizio Pubblico, “Matteo Garibaldi”. Riguarda tutti i video della ventitreesima puntata
Lega, con Salvini indipendentismo e ultradestra per un solo obiettivo: il 5%
[VIDEO] Servizio Pubblico, riguarda la puntata “Matteo Garibaldi”
LEGGI DIRETTAMENTE:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/02/operazione-dei-carabinieri-contro-secessionisti-veneti-24-arresti/935262/#foto-veneto4640
5 APRILE 2014:CONCORDIA USA CON IRAN
-TITOLARE BBC(Pag. di ricerca interna):

News20,561 results >

US allows Boeing airplane component sales to Iran

US & Canada / NEW 15 hours agoThe US Treasury has granted plane manufacturer Boeing a licence to export certain spare commercial parts to Iran, a company spokesman says. Boeing…TRADUZIONE:News20, 561 risultati>
Stati Uniti permette vendite di componenti Boeing per aereo all’Iran
US & Canada / NEW costruttore aereo 15 ore fa
Il Tesoro degli Stati Uniti ha concesso a Boeing una licenza per l’esportazione di certi parti in ricambio commerciale con Iran, un portavoce della società dice. Boeing …

REAZIONE:PROCESSO DI PACE IN MEDIO ORIENTE CON KERRY INTERROTTO.ISRAELE FA ATTACO ARMATO A PALESTINESI.

-

APRILE 2014:AUTONOMIA VERA

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Province, sì all’abolizione. Ma è scontro

Sondaggio: che ne pensate?

Fi: “Un golpe” – Foto Cartelli M5S in aula

Video Ddl in pillole – Documento Il testo

Articoli correlati

Scheda Nascono le città metropolitane /Dossier Province RNews De Marchis: ma problema è il Def

1,7mila condivisioni
576 commenti
REAZIONE:E PERCHE QUESTA SCALATA DI GUAI? COSI SI PRIVILEGGIA I COMUNI,
E IO,”RIBILISI” NON TORNERO MAI PIU A DIPENDERE DAI POLITICI DI AGRIGENTO CHE SONO STATI I PRIMI A MALVENDERE LA NOSTRA AUTONOMIA ALL’EX-ASSE LEGHISTA BOSSI-BERLUSCONI-LOMBARDO.
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube
-
5 APRILE 2014:DONNE CORROTTE
-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

PRIMO PIANO

«Nannini ha evaso 4 milioni»

Sequestrate villa e scuderia Foto

diFerrarella

Il fratello: Gianna ha sempre pagato

Immagine anteprima YouTube

-

APRILE 2014:NO,SHULTZ,FRANCESCHINI E HOLLANDE PATTISCONO COL NEOLIBERALISMO

-TITOLARE LA REPUBBLICA:

Cultura, anima d’Europa

La task force dei ministri Ue,dal nostro corrispondente ANAIS GINORI
Filippetti: “Così si batte il populismo”

31 condivisioni
-LA NOTA COMPLETA:
Cultura, anima d’Europa. La task force dei ministri Ue
A Parigi riuniti i capi dei dicasteri europei, i commissari al Mercato e alla Cultura e gli operatori: un piano di rilancio globale del settore. Hollande: “Difendere il diritto d’autore significa difendere pluralismo”.Franceschini: “Eccezione culturale non è protezionismo, significa tutelare la cultura e sganciarla da pure logiche di mercato”,dal nostro corrispondente ANAIS GINORI

Lo lego dopo                                 5 aprile 2014Cultura, anima d'Europa. La task force dei ministri Ue

Dario Franceschini (agf)

PARIGI - “Ridiamo un’anima all’Europa difendendo la cultura”. E’ l’auspicio di Martin Schulz, presidente dell’Europarlamento e candidato alla guida della prossima commissione Ue. Schulz è stato uno degli invitati d’onore del Forum Chaillot organizzato dal ministero della Cultura francese ieri e oggi nella capitale. Un appuntamento a cui hanno partecipato 1200 addetti ai lavori e che ha riunito venerdì i ministri della Cultura europei, tra cui Dario Franceschini. “L’eccezione culturale – ha detto il ministro italiano – non è una forma di protezionismo ma un modo per pretendere che la cultura sia tutelata e sganciata da logiche esclusivamente di mercato. Anche per questo, nel corso del semestre europeo – ha aggiunto Franceschini, accompagnato dal sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi – il governo si impegnerà per individuare forme di fiscalità comuni a vantaggio della cultura e ad aprire un serio dibattito sul tema del diritto d’autore nell’era digitale, perché tutelare e remunerare correttamente gli autori vuol dire garantire loro la libertà di creare”.

Parole in linea con quelle di Aurélie Filippetti, ministra della Cultura francese, che ha espresso l’intenzione di Parigi di camminare ”mano nella mano” con l’Italia per riportare questi temi ”al centro del progetto Ue”. Durante il Forum è arrivato a sorpresa anche François Hollande che ha ricordato come la Francia sia riuscita a togliere i beni culturali dai negoziati per il nuovo trattato di libero scambio tra Europa e Stati Uniti. ”Difendere il diritto d’autore significa difendere il pluralismo” ha detto Hollande. Al forum erano presenti anche i due commissari europei Michel Barnier (Mercato Interno) e Androulla Vassiliou (Cultura e Istruzione). Con il 3,3% del Pil e 6,7 milioni di posti di lavoro sul continente, hanno ricordato i promotori del vertice, l’industria culturale rappresenta un settore fondamentale per il rilancio economico dell’Europa.

Il Forum di Chaillot ha lanciato un coordinamento permanente tra i ministri europei che hanno incominciato a discutere una serie di proposte concrete per sostenere e proteggere il comparto culturale dell’Ue: da nuove forme di finanziamento, con prestiti a tasso zero, a un allargamento della direttiva sul sistema dei media audiovisivi (Sma). I ministri proporranno un libro bianco di misure alla prossima Commissione europea, nominata nell’autunno prossimo, per attuare un piano d’azione sul periodo 2014-2019.

”Se molti concittadini non credono più nell’ideale europeo, siamo convinti che il rinnovamento e la speranza passino attraverso la cultura” hanno sottolineato invece una cinquantina di artisti, tra cui Peter Brook, Stephen Frears, Michelangelo Pistoletto, Daniele Lucchetti e Costa Gavras, che in occasione del Forum hanno lanciato un appello. ”In troppi Paesi – prosegue l’appello – la cultura è stata una delle prime vittime dei tagli di bilancio”.

http://www.repubblica.it/cultura/2014/04/05/news/appello_cultura_europa-82834289/?ref=HRER2-2

REAZIONE:

*1-NO ALL’ANTIAMERICANISMO VISCERALE NE A DIVISIONI EUROPA-USA.DOPO LO “SGANCIO” DELLA CULTURA FRA I NEGOZIATI PER IL MERCATO UNICO USA-EUROPA,GOOGLE HA FATTO SFORZI PER ADEGUARSI ALLA REALTA CULTURALE EUROPEA.PERO LA QUESTIONE ESSENZIALE E’ CHE UNA COOPERAZIONE USA-EUROPA HA ESSISTITO DA SEMPRE E QUESTI NEGOZIATI VOLUTI DA OBAMA SONO INNECESSARI.

*2-VA DIFESA LA PROPIETA INTELLETUALE E NON I DIRITTI DI AUTORE.HO GIA SPEGATO LA DIFFERENZA CONCETTUALE ,LA PRIMA PROTEGGE LA VERA CRAETIVITA E INNOVAZIONE,I DIRITTI SONO SOLO UN MUCCHIO CARTACCEO DI PROCEDURE BUROCRATICHE SENZA VALORE INTELLETUALE ALCUNO.NON E’ CHE VOGLIONO EVITARE I POPOLISMI?

*3-IL POPOLISMO E IL COLLETTIVISMO VA COMBATTUTO LOTTADO CONTRO L’IGNORANZA E LA CORRUZIONE E NON SOLO CON LA CULTURA.C’E’ ANCHE LA SCIENZA.

*4-GLI ANTECEDENTI SONO FALLIMENTARI:L’UNIONE MEDITERRANEA PROPIZIATA DA HOLLANDE E CHE AVEVA COME SCOPO PRINCIPALE LO SVILUPPO A PUNTO DI PARTENZA  DELLE SCENZE HA FINITO COME CON SARKOZY SNATURALIZZANDO I SUOI FINI E TRANSFORMANDOSI NELLA “UNIONE PER IL MEDITERRANEO” CON L’INCLUSIONE DEI NEOLIBERALI.

*5-MARTIN SHULTZ,HOLLANDE E FRANCESCHINI HANNO PUBBLICI E NOTORIE PATTI COI NEOLIBERALI,IL TEDESCO CON LA LEGA NORD ITALIANA E FRANCESCHINI CON BERLUSCONI.

*6-DEVE PRENDERSI QUESTO FORUM SOLO COME UNA PROPAGANDA PRE-ELETTORALE DELLA SINISTRA DELL’UNIONE EUROPEA CHE DOVRA SUPERARE LA PROVA DELLE IMMINENTI ELEZIONI.COSA IMPROBABILE.

*7-NESSUNA DECISIONE DEVE ESSERE PRESA FINO AL VOTO PER RINNOVARE L’UNIONE EUROPEA,MICA DARE PER SCONTATO IL SUCCESSO DI SHULTZ.LA NUOVA ERA LO SPIAZZERA VIA COME A TANTI.E HOLLANDE NON HA IMPARATO NULLA DAL VOTO AMMINISTRATIVO FRANCESE.

Immagine anteprima YouTube

APRILE 2014:CULTURA E POLITICA IN EUROPA

-SU LE MONDE:

Monde Académie 2013-2014

CasaPound, sous la carapace du nouveau fascisme italien

Le Monde.fr | 04.04.2014 à 17h12, Mis à jour le 04.04.2014 à 22h25

Une maison brune au cœur de Rome. Un drapeau rouge frappé d’une tortue flotte à son sommet. Nous sommes devant l’antre de CasaPound, celle des « fascistes du troisième millénaire », comme se définissent les partisans de ce mouvement politique et social protéiforme. Il s’est constitué en décembre 2003, lors de l’occupation d’un immeuble abandonné dans le quartier de l’Esquilin pour protester contre la crise du logement à Rome. Depuis dix ans, le bâtiment est l’épicentre de la jeunesse radicale nationaliste.

Ici, la figure du Che côtoie celle du Duce. On ratisse large, de l’extrême droite à l’extrême gauche, créant un fourre-tout idéologique qui attire nombre de jeunes confus et de militants aguerris. Le mouvement est tentaculaire. Avec plus de 4 000 membres et 40 sections à travers l’Italie, son influence s’étend du Nord au Sud. Happenings, manifestations, concerts : CasaPound s’approprie les rues romaines. Les mouvements identitaires accourent de toute l’Europe pour découvrir ce qui leur semble être un modèle d’inspiration unique et prospère. A l’heure où l’Italie traverse une de ses plus graves crises politiques, certains se remémorent avec nostalgie le Ventennio, la double décennie du fascisme mussolinien.

ENTRER

NON TI POSSO FARE ENTRARE PERO INCOLLA IL LINK NEL TUO BROWSER PER VEDERE LA PUBBLICAZIONE

http://www.lemonde.fr/monde-academie/visuel/2014/04/04/casapound-sous-la-carapace-du-nouveau-fascisme-italien_4395746_1752655.html

PRINCIPALI TITOLI:

Gianluca Iannone, le gourou

Bachar : Le Lion des fascistes

Cerberus

Chinatown

Café de l’Esquilin

rue Napoléon III

Alcatraz – Le barman de la place Santa Maria Maggiore

-

APRILE 2014:L’ECUADOR PESA AL NORD

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

NUBE DI FUMO ALTA 10 CHILOMETRI
Ecuador, la spettacolare eruzione del vulcano: foto | video

REAZIONE:NON SOLO ASSANGE E’ NOTIZIA IN ECUADOR

Immagine anteprima YouTube
APRILE 2014:GOSSIP,DOPPIO TOUR REALE

From BBC News

Duke and Duchess of Cambridge with baby Prince George

Royals arrivano giù sotto
Il Duca e la Duchessa di Cambridge, con il bambino Prince George, sono atterrati

a Wellington per iniziare il loro tour di tre settimane di Nuova Zelanda e Australia

aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 102 »

22 marzo 2014
0

EPPUR SI MUOVE

FOTO,Galileo di fronte al Sant’Uffizio, dipinto di Joseph Nicolas Robert Fleur

-”PUBBLICAZIONE SOTTO PROTESTA”:NO AL COLPO DI PALAZZO.NO AL GOVERNO DEL PRESIDENTE.NO AL NEOLIBERALISMO

22 MARZO 2014:CRIMEA LA TROIA SLAVA

-PAGINA DI RICERCA SU YOU TUBE

Circa 546 risultati

Miniatura :44

Natalia Poklonskaya’s speech with english subtitles,di Batnik-subs

4 giorni fa,263.917 visualizzazioni

This is softsub version of video. You can switch on subtitles with “captions” button, if they don’t work. Natalia Poklonskaya were at …

Nuovo,HD,CC

Miniatura :47

Meet Beauty Natalia Poklonskaya Crimea’s New Attorney General,di WorldBreakingNews

1 giorno fa,3.080 visualizzazioni

Meet Beauty Natalia Poklonskaya Crimea’s New Attorney General Putin appoints glamorous blonde Russian with a love of bright …

Nuovo,HD

Miniatura :44

Natalia Poklonskaya’s interview for lifenews with english subtitles,di Batnik-subs

4 giorni fa,38.038 visualizzazioni

Nuovo,CC

Miniatura :17

Russia: Simferopol sniper still at large – Crimean prosecutor Natalia Poklonskaya,di RuptlyTV

3 giorni fa,9.035 visualizzazioni

Miniatura :59

Наталья Поклонская Natalia Poklonskaya,di gogcem reklam

1 settimana fa,2.252 visualizzazioni

Наталья Поклонская Natalia Poklonskaya.

Nuovo

Miniatura :26

NATALIA POKLONSKAYA,di Destructerator

2 giorni fa,4.690 visualizzazioni

ARREST ME NATALIA Putin, you crafty bastard.

Nuovo

Miniatura :27

Наталья Поклонская Фото / Аниме Арт / Natalia Poklonskaya Anime Art,di bacekrus

20 ore fa,1 visualizzazione

All images belong to their respectful owners** Новый прокурор Крыма Наталья Поклонская Cute procecutor of The Autonomous …

Nuovo,HD

Miniatura :44

Natalia Poklonskaya’s interview for lifenews with english subtitles,di Holiday

14 ore fa,5 visualizzazioni

Natalia Poklonskaya’s interview for lifenews with english subtitles Meet Beauty Natalia Poklonskaya Crimea’s New Attorney …

Nuovo

Miniatura :44

Crimea’s Attorney General Natalia Poklonskaya become a new internet phenomenon,di Starlite

1 giorno fa,198 visualizzazioni

The Crimean crisis has been described as the ‘biggest threat to European security’ since the Cold War. But it seems many …

Nuovo

Miniatura :03

Russia: Crimean prosecutor focused on catching sniper, not her looks,di RuptlyTV

2 giorni fa,16.527 visualizzazioni

Crimean Prosecutor Natalia Poklonskaya was focused on her job in Simferopol on Wednesday, saying that recent attention she …

Nuovo

Miniatura

:03

Наталья Поклонская – прокурор Крыма. Natalia Poklonskaya – Attorney Crimea,di Hirosima Nagasakieva

1 settimana fa,33.268 visualizzazioni

Президиум Верховной Рады Крыма назначил новым прокурором Крыма 33-летнюю Наталью Поклонскую.

Nuovo,HD

Miniatura :40

Natalia Poklonskaya about her criminal case with english subtitles,di Batnik-subs

22 ore fa,visualizzazione

“Kiev’s court started a criminal case against me and the head of emergency ministry. Tee-hee,” – wrote Natalia Poklonskaya in …

Nuovo,HD,CC

Miniatura

:25

Natalia Poklonskaya’s short report on assassinations in Simferopol with english subtitles,di Batnik-subs

3 giorni fa,3.120 visualizzazioni

Nuovo

Miniatura :31

Stunning BEAUTY Natalia Poklonskaya New CRIMEAN Attorney General STORMS!!!,di SPOT NEWS

2 giorni fa,770 visualizzazioni

Stunning BEAUTY Natalia Poklonskaya New CRIMEAN Attorney General STORMS Beauty Natalia Poklonskaya won over many …

Nuovo

Miniatura

:19

Meet Beauty Natalia Poklonskaya Crimea’s New Attorney General,di Hit News

1 giorno fa,1.593 visualizzazioni

Meet Beauty Natalia Poklonskaya Crimea’s New Attorney General Sex symbol: New Crimean Prosecutor Natalia Poklonskaya, 33 …

Nuovo

Miniatura

:27

Die Gedanken des Mechas: Natalia Poklonskaya Fanart,di Daniel Mechler

2 giorni fa,406 visualizzazioni

Episode 17: Das wahre Leben – Der beste Anime —————— Hört sich nicht so verkehrt an! Wenn die Oberstaatsanwältin von …

Nuovo,HD

Miniatura :44

Natalia Poklonskaya,di Falentino eka laksana putra

1 giorno fa,91 visualizzazioni

I love her. She’s a beautiful and have a natural face Natalia Poklonskaya

3 tahun. Jaksa penuntut umum Crimea yang cantik dan …

Nuovo

Miniatura :11

Simferopol sniper still at large Crimean prosecutor Наталья Поклонская Natalia Poklonskaya Russia,digogcem reklam

2 giorni fa,327 visualizzazioni

Crimean authorities confirmed in a Simferopol press conference Wednesday that investigations are ongoing regarding a fatal …

Nuovo

COMMENTO:VEDI COME SI HA PRESENTATO LA NOTIZIA SUL CORRIERE:

1-TITOLARE:

Crimea, il procuratore Natalia seduce la Rete Immagini|Il video

2-LA NOTA COMPLETA:

Dal Mondo

Natalia Poklonskaya, il nuovo sexy procuratore della Crimea

Bionda e affascinante, è già protagonista in Rete – rcd

Trentatre anni, bionda e affascinante. Di lei si parla già ovunque, ma non esattamente per il suo curriculum. E’ Natalia Poklonskaya, nuovo procuratore generale della Crimea, dopo il sì all’indipendenza e la richiesta di annessione alla Russia. Il suo “debutto” sotto i riflettori lo scorso 19 marzo, nella conferenza stampa sull’uccisione di un soldato ucraino da parte di un militare russo. Da allora, sul web, non si parla che di lei. E c’è anche chi ironizza e scrive “ecco la ragione per cui Putin vuole la Crimea”. (Rcd – Corriere Tv)

http://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/14_marzo_22/natalia-poklonskaya-nuovo-procuratore-sexy-crimea-97c00c58-b19d-11e3-a9ed-41701ef78e4b.shtml

-E QUESTA E’ LA MIA REAZIONE: !GUAUUUUU……”E’ LEI MOLTO AMABILE!.

ORA SI CAPISCE ,ECCO LA “ELENA RUSSA”:E LA CRIMEA BEN VALE UNA GUERRA.

(SCHERZI APPARTE,SPERIAMO CHE OBAMA NON DIA LA COLPA A YOU TUBE,NON E’ ALTRO CHE IL MESSAGGIERE.AH…..IO NON SONO UN PROPAGANDISTA DI YOU TUBE:NON HO NE UN ACCOUNT NE UNA PAGINA IN QUESTO SITO CHE SECONDO ME MONOPOLIZA I VIDEO IN RETE)

24 MARZO 2014:NOIZIE DALLA FINE DEL MONDO

MercoPress - South Atlantic News Agency

MercoPress. en Español
Montevideo, March 24th 2014 – 07:44 UTC

-TITOLARE 1:Malvinas/Crimea: Cristina Fernandez blasts UK on “double standard” (167)

REAZIONE:LA CRIMEA E PIU IMPORTANTE PER NOI CHE LE FAULKLAND PER GRAN BRETAGNA HA DETTO PUTIN.

-TITOLARE 2:MORTO SUAREZ

Spain mourns the loss of the man who played a key role in the transition to democracy

The former minister Adolfo Suárez and King Juan Carlos

Former Prime Minister Adolfo Suarez, who played a key role in Spain’s transition to democracy, died in Madrid on Sunday. He was 81. The former premier was hospitalized last Monday with respiratory problems related to Alzheimer’s, his family said.

——————————————-

24 MARZO 2014:UKRANIA,ATTENZIONE AL METAMESSAGGIO

-SU YOU TUBE.

Immagine anteprima YouTube Immagine anteprima YouTube

REAZIONE:FACENDO ZAPPING PER CASO SONO APRODATO IN QUESTO SITO IL QUI USO DI UN LINGUAGGIO E UN MESSAGGIO SIMILE  A QUELLO TRASMESSO DALLA NUOVA ERA PER ME IN QUESTO SITO,COME NEOLIBERALISMO,OLIGARCHIA,ECC NON DEVE PORTARE A CONFUSSIONI.LA NUOVA ERA NON FA POLITICA,NE QUESTO SITO NE NESSUN ALTRO IN LINGUA SPAGNOLA FANNO PARTE DEL MIO ACERVO DI INFORMAZIONE,IO NON OPERO IN LINGUA SPAGNOLA,IL MIO MONDO ONLINE NON APPARTIENE AL MONDO DI LINGUA ISPANA E MAI HO ADOPERATO UN LINGUAGGIO OSTILE A OCCIDENTE,FRA ALTRE SEGNI IDENTIFICATORIE.STATI ATTENTI PERCHE SI CERCA DI CONFONDERE E DISINFORMARE.PROBABILMENTE PER FAVORIRE  INTERESSI NEOLIBERALI.

PD:IL MIO BROWSER HA IMPOSTATO IN MODO PREDEFIINITO IL YOU TUBE,DOVE HO TROVATO QUESTI VIDEO, IN LINGUA ITALIANA.

……………………..

24 MARZO 2014:IL VOTO IN FRANCIA E’ IL VOTO DELLA NUOVA ERA

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

Il voto in Francia,Grillo replica a Le Pen: «Alleanza impossibile»

REAZIONE:HOLLANDE NON HA RICEVUTO ALTRO CHE LE CONSEGUENZE DELLA MIA PREDICA:NON E’ STATO ALL’ALTEZZA DELLE ASPETTATIVE E SI HA SBILANCIATO VERSO IL NEOLIBERALISMO.NE PRENDA ATTO.

ADESSO I SOCIALISTI PARLANO DI ALLEANZE CON L’UMP:IN BUONA ORA.

IL FN?I PATTISTI DI DESTRA E SINISTRA ESSAGERANO IL SUO VOTO.

SOLO MI ATTENDO UNA CORREZIONE DI ROTTA,HOLLANDE NON CONTINUI SCHERZANDO CON I NEOLIBERALI O TORNI L’UMP CHE HA VOTATO MOLTO BENE.

E QUESTO VOTO DOVREBBE ESSERE ANCHE UN AMMONIMENTO ALLA POLITICA INTERNAZIONALE  PARTICOLARMENTE ALL’APOGGIO ACRITICO CHE HA DATO SIA A LETTA CHE RENZI:NON AL GOLPISMO DI PALAZZO,NO AL NEOLIBERALISMO.

———-

25 MARZO 2014;BERLUSCONI VUOLE LA TROIA SLAVA

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA:

IL PRESIDENTE USA SULLA CRISI UCRAINA
Obama: «Mosca, Nato è pronta»
Berlusconi: decisioni avventate
Obama al summit sulla sicurezza nucleare
Obama al summit sulla sicurezza nucleare

Berlusconi:«È controproducente escludere la Russia dal G8» Video

La crisi ucraina: la timeline a cura di Federica Seneghini

-E COSI SU LA REPUBBLICA:

Obama, Nato pronta a reagire   vd       Berlusconi: "Dal G7 sulla Russia  decisioni avventate"   liveblog

Obama, Nato pronta a reagire vd

Berlusconi: “Dal G7 sulla Russia decisioni avventate” liveblog

Audio/ Tymoshenko: “Sparare a Putin”. Lei: manipolata. Nucleare, accordo senza russi

Articoli correlati

REAZIONE:ORMAI BERLUSCONI NON DOVREBBE ESSERE NOTIZIA,NON CONTA FRA I GRANDI DEL MONDO,PERO LA STAMPA ITALIANA INSISTE NEL METTERLO SUI TITOLARI,E BENE FACIAMOLI IL PIACERE:SENTI, SE QUALCUNO CREDEVA CHE IL BUNGA-BUNGA FOSSE STORIA HA SBAGLIATO,VEDI QUESTI DICHIARAZIIONI DELLA BONEV SU BERLUSCONI E LA SUA ATTUALE “PROMESSA SPOSA”,LA PASCALE ,IN UNA INTERVISTA DA SANTORO A SERVIZIO PUBBLICO RIPORTATA DA GOOGLE NEWS IN UN GIORNALE DI GRILLO:

L’attrice bulgara Michelle Bonev, ospite in studio, racconta la sua amicizia con Francesca Pascale e aggiunge che Berlusconi le assicurò che fosse lesbica. “Francesca è una ragazza ambiziosa” – rivela la Bonev – “vuole il potere. Fa di tutto, senza scrupoli. Viene da un quartiere povero di Napoli ed è una ragazza ambiziosa. Lei vuole diventare sua compagna, vuole sposarlo, vuole arrivare ed è disposta a tutto. Questa ragazza non è mai stata con un uomo, non poteva innamorarsi di lui. Le piacciono le donne” – continua – “a lui fa comodo perché ha delle amiche a cui non vuole rinunciare”. E aggiunge: “Anche dopo l’arrivo della Pascale la situazione non è cambiata. Ancora feste, ancora ragazze”. “C’era la Sala Letta” – precisa Marco Travaglio – “ovvero la Sala del Compleanno”.17 ottobre 2013

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/10/17/servizio-pubblico-bonev-pascale-lesbica-e-senza-scrupoli/249602/

Immagine anteprima YouTube

QUERELLA LA PASCALE,QUERELLA BERLUSCONI,LITE SANTORO VERSUS BERLUSCONI MA LA NOTIZIA NON E’ STATA SMENTITA.

Immagine anteprima YouTube Immagine anteprima YouTube

MA…..CREDEVATE DI AVERE VISTO TUTTO?ASSOLUTAMENTE NO,IN QUESTA NOTIZIA DI SOPRA SI CAPISCE CHE BERLUSCONI(E’ IRRECUPERABILE)!ORA VUOLE LA “TROIA SLAVA” !

PERO ARRIVA UN PO’ TARDI PERCHE LA NATALIA HA IN CARICA UN ALTRO AMORE,LA DIVISA MILITARE DELLA CRIMEA.

INOLTRE LA NATALIA NON VUOLE FARE LA STESSA FINE DELLA TIMOSHENKO,E….IRONIE,BOOOMERANG DEL DESTINO  DI QUESTO ORMAI SFORTUNATO UOMO CADUTO IN DISGRAZIA,NON CREDO CHE OGGI LA TIMOSHENKO VOGLIA FARE LA STESSA FINE DI BERLUSCONI.

INSOMMA,ANCHE LEI NON CI CREDA.

Immagine anteprima YouTube

25 MARZO 2014:IL MURO?

From BBC News

Cold War Two?
Barack Obama, Nawaz Sharif and Angela Merkel.
Russia’s actions in Ukraine have created a new climate of tension which is not going to be soothed rapidly, writes the BBC’s Mark Urban.
TRADUZIONE:Guerra fredda due?
Le azioni della Russia in Ucraina hanno creato un nuovo clima di tensione che non sta per essere placato rapidamente, scrive per la BBC  Mark urbana.
Immagine anteprima YouTube

————————————–

26 MARZO 2014:CUA OCCIDENTE

-TITOLARI LE MONDE:

1-IL FRONTE NAZIONALE

A l'université d'été du FN, le 14 septembre à Marseille.

Municipales : ces villes où la voie est ouverte pour le FN 17

A 5 jours du second tour, le Front national a de grandes chances de l’emporter dans au moins 6 villes après l’effritement du front républicain.

*Fréjus : le FN en position de force face à deux candidats de droite

*Municipales : radiographie des performances du FN

*Marine Le Pen annonce deux fusions de listes avec la droite 5

2-IL FRONTE DELLE NAZIONE OCCIDENTLI

Barack Obama à Bruxelles, mardi 25 mars.

Obama à Bruxelles pour affirmer « l’alliance entre l’Europe et les Etats-Unis »

Le président américain doit, pour sa deuxième étape d’un voyage d’une semaine en Europe et Arabie Saoudite, prononcer un discours pour « prendre du recul » sur les événements en Ukraine.

*Le coup de sang de l’ambassadeur américain à Moscou

*L’OTAN, « l’alliance la plus forte de l’histoire de l’humanité » selon Obama

*Obama assure que la question de la Crimée n’est pas close 25

-3-BALLOTAGGIO,SINISTRA

A Paris, à Nantes ou à Lyon, les listes socialistes ont fusionné avec les écologistes. A Grenoble, aucun accord n'a été trouvé entre le PS et la liste EELV-Parti de gauche.

Dans quelles villes la gauche sera-t-elle unie au second tour ? 54

4-LA BATTAGLIA DI PARIGGI

A Paris, Nantes ou Lyon, les socialistes ont fusionné avec les écologistes. A Grenoble, aucun accord n’a été trouvé et à Avignon, une fusion avec le Front de gauche est censée faire barrage au FN.

Nathalie Kosciusko-Morizet, le 6 janvier à Paris.

NKM fait alliance avec ses ennemis d’hier

Nathalie Kosciusko-Morizet est parvenue à sceller un accord de fusion de liste avec deux dissidents emblématiques, Dominique Tiberi dans le 5e et Marie-Claire Carrère-Gée dans le 14e arrondissement.

5-CINA IN OCCIDENTE

Xi Jinping se projette comme un "homme du peuple" en s'inspirant de la propagande traditionnelle de l'époque Mao Zedong.

Le président chinois en France : ce qu’on dira, ce qu’on taira

Xi Jinping est arrivé mardi soir à Lyon pour commencer sa visite d’Etat. Parmi les sujets relégués au second plan, les droits de l’homme.

6-CRIMEA CHIUSA,INDIPENDENTE DI KIEV

Comme un symbole, les milices prorusses, qui commencent à être dissoutes, ont pris le controle du dernier navire ukrainien en Crimée.

A Sébastopol, « la révolution est terminée »

Comme un symbole, les milices prorusses, qui commencent à être dissoutes, ont pris le contrôle du dernier navire ukrainien en Crimée.

Immagine anteprima YouTube

REAZIONE:QUALCOSA SI MUOVE IN OCCIDENTE E GLI EQUILIBRI DI OGGI NON SONO QUELLI DI IERI:LA NUOVA ERA VA.

————————————

27 MARZO 2014:AMBIENTE

1-BATTAGLIA,SOS UCELLI MIGRATORIE

-TITOLARE WASHINGTON TIMES:

Alaskans battle for survival against feds’ protection of migratory birds

By Valerie Richardson – The Washington Times

Washington’s refusal to allow a 10-mile gravel road between King Cove and the airport at Cold Bay is a matter of life or death for Alaskans who rely on quick access to airports and hospital flights as much as migratory birds rely on the eel grass that the Interior Department would rather preserve.

TRADUZIONE:Nell’Alaska battaglia per la sopravvivenza contro la tutela federale degli ucelli   migratori.Per Valerie Richardson del Washington Times.

Il rifiuto di Washington per consentire una strada sterrata di 10 miglia tra King Cove e l’aeroporto a Cold Bay è una questione di vita o di morte per gli abitanti dell’Alaska che si affidano a un rapido accesso alle aeroporti e voli ospedale, per quanto gli uccelli migratori si basano sul prato anguilla che il Dipartimento dell’Interno avrebbe preferito preservare.

REAZIONE:GLI UCELLI MIGRATORI DELLA TERRA FRA KING COVE  E L’AEROPORTO COLD BAY SONO PERICOLOSI PER UN RAPIDO ACCESO AI VOLI SIA REGOLARI CHE SANITARI MA IL MINISTERO DELL’INTERNO LI TUTELA.

2-CI SONO I SATELLITI GEOSTAZIONARI

-PRIMO:Orbita geostazionaria

Un’orbita geostazionaria è un’orbita circolare ed equatoriale, situata ad una altezza tale che il periodo di rivoluzione di un satellite che la percorre coincide con il periodo di rotazione della Terra. È un caso particolare di orbita geosincrona. Wikipedia

-PER SAPERNE DI PIU:Immagini relative a satellite geostazionario
Segnala immagini non appropriate
Altre immagini per satellite geostazionario
(PIU AVANTI ANDRO A DEDICARE UN INTERO SCRITTO SU QUESTO AFASCINANTE ARGOMENTO DI QUESTI SATELLITI CHE PERMETTONO  LE TELECOMUNICAZIONI COSI COME LE CONOSCIAMO OGGI:DA QUALSIASI PARTE DEL MONDO INDIPENDENTEMENTE DELLA ROTAZIONE TERRESTRE.
QUESTI OGETTI COME TUTTA L’INDUSTRIA SATELLITARE HANNO AVUTO,NATURALMENTE,UN IMMENSO SVILUPPO CON GIRI DI AFFARI INCALCOLABILI GRAZIE ALLA NUOVA ERA.)

—————————————-

27 MARZO 2014:EXPO,PESANTI PRESSIONI SULLA VINCITRICE

-SU LA STAMPA:CRONACHE ITALIANE

26/03/2014

La Guardia di Finanza: “Expo 2015
ricatti ed estorsioni sull’appaltatore”

La ditta vincitrice costretta ad accettare pressioni
“Situazione di illegalità provocata dai politici”
Il cantiere dell’Expo 2015 a Milano
paolo colonnello
milano

«A questo punto ogni ulteriore considerazione o interpretazione appare inadeguata rispetto ai commenti fin troppo eloquenti dei protagonisti che, nei loro colloqui, parlano di proposte estorsive, di forme di ricatto e di imposizioni che l’appaltatore avrebbe dovuto accettare in cambio dell’aggiudicazione finale dell’appalto…». Certo, la fretta è cattiva consigliera. E così, dopo aver perso tempo nelle liti interne alla maggioranza di centrodestra, tocca correre per salvare Expo. Ma quando a vincere uno degli appalti più importanti, nel luglio 2012, è il consorzio Mantovani di Venezia facendo per la piattaforma Expo un’offerta di ribasso economico di 106 milioni e 970 mila euro, pari al 41,80 per cento sul valore posto a base di gara, scatta l’allarme rosso.

Non per l’amministratore dell’Expo Sala che in una telefonata intercettata invita i commissari di gara, dopo aver appreso che Mantovani è lo stesso consorzio che sta costruendo il Mose di Venezia, dice: «Mi sembra un buon biglietto da visita… dormiamo sonni tranquilli». Dovrà cambiare idea perché ai piani alti di Infrastrutture Lombarde, è tutta un’altra musica. Antonio Rognoni, l’ex dg arrestato settimana scorsa, ad esempio, parlando «con i suoi referenti politici», ovvero il sottosegretario alla presidenza della Regione Paolo Alli, si dice «terrorizzato». Per questo, nel loro rapporto di quasi 700 pagine, gli investigatori della Gdf scrivono che il comportamento di Sala in questa vicenda non è «né irreprensibile, né lineare», al pari di quello di «Carlo Chiesa (Responsabile unico della procedura) e del general manager Angelo Paris». I tre, secondo la Finanza, «pur con gradi di responsabilità diversi, hanno contribuito a concretizzare la strategia volta a danneggiare indebitamente la Mantovani per tutelare e garantire, si ritiene, più che Expo 2015, il loro personale ruolo all’interno della stessa». Così, aggiungono, «pare altrettanto fuor di dubbio che il raggruppamento vincitore sia stato quanto meno indotto ad accettare condizioni fortemente peggiorative e antieconomiche loro imposte e scambiate, in definitiva, con l’aggiudicazione dell’appalto».

E ancora: «Non può non segnalarsi, comunque, la mancanza di linearità nei comportamenti tenuti dagli interlocutori politici, i quali, come è già stato detto, hanno innescato, di fatto, la vicenda». Il riferimento è al famoso comunicato di Roberto Formigoni in cui lamentava l’eccessiva offerta al ribasso del consorzio appaltante e che susciterà commenti sarcastici di Pierpaolo Perez («Ma che c… dice? Che si è fumato?») il quale aggiungerà anche che «non c’è alcuna soglia di anomalia» in quella gara visto che l’appalto è stato assegnato col metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa. E allora? Qual è il problema? Perché sono tutti preoccupati di poter risparmiare? Perché esiste un parametro secondo il quale, se il risparmio è eccessivo, vuol dire che ci sono altre gabole. Ma «per stessa ammissione dei protagonisti che hanno predisposto e curato o svolgimento della procedura di gara, sino a prova contraria, l’appalto sarebbe stato aggiudicato alla Mantovani in modo legittimo. E ciò posto, in condizioni normali, la stazione appaltante avrebbe potuto e dovuto, svolgere l’invocata verifica sulla congruità del prezzo offerto».

Tuttavia, «la stazione appaltante e IL Spa hanno invece scelto di non svolgere tale verifica ma di aggiudicare comunque e nel più breve tempo possibile l’opera strategicamente più importante per la realizzazione di Expo, in ciò condizionati “dall’incomprimibile” ritardo che ostacolava gravemente il completamento del sito». Quindi, secondo la Gdf, «si è determinato un contesto di evidente illegalità in cui le asserite direttive promanate da ambienti politici hanno rivestito un ruolo determinante nella realizzazione delle condotte illecite riscontrate». Bisognava salvare la faccia politica a Formigoni che aveva battuto un colpo contestando la gara. In una telefonata, il sottosegretario Alli, un fedelissimo del “Celeste”, racconta di aver parlato con l’ad Sala: «Gli ho buttato una cosa del tipo: inventatevi qualcosa, qualche protocollo in più…dovete, ovviamente, concordarlo con gli appaltatori…A questo punto con la società appaltatrice si faranno delle cose in più, cioè, capito? Cioè inventiamo qualcosa che ci faccia uscire, se no Formigoni rialza ancora i toni». E’ «un fatto comunicativo», come spiega il solito Rognoni. E il solito Perez, traduce fulmineo: «…Alla fine tutta questa cosa serve solo a fare in modo che lui porti a casa un risultato in più, che lui vinca 2 a 0, che la Regione vinca 2 a zero e che loro siano i più fighi del mondo».

ARTICOLO CORRELATO

+  Finmeccanica, indagato Cesa “A lui andarono 200 mila euro” francesco grignetti

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://www.lastampa.it/2014/03/26/italia/cronache/la-finanza-su-expo-ricatti-ed-estorsioni-sullappaltatore-DC8DIgXDw7arojmwgAE0wM/pagina.html

-

REAZIONE:PIU O MENO COSI:GIUSEPPE SALA,CARLO CHIESA E ANGELO PARIS DOPO CHE HANNO OTTENUTO L’INCARICO PER L’EXPO 2015 PER PARTE DI PISAPIA HANNO FATTO PESANTE PPRESSIONI SULLA DITTA VINCITRICE DELL’APPALTO  PER ABBASSARE IL VALORE ECONOMICO DELL’OPERA.E FORMIGONI NON E’ STATO ESTRANEO.

SCHIFOSO PROCEDERE DI QUESTI DELINQUENTI POLITICI LEGHISTI,O PIU TOSTO PATTISTI DELLE LARGHE INTESE VOLUTE DA LETTA E NAPOLITANO.MA CHI LI HA MESSO A POSTO “ESSISTE”.

ALTRO TANTO SI PUO DIRE DELL’AFFAIRE LEGHISTA DELLA FINMECCANICA.

LA LEGA,RIVELATASI UN NIDO DI LADRI E CORROTTI DI DUE SOLDI SI SQUAGLIA COME IL GHIACCIO FRA LE MANI.

Immagine anteprima YouTube

28 MARZO 2014:FINITO LEGITTIMO IMPEDIMENTO

-SU LA STAMPA:Politica

27/03/2014

Inchiesta sulla escort a Bari
Berlusconi sarà in aula come teste

La richiesta arrivata dai legali di Tarantini. C’è l’ok dei giudici

ANSA

L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi sarà ascoltato come teste nel processo per l’inchiesta sulle “escort” nelle residenze romane dell’ex premier, alle quali avrebbe provveduto l’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini. È quanto è stato deciso nella prima udienza del processo dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Bari.

La testimonianza dell’ex premier era stata chiesta dai legali di Tarantini e di altri imputati, accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata all’induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, tra cui quelli di Sabina Began.

ARTICOLO CORELATO

+  Europee, ok di Forza Italia ai big in lista “Ma se eletti devono lasciare le Camere”

http://lastampa.it/2014/03/27/italia/politica/inchiesta-sulla-escort-a-bari-berlusconi-sar-in-aula-come-teste-ENMVCzFx1VrEo8iMvlf6QM/pagina.html

REAZIONE:28 PROSTITUTE A PROCESSO PER BUGGIARDE.BUGGIE SPECIALMENTE AGRAVATE PERCHE HANNO MENTITO ALLA GIUSTIZIA PER SOLDI.

E BERLUSCONI PARLA O SARA CONDOTTO PER LA FORZA PUBBLICA,BASTA CONFRONTI POLITICA-GIUSTIZIA,SI ALLA SEPARAZIONE DI POTERI.BASTA IMPUNITA.

-APPENDICE:
SU CHE COSA DEVE PARLARE BERLUSCONI?’SULLE BUGGIE CHE DIETRO PAGAMENTO E FAVORI POLITICI HA DETTO E POI SMENTITO TARANTINI,UN IMPRESARIO DELLA PROSTITUZIONE CHE LO PROVEDEVA DI SCHIAVE  PER ENTRARLI NEL GIRO DELLO SFRUTTAMENTO SESSUALE DI BIANCHE.VEDI NOTA LA STAMPA:
 Politica,26/09/2013
- Le carte dell’inchiesta di Bari

“Tarantini mente sulle escort”
La Finanza smonta la difesa

Un nuovo rapporto: Berlusconi sapeva dei compensi alle ragazze
Barbara Montereale e Lucia Rossini a Palazzo Grazioli
guido ruotolo
roma

Si sente accerchiato dalle procure che non lo hanno mai mollato, teme che una volta decaduto da senatore potrebbero arrestarlo. Milano, Napoli ma non solo. Silvio Berlusconi si aspetta che i guai potrebbero arrivargli da Bari. Dove è indagato insieme al faccendiere Valter Lavitola per aver convinto l’imprenditore Gianpi Tarantini a rilasciare «dichiarazioni mendaci», insomma false dichiarazioni, in cambio di denaro e di «raccomandazioni». Siamo nella fase in cui la Procura di Bari ha comunicato agli indagati la chiusura delle indagini e si appresta a chiedere al gip di fissare l’udienza preliminare. L’inchiesta sembra blindata. C’è un rapporto della Finanza che smonta tutta la linea difensiva del Cavaliere.

Gianpi Tarantini, interrogato dai magistrati di Bari, aveva giurato sull’innocenza di Berlusconi che nulla sapeva di escort: «Non ho fatto altro che accompagnare da lui ragazze che presentavo come mie amiche tacendogli che a volte le retribuivo. Il presidente non ha mai saputo che io potessi aver dato un centesimo alle ragazze». Ma ora, in un rapporto delle Fiamme Gialle alla procura, queste tesi viene smontata: «Ci sono – scrivono i finanzieri – punti di contrasto e contraddizione tra le dichiarazioni fatte dal Tarantini e quanto invece emerso dall’attività di indagine».

Ricordate la escort più famosa d’Italia, Patrizia D’Addario? Nella prima cena a Palazzo Grazioli, ricostruiscono gli 007 della Finanza, non fu scelta la D’Addario, trascorsero «la notte in compagnia del presidente Berlusconi Barbara Guerra e Ioana Visan». L’indomani mattina Berlusconi e Tarantini parlano al telefono del «compenso riconosciuto alle due donne»: Silvio Berlusconi sottolineava «guarda che hanno tutto per pagarsi tutto da sole queste qua», alludendo evidentemente al fatto che era stato dato loro il necessario, motivo per cui Tarantini non doveva sentirsi obbligato a corrispondere loro alcunché. Berlusconi: «Sono foraggiatissime».

La linea difensiva del Cavaliere non si è mai discostata dalla affermazione che lui non ha mai avuto bisogno di escort, e che le donne portate da Tarantini erano belle donne che voleva che si sedessero a tavola di fronte a lui.

Ma gli infortuni possono sempre capitare. Il giorno dopo una cena a Palazzo Grazioli, «Berlusconi manifestava a Tarantini la preoccupazione che due delle sue ospiti portate da Tarantini, di cui una identificata in Daniela Lungoci (romena, ndr) potessero fare qualche commento sulla serata trascorsa a Palazzo Grazioli». Un brano della intercettazione. Berlusconi: «Tu avevi preso quelle due romene, no? Hanno fatto qualche commento?». Tarantini: «Assolutamente no. Le ho sentite oggi, mi hanno detto che sono state bene e che speravano di rimanere lì». In realtà, si legge nel rapporto, Tarantini temeva che le due romene potessero parlare tanto che si rivolse alla intermediaria Carolina per avere «informazioni sulla loro riservatezza». Tarantini: «Ma sono tranquille? Non è che vanno a sputtanare che siamo stati là a cena?».

In 32 pagine la Guardia di Finanza affronta anche il capitolo delle «prospettive di affari» di Tarantini, dopo l’intervento di Berlusconi, con Finmeccanica/Protezione civile. Tarantini nei suoi interrogatori ha negato che «Berlusconi per ricambiarmi delle donne mi mandò da Bertolaso (Guido, allora numero uno della Protezione civile, ndr)». E ha anche dichiarato che con Finmeccanica i rapporti li ebbe lui. «È stato accertato – è implacabile il rapporto della Finanza – che Silvio Berlusconi su iniziativa di Gianpaolo Tarantini promosse un incontro tra quest’ultimo e l’allora capo della Protezione civile, Bertolaso».

Ci sono i rapporti favoriti da Silvio Berlusconi ma anche dal fratello Paolo con la Finmeccanica di Pier Francesco Guarguaglini. E le relazioni con Sabatino Stornelli, ex ad di Selex Service management, arrestato dalla Procura di Napoli nell’inchiesta sul tracciamento dei rifiuti, diventato adesso un collaboratore di giustizia. I risultati delle sue rivelazioni potrebbero vedersi presto.

Ti consigliamo:
+ I verbali del Cavaliere “Tarantini portava ragazze ma non sapevo le pagasse”
+ Tarantini, ora è Roma a voler sentire il premier

+ Escort di Berlusconi, gli atti a Bari

LEGGI DIRETTAMENTE:
http://www.lastampa.it/2013/09/26/italia/politica/tarantini-mente-sulle-escort-la-finanza-smonta-la-difesa-rKGFcxtADb1j5msG0bLSSN/pagina.html
Ti potrebbero interessare anche:

Began, «l’ape regina» assunta dall’advisor della Lega Calcio

Barbara Guerra: “Foto da poliziotta sexy? Non è stata scattata ad Arcore”

La “cresta” milionaria dell’Ape regina
REAZIONE:VI LO RICORDATE BERTOLASSO?QUELLO CHE DICEVA GESTIRE LE SITUAZIONI DI DISASTRO MEGLIO DEGLI STATI UNITI,IN HAITI.E OBAMA DOVEVA CONSULTARE LUI COSA FARE ( LI HA INVIATO LA NAVE GARIBALDI IN CENTRO AMRICA PER  “ASSESORARLO”…).VI LO RICORDATE QUELLO CHE AVEVA PRESO SOLDI PER UNA SUA MASSAGGIATRICE?VI LO RICORDATI QUELLO CHE VOLEVA FARE DELLA  PROTEZIONE CIVILE UNA STRUTTURA PRASTATALE PRIVATA PARALELLA AL MINISTERO  CORRISPONDENTE?QUESTO E’ BERTOLASSO E A QUESTO SI HA RIVOLTO ,DIETRO FAVORE POLITICO DI BERLUSCONI,TARANTINI.QUESTO E’ TARANTINI(“QUE MALA PATA”)
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube
28 MARZO 2014:NATO
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Il norvegese Stoltenberg  è il nuovo segretario della Nato. Era premier durante  la strage di Utoya
Il norvegese Stoltenberg è il nuovo segretario della Nato. Era premier durante la strage di Utoya
Dal primo ottobre prenderà il posto del danese Rasmussen di ANDREA TARQUINI
26 condivisioni
-
28 MARZO 2014:LEALTA E UMANESIMO
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Srebrenica, stupri di guerra le lacrime di Angelina Jolie    Il video
D / LE IMMAGINI
Srebrenica, stupri di guerra le lacrime di Angelina Jolie
Il video
19 condivisioni
28 MARZO 2014:BERLUSCONI,TRAFICO DI PERSONE
-SU GOOGLE NEWS:
Sei in: Il Fatto Quotidiano > Cronaca > Berlusconi cita…
Berlusconi citato nel rapporto Clinton sulla tratta di esseri umani. Per il caso Ruby
Il nome del presidente del consiglio compare nel “Trafficking in Persons Report 2011″ presentato dal Dipartimento di Stato americano. Non come capo di governo impegnato nel combattere la prostituzione, ma come imputato in un processo “per lo sfruttamento sessuale di una ragazzina marocchina”

di Eugenia Romanelli | 29 ottobre 2011

Commenti (1)

Dal 2009, da quando cioè è a capo del Dipartimento di Stato americano, Hillary Clinton, con orgoglio e soddisfazione, presenta il Trafficking in Persons Report (Tip). Che è la summa di dodici mesi di indagini in giro per il mondo: centinaia di pagine che fanno il punto sulla legislazione di cui sempre di più i vari paesi, recependo dettami Onu e delle varie carte dei diritti, si vanno dotando, e sulla applicazione delle leggi per contrastare quel fenomeno-piaga del nuovo millennio che è il traffico di esseri umani.

Nella scheda relativa all’Italia del Tip di quest’anno si fa riferimento per ben due volte a Silvio Berlusconi. E non perché in qualità di presidente del Consiglio di un paese europeo è in prima linea nella lotta al trafficking. Ma perché, si legge nel Report, “nel periodo preso in esame, il primo ministro del paese è finito sotto inchiesta per prostituzione minorile”. Il riferimento è al “caso Ruby”. Infatti, si legge ancora nella scheda, “nel febbraio 2011 i giudici hanno stabilito la data di inizio del processo per il primo ministro Berlusconi accusato di sfruttamento sessuale di una ragazzina (child nella versione originale, ndr) marocchina. Le inchieste giornalistiche hanno indicato prove di una terza parte coinvolta nello sfruttamento: questo sta a significare che la ragazza era vittima di trafficking” (qui il rapporto integrale, in inglese).

Nel presentare il Report – il 27 giugno, ma finora l’imbarazzante citazione era sfuggita – Hillary Clinton ha spiegato che «il Trafficking in Persons Report del 2011 comprende oltre 180 reportage che raccontano gli sforzi dei vari governi per combattere il traffico di persone. In linea con i valori del protocollo sul trafficking delle Nazioni Unite, che mira a garantire la prevenzione e il perseguimento, e anche la protezione per il massimo numero di vittime, gli Stati Uniti definiscono trafficking il lavoro forzato e il traffico di adulti e bambini per sfruttamento sessuale”.

Ed ecco come si inquadra uno dei due brani che riguardano Silvio Berlusconi. Se da una parte “l’Italia è pienamente conforme ai requisiti minimi per l’eliminazione della tratta”, nel senso che il nostro paese è dotato di una legislazione in grado di combattere questa piaga, dall’altra il governo “deve ancora adottare procedure nazionali per l’identificazione e l’aiuto delle vittime”. Anche perché, come sottolineano le Ong, c’è grande preoccupazione per “la focalizzazione del governo sul rimpatrio accelerato dei clandestini e delle donne straniere accusate del reato di prostituzione di strada”. In questo modo “le vittime non sono identificate dalle autorità: viene ritenuto che abbiano violato la legge e sono perseguite per atti illeciti commessi come conseguenza diretta della condizione di vittime di tratta”.

Ed è qui che arriva il primo riferimento a Berlusconi: “Nel periodo in esame, il primo ministro del paese è stato indagato per induzione alla prostituzione minorile”. Come dire: se il primo ministro del Paese viene indagato per prostituzione minorile, come si fa a perseguire chi induce alla prostituzione?

Nella sezione riguardante il nostro Paese, si spiega anche che nonostante la legislazione e nonostante le indagini realizzate dal 2003, anno dell’adozione della Legge contro il Trafficking delle persone che prevede pene che vanno dagli otto ai 20 anni di carcere, ci sono tante situazioni che vedono coinvolti pubblici ufficiali (poliziotti, funzionari di ambasciata, eccetera) colpevoli di trafficking, di cui poi, in sede penale, si perdono le tracce. E in caso di condanna le pene sono molto più basse di quanto previsto.

Nel 2009, il governo italiano ha riferito di aver indagato 2.521 persone sospettate di trafficking, di averne arrestate 286, mentre nel 2008 i sospettati erano 2.738, e gli arresti 365. I condannati nei Tribunali italiani per trafficking sono stati 166 nel 2009 e 138 nel 2008. La condanna media è stata di 6,5 anni di carcere. I condannati per trafficking legato allo sfruttamento della prostituzione minorile e alla schiavitù hanno ricevuto condanne in media, rispettivamente, per 3,5 e 1,5 anni.

Insomma, come ha sottolineato la Clinton: le leggi ci sono, il problema è che non vengono applicate. Il perché, in relazione all’Italia, sembra dire questo punto del report, sta nel fatto che le indagini non vanno avanti, soprattutto quando ci sono di mezzo figure pubbliche. Per poi concludere, come se ci fosse una relazione tra le due cose, che “nel febbraio 2011 i giudici hanno stabilito la data di inizio del processo per il primo ministro Berlusconi accusato di sfruttamento sessuale di una ragazzina marocchina. Le inchieste giornalistiche hanno indicato prove di una terza parte coinvolta nello sfruttamento: questo sta a significare che la ragazza era vittima di trafficking”.

Più informazioni su: Hillary Clinton, Prostituzione Minorile, Ruby, Silvio Berlusconi, Trafficking.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/29/berlusconi-citato-nel-rapporto-clinton-sulla-tratta-di-esseri-umani-per-il-caso-ruby/167082/
-
-Qui il rapporto integrale, in inglese:
http://www.state.gov/j/tip/rls/tiprpt/2011/164232.htm
—-
28  MARZO 2014:BERGOGLIO SFIDA L’ONU
- SUL FATTO QUOTIDIANO.
Il Fatto Quotidiano
-
Pedofilia, Cei: “Vescovo non è pubblico ufficiale, non ha l’obbligo di denuncia”
-
Sugli abusi su minori si consuma lo scontro finale tra Bagnasco e Bergoglio. Mentre Francesco nomina una vittima degli abusi nella neonata Commissione per la tutela dei minori, nel nuovo testo delle “Linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori da parte di chierici”, della Conferenza episcopale si legge: “Nell’ordinamento italiano il vescovo non ha l’obbligo giuridico – salvo il dovere morale – di denunciare”

di Francesco Antonio Grana | 28 marzo 2014

Commenti (141)
Papa Francesco e Bagnasco

Più informazioni su: Angelo Bagnasco, Cei, Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco, Pedofilia

Sgambetto della Cei al Papa sulla pedofilia. Mentre Francesco nomina una vittima degli abusi nella neonata Commissione per la tutela dei minori, i presuli italiani evidenziano la mancanza dell’obbligo giuridico per i vescovi di denunciare all’autorità giudiziaria civile casi di pedofilia. Nel nuovo testo delle “Linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori da parte di chierici”, approvato dal Consiglio episcopale permanente del gennaio scorso e reso pubblico oggi, dopo la clamorosa bocciatura della precedente versione da parte della Congregazione per la dottrina della fede, la Cei si limita a riscrivere il periodo incriminato in questo modo: “Nell’ordinamento italiano il vescovo, non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale né di incaricato di pubblico servizio, non ha l’obbligo giuridico – salvo il dovere morale di contribuire al bene comune – di denunciare all’autorità giudiziaria statuale le notizie che abbia ricevuto in merito ai fatti illeciti oggetto delle presenti Linee guida”.

L’inciso sul dovere morale, unica aggiunta rispetto alla precedente versione datata 2012, suona come una frase beffa rivolta a Papa Francesco che, insieme al “G8” di cardinali che lo consigliano nel governo della Chiesa universale, ha messo la lotta alla pedofilia e al riciclaggio del denaro al primo punto delle riforme che ha già avviato nel suo primo anno di pontificato. Una lotta, quella alla pedofilia, come sottolineato più volte anche da Bergoglio, intrapresa con determinazione già da Benedetto XVI. Ma alla Cei targata Bagnasco evidentemente il magistero e i gesti di Papa Francesco non contano nulla. Ed è proprio sulla lotta alla pedofilia che si consuma lo scontro finale tra Bagnasco e Bergoglio che, come annunciato da ilfattoquotidiano.it, aprirà l’assemblea generale della Cei del maggio prossimo in Vaticano. Segno eloquente che il Papa ha ormai preso in mano il timone di un’istituzione, la Conferenza episcopale italiana, che non solo non ha saputo sintonizzarsi sulla “rivoluzione Bergoglio”, ma si è posta in aperta contrapposizione con il Pontefice latinoamericano. Sull’obbligo giuridico della denuncia alla magistratura civile dei casi di pedofilia la Congregazione per la dottrina della fede era stata chiarissima, nonostante la Cei abbia fatto finta di non comprendere i motivi della bocciatura delle precedenti linee guida.

L’ex Sant’Uffizio, infatti, aveva affermato che “l’abuso sessuale di minori non è solo un delitto canonico, ma anche un crimine perseguito dall’autorità civile. Sebbene i rapporti con le autorità civili differiscano nei diversi Paesi, tuttavia è importante cooperare con esse nell’ambito delle rispettive competenze. In particolare, va sempre dato seguito alle prescrizioni delle leggi civili per quanto riguarda il deferimento dei crimini alle autorità preposte, senza pregiudicare il foro interno sacramentale. Naturalmente, questa collaborazione non riguarda solo i casi di abusi commessi dai chierici, ma riguarda anche quei casi di abuso che coinvolgono il personale religioso o laico che opera nelle strutture ecclesiastiche”. Parole a dir poco eloquenti alle quali la Cei ha risposto in modo assolutamente beffardo. E ora Papa Francesco chiederà le dimissioni a Bagnasco?twitter: @FrancescoGrana

LEGGI DIRETTAMENTE:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/28/pedofilia-cei-vescovo-non-e-pubblico-ufficiale-non-ha-lobbligo-di-denuncia/929913/
-
REAZIONE:A COSA CREDE DI GIOCARE IL VATICANO?
IL VESCOVO DI ROMA E’ SOSPETTO DI COPRIRE IL VESCOVO PEDOFILO DI COMO.BERGOGLIO HA NOMINATO UN DEGENERATO COME BATTISTA RICCA ALLO IOR:QUALCUNO CREDE CHE CI SIANO DIFFERENZE STRUTTURALI FRA IL VESCOVO DI ROMA E IL VATICANO?
CON QUALE INTENZIONI SI PRETENDE LAVARE L’IMMAGINE DEL PAPA?
PERCHE NON VANNO A VEDERE COSA SUCCEDE SULLA PEDOFILIA E GLI ABUSI SESSUALI NELLA CHIESA DA DOVE VIENE BERGOGLIO?VI SPAVENTERETE.E DA LI CHE ONO PARTITI  I SINCRETISMI SELVAGGI E NON ALL’INVERSA.SIGNORI:SI TRATTA DI PROPAGANDA.
E’ CHIARA L’INTENZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA DI COPRIRE LA SUA PEDOFILIA STRUTTURALE E DI SFIDARE L’ONU.
IL VESCOVO NON E’ UN “PUBBLICO UFFICIALE”?E PERCHE ALLORA LA CONTINUA INTROMISSIONE DELLA CHIESA CATTOLICA NEGLI AFFARI POLITICI DEGLI STATI,PARTICOLARMENTE IN ITALIA?
RISPETTARE LA SEPARAZIONE CHIESA-STATO RISPETTARE L’ONU,RISPETTARE I BAMBINI.
CASTIGO E RISTRUTTURA GIA NELLA CHIESA DI SAN PIETRO.VIA IL SALVAGGISMO DELLA FINE DEL MONDO.
-
-APPENDICE:VEDI CUA LE VICENDE DEL REGIME TEOCRATICO PARAGUAYANO DELL’OVISPO-PRESIDENTE PLURI-PATRIARCA  FERNANDO LUGO:
E QUESTO E’ SOLO UN ASSAGGIO DI CIO CHE SUCCEDE NEL CONO SUD AMERICANO:VIOLAZIONI PEDOFILI CI SONO,ED ECLATTANTI,IN ARGENTINA,E LE AVVENTURE SESSUALI DEL PRETE GAY BATTISTA RICCA LI HA PROTAGONIZZATO IN URUGUAY.SOLO PER MENZIONARE POCHI ESSEMPI DI ABUSSI SESSUALI CLERICALI NELLA “FINE DEL MONDO”.
——
29 MARZO 2014:TITOLARI LE MONDE
Le hall d'entrée de « Libération », rue Béranger à Paris.
L’ancien patron d’i-Télé remplace Demorand à la tête de « Libération »
Ce que l'on retiendra de ces trois jours de procès, c'est d'abord le trouble, la gêne profonde que suscite cette affaire et qui renvoie chacun au regard qu'il porte sur le quatrième âge. Comment juger un homme de 93 ans ?
L’épilogue du procès de « papy Marcel », ou comment juger un homme de 93 ans Post de blog
-
28 MARZO 2014:LA MALANDATA EXPO 2015
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Ritardi, scandali e appalti sospetti  il sogno dell'Expo è diventato un incubo
Ritardi, scandali e appalti sospetti  il sogno dell’Expo è diventato un incubo
Nei cantieri di Milano, 4350 mq che dovrebbero essere pronti per il primo maggio del 2015,di ALBERTO STATERA
Articoli correlati
Germania: ‘Ndrangheta Spa impresa più florida d’Italia,di ANDREA TARQUINI
687 condivisioni
REAZIONE:A QUESTO PUNTO NON CI SARA NE MENO BISOGNO DEL BOICOT
29 MARZO 2014:USA-RUSSIA, DUE NAZIONE UNITI
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Ucraina, vertice a sorpresa Kerry e Lavrov a Parigi -    liveblog
Ucraina, vertice a sorpresa Kerry e Lavrov a Parigi -  liveblog
Mosca: “Non varcheremo  le frontiere” video
Crimea, Tatari: referendum autonomia foto

Crisi di Kiev, le banche italiane più espostedi M. RICCI

Articoli correlati

146 condivisioni
REAZIONE:SORPRESA?:LO DICEVO IERI,NON PIU,”GLI EQUILIBRI DI IERI NON SONO QUELLI DI OGGI” IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVI IN FRANCIA E LA VISITA DEL PRESIDENTE CINESE.
INFATTTI:LA BOZZA SCRITTA DELL’ACCORDO USA-RUSSIA ERA GIA STATA AVANZATA,E RESPINTA,DA KERRY A LAVROV A LONDRA.MA LA SITUAZIONE E’ TALMENTE DINAMICA E DIVERSA A QUELLO CHE POTEVA FARE PENSARE L’INCONTRO A LONDRA O LA VISTA DI OBAMA A ROMA,CHE NEL GIRO DI DUE GIORNI,OGGI E’ STATA ACETTATA QUELLA BOZZA DI ACCORDO MA NELLA PARIGGI POST-VOTO.(DOVE HA PERSO HOLLANDE.E SENZA NE MENO ASPETTARE I BALOTTAGGI:HA VINTO LA NUOVA ERA.)
29 MARZO 2014:PIU CHE VINCITORI,GLI ANIMALI DI BERLUSCONI
-TITOLARE LA REPUBBLICA:
Europee, Berlusconi prova  a conquistare gli animalisti "Cani e gatti ci aiuteranno a vincere le elezioni"   foto
Europee, Berlusconi prova  a conquistare gli animalisti
“Cani e gatti ci aiuteranno a vincere le elezioni” foto
Articoli correlati

275 condivisioni
35 commenti
-
REAZIONE:PUO DARSI,MA GLI ANIMALI NON FARANNO VINCERE LA COPA UEFA AL MILAN.
30 MARZO 2014:NOTIZIE DALLA “FINE DEL MONDO” IN TITOLARI
MercoPress - South Atlantic News Agency

Montevideo, March 30th 2014 – 06:49 UTC
-TITOLARE 1:PRESCINDERE DELL’UKRANIA?

Why Ukraine’s next president doesn’t matter

James Stafford is the Editor of Oilprice.com

By James Stafford, Oilprice.com – Having ridden roughshod over Ukraine, Russia’s annexation of the Crimea is now over and a new chapter in Ukrainian politics is about to begin—but it won’t be much different than the last chapter, with the same old faces surfacing for May presidential elections.

TRADUZIONE:

Perché il prossimo presidente dell’Ucraina non importa
James Stafford è l’editor di Oilprice.com
Da James Stafford, Oilprice.com – Dopo averla calpestato cavalcando sopra  l’Ucraina, l’annessione della Russia della Crimea è ormai finita e un nuovo capitolo nella politica ucraina sta per iniziare, ma non sarà molto diverso da quello l’ultimo capitolo, con le stesse facce vecchie emersi per le elezioni presidenziali di maggio.
REAZIONE:FORSE NON SONO SOLO IO A PENSARLA COSI
-
-TITOLARE 2:

‘Kelpers’, helping Argentine to understand the Falklands growing nation

The cover of the book, which has had a less aggressive reaction than expected, from the Argentine political system
The cover of the book, which has had a less aggressive reaction than expected, from the Argentine political system

The reaction of the Argentine public to Clarin journalist and author Natasha Niebieskikwiat’s recently launched book ‘Kelpers’ has been, “less aggressive,” than she expected Natasha told Penguin News.

TRADUZIONE:Copertina di ‘Kelpers’”, il libro che sta contribuendo all’argentino a comprendere la crescente nazione Falklands

FOTO
Ecco la copertina del libro “Kelpers” che ha avuto una reazione meno aggressiva del previsto dal sistema politico argentino
La reazione del pubblico argentino al libro “Kelpers” recentemente lanciato da Natasha Niebieskikwiat giornalista del Clain e autore è stato “meno aggressivo” di quanto si aspettasse ha detto Natasha al Penguin News

REAZIONE:BENE,A MENO CHE NON VENGA CONSIDERATO UN KELPER LUIS SUARES,IL CALCISTA DEL MERCOSUR(URUGUAY) AQUISITO DALLA GRAN BRETAGNA E DOPO ACCUSATO E CONDANNATO PROPIO LI DALLA GIUSTIZIA PER RAZZISMO,IN NOME DELLA NUOVA ERA E LA COMMON WEALTH MI AUGURO CHE PRESTO IL GRANDE POPOLO KELPER DELLE FAULKLAND VENGA AMMESSO A PIENO TITOLO NEL CONCERTO DELLE NAZIONI DEL CONO SUD E LATINOAMERICA.

IL MERCOSUR,LE NAZIONI DEL PACIFICO,L’ALBA,LA OEA,UNASUR,TUTTE LE ALTRE SIGLE CHE RIUNISCONO LE VARIOPINTE BLOCCHI DI PAESI SUDAMERICANI,E TUTTI I SINGOLI PAESI DEL SUBCONTINENTE “LUSO-ISPANOPARLANTE” NON SONO E NON RAPRESENTANO LA NUOVA ERA.

DOPO TUTTO L’ARGENTINA E’ IL PIU GRANDE PAESE ANGLOFILO AL DI FUORI DI QUELLI DI LINGUA INGLESE.

PD:IL CLARIN E’ UN GIORNALE ESTREMAMENTE NEOLIBERALE,PERO IO NON DEVO SUPORRERE E AGGIUDICARLI TALE INNOMINIA AD UNA DELLE SUE DIPENDENTI IMPIEGATI.SO BENISSIMO COSA SIGNIFICA ESSERLO E QUESTO LIBRO MI ABILITA AD APRIRLE UN CONTO IN BANCA CHE NON SIGNIFICA DARLI UN ASSEGNO IN BIANCO:STAREMMO A VEDERE.

-TITOLARE 3:SI PERO…………

UK remains “the US most capable and interoperable ally” in defense issues

Defense Secretary Hammond gave a speech at the Heritage Foundation in Washington

UK Defense Secretary Philip Hammond has been talking about why the UK and US must remain partners of choice in defense. This week Mr Hammond gave a speech at the Heritage Foundation in Washington DC about the special relationship that exists between the UK and the US, describing the UK as the most capable and interoperable ally.

TRADUZIONE:Il Regno Unito rimane “l’alleato più capace e interoperabile degli Stati Uniti” in questioni di difesa ha detto il segretario alla Difesa Hammond che ha tenuto un discorso presso la Heritage Foundation di Washington.

FOTO
Il Segretario alla Difesa del Regno Unito Philip Hammond ha parlato su perché il Regno Unito e gli Stati Uniti devono rimanere partner di scelta in difesa. Questa settimana il signor Hammond ha tenuto un discorso presso la Heritage Foundation di Washington DC sul rapporto speciale che esiste tra il Regno Unito e gli Stati Uniti, che descrive il Regno Unito come l’alleato più capace e interoperabile.

REAZIONE:SI PERO LA CONCORDIA CON LA RUSSIA PER L’UKRANIA GLI STATI UNITI DI NORDAMERICA L’HANNO FIRMATO A PARIGGI CON LA STESSA BOZZA ADOPERATA A LONDRA DUE GIORNI PRIMA.

Immagine anteprima YouTube

-TITOLARE 4:L’ALTRA CONCORDIA

Gibraltar top officials on a lobbying and trade promotion tour in Washington

Picardo and Garcia at the Heritage Foundation where the talked about the strategic importance of Gibraltar

Gibraltar top elected officials this week went on a lobbying tour in the United States where they met government officials, visited Capitol Hill, talked trade and strongly defended the British Overseas Territory freedom, self determination and sovereignty.

TRADUZIONE:Gibilterra: alti funzionari in un tour di lobbying e di promozione commerciale a Washington

FOTO
Picardo e Garcia i principali eletti di Gibilterra questa settimana sono andati in un tour di lobbying in Stati Uniti dove hanno incontrato funzionari governativi,visitato Capitol Hill e hanno parlato presso la Heritage Foundation del commercio,di liberta,autodeterminazione e fortemente difeso l’importanza strategica del territorio d’oltremare britannico.

-

30 MARZO 2014:COSI VINCE LA NUOVA ERA

-TITOLARE LA REPUBBLICA;

Francia, secondo turno: tracollo della sinistra

Bene la destra Ump, astensione record

Al Front National quattro Comuni, Parigi ai socialisti

Il governo: “Rimpasto”. Royal: “Severissima punizione”

182 condivisioni
-
 REAZIONE:HOLLANDE NON HA SAPUTO TENERE ALLE ASPETTATIVE DA LUI CREATE
NE E’ STATO IL FATTORE DI EQUILIBRIO CHE MI ATTENDEVO,VA PUNITO.E NON POTRA
NON TENERE CONTO DEL NUOVO EQUILIBRIO CREATOSI.
IN FRANCIA BENE IL PARTITO DEL NON VOTO,BENE IL TRIONFO DELLA DESTRA:
TORNA SARKOZY?
LE PEN?FURGONE DI CODA.
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

FAITES INTERNES 1:CONTINUATION 101 »

12 marzo 2014
0

EPPUR SI MUOVE

FOTO,Galileo di fronte al Sant’Uffizio, dipinto di Joseph Nicolas Robert Fleur

-”PUBBLICAZIONE SOTTO PROTESTA”:NO AL COLPO DI PALAZZO.NO AL GOVERNO DEL PRESIDENTE.NO AL NEOLIBERALISMO

12 MARZO 2014:RENZI CONTRO EUROPA

-TITOLARE SU LA STAMPA:.

Tasse, lavoro e debiti: arriva la cura choc
Renzi: cambiare l’Italia prima dell’Europa
Diretta tv - Segui la conferenza stampa live
I tagli di Cottarelli: tre miliardi da Rai, pensioni e polizia

Sul tavolo del Cdm piano casa, Jobs act,
taglio Irpef, scuola e sblocco dei crediti.
Il commissario per la spending review:
ecco i risparmi, tutto dipende dai tempi
-
Le prime misure economiche del governo Renzi.
Il premier all’Ue: coperture fino a venti miliardi.
dossier fisco  Così cambierà la busta paga Marco Sodano
Da Comuni e Regioni la stangatina di marzo paolo russo
analisi  Se sindacati e imprese non contano più Manacorda
—————-
REAZIONE:IL GOLPISTA RENZI COME I NEOLIBERALI DEL COLPO DI KIEV TEMONO LA NUOVA EUROPA CHE VERRA FUORI NELLE PROSSIME ELEZIONI E FANNO UNA CORSA CONTRO IL TEMPO.
DOPO IL VOTO AVREMMO UNA EUROPA CAMBIATA:INANZI TUTTO MALGRADO NON CI SIA ANCORA UNA COSTITUZIONE DEMOCRATICA CONDIVISA DA TUTTI I PAESI BISOGNERA FARE I CONTI CON PIU E MIGLIORE DEMOCRAZIA,NON BASTERA AFFIDARSI AI VERTICI FRA I QUALII LA MERCKEL,ORMAI INDEBOLITA, E DRAGHI.
SECONDO,L’EUROPA CAMBIERA DRAMMATICAMENTE VERSO IL SUCESSO DEI PARTITI ANTI IMMIGRAZIONE E ANTI EURO MA QUESTO NON PIACE ALLA CHIESA DEL PAPA ARGENTINO NE A RENZI E BERLUSCONI.
PURTROPPO L’EUROPA NON PUO PRETENDERE INFLUENZA IN UKRANIA E ALTROVE SE SI TRATTA SOLO  DI UNA UNIONE MONETARIA,E QUINDI NON HA ALTRO DESTINO CHE ADEGUARSI AI CAMBIAMENTI DEMOCRATICI ANCHE SE I NEOLIBERALI SI OPPONGONO CON VIOLENZA: LA NUOVA ERA SI STA PROFONDIZZANDO ANCHE NELL’UNIONE EUROPEA.
PD:I NEOLIBERALI DI KIEV TEMONO ALLE NUOVE AUTORITA POST-VOTO E HANNO VIOLATO GLI ACCORDI CON YANUCOVICH PER NON ANDARE AL VOTO DOPO LE EUROPEE ,E RENZI ARINGA A VOTARLI TUTTI QUESTI AGEGGI CHE VEDETE SOPRA PRIMA DELLE EUROPEE,MA “ALEA JACTA EST”,ABBIAMO GIA OLTREPASSATO IL RUBICON,SI LOTTA.NON AL GOLPE DI PALAZZO.
Immagine anteprima YouTube

12 MARZO 2014:ISRAELE VIOLENZA

-TITOLARE SU “LE FIGARO”:Escalade des violences: Israël “responsable”

Home ACTUALITE Flash Actu
*Par Le Figaro.fr avec AFP
*Mis à jour le 12/03/2014 à 18:46
*Publié le 12/03/2014 à 18:42

Le Hamas palestinien a tenu aujourd’hui Israël pour “responsable” de l’escalade des violences cet après-midi.

Après une salve de 50 tirs de roquettes tirés de Gaza vers le sud de l’Israël, le ministre israélien des Affaires étrangères a demandé la “réoccupation” de la bande de Gaza.

Les tirs ont été revendiqués par le Djihad islamique.

Le Figaro.fr avec AFP
http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2014/03/12/97001-20140312FILWWW00319-escalade-des-violences-israel-responsable.php

<div class=”ls-strillo ls-strillo-evidenzaDueTerzi”

————————————————–

13 MARZO 2014:SIATE FELICI ORA

-TITOLARE CORRIERE DELLA SERA

RENZI LANCIA IL SUO PIANO SU TASSE, LAVORO, DEBITI, CASA E SCUOLA

«Mille euro per 10 milioni di italiani» Foto

«Più soldi in busta paga per chi ha 1500 e al mese»

MULTIMEDIA: LA CONFERENZA STAMPA DI RENZI

LE MISURE
(scarica il pdf)

LE REAZIONI : Camusso (Cgil) lo promuove: «Ci ha ascoltato»

SCHEDA RENDITE, Quanto si paga con l’aliquota al 26%
di G. Marvelli

REAZIONE:
Immagine anteprima YouTube

APPENDICE:TU VOI FARE L’AMERICANO

Obama, shopping da Gap per Michelle e le figlie Foto

REAZIONE:MA NON C’E’ NE UNO GIALLO……..

13 MARZO 2014:SITALICUM,SAREBBE TROPPO GRAVE

-TITOLARE CORIRIERE DELLA SERA:

PRIMO PIANO

LA LEGGE ELETTORALE

Italicum, c’è il sì della Camera
Protesta dei 5 Stelle: le foto

REAZIONE:UN PRESIDENZIALISTA….ANZI DUE,BERLUSCONI E NAPOLITANO

APPENDICE SU “LE MONDE”:ITALICUM,E’ GRANDE PAVURA

Blogs

Nouveau mode de scrutin : l’alliance Renzi-Berlusconi a tremblé mais tenu

Le premier ministre italien, Matteo Renzi, sur un plateau de la  RAI, dimanche 9 mars à Milan.  Photo : Antonio Calanni/AP

Le président du conseil, Matteo Renzi, sur un plateau de la RAI, dimanche 9 mars à Milan.
Photo : Antonio Calanni/AP

Deux leçons à retenir de l’adoption (365 voix pour, 156 contre, 40 abstentions), mardi 12 mars à la Chambre des députés, du nouveau mode de scrutin aux élections législatives. La première : on peut, avec un peu de volonté politique, réformer en deux mois une loi électorale en discussion depuis 2005 ; la seconde : il arrive à Silvio Berlusconi de tenir sa parole. Enfin, jusqu’à maintenant. “politique 1-défaitisme 0″ a immédiatement twitté Renzi à l’issue du vote alors que les élus du Mouvement 5 Etoiles brandissaient des pancartes sur lesquelles on pouvait lire sous des photos du premier ministre et du Cavaliere”Renzi et Berlusconi, condamnés à l’amour”.

Explications : lorsque, le 18 janvier, Matteo Renzi, pas encore président du conseil mais déjà secrétaire du Parti démocrate (PD, gauche), et Silvio Berlusconi, le principal dirigeant de l’opposition quoiqu’exclu du Sénat à la suite de sa condamnation définitive pour fraude fiscale, se rencontrent pour conclure un accord sur un nouveau mode de scrutin, la disparition du Sénat et la redistribution des compétences entre l’Etat et les collectivités locales, peu sont ceux qui parient sur une issue positive.

Voilà presque dix ans que des comités Théodule et des commissions ad hoc discutent de cette réforme pour tenter, sans succès, de mettre au rencart la précédente loi électorale baptisée Porcellum (« cochonnerie ») par son propre auteur ; le Cavaliere a rarement tenu ses engagements de réformes partagées avec la gauche.

Pourtant, la Chambre des députés a approuvé dès mardi les principaux piliers de la nouvelle loi dénommée cette fois Italicum. Si le Sénat, où elle sera présentée dans les prochaines semaines, l’approuve à son tour, les futures élections législatives suivront la règle suivante.

Les amendements sur la parité hommes-femmes rejetés

Des listes bloquées de trois à six candidats s’affronteront dans 120 circonscriptions. Si un parti ou une coalition atteint, au niveau national, 37 % des suffrages, il est déclaré vainqueur et empoche une prime de 15 %, qui lui permettra de contrôler 52 % des sièges à la Chambre. En revanche, si ce seuil n’est pas atteint, un second tour, deux semaines plus tard, mettra aux prises les deux partis ou coalitions arrivés en tête. Mais pour obtenir un ou plusieurs élus, une coalition devra dépasser 12 % des voix ; un parti seul devra atteindre la barre des 8 % ;  4,5 % lui suffisent s’il fait partie d’une coalition…

En revanche, malgré la concomitance du débat avec la Journée mondiale des droits des femmes, les trois amendements cherchant à introduire la parité hommes-femmes dans la composition des listes ou dans la désignation des têtes de liste ont été rejetés à une grande majorité, lundi 10 mars, décevant les attentes de 90 députées de tous bords qui avaient adressé une lettre en ce sens à leurs chefs de parti, même si l’Italie se place parmi les meilleurs exemples européens.

Mais voilà, Berlusconi n’en voulait pas et Renzi a considéré que cette revendication, absente de l’accord initial, n’en valait pas la peine eu égard au but recherché : contraindre les partis à des alliances, assurer la stabilité de l’exécutif et l’alternance de majorités claires et mettre fin au pouvoir de chantage des petits partis.

La partie est loin d’être terminée pour l’Italicum. Certains amendements n’ont été repoussé qu’à une courte majorité. Cette loi ne fait pas l’affaire de nombreuses formations, incertaines de pouvoir atteindre le seuil de 4,5 % fixé par la nouvelle règle du jeu. C’est le cas, notamment, de la Ligue du Nord qui, en l’état actuel des sondages et au vu de ses derniers résultats électoraux, n’aurait aucun élu à Rome. C’est donc au Sénat, où sur le papier l’alliance entre le PD et la droite ne dispose que de 7 voix d’avance, que tout va se jouer.

REAZIONE:SAREBBE TROPPO GRAVE SE VENISSE APPROVATA QUESTA RIFORMA,BERLUSCONI DA PERDENTE OTERREBE IL PRESIDENZIALISMO.

MA LA GRANDE PARTITA E’  LONTANA  DI ESSERE FINITA,E RENZI-BERLUSCONI  CHE LO SANNO TREMANO:POCHI VOTI DI VANTAGGIO .FORSE I FRANCHI TIRATORI POSSONO SALVARCI ANCORA.

——————————————–

14 MARZO 2014:ATTUALIZAZZIONI DI OSCURAMENTO BLOG,VEDI.

http://dottgiuseppeciancimino.bloog.it/benvenuti-sul-nuovo-sito-del-blogguida-3.html

-AVANZI,NON SOLO CACHE:

NEL GIORNO DI IERI 13 MARZO 2014 HO EFETTUATO UNA RICERCA “INTERNA” COL MOTORE DEL PROPIO SITO “LIBERO”,DEL MIO BLOG “FATTI INTERNI 1″ ED E’ VENUTO FUORI QUESTI DATI CHE VEDI SOTTO:

Risultato della ricerca: 1-1 su circa 1 per blog.libero.it/CIANCIMINO/11813092.html

faites internes 1:continuation 194
Scritto il 28 Dicembre 2012 – h 20.51
E arruola anche Mauro (Pdl) L’endorsement dei vescovi: ?Il premier onesto e capace? Il Professore e il “modello ministri” Twitter, tra i primi ?following? del senatore c’? anche il blog La 27ora …
http://blog.libero.it/CIANCIMINO/11813092.html
Altri risultati di questo Utente
Vai al Blog SPAZIO CIANCIMINO
Pagina 1:
-VEDI LA PAGINA DIRETTAMENTE CUA:
http://blog.libero.it/ricerca_blog.php?q=blog.libero.it/CIANCIMINO/11813092.html
-
PURTROPPO CLICCANDO SUI LINK NON MI VIENE DATO IL BLOG MA IL SOLITO MESSAGIO DI INESSISTENZA DEL BLOG SEGUITO DEL MESSAGGIO “NICK NON ATTIVO” QUANDO CERCO DI ENTRARE(PROVA ANCHE TU).
IN OGNI MODO E’ UN IMPORTANTISSIMO TESTIMONIO,OLTRE ALLE COPIE CACHE,DELL’ESSISTENZA DEL MIO BLOG SUL SITO.IN FUTURO,DI ESSERE TEMPORANEA LA SOSPENSIONE DEL BLOG NON CHIAMERO IN CAUSA “LIBERO” PERO CIO NON SMINUISCE LA GRAVITA DELLA CENSURA PER QUI NON CONTINUERO A SCIVERE SU “LIBERO” MA SU QUESTO SITO “Bloog.it”.
————————-
14 MARZO 2014:UKRANIA,ROYALTI E RE-YALTA
CRIMEA,UKRANIA SVEGLIATEVI
-TITOLARE LA REPUBBLICA.
 
Ucraina, i timori dei mercati liveblog
A Londra incontro Lavrov-Kerryvd
 
Mosca: legale referendum in Crimea
Replica di Washington: ci saranno conseguenze
Nasce Guardia nazionalevd   Premier e Obama vd
Caccia russi in volo per esercitazioni nel mar Nero
REAZIONE:TUTTI I GIORNALI DEL MONDO DEDICANO AI FATTI DI CRIMEA E UKRANIA LE PRINCIPALI ATTENZIONI TRANNE CHE PER RAGIONI DIVERSI IN USA E IN ITALIA,IL PRIMO FORSE PERCHE E’ CONTRARIO ALL’INGERENZA IN UKRANIA DELL’AMINISTRAZIONE OBAMA(HILLARY SI HA DISCOSTATO),NEL NOSTRO PAESE PERCHE I NEOLIBERALI CERCANO DI MINIMIZZARE I FATTI(E LE ANALOGIE CON IL NOSTRO PAESE),MA LA SITUAZIONE E’ GRAVE,OCCHIO,ABBIAMO OLTRPASSATO IL RUBICON.TANTO GRAVE DA MERITARE UN ALTRO “PICCOLO” YALTA PERO QUESTA VOLTA IN GRAN BRETAGNA.SVEGLIATEVI.
PER LA NUOVA ERA E I SUOI MERCATI ESSISTE IL RISCHIO DEL “PIRATAGGIO”,LA FALSIFICAZIONE DELLA ESSENZA DELLA SUA VISIONE DEL MONDO SE VENISSE CONVALIDATO IL COLPO DI UKRANIA(COME IN ITALIA):QUELLO DEL TITOLO.

Immagine anteprima YouTube
APPENDICE:I MUSSOLINI TRATTANTI DI BIANCHE

Baby squillo, il marito
della Mussolini: “Credevo avesse 19 anni”

—–

-POCHE ORE DOPO:USA-RUSSIA,E’ MURO DI GELO,SCONTRO EST-OVEST

-SU THE GUARDIAN:

Russia and west on collision course over Ukraine as talks fail in London

John Kerry and Sergei Lavrov fail to reach agreement as Crimea prepares for referendum on joining Russia.
*Ewen MacAskill and Alec Luhn in Moscow

*The Guardian, Friday 14 March 2014 17.19 GMT

The Russian foreign minister, Sergei Lavrov, and US secretary of state, John Kerry, in London. Photograph: Brendan Smialowski/AFP/Getty Images

The Ukraine crisis has entered a new and more dangerous phase after 11th-hour talks in London between the US secretary of state, John Kerry, and his Russian counterpart, Sergei Lavrov, broke up without resolution.

The diplomatic failure sets Russia on a collision course with the west, with Moscow ordering further military deployments on Friday and a contentious referendum in Russian-dominated Crimea set to go ahead as planned on Sunday.

The referendum, which will almost certainly result in a vote in favour of breaking away from Ukraine and union with Russia, will trigger the imposition of sanctions by the west on Monday.

During five hours of talks, Kerry pushed Lavrov to postpone the referendum. He challenged him over sudden Russian troop movements along the Ukrainian border over the last few days. But Lavrov offered nothing in the way of a concession that would have helped reduce tensions.

At a press conference afterwards, the Russian foreign minister described the talks as productive, in that both sides were able to set out their positions, but the two sides did not share “a common vision”. Looking for a way to emphasise his point, Lavrov sought an international parallel: Crimea meant more to Russia than the Falklands did to Britain.

At a separate press conference, Kerry, looking tired and dejected, said he had put forward proposals from Barack Obama, but Lavrov replied that Vladimir Putin was not prepared to consider them until after the referendum.

Trying to sound emollient, Kerry repeatedly insisted he was not issuing warnings or threats to Russia. But he went on to say the US would not recognise the outcome of the referendum and that there would be costs for Russia if it went ahead.

His strongest comment came when he described the proposed referendum as “a back-door annexation” that would breach international law.

Asked about troop deployments, Kerry said: “We talked about these exercises, and we talked about the level of troops that are deployed, where they are deployed and what their purpose is, and I raised very clearly the increased anxiety that is created in the Ukraine as a consequence of this.”

He suggested drawing all forces back while the negotiations took place, and said Lavrov had promised to take these proposals to Putin.

“All us would like to see actions not words,” Kerry added.

Lavrov, at a separate press conference, insisted the referendum would go ahead as planned. Putin would “respect the will of the Crimean people”.

Lavrov expressed concern over violence in Donetsk in eastern Ukraine overnight on Thursday. Casualties mounted from clashes between pro- and anti-Russian protesters there.

Crimea referendum Graphic: Guardian graphics The Russian foreign ministry said it reserved the right to intervene to protect Russian lives in Ukraine, the same language that led to its intervention in Crimea. The statement added to fears in Washington and in west European capitals that Putin may not stop with Crimea and may seek to extend influence over eastern Ukraine.

Protesters from a pro-Russian demonstration in Donetsk had fought with those from a rally “for a united Ukraine”, resulting in the death of a 22-year-old man and injuryinjuries to a reported 26 people. Other reports said 28 people had been injured and that the young man had been stabbed to death.

After deploying 10,000 troops as well as heavy armour and artillery in border regions with Ukraine this week, Russia on Friday took further military steps, ordering six Sukhoi Su-27 fighter jets and three transport planes into its ally Belarus, on Ukraine’s northern border. The Belarusian president, Alexander Lukashenko, had expressed concern over what he said was a potential Nato threat.

Kerry and Lavrov met at Winfield House, the residence of the US ambassador, in Regent’s Park to discuss the crisis which began last month when anti-Russian protesters toppled the pro-Russian Ukrainian president Viktor Yanukovych.

Kerry pushed Lavrov to stop Russia taking steps escalating the crisis – creating “facts on the ground” – and instead open negotiations on alternative proposals for ending the standoff. One proposal was for Russian troops in Crimea to withdraw to their barracks and be replaced by troops from the pan-European Organisation for Security and Co-operation in Europe (OSCE).

Afterwards, Lavrov did not immediately embrace the OSCE proposal. “There is no need for an international structure in dealing with Russian-Ukrainian relations,” he said.

Donetsk, the largely Russian-speaking city where many residents have close ties with Russia, declared a day of mourning on Friday. The city has been the site of repeated standoffs between pro- and anti-Russian demonstrators.

Ukrainian media said pro-Russian protesters attacked first, but the Russian foreign ministry and media reported that armed men had attacked peaceful pro-Russian demonstrators.

In a statement, the foreign ministry said Kiev was not in control of the situation in the country and had failed to guarantee demonstrators’ safety.

“Radical far-right gangs armed with traumatic firearms and clubs, who began to arrive in the city from other regions of the country, attacked peaceful protesters who came out on the streets to express their attitude toward the destructive position of the people who call themselves the Ukrainian government,” the ministry said.

The statement also hinted that Russian forces could intervene in eastern Ukraine to protect Russians there. “Russia recognises its responsibility for the lives of countrymen and fellow citizens in Ukraine and reserves the right to take people under its protection,” it said.

The head of Ukraine’s security service wrote on Friday on his Facebook page that four people had been detained in connection with the violence in Donetsk and that the detentions were “only the beginning”.

Donetsk resident Anton Nagolyuk, who was present during the clashes, said they originated from the pro-Russian part of the demonstrations. The pro-Russian protesters had arrived at Lenin Square before the pro-Ukrainian ones, and police at first kept the two sides apart. The pro-Russian side threw eggs and firecrackers, and when the rally ended they started to beat pro-Ukrainian demonstrators, Nagolyuk said. The man who was killed was from the pro-Ukrainian side, he said.

“Some of the people definitely came from Russia to provoke people, but I don’t know exactly how many of them there were,” Nagolyuk said. “It’s true there are many Donetsk residents among the [pro-Russian demonstrators], but it seems to me the most active ones are Russian.”

According to Nagolyuk, many of his fellow residents fear Russia will invade their part of the country. “They were deliberately waiting for a death, an excuse to bring their troops and tanks into Donetsk, Lugansk and Kharkov,” he said. “It seems to me almost everyone is afraid o war and Russian troops.”

-
DIRETTAMENTE: http://www.theguardian.com/world/2014/mar/14/russia-west-collision-course-ukraine-talks-fail-london

-E COSI SU GOOGLE NEWS ITALIA:

Ucraina: Usa-Russia lontani, Crimea verso referendum

Ucraina UsaRussia lontani  Crimea verso referendum

20:58 14 MAR 2014

(AGI) – Londra, 14 mar. – C’e’ una foto che dice piu’ di mille parole sullo stato attuale delle relazioni tra Stati Uniti e Russia. E’ quella che ritrae John Kerry insieme Serghei Lavrov al termine delle sei ore di incontro in cui a Londra non sono riusciti a trovare un “terreno comune” sul dossier Crimea a 48 ore dal referendum che decidera’ la secessione della regione dall’Ucraina. I due capi delle diplomazie, nel click dei fotoreporter durante la conferenza stampa, prendono atto con uno sguardo quasi rassegnato e senza i sorrisi di rito che da qui a domenica nulla potra’ essere fatto per allontanare questa nuova escalation politica, mentre quella militare resta latente, affidata per adesso allo spionaggio reciproco. E’ il caso di un drone a stelle e strisce che sarebbe stato intercettato sul cielo della regione contesa. “Il drone -secondo Rostec, la holding pubblica russa che opera nel settore della difesa- volava ad un’altezza di 4.000 metri ed era invisibile da terra e abbiamo interrotto il collegamento di controllo con gli operatori americani”.
Nella capitale britannica, nelle stesse ore, il ministro degli Esteri russo e il Segretario di Stato americano rinnovavano il nulla di fatto in un dialogo nutrito da vecchi rancori. Lavrov ha tirato in ballo anche le passate vicende del Kosovo e delle isole Falkland: la Crimea per Mosca ha la stessa importanza. Anzi: di piu’, ha spiegato. Cosi’, il Cremlino e’ pronto a riconoscere il risultato del referendum di domenica, visto che -ha detto Vladimir Putin al segretari dgenerale dell’Onu, Ban Ki-moon- questo “non viola il diritto internazionale, come invece sostiene l’Occidente”.
Certo, ha sottolineato Lavrov, Mosca “non ha e non puo’ avere piani per invadere le regioni sud-orientali dell’Ucraina” ma intanto l’esercito russo ha intensificato le manovre militari nelle zone al confine con l’Ucraina e il Cremlino ha irrigidito il controllo sulle fonti di informazione indipendenti. Da giovedi’ sera, su decisione dell’Authority per il controllo dei media, e’ bloccato l’accesso al blog e dell’oppositore Alexei Navalny su LiveJournal, al sito vicino all’opposizione Ej.ru e al sito dell’ex campione di scacchi e figura anti-Putin, Garry Kasporv (kasparov.ru).
Usa e Ue non riconosceranno il referendum, e preparano altre sanzioni, che Mosca ha gia’ definito “uno strumento controproducente che non giovera’ alle relazioni” tra la Russia e l’Occidente. Si tratta di una consultazione “illegale”, ha ribadito Kerry, confermando il “forte sostegno” Usa al nuovo governo ucraino. Con Lavrov, ha detto Kerry, abbiamo avuto un colloquio “sincero” e “diretto”. Il segretario di Stato ha poi sottolineato che Putin “non prendera’ decisioni” per risolvere la disputa prima di conoscere l’esito del referendum. Il capo della diplomazia americana aveva presentato a Lavrov varie “opzioni” per risolvere il conflitto e aveva gia’ avvertito che Usa e Ue prenderanno “serie misure” se Mosca dovesse annettersi la Crimea, attualmente una repubblica autonoma dell’Ucraina. Ci saranno “conseguenze dirette” se i russi entreranno nella penisola, ha detto, ma senza entrare nei dettagli dell’affermazione.
In Crimea le autorita’ locali hanno aumentato le misure di sicurezza in vista del referendum. La vittoria dei filo-russi e’ scontata e gia’ lunedi’ il Consiglio Ue potrebbe vietare l’ingresso nel proprio territorio ai vertici del potere politico-economico russo. Una misura concordata con gli Stati Uniti e che potrebbe colpire, secondo la Bild, anche l’ad di Gazprom, Alexei Miller, e di Rosneft, Igor Sechin. (AGI) .

DIRETTAMENTE:  http://www.agi.it/estero/notizie/201403142058-est-rt10212-ucraina_usa_russia_lontani_crimea_verso_referendum

Immagine anteprima YouTube

15 MARZO 2014:L’EXPO NON SALE

-SU LA REPUBBLICA:

Niente ascensore sul Duomo per l’Expo: le Soprintendenze bocciano il progetto

La struttura di cristallo che avrebbe dovuto trasportare i turisti sulle guglie ha ricevuto tre no. A questo punto solo il ministro alla Cultura Dario Franceschini potrebbe ribaltare tutto. Ma lo scenario è improbabile,di ZITA DAZZI

Lo lego dopo                                         15 marzo 2014

Niente ascensore sul Duomo per l'Expo: le Soprintendenze bocciano il progetto

La busta con i tre pareri negativi è in partenza per Roma. Indirizzo del destinatario, il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. L’ultimo no è quello della Direzione regionale ai Beni culturali, a conferma di quanto già espresso informalmente nei mesi scorsi dalla Soprintendenza ai Beni architettonici di Milano e di quella ai Beni archeologici. L’ultimo no, la pietra tombale definitiva sulla proposta di costruire un ascensore di cristallo per trasportare i turisti di Expo sulle terrazze del Duomo di Milano, sarà quello firmato da Caterina Bon Valsassina, direttore regionale ai Beni culturali. A lei il ministero ha chiesto un parere definitivo sul progetto, spedito a Roma dalla Veneranda fabbrica nella speranza di un via libero ministeriale che superasse le resistenze milanesi.

“Il mio parere è concorde con quello già espresso in più occasioni dal sovrintendente milanese Alberto Artioli e con quello del collega che si occupa della parte archeologica Filippo Gambari e dal suo predecessore Raffaella Poggiani – dice Bon Valsassina – Quell’impianto ci pare inopportuno vista la delicatezza del sito e il valore anche simbolico e immateriale che il Duomo ha per la città. Non ho molto di più da aggiungere”. A questo punto, solo un parere contrario del Consiglio superiore dei Beni culturali, organo consultivo del ministro Dario Franceschini, potrebbe ribaltare la partita. Ma dovrebbe sconfessare i sovrintendenti locali. Uno scenario altamente improbabile.

Duomo di Milano, ecco il progetto per l’ascensore

{}

Muore così definitivamente il progetto di realizzare un traliccio metallico con motivi floreali per un’altezza di 70 metri, sul lato del Duomo affacciato verso la Rinascente, una torre ascensore con due navette trasparenti in grado di trasportare 21 persone alla volta sul tetto della cattedrale. Un sogno inseguito con ostinazione dalla Veneranda Fabbrica, che gestisce il monumento dal XIV secolo e che da due anni parla della necessità di attrezzare la cattedrale con un sistema di trasporto verticale, più moderno ed evocativo di quello esistente.
Oggi, i turisti salgono ad ammirare il panorama della città attraverso le guglie, o a piedi, o con due piccoli ascensori interni, che portano quattro persone alla volta. Costo della salita 10 euro, meno della metà di quel che la Fabbrica pensava di far pagare ai passeggeri della nuova navetta, che avrebbe percorso esternamente la facciata laterale del Duomo, inglobata in un traliccio d’acciaio in stile liberty floreale.

“Un cantiere di quella complessità in un sito monumentale di quel pregio e di quella natura non è pensabile, anzi è inopportuno” ha sempre ripetuto il sovrintendente Artioli, fin dal primo annuncio pubblico del progetto, in pompa magna, il 4 novembre scorso, all’inaugurazione del nuovo Museo del Duomo, col plauso e l’incoraggiamento dell’ad di Expo 2015 Giuseppe Sala e dell’ex ministro Maurizio Lupi. Si scatenò immediatamente un inferno di polemiche, in quei giorni e, su Repubblica, il critico d’arte Salvatore Settis, scrisse un accorato appello all’arcivescovo Angelo Scola, per chiedergli di sconfessare il progetto. “Mi permetto di richiamare le due ragioni che rendono impraticabile, anzi barbarica, l’ipotesi di fare del Duomo il mero supporto per attività commerciali, nel segno di una resa di ogni altro valore (perfino della fede cristiana) al Dio Mercato”, scrisse Settis sottoscrivendo le perplessità della Soprintendenza Archeologica su un cantiere della durata di otto mesi con uno scavo nel sottosuolo per circa 30 metri.

Gianni Baratta, dirigente della Fabbrica del Duomo, durante una commissione comunale per spiegare i dettagli del progetto, rispose alle critiche, indicando la necessità di realizzare l’ascensore di cristallo – quattro milioni di costo, finanziati da sponsor privati, ai quali sarebbe andato gran parte degli incassi dei biglietti – “per permettere l’accesso dei disabili alle terrazze”. Dimenticando però che il tetto del Duomo è spiovente e che dunque le sedie a rotelle, una volta in quota, rimarrebbero ferme. “Dobbiamo forse immaginare che ogni campanile, ogni cattedrale, ogni palazzo pubblico debba essere svilito aggiungendovi ascensori e terrazze bar e noleggiando i monumenti a ditte private che non vi vedono altro se non un’occasione di profitto? Una sola parola viene in mente per definire l’ideabase che una chiesa debba servire di supporto ad attività di intrattenimento commerciale. Questa parola è: simonia”, scrisse ancora Settis, in un articolo che piacque molto ai sovrintendenti milanesi.

Con questo ultimo passaggio di carte fra Milano e il ministero abortisce, dunque, il piano ascensore. Già da qualche settimana, i dirigenti della Fabbrica erano pessimisti: “Noi abbiamo presentato un progetto al servizio della città e di Expo – sottolinea Baratta – Un ascensore che potrebbe anche essere smontato subito dopo la fine dell’esposizione. I tempi tecnici per riuscire a realizzarlo sono quasi scaduti. Se le istituzioni bocceranno la proposta, se ne assumeranno la responsabilità quando in piazza Duomo ci saranno file chilometriche di turisti in attesa di salire sulle terrazze”.

DIRETTAMENENTE:

http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/03/14/news/niente_ascensore_sul_duomo_per_l_expo_le_soprintendenze_bocciano_il_progetto-81037073/?ref=HREC1-16#gallery-slider=73454740

REAZIONE:PROGETTO AFOSSATO

————————————————————-

15 MARZO 2014:IL PATETISMO,COSA E’?

-DIZIONARIO IN MANO:

bandiera italiana Italiano

Open book 01.svgAggettivo

patetico m

 singolare  plurale
 maschile   patetico   patetici
 femminile   patetica   patetiche

 

  1. persona che si rende ridicola
  2. che causa compassione

 

-QUESTA LA DEFINIZIONE PRINCIPALE CHE PUOI VEDERE SU WIKIZIONARIO DIRETTAMENTE CLICCANDO DI SEGUITO: http://it.wiktionary.org/wiki/patetico

IL RESTO DELLA PAGINA:

Hyph.png Sillabazione

pa | tè | ti | co

Nuvola apps edu languages.png Pronuncia

IPA: /pa’tɛtiko/

Nuvola kdict glass.pngEtimologia / Derivazione

dal latino tardo pathetĭcus, che deriva dal greco παϑητικός, derivazione di πάϑος ossia “sofferenza”

Nuvola filesystems www.png Traduzione

Flag of the United Kingdom.svg Inglese

Open book 01.svgAggettivo

patetico

  1. pathetic
  2. sentimental

Open book 01.svgSostantivo

patetico

  1. sentimentalismo

    Nuvola apps bookcase.png Note / Riferimenti

    *italiano

*Treccani, vocabolario edizione online su treccani.it

*Paravia, “De Mauro” edizione on-line (non più attiva)

*Dizionario Italiano, online il dizionario della lingua italiana

*De Agostini Scuola, Garzanti linguistica versione on line (consultabile previa registrazione gratuita)

*inglese

→ Riferimenti mancanti. Se vuoi, aggiungili tu.

-CONCLUSSIONE:

Tutto sommato il PATETICO potrebbe dirse che  e’ una “persona che si rende ridicola” o “che causa compassione” .

-VEDIAMO ADESSO UN CASO DI ORDINARIO PATETISMO:

-SU LE MONDE:

Blogs

Expulsé par la porte du Parlement italien, Silvio Berlusconi veut revenir par la fenêtre du Parlement européen

«Bien sûr qu’il sera candidat!”. Jeudi 14 mars, Giovanni Toti, le conseiller politique de Silvio Berlusconi, a tenté de relancer l’intérêt des médias pour son patron en annonçant sa prochaine candidature aux élections européennes. Il s’explique ainsi dans un entretien au quotidien La Stampa du 14 mars: “Berlusconi a guidé Forza Italia dans toutes les élections, et il le fera encore en mai. L’Europe vit une phase de grand changement et tous les partis doivent y contribuer. Le Cavaliere portera les propositions des modérés italiens. Si quelqu’un empêchait cette candidature, il devra en répondre devant des millions d’Italiens”.

Pourtant le chemin qui amènerait l’ancien Président du conseil – qui a confirmé son intention d’être candidat – à s’asseoir sur un siège au Parlement de Strasbourg est encore long, voire impraticable.

Il est condamné définitivement à quatre ans de prison pour fraude fiscale. Il est poursuivi dans quatre procédures à Milan (prostitution de mineure, abus de pouvoir – qui lui valent une condamnation en première instance à 7 ans de prison – et corruption de témoins) et à Naples (corruption d’un élu). Il est exclu du Parlement italien où il ne pourra pas se représenter avant 2020, lorsqu’il aura passé 83 ans. Il est en attente d’un arrêt définitif de la Cour de Cassation qui se prononcera le 18 mars sur la durée de son interdiction à des fonctions publiques, comprise entre 1 et 3 ans. Enfin, le 10 avril, débutera l’audience devant le Tribunal de Surveillance pour connaitre les modalités d’ exécution de sa peine pour fraude fiscale (assignation à résidence ou travaux d’intérêt général). Rien que ça!

En outre une résolution du Parlement Européen en date du 23 octobre 2013 recommande aux Etats membres de ne pas faire figurer sur leurs listes électorales des personnalités condamnées définitivement “pour des faits rattachables à la criminalité organisée, au blanchiment et à la corruption économique et financière”. D’autre part, M. Berlusconi, qui ne dispose plus de passeport, ne peut quitter le territoire sans l’autorisation d’un magistrat. Celle-ci lui a été refusée à deux reprises: en décembre 2013 pour se rendre à Bruxelles et début mars alors qu’il voulait assister au congrès du PPE à Dublin.

Cette annonce de candidature contre toute logique politique et judiciaire – et même morale pourrait-on dire – n’est donc rien d’autre qu’une manière pour le Cavaliere de quitter les pages intérieures des journaux où il est à présent relégué. 48 heures après la conférence de presse de Matteo Renzi qui l’a renvoyé à la préhistoire de la communication politique, voilà qu’il cherche à nouveau à reprendre la main. Pathétique…

TRADUZIONE:

Espulso attraverso la porta del Parlamento Italiano, Silvio Berlusconi vuole passare attraverso la finestra del Parlamento Europeo

“Certo che sarà candidato”. Giovedi 14 marzo Giovanni Toti, il consigliere politico di Silvio Berlusconi ha cercato di ravvivare l’interesse dei media per il suo capo annunciando la sua candidatura per le prossime elezioni europee. Egli spiega e in un’intervista al quotidiano La Stampa il 14 marzo: “Berlusconi ha guidato Forza Italia in tutte le elezioni, e lo farà di nuovo in maggio. L’Europa sta attraversando una fase di grande cambiamento e di tutte le parti devono contribuire. Berlusconi portera le proposte dei moderati italiane. Se qualcuno vuole  impedire la nomina, dovrà rispondere di fronte a milioni di italiani. “

Eppure il percorso che avrebbe portato l’ex presidente del consiglio,che ha confermato la sua intenzione di essere un candidato,a sedersi su un seggio in Parlamento a Strasburgo è ancora lunga, anche impraticabile.

Lui e’ stato  condannato a quattro anni di carcere per evasione fiscale. E ‘accusato in quattro casi a Milano (prostituzione minorile, abuso di potere,che gli è valso una condanna in primo grado a 7 anni di carcere,e la corruzione di testimoni) e a Napoli (corruzione di un eletto). Egli è stato espulso dal Parlamento italiano dove non può ripresentarsi prima del 2020, quando avra trascorso 83 anni. Egli è in attesa di una sentenza definitiva della Corte di Cassazione, che deciderà il 18 marzo sulla lunghezza del suo divieto agli uffici pubblici, tra 1 e 3 anni. Infine, il 10 aprile, inizierà l’udienza dinanzi alla Corte di casazione per conoscere i termini della sua condanna per evasione fiscale (arresti domiciliari o di servizio alla comunità).Niente meno!

Inoltre, una risoluzione del Parlamento Europeo del 23 ottobre, 2013 raccomanda agli Stati membri di non fare figurare nelle loro liste elettorali delle persone condannate adefinitivamente “per fatti riconducibili alla criminalità organizzata,inbiancamento di denaro e la corruzione economica e finanziaria” . D’altra parte, Berlusconi, che non ha il passaporto, non può lasciare il paese senza il permesso di un giudice. Questo è stato rifiutato in due occasioni, nel dicembre 2013 per andare a Bruxelles e l’inizio di marzo quando voleva partecipare al Congresso del PPE a Dublino.

Questo annuncio della candidatura contro ogni logica politica e giudiziaria,e anche morale potrebbe dire,non è niente altro che un modo per Berlusconi di lasciare le pagine interne dei giornali, dove ora è relegato. 48 ore dopo la conferenza stampa Matteo Renzi, che lo ha rinviato alla preistoria della comunicazione politica ora cerca di nuovo di riprendere il controllo. Patetico …

-SE CAPISCI FRANCESE LEGGI LA NOTA DIRETTAMENTE CUA:

http://italie.blog.lemonde.fr/2014/03/14/chasse-du-parlement-italien-silvio-berlusconi-veut-revenir-par-la-fenetre-du-parlement-europeen/

EPILOGO:PUR NON AVENDO MAI COMPIUTO UN SOLO GIORNO DI CARCERE,NE MENO  ARRESTO DOMICILIARE,DOPO CHE HA PERSO TUTTE LE ELEZIONI DI MEZZO TERMINE DELLA SCORSA LEGISLATURA,LE ULTIME EUROPEE E LE ULTIME POLITICHE ITALIANI OLTRE A TUTTE  LE AMMINISTRATIVE POST VOTO ,DOPO CHE E’ STATO DEFENESTRATO POLITICAMENTE ALL’ESTERO DA TUTTI,BERLUSCONI NEI GIORNI SCORSI HA DICHIARATO CHE QUALCUNO VUOLE UMILIARLO PERCHE IL 10 APRILE,DOPO LA DEICISSIONE DELLA GIUSTIZIA ALLA SUA RICHIESTA DI COMMUTARE LA CONDANNA AL CARCERE PER LAVORI DI INTERESSE SOCIALE,NEI MIGLIORI DEI CASI, COME UN INDIGENTE QUALUNCHE DEVE SOTTOMETTERSI A COLLOCHIO DUE VOLTE A SETTIMANA DELLA MANO DEL SERVIZIO SOCIALE DEL POTERE GIUDIZIARIO.

VOI NON CREDETE CHE LA CONDANNA MORALE E’ PIU FORTE DI QUELLA PENALE E POLITICA?

E VOI NON PENSATE COME ME DOPO LEGGERE QUESTA NOTA,DOVE NON SI DICE ALTRO CHE POCO PIU DI UNA ENNUMERZIONE DEI SUOI FATTI E MISFATTI SENZA ENTRARE NEL MERITO POLITICO DEL TIZIO IN QUESTIONE,CHE LA SUA CONDANNA MORALE NON E’ CHE LA RISULTANZA DEI SUOI PROPI ATTI?

E VOI NON PENSATE COME ME CHE ORMAI LA CONDANNA PENALE,POLITICA E MORALE CHE SCATURISCE DELLA SUA TRAIETTORIA VITALE DEVE ESSERE RIDIMENSIONATA DOPO QUESTO ULTIMA DECISSONE, ALLO STESSO TEMPO COMPASSIONEVOLE E RIDICOLA,DI CANDIDARSI?

SECONDO ME GLI ITALIANI DI BERLUSCONI NON NE VOGLIONO PIU SAPERE,E NON CE’ BISOGNO DI UNA ULTERIORE VERIFICA DELLA SUA INVALIDITA POLITICA ELETTORALE.

FORSE I SERVIZI SOCIALI DOPO UNO STUDIO APROFONDITO ED ESSAURENTE DELLA SUA PERSONALITA METTERANNO LE COSE A POSTO.

COMUNQUE VADA DEVI CONVENIRE CON ME,SE NON ALTRO, CHE IN QUESTA NOTA TUTTI ABBIAMO IMPARATO QUALCOSA IN PIU SUL PATETISMO.

—————————————————

17 MARZO 2014:GUERRA FREDDA

-TITOLARE WASHINGTON TIMES:

Crimea vota a favore della secessione, Stati Uniti respinge

By Guy Taylor – The Washington Times

I cittadini di Crimea hanno votato domenica schiacciante a favore della scissione da Ucraina a diventare una parte della Russia territoriale, uno sviluppo in grado di favorire tensioni in stile Guerra Fredda che sono stati crescenti per settimane tra Mosca e l’Occidente

Photo Gallery: Reazione al voto
Photo Gallery: Voto in Crimea
Sen. Murphy: ‘referendum Sham’ in Ucraina ‘non inganna nessuno’
La Russia sostiene di avere abbattuto drone USA su regione di Crimea; Pentagono nega

REAZIONE:SCENARIO DA GUERRA FREDDA TRA MOSCA E OCCIDENTE

-APPENDICE:

1-RUSSIA E’ GASSOLINERIA

** FILE ** senatore John McCain, repubblicano dell’Arizona. (Associated Press)
McCain: ‘La Russia è un distributore di benzina mascherato come un paese’

2-CAMPAGNA ELETTORALE,VINCE RAND PAUL

CNN Poll: Rand Paul lidera il pack presidenziale 2016 GOP

——————————————–

17 MARZO 2014:AUSTERITA

-TITOLARE LA STAMPA:Merkel: il piano di Renzi mi ha colpito(Video)

Foto- Il cappotto senza bottone/ Video- Gag coi giornalisti

TONIA MASTROBUONI (inviata a berlino)

La Cancelliera: «Cambiamento strutturale»
Ok da Schaeuble: ma stop rinvii sul rigore
Il premier: non sforeremo i limiti europei
Il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan:
«Non era un esame, le riforme per crescere»
opinioni   La fenomenologia del renzismo giovanni orsina
In agenda conti e non solo: più industria nell’Ue giovannini

FOTOGALLERY  «A Frau Merkel» la maglia viola di Gomez

REAZIONE:LA MERCKEL GIA NON PRENDE DECISIONI DA SOLA E LA SUA POLITICA DELLE MANI APERTE NON PUO ANDARE AVANTI:BELLE PAROLE MA RES-PON-SA-BI-LI-TA,MI RACCOMANDO.TANTO NEL DARE COME NEL RISCUOTERE.E CIO SIGNIFICA CHE PER RENZI NON CI SONO TROPPE SPERANZE DI DECOLLARE.TIRIAMO A CAMPARE,COME CAPERUCCIA ROSA VIVIAMO NEL “MENTRE TANTO”.

—————————————————-

17 MARZO 2014:PATETICO FERMATO

-TITOLARE LA STAMPA:POLITICA

La Commissione europea stoppa Berlusconi:
“Candidato alle elezioni? Le norme sono chiare”
Forza Italia a Renzi: “Insieme contro l’austerità”

amadeo la mattina
La vice presidente Reading sull’eventualità di una discesa in campo
dell’ex premier. L’apertura di Brunetta: «Serve un accordo col Pd».
Il Cavaliere: “Sì, sarò candidato alle europee” amedeo LA MATtINA
-COSI SU LA REPUBBLICA:
Merkel: “Molto colpita da Renzi le sue riforme sono efficaci” video
Ok anche da Schaeuble: ma resti rigore
Premier: “Lavoro, bene modello tedesco”Foto Il bottone “saltato” – La maglia in regalo
Articoli correlati

RepTv Frau Merkel e il premier italiano n. 6 di LAURA PERTICI   – Video Renzi ai fotografi: “Vengo male”
MAPPE Un Presidente senza partito di I. DIAMANTI RNews Twittertime #Dietrolalavagna / GALLERY

REAZIONE:COME PREVEDIBILE BERLUSCONI NON POTRA CANDIDARSI.E LUI,”INSIEME CONTRO L ‘AUSTERITA”,CONTRO LA MERCKEL E L’EUROPA QUINDI.CIO SIGNIFICA CHE LA MERCKEL ACCUSATATA DA BERLUSCONI DI ESTROEMTTERLO DELLA CARICA DI PREMIER DOVRA SCEGLIERE FRA RENZI E BERLUSCONI.FA NIENTE,TUTTI TRE SARANNO RIDIMENSIONATI DOPO LE EUROPEE,E SI  HA GIA SPECULATO CON NUOVE ELEZIONI PER UN MIGLIORE POSIZIONAMENTO DELLA SPD E GLI ANTIEURO CHE DANNO PER SCONTATO ENTRERANNO IN PARLAMENTO.

NON DIMENTICHIAMO COMUNQUE CHE ANCHE I (NEO)LIBERALI,ALLEATI DI FERRO DELLA MERKEL SONO RIMASTI FUORI A MANO DELLA CDU,L’ALLEATO SCOMODO DELLA MERCKEL (OLTRE ALLA SPD)CON QUI CONDIVIDERE IL POTERE NELLA NUOVA GROSSE KOALITION.

MODELLO DEL LAVORO TEDESCO?NON NE PARLIAMO DA!….,DA RIFARE.VEDI CUA:

http://spaziorealedottciancimino.blogs.nouvelobs.com/archive/2013/02/15/bando-18-continuazione-44-video-citofono-online-ripercussion.html

http://spaziorealedottciancimino.over-blog.com/de-mon-blog-sur-le-nouvel-observateur-france-3

EPILOGO:HAI VISTO?QUESTO VUOLE RENZI PER L’ITALIA?

———————————————————-

17 MARZO 2014:LA CRIMEA E GIA’ INDIPENDENTE

-TITOLARE LA STAMPA:

Crimea, sanzioni di Usa e Ue
Obama: “Mosca si è isolata”
Foto- Ecco la “black list” russa
Video- Minacce in tv/ Fogli in Crimea

GIANNI RIOTTA, ANNA ZAFESOVA
AFP
Il 97% dei voti a favore della secessione da Kiev
Putin firma il decreto per l’indipendenza. L’Ucraina
allerta le truppe: «Farsa»
Via alle prime restrizioni.
Sanzioni soft, borse su: Milano la migliore grassia
REAZIONE:LA RUSSIA ISOLATA,VIVA LA RUSSIA.PARAFRASEANDO A “IL RE E’ MORTO,VIVA IL RE”.
—————————————————————–
8 MARZO 2014:AMBIENTALISMO
Dalla BBC Future

A huge rise in car ownership has contributed to Shanghai's choking air pollution (AFP/Getty Images)Cinque degli esperimenti città più radicali senza auto

Parigi è l’ultima città ricorrere a misure drastiche e controverse traffico di restrizione per ridurre l’inquinamento atmosferico. Che altro sono le città che fanno da tagliare smog e la congestione?
REAZIONE:PARIGGI CONTRO L’AUTO CON L’ECOLOGIA.
Immagine anteprima YouTube

19 MARZO 2014:BERLUSCONI,INTERDIZIONE DI MONTESQUIEU NON DI MONTI,OVVERO LA VITTORIA DELLO STATO SULL’EVERSIONE

-CORRIERE DELLA SERA:La cassazione conferma: la PENA diventa ESECUTIVA

Berlusconi, due anni di interdizione«Non potrà essere candidato
Dopo 5 ore di camera di consiglio i giudici hanno rigettato il ricorso dei legali dell’ex premier. Ghedini: grande amarezza.
Il 10 aprile si deciderà per i servizi sociali,di Redazione Online

LaPresse
LaPresse

La Terza sezione penale della Corte di Cassazione conferma l’interdizione dai pubblici uffici per due anni per Silvio Berlusconi. La decisione, presa dopo 5 ore di camera di consiglio, riguarda la pena accessoria nell’ambito del processo Mediaset. I giudici, presieduti da Claudia Squassoni hanno quindi accolto la richiesta del procuratore generale Aldo Policastro che di fatto chiedeva la conferma della sentenza dell’Appello bis del tribunale di Milano. In particolare i Supremi giudici della Terza sezione penale hanno dichiarato «irrilevanti» le questioni di incostituzionalità delle norme tributarie sollevate dalla difesa di Silvio Berlusconi e hanno «rigettato» nel resto il ricorso contro la sentenza emessa dalla Corte d’appello di Milano il 19 ottobre 2013. Quel verdetto aveva ridotto a 2 anni l’originaria interdizione dai pubblici uffici pari a 5 anni.

-

L’interdizione e le elezioni europee

La pena adesso è immediatamente esecutiva: a meno di colpi di scena, significa che il leader di Forza Italia non poterà candidarsi, come avrebbe voluto il Cavaliere, alle prossime elezioni europee. Come chiarisce il presidente della giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato, Dario Stefano, «nei prossimi due anni egli non godrà del diritto di elettorato attivo e passivo».
Amareggiato il difensore di Berlusconi, Niccolò Ghedini: «Avremmo ritenuto quantomeno necessario un approfondimento presso la Corte Europea di Strasburgo», ha detto il legale. Intanto il prossimo 10 aprile, davanti ai giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano, verrà discussa la sua richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali. Richiesta presentata dopo che la Cassazione lo ha condannato per frode fiscale per il caso Mediaset a quattro anni di reclusione, tre dei quali coperti da indulto e martedì definitivamente, a due anni di interdizione dai pubblici uffici.

-

Berlusconi, la sentenza della Cassazione sui siti stranieri
Un altro svizzero, Ticino Online
-
La pena accessoria dopo la condanna

I due anni di interdizione sono la pena accessoria collegata alla condanna, divenuta definitiva il primo agosto scorso, a 4 anni di reclusione (3 coperti da indulto) per frode fiscale comminata al leader di Forza Italia nell’ambito del processo Mediaset. La Cassazione, confermando la condanna, lo scorso agosto aveva però annullato con rinvio la prima sentenza di appello limitatamente al periodo di interdizione, che i giudici del merito avevano inizialmente fissato in 5 anni. Nelle sue motivazioni la Cassazione aveva spiegato che il periodo di 5 anni era risultato da un calcolo errato, per cui aveva ordinato ai magistrati milanesi di ripronunciarsi sulla pena accessoria. Questa, quindi, in ottobre, era stata fissata in due anni, ma tale verdetto era stato impugnato in Cassazione. Anche il sostituto pg della Suprema Corte, Aldo Policastro, aveva oggi pomeriggio sollecitato il rigetto del ricorso della difesa di Berlusconi. La decisione dei supremi giudici è giunta dopo più di quattro ore di camera di consiglio.

Le reazioni politiche

Immediate le reazioni politiche. Fabrizio Cicchitto, Nuovo centrodestra, esprime «solidarietà» a Berlusconi ma chiarisce il suo punto di vista critico sulla possibilità di grazia: «L’attuale richiesta è una del tutto legittima iniziativa politica propagandistica destinata ad avere conseguenze solo su quel piano», scrive Cicchitto. «Le sentenze non si discutono, ma è chiaro che avrei preferito battere Berlusconi alle elezioni», dice invece il leader dei Moderati Giacomo Portas, eletto alla Camera nelle liste del Pd. «#Cmd…come volevasi dimostrare…non esiste corte che escluderà Berlusconi dalla vita politica dell’Italia. Unica corte valida: cittadini»: così Giancarlo Galan commenta in un tweet la conferma dei due anni di interdizione dai pubblici uffici per Silvio Berlusconi nel processo Mediaset. «Ancora una volta la giustizia italiana va in direzione opposta rispetto a quella europea- ha commentato invece Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia- Dieci giorni fa la Corte europea dei diritti dell’uomo condannava l’Italia perché applicava due sanzioni per lo stesso fatto. Oggi la Corte di Cassazione raddoppia la pena per un fatto già sanzionato dalla legge Severino. La storia è piena di questi casi, ci sarà pure un giudice a Strasburgo». Mentre il vicecapogruppo vicario di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, pensa che si tratti di una sentenza «abnorme e ingiusta». Critico anche Gianfranco Rotondi, presidente del governo ombra di Forza Italia: «Si scrive una brutta pagina per il nostro Paese». E Daniela Santanché, parlamentare di FI, incalza: «Questa sentenza era già scritta. Mi stupisco dello stupore, perché sconfessarla avrebbe significato sconfessare vent’anni d’accanimento giudiziario nei confronti di Silvio Berlusconi: un’altra prova che in questo Paese c’è qualcuno che non vuole emerga la verità».18 marzo 2014 | 21:57© RIPRODUZIONE RISERVATA

-LA STAMPA:Politica
aggiunto a Senza Categoria da dottgiuseppeciancimino

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook

« Precedente Successivo »
Torna in alto